Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

NORME GENERALI PER LA RACCOLTA, L'ASCIUGATURA E LO STOCCAGGIO DI PIANTE MEDICINALI PER LA CRESCITA SELVATICA

Nel nostro paese, solo i tipi di piante medicinali che sono inclusi nel registro statale sono soggetti a raccolta. Il NTD (documenti normativi e tecnici) descrive i nomi delle materie prime della pianta e della famiglia in russo e latino, le regole e il tempo di raccolta, dà i segni esterni delle materie prime, impurità ammissibili e inaccettabili, imballaggio, conservazione, shelf life, dosaggio per materie prime potenti e tossiche et al.

Questo documento ha valore legale, pertanto la conformità ai suoi requisiti è obbligatoria per tutti e in ogni fase del lavoro.

La raccolta deve essere effettuata solo dopo un briefing speciale e quando si raccolgono specie rare e protette - dopo aver ottenuto una licenza per il diritto di raccolta limitata di questo tipo di pianta. Gli appalti dovrebbero essere effettuati in quantità biologicamente ragionevoli, osservando le misure per la riproduzione delle specie e la protezione della natura in generale.

Le materie prime medicinali vengono raccolte solo con il bel tempo asciutto, durante il giorno, quando le piante si seccano dalla pioggia e dalla rugiada, poiché coperte dall'umidità, si asciugano lentamente e cambiano il loro colore naturale. Di giorno, la maggior parte delle piante viene raccolta in cui le sostanze attive sono contenute negli organi fuori terra. Radici e rizomi (organi sotterranei) possono essere raccolti in qualsiasi momento e con qualsiasi tempo, poiché nella maggior parte dei casi vengono lavati prima dell'essiccazione. Quando si raccolgono materie prime medicinali, si dovrebbe concentrarsi sulle date indicate nell'articolo quando si descrive la pianta, data la fase della sua vegetazione. Vengono raccolti solo quegli organi e parti in cui si accumula la quantità massima di sostanze biologicamente attive.

La raccolta di materiale medicinale viene effettuata al meglio durante il periodo di massimo contenuto di sostanze attive nelle piante. Di norma, il loro maggior contenuto di fiori e foglie cade nel periodo di fioritura, nei germogli - nel periodo del loro gonfiore, nelle parti sotterranee (radici, tuberi, rizomi) - nel periodo di maturazione dei frutti, la corteccia è più piena in primavera. Le piante raccolte vengono accuratamente selezionate, rimuovendo le impurità estranee e le parti morte e cariate vengono separate dalle radici e dagli steli.

Il contenitore di raccolta deve essere completamente pulito, asciutto e inodore. È impossibile raccogliere contemporaneamente diversi tipi di piante in un contenitore. Le materie prime raccolte vengono messe il più larghe possibile al fine di prevenirne il riscaldamento e la perdita di medicinali

proprietà. Quindi le piante vengono essiccate, distribuite in uno strato sottile per asciugare. Non è consigliabile lasciare le piante durante la notte in contenitori o pile.

I germogli di betulla vengono raccolti all'inizio della primavera, così come i germogli di 'pino, pioppo, quando iniziano a gonfiarsi: hanno iniziato a crescere, ma non sono ancora fioriti. Durante questo periodo, sono più ricchi di sostanze balsamiche e resinose. La raccolta viene effettuata in luoghi di disboscamento o abbattimento sanitario. È vietato vicino agli insediamenti, nelle aree del parco e nelle aree ricreative. I germogli grandi (pino) vengono tagliati con un coltello, i piccoli (betulla) vengono trebbiati dopo aver asciugato i rami. Il gonfiore renale dura diversi giorni. La loro raccolta deve essere completata quando le cime dei reni diventano verdi, il che indica la loro fioritura. Asciugano i reni il giorno della raccolta, disponendoli in uno strato sottile, in una stanza fresca e ventilata, mentre fioriscono in un luogo caldo.

L'inizio del movimento primaverile dei succhi (aprile - maggio) è il momento migliore per raccogliere la corteccia (quercia, viburno, obvonnik, olivello spinoso). In questo momento, è facilmente separato dal legno. Con un coltello affilato su rami giovani, dopo averli puliti dai licheni, i tagli degli anelli vengono eseguiti a una distanza di 25-30 cm l'uno dall'altro, collegarli con tagli longitudinali e rimuovere la corteccia sotto forma di scanalature o tubi.

