principale
Informazioni sul progetto
Notizie di medicina
Agli autori
Libri su licenza di medicina
<< Avanti Successivo >>

Supporto respiratorio nella sindrome da distress respiratorio acuto, il concetto di ventilazione meccanica "gentile", metodi di ossigenazione ausiliari

Uno dei compiti più difficili del supporto respiratorio è quello di eseguire la ventilazione meccanica e la radiazione interna nella sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS), che è nota per avere ipossiemia persistente, scarsamente corretta, marcata irregolarità del danno polmonare, frequente sviluppo di complicanze - barotrauma del tessuto polmonare, adesione infezione nosocomiale.

<< Avanti Successivo >>
= Vai al contenuto del tutorial =

Supporto respiratorio nella sindrome da distress respiratorio acuto, il concetto di ventilazione meccanica "gentile", metodi di ossigenazione ausiliari

  1. Metodi di correzione per insufficienza respiratoria acuta nella lesione polmonare acuta / sindrome da distress respiratorio acuto con un comprovato effetto sulla mortalità e danno polmonare indotto dal ventilatore
    • Ventilazione con piccoli volumi respiratori. L'uso di piccoli volumi respiratori consente di ridurre le manifestazioni di volutrauma e di evitare alte pressioni transpolmonari. Secondo il più ampio studio multicentrico randomizzato controllato condotto da ARDSnet in 41 centri e con 861 pazienti, l'uso di piccoli volumi correnti (6 ml / kg di peso corporeo) porta a
  2. Supporto respiratorio per edema polmonare acuto
    L'edema polmonare acuto è una complicanza formidabile, che porta sempre rapidamente all'ipossiemia arteriosa profonda. La cura del paziente deve essere fornita immediatamente. Ai primi segni di edema polmonare, insieme agli agenti terapeutici convenzionali, viene mostrato l'uso dei metodi BBJI. I loro compiti principali sono di aumentare la pressione intrapolmonare, ridurre il precarico del ventricolo destro ed eliminare
  3. Adattamento del supporto respiratorio al paziente durante la ventilazione meccanica
    Nella pratica anestesiologica in condizioni di mielinizzazione, il problema dell'adattamento del respiratore al paziente non esiste. Se durante l'operazione il paziente recupera la respirazione indipendente, gli viene somministrata un'altra dose di miorilassanti. Tuttavia, nella pratica della terapia intensiva all'inizio dell'attuazione del supporto respiratorio, e talvolta nel processo della sua attuazione, ci possono essere difficoltà significative.
  4. Trattamento della sindrome da distress respiratorio
    La prevenzione di RDS consiste, prima di tutto, nell'eliminazione del fattore eziologico (condizione settica, embolia, DIC), correzione tempestiva dell'ipovolemia, miglioramento della reologia del sangue e sviluppo dell'iperidratazione non può essere consentito. Inoltre, è necessaria una condotta razionale della terapia trasfusionale per infusione: il sangue intero del donatore non può essere utilizzato per più di 3 giorni di conservazione durante
  5. CONCETTI MODERNI DI SUPPORTO RESPIRATORIA
    RESPIRATORIO CONCEPT MODERNO
  6. Trattamento intensivo dello stato asmatico, edema polmonare, sindrome da distress respiratorio acuto
    1. Disturbi della ventilazione ostruttiva sono causati da: 1) Edema delle membrane mucose 2) Laringospasmo 3) Broncospasmo 4) Ematossia 5) Inibizione del centro respiratorio Risposte: a) corrette 1,2,3; b) correttamente 1,2,5; c) 2,3,4 correttamente. 2. Disturbi della ventilazione polmonare sono osservati con: 1) Pneumotorace 2) Laringospasmo 3) Azione dei rilassanti muscolari 4) Avvelenamento da barbiturici 5) Aumento della pressione addominale
  7. Compiti per supporto respiratorio in ARDS
    • ???? Ottimizzazione dello scambio gassoso: -Providing ventilazione alveolare (cioè, pCO2 arterioso e pH). È effettuato dalla selezione del valore di ventilazione minuto dei polmoni fino al raggiungimento di normocapnia (normoventilazione) PaCO235-45 mm Hg. Art. Nel caso di un decorso estremamente grave della sindrome da angoscia, quando è impossibile mantenere l'ossigenazione con altri mezzi (l'inefficacia della perdita di pigolio, le manovre di reclutamento alveolare,
  8. Sindrome da distress respiratorio acuto. Sindrome da angoscia respiratoria dell'adulto [angoscia]
