Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Buona nutrizione

Nutrizione razionale (dal lat. Ratio - mente) - nutrizione, che è bilanciata in termini di energia in calorie, composizione, a seconda del genere, dell'età e del tipo di attività.

Il ruolo della nutrizione nel garantire le funzioni vitali del corpo è ben noto: mantenere i processi metabolici a un livello relativamente costante, apporto energetico, sintesi enzimatica, ruolo plastico, ecc. Una nutrizione organizzata in modo improprio porta a una ridotta capacità di lavoro, a una maggiore suscettibilità alle malattie e, in definitiva, a una riduzione della speranza di vita.

Il valore dei nutrienti essenziali.

Il processo di nutrizione è associato a fornire all'organismo sostanze nutritive che hanno funzioni energetiche, plastiche e regolatorie. I nutrienti includono proteine, grassi e carboidrati. Il rapporto tra proteine, grassi e carboidrati per le persone di mezza età dovrebbe essere (in peso) 1: 1: 4 (con un intenso lavoro fisico 1: 1: 5), per i giovani - 1: 0.9: 3.2.

Le proteine ​​sono utilizzate come fonte di energia (l'ossidazione di 1 g di proteine ​​nel corpo fornisce 4 kcal di energia), un materiale da costruzione per la rigenerazione (ripristino) delle cellule, la formazione di enzimi e ormoni. Funzioni delle proteine: catalitico, nutrizionale, di trasporto, contrattile, strutturale, ormonale (regolatorio), protettivo, recettore, ecc. Il fabbisogno di proteine ​​da parte del corpo dipende dal genere, dall'età e dal consumo di energia, con una media di 70-100 g al giorno, comprese le proteine ​​animali 50g (ad un costo energetico di 12000kJ). Le proteine ​​dovrebbero fornire circa il 10-15% dell'apporto calorico della dieta quotidiana (almeno il 5% del consumo di energia). La composizione delle proteine ​​comprende aminoacidi, che sono divisi in intercambiabili e insostituibili. Più proteine ​​contengono aminoacidi essenziali, più complete sono, il loro valore biologico è più alto. Dei 20 aminoacidi, 10 sono indispensabili: arginina, lisina, valina, istidina, leucina, isoleucina, treonina, triptofano, metionina, fenilalanina. L'esclusione dalla dieta di ciascuno di essi porta a un bilancio azotato negativo, esaurimento, arresto della crescita. La carenza di triptofano provoca cataratta, perdita di capelli, danni ai denti, perdita di peso; lisina - aumento della suscettibilità al rumore, nausea, vertigini; Leucina: nei giovani è accompagnata da mal di testa, lieve affaticamento, depressione mentale.

Nel tratto gastrointestinale, le proteine, private della loro specie e specificità dei tessuti, vengono assorbite sotto forma di aminoacidi, entrano nel fegato attraverso la vena porta, dove subiscono varie trasformazioni. Il sangue viene rilasciato dagli aminoacidi in 5 minuti

La deposizione di aminoacidi nel corpo non si verifica, ogni giorno 1-2% delle proteine ​​del corpo cambia in una persona.

L'equilibrio dell'azoto è uno stato in cui la quantità di azoto che penetra nel corpo è uguale alla quantità escreta. È caratteristico di un adulto sano.

La singola proteina sintetizzata dal corpo dagli aminoacidi ha il suo normale contenuto di 65-85 g / le patologica sotto forma di ipoproteinemia (insufficiente assunzione di proteine, digestione, assorbimento, sintesi nel fegato, eccessiva escrezione da parte dei reni) e ipereroteinemia (ispessimento del sangue, perdita di liquidi, tossico o un processo infettivo, epatite e cirrosi cronica, malattie parassitarie). Ciò che conta non è tanto per la diagnosi differenziale quanto per la valutazione della gravità delle condizioni del paziente. La disproteinemia (una violazione del normale rapporto tra le frazioni proteiche del sangue - albumina, globuline, proteine ​​della "fase acuta", enzimi, ecc.) Consente di distinguere tra diverse malattie.

I grassi (lipidi) sono la principale fonte di energia nel corpo (l'ossidazione di 1 g di grassi dà 9 kcal).

Il fabbisogno giornaliero di grassi corporei è in media 80-100 g, compresi i grassi vegetali 20-25 g. I grassi dovrebbero fornire circa il 35% dell'apporto calorico giornaliero.

Nel tratto gastrointestinale, i grassi vengono digeriti in: acidi grassi polinsaturi, triglicerine, fosfatidi, colesterolo, lipoproteine ​​(complessi proteico-lipidici), vitamine liposolubili A, E, K. I grassi contenenti acidi grassi polinsaturi sono del massimo valore per l'organismo, ad es. . grassi vegetali.

