principale
Informazioni sul progetto
Notizie di medicina
Agli autori
Libri su licenza di medicina
<< Avanti Successivo >>

. PIANTE CHE CAUSANO I SINTOMI DI VIOLAZIONE DI SCAMBIO DI SALE. IMPIANTI CONTENENTI ACIDI ORGANICI E LORO SALI

Acetosa piccola (acetosa, acetosella) - Rumex acetosella L. (Fig. 30). Una pianta a crescita corta alta 10-20 cm e ha diversi steli ramificati. I fiori sono piccoli, verdastri-rossastri.

Cresce dappertutto come un'erbaccia perenne che cova i campi, i prati, le steppe, si trova tra gli arbusti.

Grande acetosa - Rumex acetosa L. Pianta alta 30-60 cm. Alla fine di uno stelo dritto e striato forma una pannocchia di fiori verdi.

Erba, trovata dappertutto nei prati, nei campi, nella steppa.

Ossigeno comune - Oxallus acetosella L. Erba perenne senza gambo. I fiori sono bianchi

Cresce ovunque, tranne che per l'Asia centrale, attraverso le foreste, tra i cespugli, sui prati subalpini.

Oltre alle piante elencate, gli ossalati possono accumularsi nel setole verdi (Setaria viridis L.), nel cheatone congestionato (Halageton glomeratus CAM), nelle cime della barbabietola da zucchero e in altre piante.

Sali (Na, K, Ca) di acido ossalico (ossalati), il cui contenuto in queste piante, secondo A. X. Romov (1980), raggiunge l'8%, danno loro un sapore aspro.

Tossicodinamica. Avvelenamento da parte delle piante elencate si trova in cavalli, bovini, ovini e maiali, soprattutto in luoghi pesantemente ricoperti da queste piante. L'essiccazione non elimina la loro tossicità. I sali solubili di sodio e potassio sono facilmente assorbiti dal tratto gastrointestinale, sostituiscono il calcio nel sangue, lo precipitano sotto forma di ossalato di calcio insolubile.
Questo porta all'eccitazione del sistema nervoso centrale (convulsioni), alla perturbazione dell'attività cardiaca, alla riduzione della coagulazione del sangue, alla perdita di ossalato di calcio nei tubuli urinari sotto forma di calcoli. Quest'ultimo contribuisce alla comparsa di nefrite, ritenzione urinaria.

Clinica. Segni di avvelenamento acuto si verificano 4-5 ore dopo aver mangiato le piante e manifestarsi sotto forma di gastroenterite: rifiuto del mangime, assenza di ruminazioni e chewing gum, sbavando, diarrea, indebolimento dell'attività cardiaca. Nel periodo di convulsioni cloniche-tonico, l'animale può morire nel primo giorno di avvelenamento.

Trattamento. All'interno dell'acqua viene iniettata calce, gesso, lassativi, gluconato di calcio per via endovenosa per animali di grossa taglia fino a 40 g, da piccolo a 15 g Viene prescritto un trattamento sintomatico - agenti astringenti e avvolgenti, soluzioni per la sostituzione del sangue per via endovenosa, stimolanti cardiaci e stimolanti respiratori.

Cambiamenti patologici. All'autopsia, i segni di infiammazione catarrale del tratto gastrointestinale, il colore giallo-verde dei reni e la deposizione di ossalato di calcio si trovano al confine degli strati corticale e cerebrale dei reni.

Competenza veterinaria. La carne è usata per i prodotti bolliti. I reni sono smaltiti. Altri organi parenchimali vengono valutati in base al grado dei loro cambiamenti.

Prevenzione. È necessario evitare i pascoli pesantemente ricoperti di acetosella, specialmente negli anni secchi.
<< Avanti Successivo >>
= Vai al contenuto del tutorial =