    Diagnostica ICD-10 cipher J80 Quando si effettua una diagnosi Obbligatoria Livello di coscienza, frequenza respiratoria ed efficienza, polso, pressione sanguigna, temperatura corporea, anamnesi, esame fisico R-grafia degli organi del torace Gas ematici Addizionale (se indicato) CVD DZLA Durante il trattamento Monitoraggio secondo p.1.5 Ulteriore saturazione dell'emoglobina, diuresi oraria, gas del sangue,
  9. Supporto respiratorio in preeclampsia severa
    L'Eclampsia è la forma più grave di preeclampsia. Il coma ecampico è particolarmente pericoloso quando una donna ha una coscienza compromessa anche al di fuori di un attacco convulso. L'eziologia dell'eclampsia è ancora oggetto di dibattito, ma è certo che nella sua patogenesi, lo spasmo generalizzato delle arteriole gioca un ruolo dominante, probabilmente come risultato del conflitto immunitario tra madre e feto, nonché una diminuzione
  10. Supporto respiratorio per l'asma
    Una delle ragioni frequenti per lo sviluppo dell'ARF ostruttiva è una condizione asmatica (crisi, stato) nei pazienti con asma bronchiale. Come è noto, la principale differenza tra lo stato asmatico e un attacco prolungato di asma bronchiale è l'aderenza al broncospasmo di grave ostruzione bronchiale, refrattaria alla terapia. Inoltre, è l'ostruzione il principale anello nella patogenesi della crisi. a
  11. CARATTERISTICHE DELL'APPLICAZIONE DEL SUPPORTO RESPIRATORIO IN INSUFFICIENZA RESPIRATORIA DI DIVERSA GENESI
    Il metodo di supporto respiratorio per insufficienza respiratoria dipende sia dalla gravità delle condizioni del paziente, sia dalla genesi delle malattie o dalla natura della lesione che ha causato problemi respiratori. A partire dalla ventilazione meccanica, dovresti pianificare la durata della sua implementazione ogni volta che è possibile (è chiaro che con lo stato asmatico, non complicato dal processo infiammatorio nei polmoni, sarà inferiore rispetto alla poliradicoloneurite).
  12. Supporto respiratorio in esacerbazione dell'insufficienza respiratoria cronica
    Lo sviluppo dell'insufficienza respiratoria acuta in pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è accompagnato da un'elevata mortalità - fino al 40% [Hanson C. W. et al., 1996], che negli ultimi anni ha avuto tendenza ad aumentare [Ferguson G. T., Cherniack R M., 1993]. Uno di questi pazienti richiede una terapia respiratoria attiva e talvolta prolungata. Le cause più comuni di un forte deterioramento
  13. Supporto respiratorio in caso di danno parenchimale ai polmoni
    Sotto il danno parenchimale capiamo il processo patologico nei polmoni, che coinvolge la zona di scambio di gas e lo spazio interstiziale. Può essere diffuso o locale. Esempi di un processo diffuso sono edema polmonare cardiogeno, ARDS e ALI, polmonite interstiziale. Lesioni locali possono verificarsi con polmonite lobare, aspirazione, contusione polmonare, ecc. a
  14. Supporto respiratorio in caso di grave polmonite grave
    È noto che in caso di polmonite grave l'ipossiemia si manifesta non solo a causa di uno shunt intrapolmonare di sangue, ma anche in connessione con insufficienza cardiaca (a causa di grave intossicazione) e nel primo periodo può essere dovuto a edema polmonare alveolare. L'intossicazione porta anche a compromissione della funzione di trasporto dell'ossigeno nel sangue. Un ruolo importante nella sconfitta dei giochi di pleura
  15. Supporto respiratorio in caso di peritonite
    La causa immediata più frequente di morte precoce nella peritonite è l'insufficienza respiratoria acuta secondaria, che è causata da una combinazione di un numero di meccanismi alternativi (intossicazione, ipovolemia, disturbi emodinamici, insufficienza renale, ecc.), Ma si basa sempre su una discrepanza tra le esigenze metaboliche del corpo e la ventilazione
  16. Supporto respiratorio per massicce perdite di sangue
    L'insufficienza respiratoria con massiccia perdita di sangue sin dall'inizio è mista. Da un lato, questi sono alterazioni della microcircolazione, aumento della richiesta di ossigeno nei tessuti, diminuzione del trasporto di ossigeno, sia a causa di ipovolemia e diminuzione della gittata cardiaca, sia a causa di una diminuzione della capacità di ossigeno del sangue. D'altra parte, i disturbi gravi si sviluppano molto rapidamente nei polmoni.
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2016
info@medicine-guidebook.com