Usa solo la corteccia che non ha uno strato di sughero. La raccolta della corteccia si combina anche con il taglio delle foreste. Nel luogo di essiccazione, la corteccia fresca viene trasportata in sacchetti o alla rinfusa, tenendo conto che è impossibile mettere i tubi di corteccia rimossi l'uno nell'altro, poiché possono diventare ammuffiti, diventare coperti di macchie scure e deteriorarsi. Essiccato il giorno della raccolta, si diffonde in uno strato uniforme con uno spessore di diversi pezzi di corteccia.

Il momento migliore per raccogliere le foglie è iniziare a fiorire le piante. Vengono raccolte solo con tempo asciutto, meglio al mattino, dopo che la rugiada si è asciugata. A tale scopo, le foglie basali, inferiori e medie sviluppate vengono tagliate manualmente. Le foglie dovrebbero essere solo fresche. Sbiaditi e avvizziti, mangiati dagli insetti o colpiti dai funghi non possono essere raccolti, poiché si perde l'utilità delle materie prime. Le materie prime fresche vengono trasportate in contenitori solidi o sfusi. Le foglie succulente spesso si scaldano da sole. Pertanto, non dovrebbero essere "schiacciati" nel contenitore, ma immediatamente consegnati nel luogo di asciugatura, dove vengono puliti dalle impurità e disposti in uno strato sottile.

Le parti aeree delle erbe medicinali vengono solitamente raccolte all'inizio della fioritura, per le quali viene utilizzata una falce, un coltello o un potatore. Nelle piante alte (assenzio, erba madre, erba di San Giovanni, ecc.), Vengono tagliate solo le cime fiorite (20-30 cm) e gli steli spessi privi di foglie non vengono toccati perché contengono una piccola quantità di sostanze biologicamente attive. Con una crescita densa, le piante vengono falciate oblique e quindi selezionate dalla falciatura senza parti grossolane. Le materie prime fresche vengono consegnate nel luogo di essiccazione alla rinfusa o

in sacchi ed essiccati il ​​giorno della preparazione, stendendo in uno strato sottile con agitazione frequente e periodica.

Fiori e infiorescenze vengono strappati manualmente all'inizio della fioritura; possono essere pettinati con una paletta speciale. Il pettine scoop viene portato sotto l'infiorescenza, strappato con un sussulto e cade nel secchio. Tale "meccanizzazione" è abbastanza giustificata nella raccolta di infiorescenze di camomilla da farmacia. I fiori che sbocciano completamente vengono raccolti (ma non sbiadiscono), senza segni di avvizzimento. Durante questo periodo, i fiori contengono più sostanze attive, meno si sbriciolano durante la conservazione, resistono meglio all'essiccamento e mantengono il loro colore. Per riprodurre e proteggere i boschetti, ogni pianta lascia una parte dei fiori e su 1 m2 di boschetti, le 2-3 piante più sviluppate sono intatte. La consegna dei fiori nel luogo di essiccazione viene eseguita molto rapidamente sfusa, in un contenitore rigido. Le materie prime sono disposte in uno strato sottile, essiccate senza accesso alla luce solare diretta.

I frutti e i semi maturati sono più ricchi di sostanze biologicamente attive. Raccoglili manualmente senza impurità del gambo e di altre parti. I frutti maturi succosi (mirtilli, lamponi, fragole) sono posti in cestini con uno strato di 3-5 cm, spostando ogni strato con erba o ramoscelli. In queste condizioni, i frutti non si schiacciano e non si attaccano insieme in un grumo. Le materie prime succose vengono essiccate immediatamente dopo la raccolta, disponendole in uno strato sottile. Semi e frutti secchi (anice, finocchio, semi di lino) vengono consegnati nel luogo di essiccazione in sacchetti o scatole e asciugati con uno strato più spesso, mescolando periodicamente con una pala di legno.

