Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

25. EXTRASYSTOLIES

depolarizzazione prematura e contrazione del cuore o delle sue singole camere, il tipo più frequente di aritmie. Extrasistoli si possono trovare nel 60-70% delle persone. Fondamentalmente, sono funzionali (neurogenici) in natura, il loro aspetto provoca stress, fumo, alcol, tè forte e soprattutto caffè. Gli extrasistoli di origine organica si verificano con danni al miocardio (malattia coronarica, cardiosclerosi, distrofia, infiammazione). Un impulso straordinario può venire dagli atri, dalla giunzione atrioventricolare e dai ventricoli. La comparsa di extrasistoli è spiegata dalla comparsa di un focus ectopico dell'attività di innesco, nonché dall'esistenza di un meccanismo di rientro. Le relazioni temporanee di complessi straordinari e normali caratterizzano l'intervallo di adesione. • Classificazione • Extrasistoli monotoni - una fonte di occorrenza, intervallo di aderenza costante nello stesso elettrocatetere ECG (anche con durate complesse QRS diverse) • Extrasistoli polipanici - da diversi focolai ectopici, diversi intervalli di adesione nello stesso elettrocatetere ECG (le differenze sono più di 0,02-0,04 s) • Tachicardia parossistica instabile - tre o più extrasistoli consecutivi (precedentemente designati come gruppo, o pallavolo, extrasistoli). Oltre alle extrasistole polipo, indicano un'instabilità elettrica pronunciata del miocardio. • Pausa compensativa - la durata del periodo di diastole elettrica dopo extrasistoli. Diviso in pieno e incompleto • Pieno: la durata totale di una pausa diastolica accorciata prima e di una pausa diastolica estesa dopo l'extrasistole è uguale alla durata di due normali cicli cardiaci. Si verifica in assenza di propagazione dell'impulso nella direzione retrograda al nodo seno-atriale (non scarica) • Incompleta: la durata totale di una pausa diastolica accorciata prima e una pausa diastolica estesa dopo l'extrasistole è inferiore alla durata di due normali cicli cardiaci. Di solito una pausa compensativa incompleta è uguale alla durata del normale ciclo cardiaco. Si verifica nelle condizioni di scarico del nodo seno-atriale. L'allungamento dell'intervallo postectopico non si verifica con extrasistoli (inserzione) interpolati, nonché con extrasistoli di sostituzione tardiva. Gradazione di extrasistoli ventricolari • I - fino a 30 extrasistoli per ogni ora di monitoraggio • II - oltre 30 extrasistoli per qualsiasi ora di monitoraggio • III - extrasistoli polimorfici • IVa - extrasistoli accoppiati monomorfi • IVb - extrasistoli accoppiati polimorfici • V - tre o più extrasistoli in fila con una frequenza di ritmo ectopico superiore a 100 al minuto.
Frequenza (la quantità totale di extrasistoli è presa al 100%) • Extrasistoli sinusali - 0,2% • Extrasistoli atriali - 25% • Extrasistoli dalla connessione atrioventricolare - 2% • Extrasistoli ventricolari - 62,6% • Varie combinazioni di extrasistoli - 10,2 %. Eziologia • Insufficienza cardiaca acuta e cronica • Malattia coronarica • Insufficienza respiratoria acuta • Malattia polmonare ostruttiva cronica • Osteocondrosi della colonna cervicale e toracica • Riflessi viscerocardici (malattie dei polmoni, pleura, organi addominali) • Intossicazione con glicosidi cardiaci, eufillina, eufillina, eufillina Accettazione di TAD, agonisti B-adrenergici • Stress fisico e mentale • Infezioni focali • Caffeina, nicotina • Squilibrio elettrolitico (in particolare ipopotassiemia). picture Eskaya • Le manifestazioni sono di solito assenti, soprattutto nel origine organica di battiti prematuri. • Reclami di tremori e forti battiti cardiaci causati da un'energica sistole ventricolare dopo una pausa compensativa, una sensazione di congelamento al torace, una sensazione di arresto del cuore. • Sintomi di nevrosi e disfunzione del sistema nervoso autonomo (più caratteristici per extrasistoli di