Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

DERIVATI DELL'UREA E ALTRI COMPOSTI AMINO

I preparati di questo gruppo vengono utilizzati per controllare le erbacce perenni e almeno annuali, monocotiledoni e dicotiledoni nei frutteti, sulle colture di patate, legumi, barbabietole da zucchero e altre colture, nonché per distruggere le piante legnose indesiderate.

L'effetto erbicida si manifesta dal 2 ° al 3 ° giorno, la morte completa delle erbacce si verifica in 2 settimane.

I farmaci penetrano nelle piante infestanti principalmente attraverso il sistema radicale e le foglie, si accumulano in esse, inibendo la fase leggera della fotosintesi e altri processi metabolici delle piante. A lungo trattenuto nel terreno a causa della scarsa solubilità in acqua, che fornisce un effetto selettivo sulle erbe infestanti.

Altri farmaci in questo gruppo sono usati come iniettori e fungicidi.

Derivati ​​dell'urea - sostanze a media o bassa tossicità. Le loro proprietà cumulative non sono chiaramente espresse, è possibile una manifestazione di un effetto irritante locale sulla pelle e sulle mucose.

Maloran (clorobromuron) è assente nell'elenco dei pesticidi per il 2001. Polvere cristallina leggermente giallastra, leggermente solubile in acqua (50 mg / l).

È usato come erbicida per germogliare le erbacce spruzzando il terreno immediatamente dopo la semina delle colture o nella fase di 2-4 foglie. Si decompone nel terreno durante l'anno, senza causare un forte effetto fitotossico.

Bassa tossicità - LD50 per ratti 1670 mg / kg. Le proprietà cumulative sono scarsamente espresse. Ha un lieve effetto sulla congiuntiva. Non è ammesso il contenuto di carote, MDU in cereali, mais e soia 0,1 mg / kg.

Mitak (amitrati). Polvere cristallina bianca, praticamente insolubile in acqua, solubile in acetone. Viene utilizzato come insetticida ad azione di contatto spruzzando piante vegetative, alberi da frutta e arbusti, pioppo, ciliegia di uccello, tiglio, abete e altre colture.
La sensibilità degli animali non è la stessa: LD5o per ratti e topi 800–1600 mg / kg, per conigli 100–200, per cani 100 mg / kg del loro peso.

Con l'assunzione prolungata del farmaco negli animali da laboratorio, l'appetito e il peso corporeo, il numero di globuli rossi ed eosinofili è ridotto.

Non ha effetti teratogeni, mutageni e cancerogeni. Viene rapidamente escreto nelle urine (55%), nelle feci (17–47%) e con aria espirata (0,1%). Tossico per le api entro 24 ore dall'applicazione. La tossicità per i pesci di diverse specie è di 1,2-4 mg / l per 48 e 96 ore ed è poco tossica per gli uccelli.

Si decompone rapidamente in oggetti ambientali. “Periodo di attesa” per: lavorazione di uva, melo e agrumi 20 giorni. LMR nelle verdure e rame 0,2 mg / kg.

Topsin-M (tiofanatometile). La sostanza cristallina è di colore bianco, leggermente solubile in acqua e bene in solventi organici.

È usato come fungicida di azione protettiva e terapeutica spruzzando durante la stagione vegetativa cereali, barbabietole da zucchero, cetrioli, uva, ribes, alberi da frutto e per decapare i semi di conifere.

Bassa tossicità - LD5o per i ratti è 7500 mg / kg, per i conigli - 2270 mg / kg. L'effetto irritante e le proprietà cumulative sono scarsamente espressi. Non ha effetti embriotossici e allergici. Basso rischio di insetti benefici. Il "periodo di attesa" è di 20 giorni, con l'elaborazione dei cetrioli 7 giorni. LMR nelle verdure, frutta e bacche 0,5 mg / kg, nel ribes è inaccettabile. I Clinica. I sintomi di avvelenamento sotto l'azione dei farmaci di questo gruppo sono simili e si manifestano con agitazione, alternanza di oppressione, ridotta attività motoria, debolezza muscolare e compromissione della coordinazione dei movimenti. Crampi e paresi sono possibili. I farmaci di questo gruppo influenzano negativamente la funzione tiroidea.
<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