La raccolta di radici, tuberi e bulbi viene di solito effettuata durante la morte delle parti aeree, quando le piante entrano in un periodo dormiente (fine estate - autunno). Possono essere raccolti all'inizio della primavera, prima che inizi la crescita degli organi fuori terra. Le radici sono scavate con pale, forconi o tirate fuori dalla terra libera con un rastrello. Per fare questo, a una distanza di 10-12 cm dagli steli con una leggera angolazione rispetto alla superficie del suolo, inviano una pala nel terreno, fanno diversi movimenti rotazionali per espandere l'incisione nel suolo, sollevare un pezzo di terra insieme alla radice o al rizoma. Vengono scossi dal terreno, tagliati parti fuori terra, radici sottili, aree morte e danneggiate e lavati in acqua fredda.
Nella raccolta alla rinfusa, le materie prime sono impilate in modo approssimativo in cestini di vimini e lavate in acqua corrente fredda di fiumi o laghi. Le materie prime contenenti muco (radice di marshmallow) o saponine (radice di liquirizia) devono essere lavate rapidamente a causa della solubilità dei principi attivi in ​​acqua. Le materie prime lavate vengono immediatamente poste su un telo, un panno o altra lettiera pulita e asciugate. Nel luogo di essiccazione, sono disposti in uno strato sottile e spesso miscelati. Dopo la raccolta, il terreno disturbato viene riparato con un rastrello o altri strumenti e vengono seminati semi o semi di rizomi vengono piantati per ripristinare i boschetti. Di solito, non più del 50% della materia prima viene raccolta per 1 m2 di crescita eccessiva, la raccolta in questo luogo viene effettuata solo dopo alcuni anni.

14

Il principio di essiccazione delle piante medicinali * si basa sulla rimozione dell'umidità. La percentuale di umidità in vari gruppi morfologici di piante medicinali varia abbastanza ampiamente (Tabella 1).

I. Dati comparativi sul contenuto di umidità delle materie prime

Nome delle materie prime Contenuto di umidità,% C Nome delle materie prime Contenuto di umidità,% Bacche succose. 90-96 Erba 75 Semi e radici secchi e frutti a radice 25-30 viti 65 Foglie 80 Corteccia 40 Più rapida è l'essiccazione, maggiore è la qualità delle materie prime. Con l'essiccazione lenta nella cellula, l'attività vitale continua e i processi enzimatici possono inattivare sostanze biologicamente attive. Inoltre, l'aria umida contribuisce all'infezione delle materie prime da muffe o batteri. Pertanto, è necessario osservare un'essiccazione adeguata per le materie prime contenenti olii essenziali (origano, menta piperita). La temperatura migliore è di 30–35 ° С. L'essiccazione a una temperatura più elevata porta a una rapida diminuzione della quantità di oli essenziali e riduce il valore dell'alimentazione. In presenza di glicosidi (digitale, mughetto, ecc.), Le materie prime vengono essiccate ad una temperatura di 55-60 ° C. In queste condizioni, l'attività degli enzimi che distruggono i glicosidi cessa rapidamente.

L'essiccazione può essere effettuata a cielo aperto, tettoie, soffitte o interni, utilizzando il calore dell'aria riscaldata dal sole.

Le materie prime (rizomi di calamo, rizomi con radici di valeriana, radice di marshmallow, ecc.) Vengono essiccate all'aria con il bel tempo (estate e inizio autunno), in cui le sostanze attive non si decompongono sotto l'influenza dell'energia solare. È disposto su un letto di tela cerata o altri tessuti lontano dalle strade in modo da non diventare polveroso. Di notte è chiuso dalla rugiada.

È meglio asciugare tutti i tipi di materie prime medicinali sotto una tettoia aperta (tetto attuale, ecc.), Dove c'è una buona ventilazione e la luce solare diretta non cade sulle materie prime, così come in ambienti chiusi con ventilazione, ad esempio, nella soffitta sotto un tetto di ferro o ardesia. Nelle calde giornate di sole in tali attici, la temperatura dell'aria raggiunge i 40-50 ° C. In queste condizioni, la materia prima si asciuga rapidamente, le sostanze biologicamente attive non vengono distrutte, il colore e l'odore rimangono. Per aumentare l'area di asciugatura nei sottotetti, le cremagliere sono realizzate in tela, garza o altro tessuto sfuso. La distanza tra i livelli delle mensole è di 30-60 cm Le materie prime sono disposte in uno strato uniforme di 1-2 cm in modo che le foglie siano raddrizzate, non piegate o attorcigliate.

