principale
Informazioni sul progetto
Notizie di medicina
Agli autori
Libri su licenza di medicina
<< Avanti Successivo >>

IMPIANTI IMPEGNATI IN UNA RELAZIONE TOSSICOLOGICA. IMPIANTI CONTENENTI OLI ESSENZIALI

Ci sono alcune piante che contengono oli essenziali e hanno un odore specifico, spesso piacevole. Da un punto di vista tossicologico, molti di essi sono stati poco studiati.

Budra ivyhsevidny - Glechoma hederacea L. Pianta perenne lunga 70 cm. Gambo strisciante. I fiori sono viola-bluastro. Il frutto è un nutlet.

Cresce nelle zone boschive e steppiche della Russia europea, nel Caucaso, nella Siberia occidentale e orientale. Si trova tra arbusti, lungo i margini della foresta, nei prati, vicino alle abitazioni, lungo fiumi e laghi.

Contiene un odore sgradevole volatile, olio essenziale non sufficientemente studiato. Nella sua erba fresca allo 0,03%, a secco - 0,06%. Ci sono stati casi di avvelenamento del cavallo quando si alimentava erba medica contenente Boudra.

Tossicodinamica. La pianta ha un odore specifico e un sapore amaro, quindi, in condizioni normali, gli animali non la mangiano. Budra può essere mangiato con la mancanza di altri alimenti o mescolato con altre piante. Con la conservazione a lungo termine, le proprietà tossiche di Boudra si indeboliscono considerevolmente.

Boudra provoca insufficienza cardiaca acuta, che porta alla stagnazione (edema) in diverse parti del corpo. L'edema polmonare nei cavalli è associato non solo a insufficienza cardiaca, ma anche a un effetto irritante sul tessuto polmonare dell'olio essenziale.

Clinica. Avvelenamento nei cavalli si verifica con segni di danni al sistema respiratorio (edema polmonare). C'è un aumento di sbavature, ansia, pupille dilatate, difficoltà di respiro sibilante, cianosi delle mucose, scarico dal naso e battito del cuore.
La temperatura corporea è elevata.

Trattamento. Quando l'edema polmonare ha prescritto emorragie, lassativi e rimedi cardiaci. In futuro, applicare un trattamento sintomatico.

Cambiamenti patologici. All'autopsia, gli animali trovano segni di iperemia acuta ed edema polmonare.

Competenza veterinaria. La macellazione viene effettuata senza restrizioni. Organi modificati eliminati.

Hogweed ordinario - Heraeleum spondylium L. Pianta perenne con solco, pubescente nella parte superiore del fusto.

Cresce nella parte europea della Russia nei prati, nelle zone di media e alta montagna.

L'intera pianta, specialmente la frutta, ha un odore sgradevole. Contiene olio essenziale La letteratura descrive l'avvelenamento da borschevi bovini quando si mangia foraggio verde.

Tossicodinamica. Hogweed ha un forte effetto irritante e quando applicato sulla pelle provoca ustioni. Avvelenamento animale è possibile in caso di tempo nuvoloso, quando l'olio essenziale evapora un po 'e si accumula nella pianta.

Clinica. Nei bovini, i primi segni di avvelenamento quando si mangia una pianta (gambi, foglie, fiori, frutti) compaiono dopo 1 ora: saliva e lacrimazione, debolezza (andatura instabile), dolore addominale, contrazioni convulsive dei muscoli della parte posteriore del corpo, indebolimento dell'attività cardiaca. La temperatura scende a 37 ° C.

Trattamento. Sono mostrati ruminotomia e rimozione della cicatrice.

Competenza veterinaria. La macellazione di animali malati viene effettuata senza restrizioni. La carne e le frattaglie vengono utilizzate per preparare salsicce bollite e prodotti in scatola.
<< Avanti Successivo >>
= Vai al contenuto del tutorial =