DERIVATI DELL'UREA E ALTRI COMPOSTI AMINO

  1. Clorpromazina e altri antipsicotici [derivati ​​della fenotiazina (promazina, levomepromazina, trifluoperazina e altri)]
    IMMAGINE CLINICA Vertigini, grave debolezza. Nei casi più gravi, perdita di coscienza (stupore, coma), crampi, aumento dei riflessi tendinei. Mucosa orale secca, pupille ristrette, tachicardia, ipotensione arteriosa. AZIONE DI CHIAMATA lav Lavanda gastrica con sonda, somministrazione di enterosorbenti (carbone attivo, vaulen, SKN 20-40 g sotto forma di sospensione acquosa attraverso la bocca
  2. Amidopirina, analgin, fenazone e altri derivati ​​del pirazolone
    IMMAGINE CLINICA Denunce di nausea, debolezza generale, acufene; quindi vomito, mancanza di respiro, palpitazioni e diminuzione della temperatura corporea. Con avvelenamento grave, si accumula lo stupore, la sonnolenza si trasforma in uno stato soporiale e al quale spesso si sviluppano convulsioni. Durante questo periodo, la midriasi, la cianosi, l'ipotermia, l'ipotensione arteriosa sono caratteristiche. AZIONE SULLA SFIDA ¦ In coma e
  3. Acido salicilico e suoi derivati ​​(acido acetilsalicilico e altri)
    IMMAGINE CLINICA A seguito di sovradosaggio ripetuto, si verificano nausea, dolore addominale, vomito, diarrea, acufene, disturbi dell'udito e della vista, vertigini, mal di testa, aritmie cardiache, ipotensione arteriosa. In avvelenamento grave, si sviluppa una coscienza compromessa (dal delirio alla sonnolenza e al coma), spesso convulsioni, collasso, diatesi emorragica, emolisi. AZIONI DI CHIAMATA
  4. Azoto ureico nel sangue
    La principale fonte di urea nel corpo è il fegato. Durante il catabolismo proteico durante la deaminazione degli aminoacidi, si forma l'ammoniaca, il cui accumulo porta all'intossicazione. La conversione dell'ammoniaca in urea previene questo effetto avverso: 2NH3 + CO2 - H2N-CO-NH2 + H2O La concentrazione di azoto ureico nel sangue (AMK) è direttamente proporzionale al catabolismo proteico e inversamente proporzionale al GFR. da
  5. POISONING CON CARBAMIDE (UREA)
    Fino a poco tempo fa, l'urea (urea) era ampiamente utilizzata nella zootecnia come additivo per mangimi per i ruminanti, in particolare per i bovini. Tuttavia, a causa di una violazione delle regole per somministrare questo rimedio negli animali, sono stati spesso segnalati casi di avvelenamento acuto e cronico, pertanto la carbamide è stata utilizzata molto raramente negli ultimi tempi. L'urea viene utilizzata nei mangimi per animali in casi
  6. Artemisinina e suoi derivati
    L'Artemisinina è un estratto dell'erba Artemisia annua, usato in Cina come antipiretico per 2000 anni. L'artemisinina è attualmente utilizzata raramente, più spesso i suoi derivati ​​semisintetici: artemetere e artesunato, che hanno una maggiore attività antimalarica. Sono usati come farmaci di riserva per il trattamento della malaria multiresistente.
  7. DERIVATI ACIDI CARBAMINA, TIO-E DITIOCARBAMINA (CARBAMMATI)
    DERIVATI DELL'ACIDO CARBAMICO L'acido carbamico è un derivato dell'urea in cui un gruppo ammidico è sostituito dall'idrossile. NH2 0 = C ^ NH2 Urea (urea) / NH2 ° = С \> n Acido carbamico Negli ultimi anni in URSS in agricoltura e medicina veterinaria, i preparati di questo gruppo sono stati ampiamente utilizzati come insetticidi e acaricidi. Tra questi, sevin (carbaryl,
  8. Derivati ​​della canapa
    La droga più comune Tutti i preparati di cannabis hanno un odore specifico piuttosto acuto e un sapore amaro. L'azione si verifica da 10 a 30 minuti dopo il fumo e può durare diverse ore. Marijuana - parte erbosa verde secca o non secca della canapa. Foglie e steli essiccati finemente macinati di colore marrone chiaro tendente al tabacco. Potrebbe essere stretto
  9. DERIVATI DELL'ACIDO CLOROFENOSPROPIONICO
    Illoxan (diclofopmethyl). Sostanza cristallina, scarsamente solubile in acqua, bene in solventi organici. È usato per controllare le erbacce di cereali annuali (setole, pollo al miglio, avena) su colture di grano, orzo, soia, canapa, girasole e barbabietole da zucchero. Medio tossico - LD50 per ratti e topi 550-870 mg / kg della loro massa. Ha un lieve riassorbimento cutaneo
  10. DERIVATI ACIDI CLORFENOSSIICI
    I derivati ​​clorurati degli acidi fenossiacetici comprendono un folto gruppo di erbicidi ampiamente usati nella coltivazione in campo. Gli erbicidi sono il più grande gruppo di pesticidi approvati per l'uso nel 2000 (oltre 170 farmaci). Sali ed esteri di acidi 2,4-diclorofenossiacetico (2,4-D) e acido 2-metil-4-clorofenossiacetico (2M-4X) sono usati per controllare le infestanti nelle colture delle colture,