15 relax. È meglio asciugare un tipo di materia prima in un solaio. Se ciò non è possibile, viene predisposto un passaggio tra i singoli tipi di materie prime al fine di impedirne la miscelazione.

Le materie prime essiccate sugli scaffali hanno la migliore qualità, poiché in questo caso vi è un accesso aereo dall'alto e dal basso.

Quando si asciugano le materie prime in soffitta, per una migliore ventilazione, finestre e porte vengono aperte nelle sue parti terminali, è possibile installare un tubo di scarico. Le materie prime non possono essere essiccate negli attici degli allevamenti, poiché assorbono gli odori. Alcune organizzazioni usano con successo i locali scolastici vuoti nei mesi estivi per asciugare le piante medicinali.

Nella stagione fredda, specialmente quando piove (all'inizio della primavera o in autunno), le parti sotterranee di piante e frutti vengono essiccate mediante riscaldamento artificiale - con l'aiuto di essiccatori, serre e stufe russe. Nei forni russi, il calore viene trattenuto a lungo e la materia prima si asciuga uniformemente. Per fare questo, il forno viene accuratamente pulito dalla cenere e ad una temperatura di 40-60 ° C, viene inserito un supporto, sul quale sono posizionati in 2-3 file di un telaio, un setaccio con materie prime disposte. Il tubo è mezzo chiuso. Durante il processo di asciugatura, la serranda viene aperta più volte per rimuovere l'aria umida dal forno.

L'essiccazione è considerata completa se la materia prima diventa leggera e le foglie, i fiori e le infiorescenze si frantumano facilmente in polvere, radici, rizomi, corteccia e steli si rompono con una crepa caratteristica, i frutti succosi si spargono in parti e non formano grumi bagnati nella mano quando vengono compressi. La resa di materie prime secche in diversi impianti e loro parti non è la stessa (tabella 2).

2. La resa delle materie prime finite dopo l'essiccazione

Nome delle materie prime

La resa delle materie prime,%

Radici e rizomi

erbe:

succosa (sbiancata, belladonna) poco succosa (pervinca, ecc.)

foglie:

succosa (nervo, fragola selvatica) succosa (ribes, ecc.)

Fiori e infiorescenze

I frutti:

succoso (sambuco, mirtillo) secco (ginepro)

crosta

22-32

20-25 36-50

15-22 45-50 14-22

13-18 25-35 40

Le piante essiccate sono confezionate. I tipi di contenitori e il metodo di imballaggio dipendono dalle proprietà della materia prima e dal suo stato di aggregazione.

Secondo GOST, vengono forniti i seguenti tipi di contenitori: sacchetti di tessuto singoli e doppi, sacchetti di carta a strato singolo e multistrato, sacchetti di plastica, sacchetti di carta, balle, compensato e scatole di cartone. Il contenitore deve essere pulito, spazioso, resistente, asciutto, inodore. Un'etichetta è attaccata ad essa indicando il nome della materia prima e la durata di conservazione. Le materie prime sono immagazzinate in un armadio separato sotto la serratura, le cui sostanze biologicamente attive appartengono al gruppo di sostanze potenti (elenco B): foglie di digitale, erba di primavera adonis, mughetto, thermopsis, rosmarino, rizoma con radici di elleboro, ergot. Se il mangime contiene olio essenziale o altre sostanze volatili, deve essere conservato in barattoli di vetro con tappi macinati o coperchi ben chiusi. Le piante medicinali odorose sono conservate separatamente. Le bacche secche sono igroscopiche: vengono poste in sacchetti di carta in un luogo asciutto o in una bozza.

Nelle farmacie per le materie prime medicinali finite, viene assegnata una stanza asciutta, fresca e ben ventilata in un luogo buio. Per questo, vengono assegnati locali separati in cui è possibile mantenere una temperatura di 20 ° C e un'umidità del 30-40%. Nei magazzini, le materie prime sono collocate a bordo di rack. La temperatura in essi è impostata tra 10-12 ° C e l'umidità è di circa il 13%. Le materie prime sono inserite in gruppi: potenti e tossici (elenchi A e B); materie prime di olio essenziale (fiori di camomilla, anice, semi di cumino, erba di menta, foglia di salvia, ecc.); frutti e semi (frutti di biancospino, rosa canina, ecc.); materie prime per lo stoccaggio generale.