IMPIANTI IMPEGNATI IN UNA RELAZIONE TOSSICOLOGICA. IMPIANTI CONTENENTI OLI ESSENZIALI

  1. Piante avvelenanti contenenti olii essenziali e sostanze resinose
    Gli oli essenziali sono composti organici complessi con un alto grado di volatilità e untuosità. Sono prodotti naturali del metabolismo delle piante e si accumulano in vari organi di quest'ultimo. Vicino all'olio essenziale l'effetto sull'organismo animale e su alcune proprietà fisico-chimiche sono sostanze resinose. Alcune piante contengono oli essenziali e
  2. PIANTE CHE CAUSANO L'IMPATTO MAGGIORE DELL'ORGANISMO RESPIRATORIA E IL TRATTAMENTO DIGESTIVO (IMPIANTI CONTENENTI THYOGLICOSIDI)
    I glicosidi sono chiamati composti organici di tipo etereo che si decompongono facilmente nella parte dei carboidrati (glicone) e una o più altre sostanze chiamate coni-aloni o genine (parte non zuccherina). Dopo l'assorbimento nel tratto gastrointestinale, si degradano anche in glicone e aglicone. I glicosidi sono instabili e decadono rapidamente quando rilasciati dalle piante, così come durante
  3. PIANTE CHE CAUSANO LA MALATTIA DEL CUORE VANTAGGIOSO (IMPIANTI CONTENENTI GLIAOSOSIDI CARDIACI)
    I glicosidi cardiaci si trovano in vari tipi di digitale, adonis, mughetto, dissuasore, yellowcone, harga e altre piante. I glicosidi di tutte le piante sopra citate hanno una struttura chimica comune e hanno fondamentalmente lo stesso effetto farmacologico e, a grandi dosi, tossico sul cuore. Permster - Digitalis L. Il genere Digitalis comprende 34 specie vegetali, 7 delle quali
  4. . PIANTE CHE CAUSANO I SINTOMI DI VIOLAZIONE DI SCAMBIO DI SALE. IMPIANTI CONTENENTI ACIDI ORGANICI E LORO SALI
    Acetosa piccola (acetosa, acetosella) - Rumex acetosella L. (Fig. 30). Una pianta a crescita corta alta 10-20 cm e ha diversi steli ramificati. I fiori sono piccoli, verdastri-rossastri. Cresce dappertutto come un'erbaccia perenne che cova i campi, i prati, le steppe, si trova tra gli arbusti. Grande acetosa - Rumex acetosa L. Pianta alta 30-60 cm, all'estremità di uno stelo dritto scanalato
  5. IMPIANTI CHE CAUSANO DANNI PRECEDENTI DEL TRATTO GASTROINTESTINALE E CHE OPERANO SIMULTANEAMENTE SUL SISTEMA NERVOSO CENTRALE E RENI (PIANTE CONTENENTI SAPONINE-PERDITE GLO-LIKE).
    I glicosidi saponinici agiscono emoliticamente e anche in modo irritante sul tratto gastrointestinale. Per natura chimica, le saponine sono derivati ​​dei triterpini, tuttavia, tra questi, si trovano anche composti di struttura steroidea. Nelle piante contengono da quantità insignificanti fino al 30-50% (A. D. Turova et al., 1965). Le piante contenenti saponine sono ampiamente distribuite nel mondo vegetale.
  6. Piante avvelenanti contenenti tioglicosidi
    Colza (kolza), campo di senape (selvatico) o colza, forestroot, uva spina uva spina (gnarling secco di Sophie), goulder di aglio, ravanello di campo selvaggio, granelli forati. Inizio velenoso Il seme di ravizzone contiene glucosaph glycoside, senape - sinigrina e sinalbin, la maggior parte delle altre piante non ha glicosidi. L'eziologia. Tutte le piante contenenti tioglicosidi diventano tossiche.
  7. Piante contenenti alcaloidi atropina
    Avvelenamento belladonna, sbiancato, droga Per le piante che contengono alcaloidi del gruppo atropina includono: droga comune, giusquiamo nero, belladonna (belladonna). Inizio velenoso Tutte le piante contengono alcaloidi: atropina, iosciamina, scopolamina. Si trovano in tutte le parti della pianta. Tutti gli alcaloidi sono molto persistenti. Non perdono tossicità nella massa verde, quando le piante sono secche, insudiciate e
  8. Avvelenamento da piante contenenti glicosidi ciano
    L'interesse tossicologico pratico per la pratica della medicina veterinaria ha un numero relativamente limitato di specie: trifoglio, manna, bobovnik, bukharnik, uccello ciliegia, carice, bluegrass, uccello cornuto, drupacee (ciliegia, prugna, pesca, mandorla, ecc.), Lino, veccia, erba medica, miglio , sorgo, erba sudanese, festuca, loglio, mais, ecc. I ciano- o nitroglicosidi contenuti in tutte queste piante, con
  9. Avvelenamento da piante contenenti glicosidi cardiaci
    Le piante contenenti glicosidi cardiaci includono vari tipi di digitale: la digitale, a fiore grande, la digitale rossa (viola). In varie parti della pianta, tutte le digitali contengono glicosidi digitossina e gitalina, che hanno una specifica azione cardiotonica e un alto grado di accumulo. Maggio mughetto. Tutte le parti della pianta contengono diversi glicosidi:
  10. Piante avvelenanti contenenti glicoalcaloidi
    Il più grande interesse in termini tossicologici è il glicoalcaloide - la solanina, che è contenuta nelle patate e in vari tipi di belladonna. L'eziologia. Il più sensibile alla solanina è il bestiame. Le cause dell'avvelenamento sono più frequenti: nutrire le cime con bacche verdi, nutrire le patate rovinate dopo averle messe insieme con un decotto (la solanina bolle quando si scioglie in acqua e
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2016
info@medicine-guidebook.com