. PIANTE CHE CAUSANO I SINTOMI DI VIOLAZIONE DI SCAMBIO DI SALE. IMPIANTI CONTENENTI ACIDI ORGANICI E LORO SALI

  1. PIANTE CHE CAUSANO L'IMPATTO MAGGIORE DELL'ORGANISMO RESPIRATORIA E IL TRATTAMENTO DIGESTIVO (IMPIANTI CONTENENTI THYOGLICOSIDI)
    I glicosidi sono chiamati composti organici di tipo etereo che si decompongono facilmente nella parte dei carboidrati (glicone) e una o più altre sostanze chiamate coni-aloni o genine (parte non zuccherina). Dopo l'assorbimento nel tratto gastrointestinale, si degradano anche in glicone e aglicone. I glicosidi sono instabili e decadono rapidamente quando rilasciati dalle piante, così come durante
  2. PIANTE CHE CAUSANO LA MALATTIA DEL CUORE VANTAGGIOSO (IMPIANTI CONTENENTI GLIAOSOSIDI CARDIACI)
    I glicosidi cardiaci si trovano in vari tipi di digitale, adonis, mughetto, dissuasore, yellowcone, harga e altre piante. I glicosidi di tutte le piante sopra citate hanno una struttura chimica comune e hanno fondamentalmente lo stesso effetto farmacologico, e in grandi dosi, e effetti tossici sul cuore. Permster - Digitalis L. Il genere Digitalis comprende 34 specie vegetali, 7 delle quali
  3. IMPIANTI CHE CAUSANO DANNI PRECEDENTI DEL TRATTO GASTROINTESTINALE E CHE OPERANO SIMULTANEAMENTE SUL SISTEMA NERVOSO CENTRALE E RENI (PIANTE CONTENENTI SAPONINE-PERDITE GLO-LIKE).
    I glicosidi saponinici agiscono emoliticamente e anche in modo irritante sul tratto gastrointestinale. Per natura chimica, le saponine sono derivati ​​dei triterpini, tuttavia, tra questi, si trovano anche composti di struttura steroidea. Nelle piante contengono da quantità insignificanti fino al 30-50% (A. D. Turova et al., 1965). Le piante contenenti saponine sono ampiamente distribuite nel mondo vegetale.
  4. IMPIANTI IMPEGNATI IN UNA RELAZIONE TOSSICOLOGICA. IMPIANTI CONTENENTI OLI ESSENZIALI
    Ci sono alcune piante che contengono oli essenziali e hanno un odore specifico, spesso piacevole. Da un punto di vista tossicologico, molti di essi sono stati poco studiati. Budra ivyhsevidny - Glechoma hederacea L. Pianta perenne lunga 70 cm. Gambo strisciante. I fiori sono viola-bluastro. Il frutto è un nutlet. Cresce nelle zone di foresta e steppa della foresta nella parte europea della Russia, nel Caucaso, nell'Occidente e
  5. Avvelenamento da piante contenenti glicosidi cardiaci
    Le piante contenenti glicosidi cardiaci includono vari tipi di digitale: la digitale, a fiore grande, la digitale rossa (viola). In varie parti della pianta, tutte le digitali contengono glicosidi digitossina e gitalina, che hanno una specifica azione cardiotonica e un alto grado di accumulo. Maggio mughetto. Tutte le parti della pianta contengono diversi glicosidi:
  6. Piante avvelenanti contenenti tioglicosidi
    Colza (kolza), campo di senape (selvatico) o colza, forestroot, uva spina uva spina (gnarling secco di Sophie), goulder di aglio, ravanello di campo selvaggio, granelli forati. Inizio velenoso Il seme di ravizzone contiene glucosaph glycoside, senape - sinigrina e sinalbin, la maggior parte delle altre piante non ha glicosidi. L'eziologia. Tutte le piante contenenti tioglicosidi diventano tossiche.
  7. Avvelenamento da piante contenenti glicosidi ciano
    L'interesse tossicologico pratico per la pratica della medicina veterinaria ha un numero relativamente limitato di specie: trifoglio, manna, bobovnik, bukharnik, uccello ciliegia, carice, bluegrass, uccello cornuto, drupacee (ciliegia, prugna, pesca, mandorla, ecc.), Lino, veccia, erba medica, miglio , sorgo, erba sudanese, festuca, loglio, mais, ecc. I ciano- o nitroglicosidi contenuti in tutte queste piante, con
  8. Piante contenenti alcaloidi atropina
    Avvelenamento belladonna, sbiancato, droga Per le piante che contengono alcaloidi del gruppo atropina includono: droga comune, giusquiamo nero, belladonna (belladonna). Inizio velenoso Tutte le piante contengono alcaloidi: atropina, iosciamina, scopolamina. Si trovano in tutte le parti della pianta. Tutti gli alcaloidi sono molto persistenti. Non perdono tossicità nella massa verde, quando le piante sono secche, insudiciate e
  9. Piante avvelenanti contenenti olii essenziali e sostanze resinose
    Gli oli essenziali sono composti organici complessi con un alto grado di volatilità e untuosità. Sono prodotti naturali del metabolismo delle piante e si accumulano in vari organi di quest'ultimo. Vicino all'olio essenziale l'effetto sull'organismo animale e su alcune proprietà fisico-chimiche sono sostanze resinose. Alcune piante contengono oli essenziali e
  10. Avvelenamento da piante contenenti glicosidi saponinici e protoanemonina lattone
    Le piante che accumulano glicosidi saponina e lattone-protoanemonina quantità enorme. I principali sono: ranuncolo velenoso, ranuncolo caustico, ranuncolo bruciante, ranuncolo di purezza, anemone di legno o anemone ombreggiato, anemone di ranuncolo, mal di schiena, camera aperta (erba del sonno), mal di prato (anemone di prato), prato di palude, clematide, lomonos diretto, colore a tempo pieno, ecc. Gli inizi velenosi. Quanto sopra
  11. Piante avvelenanti contenenti glicoalcaloidi
    Il più grande interesse in termini tossicologici è il glicoalcaloide - la solanina, che è contenuta nelle patate e in vari tipi di belladonna. L'eziologia. Il più sensibile alla solanina è il bestiame. Le cause dell'avvelenamento sono più frequenti: nutrire le cime con bacche verdi, nutrire le patate rovinate dopo averle messe insieme con un decotto (la solanina bolle quando si scioglie in acqua e
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2016
info@medicine-guidebook.com