principale
Informazioni sul progetto
Notizie di medicina
Agli autori
Libri su licenza di medicina
<< Avanti Successivo >>

Rupia sifilitica

La rupia sifilitica (rupia sifilitica) è considerata come un tipo di ectema sifilitico in pazienti con sifilide particolarmente grave. Appare sul 5-8 ° mese, meno spesso al 2 ° -3 ° anno della malattia, è accompagnato da una grave condizione generale del paziente, può essere combinato con periostite sifilitica, irite, lesioni ulcerative della mucosa orale, ecc.

La rupia sifilitica si sviluppa allo stesso modo dell'ectima e il suo aspetto è spesso preceduto dalla comparsa di infiltrato di furunculoide osservato nella forma profonda dell'ectfia sifilitico. Spesso, una rupia e ecthyma appaiono simultaneamente.

A differenza dell'ectifma sifilitico, in un paziente con sifilide rupioide sotto la crosta formata, la crescita e la disintegrazione dell'infiltrato papulare continua, che si diffonde sia nella periferia che in profondità. Come risultato della successiva crescita eccentrica dell'infiltrato, della sua suppurazione e essiccazione, si forma una massiccia crosta stratificata a forma di cono, come se si trattasse di strati concentrici. Il suo diametro può raggiungere

5-8 cm e altezza - 2-3 cm La base della buccia è sciolta, con il pus rilasciato quando viene premuto.
Un anello di pus e decadimento non essiccato è notato direttamente intorno alla crosta, e lungo la periferia c'è un cuscinetto di infiltrato papulare indisciolto. Sotto la crosta c'è un'ulcera dolorosa, profonda e rotonda, con bordi ripidi e lisci, fondo rosso scuro, ricoperto da un sanguinoso scarico purulento. Sulla guarigione dell'ulcera, rimane sempre una cicatrice depressa, prima pigmentata e poi depigmentata.

Rupie sifilitiche si trovano, di solito sul tronco e sulla superficie estensoria degli arti. Si distinguono per un decorso lento, più spesso sono rari.

Con le ricadute tardive della sifilide, le rupie sono lesioni cutanee profonde (rupia sifilitica profonda) che si avvicinano alle manifestazioni della sifilide terziaria. A volte una rupia sifilitica si verifica allo stesso tempo o anche dopo sifilide terziaria (gengive).

Diagnosi differenziale La forma rupioide della psoriasi vulgaris è caratterizzata da una significativa stratificazione concentrica di grandi squame secche, che conferisce loro un aspetto simile a un'ostrica. Dopo aver rimosso le squame, non si trova un'ulcera, ma una papula, che dà la caratteristica triade psoriasica dei sintomi.
<< Avanti Successivo >>
= Vai al contenuto del tutorial =