origine funzionale): ansia, pallore, sudorazione, paura, sensazione di mancanza d'aria. • Extrasistoli frequenti (soprattutto precoci e di gruppo) portano a una diminuzione della gittata cardiaca, una diminuzione del flusso ematico cerebrale, coronarico e renale dell'8-25%. Con l'aterosclerosi stenosante dei vasi cerebrali e coronarici, possono verificarsi disturbi cerebrovascolari transitori (paresi, afasia, svenimento), attacchi di angina TRATTAMENTO Eliminazione di fattori provocatori, trattamento della malattia di base. • I singoli extrasistoli senza manifestazioni cliniche non sono corretti. Trattamento di extrasistoli neurogeni • Rispetto del regime di lavoro e riposo • Raccomandazioni dietetiche • Esercizio fisico regolare • Psicoterapia • Tranquillanti o sedativi (es. Diazepam, tintura di valeriana). • Indicazioni per il trattamento con specifici farmaci antiaritmici • Sensazioni soggettive pronunciate (interruzioni, sensazione di sbiadimento del cuore, ecc.), Disturbi del sonno • Alloritmia extrasistolica • Extrasistoli ventricolari precoci, che giacciono sull'onda T del precedente ciclo cardiaco • Frequenti extrasistoli singoli (più di 5 al minuto) • Extrasistoli polmonari e di gruppo • Extrasistoli nel periodo acuto di infarto del miocardio, nonché nei pazienti con cardiosclerosi post-infarto
<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

25. EXTRASYSTOLIES

  1. EFI in pazienti con extrasistoli ventricolari, extrasistoli accoppiati e tachicardia ventricolare instabile
    Tabella 5.8 Raccomandazioni per EFI in pazienti con extrasistoli ventricolari, extrasistoli accoppiati e tachicardia ventricolare instabile
  2. battiti
    Tra le varie aritmie cardiache, l'extrasistole è più comune. Extrasistole è intesa come un'eccitazione straordinaria (e successiva contrazione) di tutto il cuore o dei suoi dipartimenti. La causa degli extrasistoli è la presenza di un focus eterotopico attivo, che genera un impulso di forza elettrica sufficientemente significativo che può "interrompere", interrompere il funzionamento del pacemaker principale
  3. battiti
    Gli extrasistoli sono chiamati prematuri in relazione al ritmo principale dell'eccitazione del cuore o di qualsiasi suo reparto in seguito al rientro del polso (rientro) o all'aumento dell'attività oscillatoria delle membrane cellulari. Extrasistole è una delle aritmie cardiache più comuni nei bambini. Sebbene non esistano informazioni precise sulla frequenza del loro verificarsi, va notato che
  4. battiti
    L'extrasistole è intesa come prematura, in relazione al ritmo principale, all'eccitazione di tutto il cuore o della sua camera separata. Tabella 56 Classificazione delle extrasistole
  5. battiti
    L'extrasistole sopraventricolare non è una delle condizioni che richiedono un intervento medico per SMP (anche in presenza di alloritmia). L'extrasistole ventricolare preospedaliera richiede una terapia farmacologica in una sola situazione: vi sono frequenti (extrasistoli al minuto), extrasistole polipolare o accoppiata nella fase acuta dell'infarto miocardico. In questo caso, droghe
  6. battiti
    Gli extrasistoli sono contrazioni ectopiche premature del cuore. Un impulso patologico che porta all'extrasistole si verifica a vari livelli. A seconda di ciò, si distinguono le sistole extra atriali, atrioventricolari ("nodali", dall'area della giunzione atrioventricolare) e ventricolari. Extrasistoli ventricolari atriali e atriali sono talvolta combinati sotto il nome
  7. battiti
    Extrasistole è la forma più comune di aritmie. La sua base patogenetica è di aumentare l'automatismo delle singole sezioni del miocardio, sono anche possibili il meccanismo di rientro e il meccanismo di innesco. A seconda del luogo in cui si verificano le extrasistole, sono divise in pre-cardiache, atrioventricolari e ventricolari. Sopraventricolare (atriale e atrioventricolare) e ventricolare
