Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Malattia dei calcoli biliari (codice 80)

Definizione. La malattia del calcoli biliari è una malattia in cui, a causa di una violazione del metabolismo del colesterolo e della bilirubina, si formano calcoli nella cistifellea e nei dotti biliari (colel tiaz, colecistolitiasi, coledocolitiasi).

Statistiche. La frequenza della colelitiasi nell'Europa occidentale è dell'8-9% della popolazione e le lesioni patologiche aumentano con l'età: negli individui della terza decade di vita - 2-3%, quarta - 2-3,5%, quinta - 6-7%, sesta e settima -14-15%. Le donne sono ammalate più spesso degli uomini 2-4 volte. In Russia, la colelitiasi, secondo un'ecografia (V.A. Maksimov), è stata rilevata nel 9%, fenomeno dei fanghi ("cavità disomogenea") nel 21% degli esaminati. La lesione patologica degli uomini (3,6%) è significativamente inferiore a quella delle donne (13,1%). Nei gruppi di età più avanzata, la colelitiasi e il fenomeno dei fanghi sono più comuni che nei giovani, 2-6 volte.

L'eziologia. Patogenesi. A causa della violazione della resistenza colloide della bile, i suoi componenti (colesterolo, bilirubina, sali di calcio, glicoproteine ​​delle mucine) formano precipitati. Secondo la composizione chimica prevalente, le pietre possono essere colesterolo, pigmento, miscelato. Il precipitato (fango) nella bile è costituito da colesterolo, bilirubina, sali di calcio, proteine ​​delle mucine. Il fango si trasforma in pietre durante l'ipocinesia della cistifellea. Inizialmente, si formano microliti con un diametro di 5 mm. I macroliti derivano dall'agglomerazione di microliti. La colecistolitiasi provoca una violazione della motilità della cistifellea, infiammazione reattiva. Il movimento di calcoli lungo il dotto biliare cistico e comune è la causa dell'ostruzione dei dotti, della loro dilatazione, pancreatite reattiva, colangite.

È praticamente importante che circa il 90% delle pietre sia colesterolo (colesterolo superiore al 50%) o miscelato (colesterolo 20-50%). Circa il 10% delle pietre è pigmentato. Il rischio di formazione di calcoli pigmentati nei pazienti con anemia emolitica aumenta notevolmente.

Clinica. Nell'80% dei pazienti, il calcolo della cistifellea è asintomatico.

Manifestazioni cliniche:

• La colica biliare è caratterizzata da dolore intollerabile nell'ipocondrio destro con radiazioni nella metà destra del torace, scapola destra; vomito che non porta sollievo. Durante un attacco di dolore, il paziente prende una posizione forzata steso sul lato destro con le gambe piegate allo stomaco, la lingua è secca, moderatamente coperta. L'addome è gonfio, teso e doloroso alla palpazione nell'ipocondrio destro.

• Dolore biliare (sindrome della dispepsia biliare - A. L. Myasnikov). Questi sono dolori di natura crescente nell'epigastrio e (o) nell'ipocondrio destro, accompagnati da nausea, vomito. La durata dell'attacco di dolore è di 20-30 minuti. Più spesso gli attacchi di dolore biliare si verificano durante la notte.

NB! Complicanze della colelitiasi si verificano dopo ripetuti attacchi di colica biliare o dolore biliare.
Fattori di rischio per complicanze: vecchiaia, obesità, diabete.

• La colecistite calcula acuta si verifica con dolore acuto nell'ipocondrio destro, vomito, tensione della parete addominale anteriore nell'ipocondrio destro. Febbre. Leucocitosi.

• Con colecistite catarrale, la temperatura è subfebrile, leucocitosi entro 9x109 / L - 11x109 / L, non ci sono sintomi di irritazione peritoneale.

• Con colecistite flemmone, la temperatura è fino a 38-39 ° C, leucocitosi 13xU9 - 20x109 / l, i sintomi locali di irritazione peritoneale sono positivi.

• Con la pericololistite, il dolore nell'ipocondrio destro è moderato. Colecistografia: la cistifellea è scarsamente spostata da un cambiamento nella posizione del corpo, di dimensioni ridotte.

• L'ostruzione della pietra del dotto cistico dà un sintomo positivo di Courvoisier, l'ostruzione della pietra del dotto biliare comune porta a ittero subepatico, colangite con brividi, febbre, ittero, sindrome della colestasi subepatica.

Metodi paraclinici:

• L'esame ecografico della colecisti è un metodo economico e altamente informativo per la diagnosi di colelitiasi (sensibilità - 95%). Vengono valutati il ​​numero, la dimensione, la localizzazione delle pietre, lo stato del muro della cistifellea, i condotti.

• Metodi a raggi X. Una radiografia generale della cavità addominale rivela calcoli alla cistifellea positivi ai raggi X. L'angiografia del colecistocholo (orale e endovenosa) chiarisce la presenza di calcoli nel dotto biliare, le loro dimensioni, quantità.

• L'epatobiliscintigrafia è istruttiva in termini di valutazione della funzione del sistema biliare.