Rupia sifilitica

  1. Meningoencefalite sifilitica
    Patologia. Insieme all'ispessimento e all'appannamento delle membrane caratteristiche della meningite sifilitica, dell'eruzione di noduli (piccole gengive), la comparsa dell'infiltrazione linfocitica e plasmocitica è caratterizzata dalla diffusione del processo infiammatorio sulla sostanza del cervello. Il processo infiammatorio penetra nel cervello lungo i vasi. Clinica. Il meningoencephalig sifilitico si sviluppa nei primi 3-5
  2. Ectima sifilitico
    L'ectima sifilitico (ecthyma syphiliticum) è la manifestazione più grave della sifilide secondaria, osservata al 5-6 ° mese della malattia, a volte alla fine del primo, durante il secondo anno. Estremamente raramente osservato come una nuova eruzione cutanea di sifilide secondaria. Questa sifilide è osservata in pazienti con sifilide maligna e indica un decorso grave della malattia. Da altri sifilidi
  3. Mono- e polineurite sifilitica
    Patologia. Il danno primario ai nervi nella sifilide è raro e si manifesta con lo sviluppo di un'infiammazione proliferativa o di una gomma. Spesso c'è una transizione del processo infiammatorio dai tessuti adiacenti o compressione del nervo da esostosi specifica, gomme, aneurismi vascolari, linfonodi sifiliticamente affetti, cioè si sviluppa una neurite secondaria. Gomito, sciatico e
  4. Calvizie sifilitica
    La calvizie sifilitica (alopecia sifilitica) nella sifilide secondaria è di piccola focale e diffusa; È anche possibile una perdita di capelli limitata e persistente nel sito di cicatrici dopo la guarigione di sifilide pustolosa profonda ulcerata. La piccola alopecia sifilitica focale (alopecia sifilitica areolare) è il sintomo patognomonico della sifilide secondaria. È caratterizzato da un improvviso
  5. Impetigine sifilitica
    L'impetigine sifilitica (impetigine sifilitica) inizia con l'aspetto di una papula leggermente sollevata sopra il livello della pelle, correttamente arrotondata nella forma, 1-2 cm di diametro, di un colore rosso ramato. Dopo 3-4 giorni, una pustola appare al centro della piscina, circondata da una stretta corolla di denso infiltrato rosso. Dopo aver aperto le pustole, viene rilasciato un liquido giallo appiccicoso e sporco, che si disperde più o meno
  6. Meningite sifilitica
    Patologia. L'esame macroscopico rivela ispessimento e torbidità delle membrane. Nei casi di meningite gummosica, sono visibili i colori grigio-rossi dei tubercoli grandi come grani di miglio sparsi nella pia madre. I cambiamenti nelle membrane sono più pronunciati sulla superficie inferiore del cervello. Istologicamente nelle membrane del cervello vengono rilevati infiltrati costituiti da linfociti e
  7. Pigment sifilide (leucoderma sifilitico)
    La leucoderma sifilitica (leucoderma sifilide cum) è una patologia della pigmentazione della pelle che si verifica nei pazienti con sifilide recidiva secondaria più spesso nei primi 6 mesi dopo l'infezione, meno spesso dopo. Il principale sintomo clinico è la comparsa di aree combinate di iper e depigmentazione della pelle. Per prima cosa compaiono focolai di iperpigmentazione diffusa della pelle in diverse parti
  8. Endarterite sifilitica
    Patologia. Nella forma vascolare della neurosifilide, i vasi del cervello (arterie e vene) soffrono principalmente, senza un pronunciato processo infiammatorio nelle meningi. Allo stesso tempo, si osservano fenomeni di endo- e perivasculite, arterite gomitosa e flebiti. La manifestazione più frequente di una lesione vascolare è l'eliminazione dell'endarterite. Quando si osserva proliferazione dell'endotelio, ispessimento intimale e
  9. Leucoderma sifilitico (pigmen, sifilide)
    per 4-6 mesi . È stata una simulazione. secondo ricorrente CIF. Si verifica sul culo della pelle. e le superfici laterali del collo (collana di Venere), m. prima muro sotto il cavità nella parte superiore. parti del torace, schiena, addome, end-x, nella regione. lombi Nelle lesioni sullo sfondo della pelle iperpigmentata, viene rivelata un'area biancastra. macchie da 0,5 a 1,5 cm in d. Il numero di punti è aumentato. Leucoderma meglio visibile nel laterale
  10. Meningomielite sifilitica
    Patologia. Le membrane cerebrali al centro dell'infiammazione si sono ispessite e opache. Istologicamente, sono determinati l'infiltrazione linfocitica con una miscela di plasmacellule. Gli infiltrati sono prevalentemente perivascolari. I cambiamenti infiammatori si diffondono alla sostanza del midollo spinale. La materia grigia è più colpita. Insieme con i fuochi infiammatori vengono rilevati addolcimento focolai. Sul posto
  11. Meningoencefalomielite sifilitica
    Patologia. I cambiamenti infiammatori nelle membrane e nella sostanza del cervello, descritti sopra, influenzano simultaneamente le membrane e la sostanza dell'intero sistema nervoso centrale. Clinica. La malattia può essere acuta, dostrostica o cronica. Insieme a sintomi meningei più o meno pronunciati, si osservano mono e emiplegia, lesione dei nervi cranici, generalizzata e di Jackson.
  12. Caratteristiche delle manifestazioni cliniche dell'infezione sifilitica
    Attualmente, nella diagnosi della sifilide, la dermatologia e la venereologia presentano alcune difficoltà, poiché le manifestazioni sifilitiche non sempre corrispondono alla clinica precedentemente descritta nella letteratura speciale. Antibiotici, automedicazione, uso di alcol, alimentazione squilibrata, effetti negativi di fattori ambientali e di altro tipo influenzano lo stato immunologico, che
  13. Diagnosi differenziale di roseola sifilitico
    La toxidermia, che si manifesta come punti iperemici, si verifica dopo l'ingestione di sostanze medicinali, cibo di scarsa qualità. Le macchie sembrano essere severe, hanno un carattere infiammatorio, possono essere isolate (come nella sifilide), ma più spesso tendono a fondersi, specialmente nelle pieghe del corpo (ascellare, ulnare, popliteo). Spesso, le pieghe sono il luogo preferito di localizzazione.
  14. Disturbo sifilitico del sistema nervoso centrale. La sconfitta del sistema nervoso centrale con la tubercolosi. Manifestazioni cliniche.
    Disturbo sifilitico del sistema nervoso centrale (neurosifilide) L'agente eziologico della sifilide è il treponema pallido. Sotto il microscopio, il treponema pallido è un microrganismo a spirale che assomiglia ad un cavatappi. La lunghezza totale del treponema varia da 7 a 14 micron, spessore - 0,2-0,5 micron. Treponema pallidum è caratterizzato da una mobilità pronunciata. Ha inerente traslazionale, oscillante, pendolo,
  15. Periodo sifil secondario
    Manifestazioni cliniche La rosaola sifilitica è un cerotto infiammatorio iperemico. Il colore della roseola varia dal rosa pallido al rosa intenso, talvolta con una sfumatura bluastra. La dimensione dei punti varia da 2 a 25 mm, una media di 5-10 mm. Contorno sfocato o ovale, bordi sfocati. L'eruzione del rosolia è localizzata principalmente sulle superfici laterali del corpo,
  16. Sifilide pustolosa
    La sifilide pustolosa (sifilide pustulosa) è la manifestazione più grave della sifilide secondaria. La sifilide pustolosa si verifica nel 2-10% dei pazienti con sifilide, di regola, nelle persone che soffrono di alcolismo, tossicodipendenza, malattie croniche concomitanti, ipovitaminosi e traumi fisici o mentali. Nella maggior parte dei casi, la comparsa di sifilide pustolosa
  17. neurosyphilis
    La neurosifilide è un gruppo di malattie del sistema nervoso causato da treponema pallidum. La prevalenza del danno sifilitico al sistema nervoso è fino a 264, 6 per 100 mila abitanti. Più spesso gli abitanti dei villaggi e le donne sono malati. Classificazione 1. Neurosifilide precoce. Sono trascorsi meno di 5 anni tra infezione e manifestazioni neurologiche. Conchiglie e vasi soffrono
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2016
info@medicine-guidebook.com