  8. Extrasistole sopraventricolari (sopraventricolari).
    Le extrasistole sopraventricolari sono divise in seno, atriale ed extrasistole dalla connessione atrioventricolare (AV-extrasistole). L'eziologia. Le cause degli extrasistoli sopraventricolari sono diverse. Gli extrasistoli sopraventricolari possono essere funzionali e organici, sebbene questa divisione sia condizionata in molti casi. Extrasistoli funzionali dovrebbero quindi essere considerati,
  9. complesso prematura
    Extrasistole (ES) - eccitazione prematura (straordinaria) del cuore, dovuta al meccanismo di rientro o all'aumentata attività oscillatoria delle membrane cellulari che si verificano negli atri, nella connessione atrioventricolare o in varie parti del sistema di conduzione cardiaca. {foto122} La durata dell'intervallo di adesione e dell'intervallo post-extrasistolico insieme è
  10. Extrasistole ventricolare
    Gli extrasistoli ventricolari stessi hanno scarso effetto sull'emodinamica, ma possono precedere aritmie cardiache più formidabili: tachicardia ventricolare e fibrillazione ventricolare. La prognosi è particolarmente sfavorevole con frequenti extrasistoli ventricolari (più di 10 extrasistoli al minuto), gruppo, poliptopici (cioè, provenienti da diverse parti dei ventricoli, e quindi di forma diversa). Queste violazioni
  11. Principi di gestione dei pazienti con extrasistole
    Le tattiche di gestione per i pazienti con extrasistole dipendono da: cardiopatia strutturale; l'incidenza di extrasistoli, presenza di extrasistoli di gruppo o concomitanti parossismi di tachiaritmia; sintomi clinici associati all'aritmia. Le indicazioni per la nomina di bloccanti p-adrenergici e / o altri farmaci antiaritmici per le aritmie extrasistoliche sono tali
  12. Metodi strumentali - Diagnostica ECG dell'extrasistole
    Gli extrasistoli sono complessi prematuri, di solito con un intervallo fisso di adesione con l'impulso precedente del ritmo di base. La localizzazione distingue le extrasistole sopraventricolari (seno, atriale, dalla AU) e ventricolari. Extrasistoli sinusali ed extrasistoli dal composto AU vengono rilevati raramente, rispettivamente nello 0,2 e 2% dei casi. Molto più spesso, secondo M.S.
  13. Extrasistoli sopraventricolari (diagnosi elettrocardiografica)
    Extrasistole del seno. Nel 1908, K. Wenckebach indicò che le extrasistole possono provenire dalla regione CA del nodo. Le prime descrizioni cliniche di questi extrasistoli furono fatte da R. Langendorf e S. Minitz (1946). Nel 1968, J. Nap et al. riuscito a causare il rientro nel nodo CA di un cuore di coniglio isolato. Successivamente, A. Dhingra et al. (1975) hanno ricevuto complessi di eco sinusale nell'11% delle persone sane con EFI.
  14. Eziologia delle extrasistole sopraventricolari e loro significato clinico
    Le cause di questi extrasistoli sono diverse. Nella forma più generale, gli extrasistoli sopraventricolari possono essere suddivisi in funzionali e organici. Numerosi autori attribuiscono a extrasistoli neurogenici funzionali solo nelle persone con un cuore sano [Tomov L., Tomov I. L., 1976]. In effetti, nelle persone sane con un monitor di registrazione dell'ECG durante le extrasistoli sopraventricolari durante il giorno
  15. Trattamento e prevenzione di extrasistole
    Con rare extrasistole in soggetti sani, soprattutto giovani, non è necessario eseguire trattamenti antiaritmici specifici. Questo approccio può essere esteso ad altri extrasistoli benigni e funzionali, in cui sono sufficienti sedativi e misure preventive. Certo, devi essere sicuro che non ci sia dietro un'extrasistole funzionale
  16. Extrasistole manifestate e nascoste del composto AV
    Le extrasistole AV singole sono molto meno comuni di quelle atriali o ventricolari e sono osservate, di regola, in un cuore sano nei giovani individui. Come altri tipi di extrasistoli, gli extrasistoli AV possono essere interpolati o accompagnati da pause; possono esistere sotto forma di bigeminia, trigeminia o qualsiasi altra combinazione aritmetica concepibile (vedi Fig. 9.11). Rendono
  17. Extrasistole atriale
    Il primo segno ECG Poiché l'extrasistole è un'eccitazione straordinaria, sul nastro ECG la sua posizione sarà precedente al previsto impulso sinusale successivo. Pertanto, l'intervallo pre-extrasistolico, cioè l'intervallo R (seno) - R (extrasistolico) sarà inferiore all'intervallo R (seno) - R (seno). {foto68} Fig. 68. Extrasistole atriale. Piombo III
  18. Classificazioni di extrasistole ventricolare
    Secondo le raccomandazioni dell'Associazione dei cardiologi ucraini, create sulla base dell'ICD della decima revisione, si distinguono i seguenti tipi di extrasistole: atriale, atrioventricolare, ventricolare (raro, incluso singolo - fino a 30 all'ora; frequente = 30 o più all'ora), alloritmia, polimorfica , paired, early = tipo R su T. In Ucraina, quando si interpretano i dati di monitoraggio dell'ECG Holter in pazienti con
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com