Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Anemia ipoplastica (codice D 61)

Definizione. Una condizione patologica in cui la pancitopenia è causata da una diminuzione dell'ematopoiesi del midollo osseo.

Eziologia, patogenesi. Fattori eziologici:

• difetto genetico autosomico ed ereditario recessivo delle cellule staminali;

• radiazioni ionizzanti;

• intossicazione da farmaci;

• forme idiopatiche (che si trovano più spesso).

Nella patogenesi, sono considerati possibili tre meccanismi di sviluppo dell'aplasia del midollo osseo:

• riduzione del numero di cellule staminali;

• violazioni del microambiente, che portano al fallimento funzionale delle cellule staminali;

• interazioni intercellulari, principalmente immunitarie.

Clinica. Sindromi anemiche, emorragiche e purulente-necrotiche in qualsiasi combinazione, a seconda di quali germi dell'ematopoiesi sono interessati. L'anemia con ipoplasia è sempre pronunciata, normocromica, non può essere corretta con metodi convenzionali. Se il germe dei leucociti è interessato, si nota una leucocitopenia inferiore a 2,0x109 / l a causa della neutrofilopenia (la sindrome necrotica purulenta ne è la conseguenza).
Se è interessato un germe piastrinico, si osservano fenomeni emorragici, trombocitopenia è 100x109 / L o inferiore, reticolocitopenia. Il midollo osseo è povero di elementi cellulari.

Formulazione della diagnosi Anemia ipoplastica

Diagnosi differenziale

• La leucemia acuta a bassa percentuale è una rara emmoblastosi che si verifica solo nei pazienti anziani. Le difficoltà diagnostiche sono risolte dalla puntura sternale: nella leucemia acuta a bassa percentuale in punteggiato, cellule blast nella quantità di decine di percento, in caso di anemia ipoplastica, inibizione di tutti i germogli che formano il sangue.

• La sconfitta di diversi germogli di emopoiesi può essere osservata con carcinoma metastatico, malattie da radiazioni, intossicazione, sepsi. Per escludere una malattia oncologica, vengono eseguiti lo screening di livello 1 e la radiografia dell'osso piatto. Per escludere la malattia da radiazioni e l'intossicazione, è sufficiente un'anamnesi completa. Nella diagnosi di sepsi, il leader è la coltura del sangue per la sterilità.
<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

Anemia ipoplastica (codice D 61)