Le materie prime invecchiano gradualmente, pertanto viene impostata una durata di conservazione limitata. In normali condizioni di conservazione, questi periodi per radici e rizomi sono 2-3 anni, per frutti - 2 anni, per erba, fiori e foglie - 1 o 2 anni.
<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

NORME GENERALI PER LA RACCOLTA, L'ASCIUGATURA E LO STOCCAGGIO DI PIANTE MEDICINALI PER LA CRESCITA SELVATICA

  1. Le regole per la raccolta, lo stoccaggio e lo smaltimento delle strutture mediche dei rifiuti
    (Approvato dal decreto n. 2 del Chief State Sanitary Doctor della Federazione Russa del 22 gennaio 1999) NORME SANITARIE E NORME SANPIN 2.1.7.728—99 Ambito di applicazione Queste regole e norme sanitarie sono sviluppate sulla base della Legge RSFSR “Sul benessere sanitario ed epidemiologico della popolazione” in conformità con il “Regolamento sulla normativa sanitaria ed epidemiologica statale "approvata
  2. INFORMAZIONI GENERALI SUGLI IMPIANTI MEDICINALI SOSTANZE BIOLOGICAMENTE ATTIVE DEGLI IMPIANTI MEDICINALI CHE CONDIZIONANO LE LORO PROPRIETÀ SANITARIE
    L'uso pratico delle piante medicinali è dovuto alla presenza di sostanze biologicamente attive nella loro composizione che, quando introdotte nell'organismo anche in quantità molto ridotte, provocano un certo effetto fisiologico. Queste sostanze attive sono sintetizzate dalle piante stesse da sostanze minerali inorganiche del suolo, acqua e anidride carbonica dall'aria. La sintesi è effettuata da piante sotto l'influenza di
  3. Regole per la raccolta, lo stoccaggio e lo smaltimento dei rifiuti
    Regole per la raccolta, lo stoccaggio e lo smaltimento
  4. Erbe e piante selvatiche
    Quando scegli i prodotti della cucina curativa, presta attenzione alla grande varietà di piante selvatiche commestibili che possono diversificare la tua tavola. Non dimenticherò mai come, da bambino, io, con gli altri quattro bambini, rimasi senza alcun mezzo di sussistenza nei prati alpini delle montagne del Caucaso. Ciò avvenne durante il conflitto militare tra Turchia e Armenia durante gli anni della guerra civile. Ci ha salvato
  5. Piante selvatiche
    Migliaia di piante selvatiche commestibili, foglie, radici, gemme, fiori, semi, germogli, ecc. Sono stati creati da Dio senza alcuno scopo commerciale. Sono puliti e privi di fertilizzanti chimici e insetticidi, perché in natura non esistono sostanze realmente tossiche, ma esistono solo sostanze Yin o Yang che possono essere neutralizzate dalla cottura macrobiotica. Questi alimenti naturali possono
  6. Regole per la raccolta di materiale per la ricerca
    Per la ricerca, le feci appena escrete vengono inviate nella quantità ottenuta per un movimento intestinale. Il materiale non deve contenere impurità (urina, escrezione dei genitali, ecc.). Le feci vengono raccolte in un piatto di vetro pulito a collo largo con un coperchio e immediatamente consegnate al laboratorio. Nei casi in cui è richiesta un'analisi chimica quantitativa (determinazione della quantità di grasso, ammoniaca, ecc.), Cal
  7. M.I. Rabinovich. Piante medicinali in studio veterinario, 1987
    Il libro di consultazione contiene circa 200 piante. Vengono fornite le loro brevi caratteristiche botaniche, i luoghi di crescita, l'effetto farmacologico sull'organismo animale, le indicazioni per l'uso. Descrive la procedura per la raccolta, l'essiccazione in deposito di materie prime medicinali, nonché le forme di applicazione agli animali. Per veterinaria
  8. Regole per l'imballaggio, lo stile e la conservazione dei guanti
    Per una sterilizzazione affidabile, tutte le superfici dei guanti devono essere a contatto con il vapore. Il calore che penetra attraverso il materiale dei guanti senza vapore non è sufficiente per distruggere anche i microrganismi meno stabili. Pertanto, quando si preparano i guanti per la sterilizzazione e l'elaborazione stessa, è necessario osservare le seguenti regole: • I guanti devono essere completati in coppia e in dimensioni; • Imballare i guanti