I disturbi del metabolismo lipidico includono: iperlipidemia, ipolipidemia e alterazione dell'accumulo di lipidi. Nel 60% della popolazione, i livelli di colesterolo sono> 5 mmol / L, nel 25% -> 6,5 mmol / L e nel 10% -> 7,3 mmol / L. Il sangue per la determinazione dei lipidi viene prelevato dopo un digiuno di 14 ore per prevenire gli effetti dell'assunzione di cibo. I gruppi a rischio per lo sviluppo della malattia coronarica (CHD) sono stati determinati in base al contenuto di colesterolo nel sangue: basso rischio (<5,2 mmol / L), moderato (5,2-6,4 mmol / L) e alto (> 6,5 mmol / L ). Le cause della dislipoproteinemia possono essere: diabete, obesità, alcolismo, ipotiroidismo, malattie renali, malattie del fegato, avvelenamento, tra cui medicinali e altro

I carboidrati sono una delle principali fonti di energia (l'ossidazione di 1 g di carboidrati dà 3,75 kcal). Il fabbisogno giornaliero di carboidrati nell'organismo è compreso tra 400 e 500 g. I carboidrati dovrebbero fornire circa il 55-60% dell'apporto calorico giornaliero. Se c'è un eccesso di carboidrati nel corpo, si trasformano in grassi, ad es. i carboidrati in eccesso contribuiscono all'obesità.

Una persona è in grado di sintetizzare alcuni carboidrati dal glicerolo e dagli aminoacidi, ma la maggior parte viene fornita con alimenti vegetali. Esistono due tipi di carboidrati dietetici: digeribili, che vengono digeriti nell'intestino tenue (polisaccaridi - amido, glicogeno; disaccaridi - saccarosio, lattosio; monosaccaridi - glucosio, fruttosio, galattosio) e non digeribili (fibra alimentare - pectine), metabolizzati dalla flora batterica del colon.

Nel tratto gastrointestinale, i carboidrati vengono scomposti in monosaccaridi, che vengono assorbiti. Polisaccaridi e disaccaridi vengono convertiti direttamente in glucosio e fruttosio e galattosio - nel fegato.
La glicemia a digiuno normale non è superiore a 5 mmol / L.

Disturbi del metabolismo dei carboidrati: diabete mellito, ipoglicemia e malattie metaboliche ereditarie. L'insulina, un enzima sintetizzato dalle cellule delle isole pancreatiche, è il principale fattore ipoglicemizzante, utilizza il glucosio nel sangue, trasformandolo in energia ATP. Con la sua carenza si sviluppa il diabete, accompagnato da iperglicemia, glucosuria e metabolismo proteico-lipidico alterato.

Le vitamine sono composti organici biologicamente attivi necessari per la vita normale. Le vitamine nel corpo non si formano, ma vengono con i prodotti. Ci sono idrosolubili (B1, B2, acido nicotinico - PP, B5, B6, acido folico - B9, biotina, cianocobalamina - B12, acido ascorbico - C) e vitamine liposolubili (A, D, E, K).

Una mancanza di vitamine porta a ipovitaminosi (mancanza di vitamine nel corpo) e carenza di vitamine (mancanza di vitamine nel corpo).

I minerali sono usati come materiale plastico e per la sintesi di enzimi. Esistono macroelementi (Ca, P, Mg, Na, K, Fe) e microelementi (Cu, Zn, Mn, Co, Cr, Ni, J, Ft, Si, Mo).

I principi di una buona alimentazione:

? Balance. Una dieta equilibrata significa che la quantità di energia ricevuta dal cibo dovrebbe essere uguale alla quantità di energia spesa. Sia l'eccesso che la mancanza di energia consumata sono ugualmente dannosi per la salute. Ogni chilogrammo extra è un onere aggiuntivo per il cuore, il sistema muscolo-scheletrico, i polmoni, le ghiandole endocrine, ecc., Questo è un aumento del rischio di malattie del sistema cardiovascolare, del metabolismo, del sistema immunitario, ecc. i suoi sistemi individuali, mediante una diminuzione della capacità del corpo di difendersi da fattori avversi dell'ambiente esterno ed interno;

? Mangia lentamente, non mangiare troppo. L'assunzione di nutrienti nel sangue inizia entro pochi minuti dal momento del consumo. La saturazione si verifica quando il livello di nutrienti nel sangue raggiunge un certo valore. E in questo momento devi smettere. Ma come farlo se entro 5-10 minuti veniva consumata una tale quantità di cibo che superava le esigenze del corpo di 2-3 volte. Quando sei pieno, dovresti fermarti;