  1. ANEMIA IPOPLASTICA
    Eziologia: 1. Radiazione. 2. Terapia citostatica. 3. Medicinali: farmaci antitiroidei (mercazolil), metiltiouracile, amidopirina, farmaci anti-TB, cloramfenicolo. 4. Anemia di Fanconi - insufficienza congenita dello sviluppo del midollo osseo. 5. Mixidem. b. Timoma. Patogenesi 1. La cellula staminale del midollo osseo soffre di mielotossicità citostatica
  2. ANEMIA APLASTICA (IPOPLASTICA)
    - una malattia in cui viene soppressa l'ematopoiesi del midollo osseo, accompagnata da una diminuzione del numero di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine Le principali manifestazioni cliniche Nell'anemia aplastica, i pazienti si lamentano più spesso di debolezza, affaticamento, gengive sanguinanti, sangue dal naso, mesi di basso grado, lunghi e lunghi. All'ispezione
  3. Anemia. Anemia postemorragica acuta (codice D 62)
    Definizione. Complesso di sintomi clinici causato da una massiccia perdita di sangue singolo, caratterizzata da ipovolemia e anemia normocromica. Eziologia, patogenesi. Una perdita simultanea di oltre 500 ml di sangue a causa di sanguinamento interno o esterno porta all'ipovolemia con il successivo sviluppo di anemia normocromica, stimolazione dell'ematopoiesi e ripristino dei parametri iniziali della periferia
  4. Anemia da carenza di ferro secondaria dovuta a perdita di sangue (cronica). Anemia postemorragica acuta
    Codice ICD-10 Anemia da carenza di ferro secondaria dovuta a perdita di sangue (cronica) D50.0 Anemia postemorragica acuta D62 Diagnosi Quando viene fatta una diagnosi Livello di coscienza, frequenza respiratoria ed efficacia obbligatori, polso, pressione sanguigna, anamnesi, esame fisico completo, condizioni della pelle, articolazioni Laboratorio ricerca: emoglobina, PTV (PTI), APTT,
  5. MALATTIA DI ADDISON-BIRMER (ANEMIA MALIGNA, ANEMIA PERNICIOSA, ANEMIA DA DIFICIENZA B12)
    La malattia descritta da Addison nel 1855 e Biermer nel 1868, guadagnò popolarità tra i medici come anemia perniciosa, cioè la malattia è fatale, maligna. Solo nel 1926, in connessione con la scoperta della terapia epatica dell'anemia perniciosa, l'idea prevalente per un secolo che la malattia fosse completamente incurabile fu smentita. Clinica. Le persone di età superiore ai 40 anni sono generalmente malate.
  6. ANEMIA CLUSTERICA B12-DIFICIENZA (ANEMIA PERNICOSA DIFILOBOTRIOSA)
    S.P. Botkin (1884) suggerì per la prima volta la relazione patogenetica dell'anemia perniciosa con l'invasione da parte di un ampio nastro (Diphyllobothrium latum). Le statistiche sull'incidenza di anemia diphyllobothriasic tra corrieri di nastro largo sono molto contraddittorie, che dipende da metodi diversi di conto di malattie. Forniti come dati classici in molti manuali
  7. ANEMIA APLASTICA (IPOPLASTICA)
    In precedenza, questa anemia era chiamata panmyelophthis, un consumo di midollo osseo. Questa è una malattia del sistema sanguigno, caratterizzata dall'inibizione della funzione ematopoietica del midollo osseo e manifestata da insufficiente formazione di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine - pancitopenia. Distinguere tra ipoplasia congenita (costituzionale) e acquisita. Nel 1888, Erlich descrisse per la prima volta la malattia in un giovane
  8. Diatesi linfatica-ipoplastica
    La diatesi linfatica-ipoplastica è una combinazione di caratteristiche morfologiche e funzionali ereditarie determinate congenite e acquisite del corpo del bambino, che determinano la possibilità di sviluppare ipertrofia del timo e dell'apparato linfatico nei bambini, ipoplasia delle ghiandole surrenali, tiroide e paratiroidi, elementi del sistema cardiovascolare e alcuni altri
  9. Anemia aplastica e ipoplastica
    L'anemia è chiamata aplastica quando le cellule del midollo osseo sono poche o assenti, ipoplastiche - quando il numero di queste cellule è solo ridotto. L'aplasia che si diffonde ai precursori dei globuli rossi (aplasia dei globuli rossi puri) può essere congenita [sindrome di Diamond-Blackfan (LK Diamond, KDBlackfan) o eritrogenesi imperfetta] o acquisita, insorgendo come
  10. Diatesi linfatica-ipoplastica
    - cm iperplastica: iperplasia generalizzata del tessuto linfoide - cm cambiamenti funzionali nel sistema nervoso: depressione, letargia, adynamia, diminuzione dei riflessi tendinei -R: aumento dei linfonodi mediastinici, timomegalia, cm ipoplastica: ipoplasia genitale, disfunzione e ipofunzione , cuore gocciolante, labilità funzionale del sistema cardiovascolare
  11. Diatesi linfatica-ipoplastica
    Diatesi linfatica-ipoplastica (LHD) - endocrinopatia disregolatoria congenita, manifestata da una violazione dell'adattamento all'ambiente esterno e da una deficienza immunologica transitoria; una condizione caratterizzata da iperplasia del tessuto linfoide, immunodeficienza transitoria, sviluppo insufficiente del tessuto cromaffinico. E n e d e m e l o g I. Viene rilevato più spesso nei bambini dai 2 ai 6 anni con una frequenza di circa
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com