  9. DOSAGGIO DI PIANTE MEDICINALI
    Varie malattie sono state tradizionalmente trattate con piante medicinali. Si credeva che i migliori crescessero sull'isola di Creta, quindi i romani mandavano spesso raccoglitori di erba lì. Inoltre, a Roma, come in Grecia, le piante medicinali venivano coltivate in giardini speciali. I romani erano impegnati nel giardinaggio con amore speciale, apparvero per la prima volta serre, dove le giovani piante erano protette dal freddo e
  10. PROPRIETÀ MAGICHE DELLE PIANTE MEDICINALI
    Le tecniche magiche in medicina sono così strettamente correlate alla fitoterapia che è difficile separarle l'una dall'altra. Questa connessione si riflette in molti antichi miti. Secondo la mitologia greca, la medicina delle piante fu preparata da Panacea, figlia di Asclepio, dio greco della guarigione. Tuttavia, le erbe acquisirono proprietà curative solo dopo aver toccato il cappuccio del fratello minore Telesfor
  11. Regole per la preparazione dei soggetti, condizioni di presa e conservazione e consegna del materiale per la ricerca nel campo
    Analisi delle urine Principi generali di raccolta delle urine Per analisi generali, l'urina viene raccolta al mattino a stomaco vuoto in un piatto asciutto e pulito immediatamente dopo il sonno. Prima di raccogliere l'urina, viene eseguito un bagno completo degli organi genitali esterni. I pazienti costretti a letto vengono lavati con una soluzione debole di permanganato di potassio, quindi puliti con un bastoncino di cotone sterile secco dai genitali all'ano. Se possibile, l'urina deve essere raccolta immediatamente
  12. Trattamento di erbe
    Nella medicina tradizionale, piante medicinali come mele cotogne, ledum, chiodi di garofano, erba di San Giovanni, salice, calendula, lavanda, farfara, piantaggine, rosa, camomilla, salvia e molte altre sono state a lungo utilizzate per trattare l'infertilità. Quince. Gli antichi greci consideravano i frutti della mela cotogna un simbolo di bellezza, amore e fertilità. Il succo di mela cotogna fresca è stato a lungo trattato per l'infertilità. I guaritori tradizionali hanno sottolineato ciò che è
  13. PIANTE MEDICINALI DEL NUOVO MONDO E DEI PAESI ORIENTALI
    Piante senza familiarità e senza precedenti nel Nuovo Mondo: patate, fagioli, pomodori, mais e molti altri non solo hanno impressionato l'immaginazione degli europei, ma hanno anche influenzato i loro costumi e gusti. Prima di tutto, il tabacco dovrebbe essere menzionato qui. Colombo vide per la prima volta come gli indigeni inserivano tubicini pieni di erba nelle loro narici, vi davano fuoco e inalavano il fumo durante le preghiere e le cerimonie religiose. Sono stati eseguiti in onore di
  14. TIPI DI PIANTE MEDICINALI E LORO APPLICAZIONE
    TIPI DI PIANTE MEDICINALI E LORO
  15. Alcune piante medicinali utilizzate nella medicina popolare per curare il cancro.
    Esistono molte di queste piante, ma una parte significativa di esse è velenosa e può essere utilizzata solo sotto la supervisione di un medico o di un guaritore. Pertanto, qui parlo di quelle piante medicinali, il cui uso è disponibile Tè Ivan (fireweed) Vengono utilizzate infiorescenze e foglie. Raccogli nella fase di fioritura (a luglio). Asciugare a 105 ° C per cinque minuti, quindi asciugare
  16. Regole generali sull'uso di disinfettanti
    Il mercato moderno offre dozzine e persino centinaia di disinfettanti diversi agli ospedali e alle altre strutture sanitarie. Inoltre, ogni venditore elogia il suo prodotto, rilevando i suoi vantaggi rispetto ad altri disinfettanti. Come, in queste condizioni, non cadere sotto l'influenza di altri e fare la scelta giusta? Dove trovare informazioni oggettive sulle proprietà positive e negative di un disinfettante rispetto a
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com