• La fibrogastroduodenoscopia con un esame del capezzolo del Vater esclude le sue stenosi, pietre otturanti.

• La colecistocholangiografia retrograda endoscopica aiuta a identificare i calcoli, a valutare lo stato dei dotti biliari extra ed intraepatici.

Classificazione. Si riflettono la nosologia, il numero di pietre e la loro composizione, la principale sindrome clinica, le complicanze. Fattori di rischio, patologia concomitante.

Diagnosi del campione

• Malattia dei calcoli biliari: calcoli alla cistifellea negativi ai raggi X multipli di dimensioni inferiori a 2 cm; ricaduta del dolore biliare. Fattori di rischio indipendenti: obesità costituzionale esogena 2 cucchiai; mancanza di esercizio fisico.

• Malattia dei calcoli biliari: calcoli alla cistifellea negativi ai raggi X inferiori a 1 cm, multipli. La complicazione. Colica biliare (data, ora).

Lo stato psicologico e sociale è stabilito secondo i principi generali.
<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Malattia dei calcoli biliari (codice 80)

  1. Malattia di calcoli biliari
    La malattia dei calcoli biliari (colelitiasi, colina bile greca, litio - pietra) nei bambini si sviluppa raramente, ma si manifesta a qualsiasi età, anche nei neonati. Dopo i 12-14 anni, la malattia del calcoli biliari è più comune nelle ragazze. Le pietre si trovano di solito nella cistifellea, meno comunemente nel dotto o nel dotto biliare comune. La composizione delle pietre può essere colesterolo, bilirubina o
  2. Malattia alcolica (codice F 10.2)
    Definizione. La malattia alcolica è un complesso di disturbi mentali e / o somatoneurologici associati all'uso regolare di alcol in dosi pericolose per la salute (BC Moses). Statistiche. L'indicatore repubblicano medio di morbilità per l'alcolismo nel 1998 ammontava a 1563,3 per 100 mila persone, in 43 territori ha superato la cifra indicata di 1,1-1,5 volte. prevalenza
  3. MALATTIA DELLA CORONA (codice 50)
    La malattia di Crohn è una lesione granulomatosa cronica del tratto gastrointestinale, nel 90% dei casi con coinvolgimento selettivo nel processo dell'ileo terminale (ileite terminale), nel 50% dei casi con lesioni combinate del colon e dell'intestino tenue (ileocolite). Clinica: dolore nell'addome inferiore, più spesso nella regione ileale destra, peggio dopo aver mangiato; diarrea; anoressia, debolezza, diminuzione
  4. Ipertensione (codice 110)
    Definizione. Ipertensione (ipertensione arteriosa primaria) - una malattia caratterizzata da un aumento della pressione sanguigna superiore a 140/90 mm RT. Art., Sintomi di danno al cuore, al cervello, ai reni, ad eccezione dell'ipertensione arteriosa secondaria. Statistiche. Secondo studi sulla popolazione, ogni quarto residente negli Stati Uniti di età pari o superiore a 18 anni è registrato con ipertensione arteriosa. il
  5. Malattie del muscolo cardiaco. Miocardite (codice 140)
    La patologia miocardica non coronarogenica è un gruppo di malattie che non sono associate a ischemia, ipertensione, febbre reumatica, difetti cardiaci acquisiti e congeniti. Il dolore è di 18-29 casi per 100.000 abitanti. Il termine "miocardite" comprende un gruppo di lesioni miocardiche, la cui base patologica generale è l'infiammazione nella sua forma classica. morfologico
  6. Colecistite cronica (codice K 81)
    Definizione. La colecistite cronica è una lesione infiammatoria cronica ricorrente della cistifellea, causata più spesso da microflora condizionatamente patogena, solitamente associata a discinesia biliare e in alcuni casi con malattia del calcoli biliari. Statistiche. La colecistite cronica non calcarea è più comune nelle donne con sovrappeso di età superiore ai 40 anni. tuttavia
  7. Pleurite (codice J 90)
    Definizione. La pleurite è una sindrome clinica e morfologica caratterizzata da infiammazione della pleura con formazione di fibrina sulla loro superficie (pleurite secca) o accumulo di liquido nella cavità pleurica (pleurite essudativa). Statistiche. Secondo R.U. Light (1996), per una popolazione di circa 370 milioni di persone negli Stati Uniti, 1 milione di pazienti con versamento pleurico vengono registrati ogni anno. Sviluppo statistico
  8. Trombocitovasopatie (codice D 69.1)
    Definizione. Un gruppo di malattie associate a compromissione piastrinica e, indirettamente, emostasi vascolare, caratterizzate da sanguinamenti tecno-ecchimici ed ecchimici. Statistiche. La seconda patologia più comune del sistema sanguigno dopo l'anemia sideropenica. Il rapporto tra uomini e donne che soffrono è di circa 3: 5. È raro nella prima infanzia, le prime manifestazioni
  9. Tiroidite (codice? 06)