? Rispetto della dieta. La molteplicità dell'assunzione di cibo, la distribuzione delle calorie giornaliere, la massa e la composizione del cibo per i singoli pasti. Il sistema nervoso produce un riflesso condizionato per un certo tempo, la stessa situazione e un luogo permanente. Se tutte queste condizioni sono soddisfatte, l'intero apparato digerente è "sintonizzato" per mangiare. Per una persona sana, quattro pasti al giorno sono ottimali. Con quattro pasti al giorno, il rapporto tra il numero di calorie degli alimenti per i singoli pasti dovrebbe essere: 30, 15, 35, 20%. Gli alimenti ricchi di proteine ​​animali (carne, pesce) sono meglio da mangiare al mattino e al pomeriggio, poiché aumentano l'efficienza. La seconda colazione può includere prodotti a base di latte fermentato, piatti a base di verdure, panini, frutta. Il pranzo dovrebbe essere il più significativo in termini di volume di cibo. La cena dovrebbe essere di piccolo volume e dovrebbe consistere in piatti facilmente digeribili. L'ultimo pasto dovrebbe essere 2-3 ore prima di coricarsi;

? La nutrizione dovrebbe essere variata, ad es. ogni giorno è consigliabile mangiare pesce, carne, latticini, frutta e verdura, pane integrale, ecc. Una varietà di alimenti comprende sei gruppi principali di prodotti: prodotti lattiero-caseari; carne, pollame, pesce, uova, prodotti da forno, cereali, pasta e confetteria, grassi, patate;

? Nei metodi di cottura, la preferenza dovrebbe essere data all'ebollizione;

? Conoscere il contenuto calorico e la composizione chimica degli alimenti.

La formula empirica per calcolare il peso corporeo ideale per qualsiasi età (adottata in endocrinologia).

Per gli uomini:

(altezza in cm x 3-450 + età) x 0,25 + 40,5 kg = peso corporeo ideale.

Per le donne:

(altezza in cm x 3-450 + età) x 0,225 + 45 kg = peso corporeo ideale.

Se la massa reale non supera la massa ideale di oltre il 20%, significa che hai un peso normale. Nel caso in cui il peso reale superi il peso ideale di oltre il 20%, puoi tranquillamente dire che sei in sovrappeso e dovresti considerare di normalizzarlo.

Per prevenire l'obesità, è necessario:

? prestare attenzione alle informazioni sulla composizione e sul contenuto calorico dei prodotti sulle etichette;

? Non lasciarti coinvolgere dai prodotti a base di farina, in particolare panini contenenti grassi e zucchero;

? evitare un consumo eccessivo di zucchero e dolci, utilizzare sostituti dello zucchero;

? evitare cibi ricchi di grassi (salsicce, salsicce, salsicce, latticini grassi);

? ricorda che le bevande alcoliche, compresa la birra, sono ricche di calorie;

? lasciare il tavolo con una leggera sensazione di fame, poiché il corpo ha già ricevuto abbastanza cibo, ma il segnale al riguardo non ha ancora raggiunto il cervello;

? masticare accuratamente il cibo, poiché ciò contribuisce all'estinzione dell'appetito;

? con un aumento del peso corporeo, aumenta l'attività fisica.

Nutrizione terapeutica. La nutrizione del paziente e le medicine svolgono un ruolo importante nel trattamento del paziente. Una certa dieta è il fattore più importante nel trattamento delle malattie dell'apparato digerente, del sistema cardiovascolare, dei reni, degli organi del sistema endocrino, ecc.

La nutrizione clinica è organizzata secondo la nomenclatura delle diete sviluppata dall'Institute of Nutrition RAMS - tabelle mediche (ci sono 15 tabelle mediche di questo tipo). Ogni numero di tabella medica corrisponde a una specifica malattia in cui viene utilizzata questa tabella (dieta).
<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