  11. Derivati ​​del benzimidazolo
    derivati
  12. SISTEMA DI ORGANI DELLA PELLE E SUOI ​​DERIVATI
    La comune pelle integumentum comune è lo strato esterno del corpo dell'animale, che è direttamente a contatto con l'ambiente esterno. La diversità dell'ambiente in cui vivono gli animali influenza la formazione e la struttura della pelle e dei suoi derivati. Pertanto, la pelle dei mammiferi è molto diversa dalla pelle dei pesci che vivono in acqua e dalla pelle degli uccelli adattata per il volo. vario
  13. Tumori da derivati ​​del mesenchima, neuroectoderma, tessuto formante melanina
    1. Supplemento: un tumore maligno da derivati ​​dei tessuti mesenchimali è chiamato ___________________. 2. Un tumore benigno del tessuto connettivo 1. mioma 4. adenoma 2. sarcoma 5. melanoma 3. fibroma 6. papilloma 3. Varianti di fibroma a seconda del rapporto tra parenchima e stroma 1. lieve 4. fibromioma 2. denso 5. incapsulato 3. desmoid 4. Caratterizzazione di desmoid 1.
  14. Avvelenamento con farmaci antiipertensivi (alcaloidi di Rauwolfia e derivati ​​dell'imidazolina)
    Ambito di esame 1. In caso di avvelenamento con farmaci del gruppo alcaloidi della pianta rauwolfia (raunatin, racedil, rauvazan, reserpina, ecc.) Si osservano sonnolenza, coscienza compromessa, rossore al viso, ipotensione arteriosa, salivazione e disturbi respiratori. 2. In caso di avvelenamento con derivati ​​di imidazolina (clonidina, emitone, ecc.), Si osservano sonnolenza, letargia, ipotensione arteriosa,
  15. DERIVATI DI ALTRI GRUPPI E COMPOSTI CHIMICI
    COMPOSTI DEL CIANO E DEL CARBONIO Delan (dithianon). Sostanza cristallina. È scarsamente solubile in acqua, buono in solventi organici. Viene utilizzato come fungicida da contatto spruzzando mele e pesche durante la stagione di crescita per proteggere da crosta, capelli ricci e clusterosporiosi, nonché uva da muffa. Nefitotoksichen. Tossicità per la droga di animali di diverse specie
  16. BREVE INFORMAZIONI SULLO SVILUPPO DELLA PELLE E DEI SUOI ​​DERIVATI
    La pelle degli antenati dei vertebrati consisteva, apparentemente, come in una lancetta, di un'epidermide a strato singolo costruita con un epitelio cilindrico. Quest'ultimo si trovava su uno strato debolmente espresso di tessuto connettivo, da cui si formava il secondo strato di pelle - la pelle stessa (Fig. 159 - A - 2, 3). Nell'ulteriore sviluppo della pelle, sono emersi due strati da diversi strati germinali
  17. ALCUNI COSTANTI FISIOLOGICI DELL'ORGANISMO UMANO, DIMENSIONI DI BASE E DERIVATE E UNITÀ DI SI
    I. EMODINAMICA E CONTRATTO DEL CUORE Hr - Frequenza cardiaca - battito della frequenza cardiaca - battito BSA - superficie corporea - superficie corporea in m PCWP - pressione del cuneo capillare polmonare - pressione di inceppamento dei capillari polmonari MAP - pressione arteriosa media - pressione arteriosa media PP - polso pressione - pressione del polso. VOLUME DEI GAS SANGUE E DELLO STATO ACIDO-ALKALINA
  18. STRUTTURA DELLA PELLE E SUOI ​​DERIVATI STRUTTURA DELLA PELLE
    La pelle, il corio, dei mammiferi è costituita principalmente dalla cuticola, o epidermide, e dalla base della pelle o del derma. Dove la pelle si sposta e si piega facilmente, esiste uno strato sottocutaneo con il quale la pelle si lega agli organi sottostanti (Fig. 163) {foto165} Epidermide - epidermide - lo strato esterno della pelle (/). Nei mammiferi, l'epidermide è formata da epitelio squamoso stratificato. In luoghi dove
  19. CRESCITA DEL TUMORE. PROGRESSIONE DEL TUMORE. MORFOGENESI DEL TUMORE. INVASIONE E METASTASI DEI TUMORI MALIGNI. MARCATORI DI TUMORI BIOMOLECOLARI. IMMUNITÀ ANTITUMORE. SINDROMI PARANEOPLASTICHE. PRINCIPI DI BASE DELLA CLASSIFICAZIONE DEI TUMORI. CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE DEI TUMORI DI EPITELIO E TUMORI DI TESSUTI - MESENCHIMES DERIVATI
    CRESCITA DEL TUMORE. PROGRESSIONE DEL TUMORE. MORFOGENESI DEL TUMORE. INVASIONE E METASTASI DEI TUMORI MALIGNI. MARCATORI DI TUMORI BIOMOLECOLARI. IMMUNITÀ ANTITUMORE. SINDROMI PARANEOPLASTICHE. PRINCIPI DI BASE DELLA CLASSIFICAZIONE DEI TUMORI. CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE DEI TUMORI DELL'EPITELIO E TUMORI DEI TESSUTI - DERIVATI
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com