    Definizione. Gruppo combinato di malattie, che si basa sul processo patologico generale - infiammazione della ghiandola tiroidea. Statistiche. La malattia è più comune nelle persone di età compresa tra 30 e 50 anni, il rapporto tra uomini e donne è 1: 8, 1:10. L'eziologia. Patogenesi. Anatomia Patologica Nell'eziologia della tiroidite acuta e subacuta non purulenta, il posto principale è occupato da virus (adenovirus, virus Coxsackie, virus
  10. Vasopatie (codice D 69.0)
    Definizione. Un gruppo di malattie in cui il sanguinamento è causato da difetti della parete vascolare. Sono caratterizzati da un tipo di sanguinamento petecchiale. In precedenza, le malattie di questo gruppo erano descritte sotto il nome generale di "malattia di Shenlein-Genoch", ma le vasopatie sono eterogenee. Le ragioni che portano al loro sviluppo sono varie, il primo posto è occupato da infezioni purulente croniche. Malattia più comune
  11. Cirrosi epatica (codice K 74)
    Definizione. La cirrosi epatica è lo stadio finale delle sue malattie croniche, caratterizzato da una violazione dell'architettura della struttura lobulare del parenchima degli organi, fibrosi, nodi di rigenerazione (morfologicamente), sindromi di insufficienza delle cellule del fegato, ipertensione portale (clinicamente). Statistiche. La prevalenza patologica in Russia è di 20-35 casi per 100.000 in varie regioni
  12. Polmonite (codice J 18)
    Definizione. La polmonite è un processo infiammatorio infettivo acuto non specifico con lesioni del tratto respiratorio inferiore, il cui criterio diagnostico è la sindrome dell'infiltrazione infiammatoria del tessuto polmonare, verificata mediante metodi a raggi X. Statistiche. Nella pratica ambulatoriale, le infezioni acute del tratto respiratorio virale e batterico rappresentano il 25% di tutte
  13. Gotta (codice? 10)
    Definizione. La gotta è una malattia geneticamente causata (enzimopatia), che si basa su un aumento della sintesi delle purine, un'eccessiva formazione di acido urico, portando ad artrite "cristallina" ricorrente, lesioni sistemiche sotto forma di nefropatia da acido urico, urolitiasi, nefrite da urato interstiziale. Statistiche. Iperuricemia asintomatica (sopra 0,07 g / l - 7,0 mg%)
  14. Emoblastosi paraproteinemiche (codice C 90.0)
    Definizione. Tumori da plasmociti - cellule che secernono immunoglobuline. Il gruppo di eco comprende: mieloma, malattia delle catene pesanti, optare per l'anemia di Waldenstrom e alcune forme rare. Statistiche. La forma più comune è il mieloma. L'incidenza è 1: 100.000 della popolazione all'anno. Non ci sono descrizioni affidabili del mieloma nei bambini. Il picco di incidenza si verifica in 40-70 anni.
  15. Gemostaziopatii. Coagulopatie (codice D 66)
    Questi sono disturbi della coagulazione del sangue e dei sistemi anticoagulanti, che portano al sanguinamento. Il termine "sanguinamento" significa il rilascio di sangue oltre il letto vascolare sotto l'influenza di inadeguate influenze esterne o, per così dire, spontaneamente. Tipi di sanguinamento. • Ematoma: sanguinamento massiccio ed emorragie profonde nelle articolazioni e nelle cavità del corpo. • Ecchimico: manifestazioni cutanee
  16. Pielonefrite (codice N11)
    Definizione. La pielonefrite è un'infiammazione batterica unilaterale e bilaterale non specifica della pelvi renale, del calice, del parenchima con una lesione primaria del segmento tubulointerstiziale. Statistiche. La malattia renale più comune che colpisce il 10-12% della popolazione. Più spesso ragazze, ragazze, giovani donne, incluso incinta, anziana. All'età di 60-80 anni, infezione patologica degli uomini
  17. Lupus eritematoso sistemico (codice? 32)
    Definizione. Il lupus eritematoso sistemico è una malattia che si sviluppa sulla base dell'imperfezione geneticamente causata dei processi immunoregolatori, portando alla formazione di anticorpi verso le proprie cellule e i loro componenti, l'insorgenza di infiammazione immunocomplessa che colpisce molti organi e sistemi (M.M. Ivanova). Statistiche. Il dolore è molto variabile, varia in diverse regioni
  18. Gozzo tossico diffuso (codice? 05)
    Definizione. Il gozzo tossico diffuso è una malattia geneticamente determinata con un difetto alla nascita nel sistema di controllo immunologico, accompagnato da un'eccessiva produzione di tiroxina, tironine e caratterizzato da una clinica polimorfica con una lesione primaria del sistema nervoso centrale e cardiovascolare (V. A. Alekseev). Statistiche. La tireotossicosi colpisce il 2% delle donne in
  19. Ipotiroidismo (codice? 03)
    Definizione. L'ipotiroidismo è una malattia polietiologica che si verifica con equivalenti clinici e metabolici del deficit dell'ormone tiroideo. Statistiche. Una delle malattie umane comuni. Malato 0,2-1% della popolazione. Le forme subcliniche si trovano nel 7-10% delle donne e nel 2-3% degli uomini (Melnichenko G.A., 1998). L'eziologia. Patogenesi. Ipotiroidismo congenito (mixedema) dovuto a
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com