Buona nutrizione

  1. Buona nutrizione
    Tradotta dal latino, la parola "dieta" significa una porzione giornaliera di cibo e la parola "razionale", rispettivamente, viene tradotta come ragionevole o appropriata. La nutrizione può essere considerata razionale solo quando soddisfa i bisogni del corpo umano in sostanze plastiche (edilizie), reintegra i suoi costi energetici senza eccessi, corrisponde
  2. Buona nutrizione
    La nutrizione è il più importante bisogno fisiologico del corpo, volto a mantenere e garantire le sue funzioni di base, come la crescita, lo sviluppo e la capacità di lavorare attivamente. Razionale è l'alimentazione che soddisfa l'energia, la plastica e le altre esigenze del corpo, fornendo al contempo il necessario livello di metabolismo. Una buona alimentazione è
  3. Nutrizione razionale di uno studente
    Una buona alimentazione è uno dei fattori nel mantenimento della salute umana e della longevità e nella prevenzione delle malattie croniche e infettive. La crescita e lo sviluppo adeguati del corpo del bambino sono impossibili senza fornirgli una corretta alimentazione. Pertanto, la mancanza di proteine ​​negli alimenti può portare a un ritardo nello sviluppo fisico e mentale del bambino, rallentando la pubertà. Allo stesso tempo
  4. Buona nutrizione
    "Tutto è buono e tutto è cattivo", ha detto il grande medico dell'antichità, Paracelso, "solo la misura è importante". Queste parole si riferiscono all'alimentazione, probabilmente più che a qualsiasi altro fenomeno della vita umana. Il fatto che la qualità dell'esistenza umana dipenda dalla natura della nutrizione è oggi una verità banale. Il problema, tuttavia, qui, è che qualsiasi prodotto può essere per il nostro
  5. Una buona alimentazione è la chiave per la salute
    I nostri nutrienti devono essere un rimedio e i nostri rimedi devono essere un nutriente. Ippocrate Principi di una buona alimentazione. Proteine. Grassi. I carboidrati. Fiber. Sostanze pectiniche Vitamine. Minerali. La nutrizione, che fornisce il pieno sviluppo, è chiamata razionale (rapporto dal lat. - mente, calcolo, misura e lazionalità - ragionevole,
  6. BASE ESSENZIALE ALIMENTARE
    Nella definizione di vita come forma di metabolismo con l'ambiente, durante la quale il corpo come sistema aperto riceve dalle sostanze esterne che fungono da materiale da costruzione, assicurandone la crescita e lo sviluppo, nonché la formazione di organismi figlie nel processo di riproduzione e fornendo energia, in questo capitolo occorre prestare attenzione al "metabolismo", poiché quest'ultimo è possibile
  7. Domanda 41 Buona alimentazione
    Tutti i processi vitali nel corpo umano dipendono molto da cosa consiste la loro alimentazione fin dai primi giorni di vita, nonché dalla dieta. Ogni organismo vivente nel processo della vita spende continuamente le sue sostanze costituenti. Una parte significativa di queste sostanze è "bruciata" (ossidata) nel corpo, a seguito della quale viene rilasciata energia. Energia corporea
  8. Una buona alimentazione e le regole della sua organizzazione
    La nutrizione è considerata razionale se reintegra le spese energetiche del corpo, provvede al suo bisogno di sostanze plastiche e contiene anche tutte le vitamine, i macro e i micronutrienti necessari per la vita e la fibra alimentare in termini di quantità e set di prodotti corrisponde alle capacità enzimatiche del gastrointestinale tratto. Si tratta di mangiare con
  9. Buona nutrizione
    Mangiare cibi che la natura potrebbe offrire a un organismo vivente in evoluzione alla fine ha portato alla formazione del corpo umano, i cui meccanismi fisiologici sono focalizzati su complessi naturali di sostanze alimentari. Per milioni di anni, gli antenati sono stati vegetariani usando abbastanza proteine, relativamente ricchi di grassi e poveri di carboidrati. Sono queste sostanze
  10. Buona nutrizione
    Mangiare cibi che la natura potrebbe offrire a un organismo vivente in evoluzione alla fine ha portato alla formazione del corpo umano, i cui meccanismi fisiologici sono focalizzati su complessi naturali di sostanze alimentari. Per milioni di anni, gli antenati sono stati vegetariani usando abbastanza proteine, relativamente ricchi di grassi e poveri di carboidrati. Sono queste sostanze
  11. Le basi di una buona alimentazione per le donne in gravidanza
    L'alimentazione razionale è una delle condizioni principali per un decorso e un esito favorevoli della gravidanza, del parto, dello sviluppo del feto e del nascituro. Svolge un ruolo significativo nella prevenzione di anemia, gestosi, ritardo della crescita intrauterina, anomalie del travaglio e altre complicazioni. Per nutrizione razionale si intende un insieme completo di diversi prodotti alimentari, rispettivamente
  12. La nutrizione razionale dell'uomo moderno
    È deplorevole notare che al momento non ci sono raccomandazioni scientificamente basate sulla nutrizione razionale, così come sulla scienza della nutrizione stessa. Alla fine del XIX secolo, il Congresso dell'OMS approvò la disposizione in base alla quale la quantità di cibo necessaria per una persona dovrebbe essere determinata in base al suo contenuto calorico. Allo stesso tempo, sono stati presi come base i calcoli basati sullo studio della dieta
  13. Programmi razionali di nutrizione parenterale
    Per condurre una PP completa, è necessario correggere gravi violazioni del contenuto di acqua, elettroliti e sistemi tampone. I prerequisiti elementari per minacciare la vita del paziente (ad esempio insufficienza cardiaca, shock) devono essere eliminati. Solo dopo l'eliminazione di gravi violazioni iniziano a PP. È necessario seguire rigorosamente le istruzioni allegate a ciascun farmaco. È importante conoscere la composizione
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com