Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Coma in avvelenamento acuto


Per la memorizzazione mnemonica delle principali cause dello sviluppo del coma, viene proposta la parola ATOMIC:
A è l'alcool;
T - lesione;
O - avvelenamento;
M - disturbi metabolici;
E - infezione;
K - monossido di carbonio (carbonio).

DIAGNOSTICA FARMACOLOGICA DEL COMA TOSSICO
Il naloxone (0,8 mg) in 40 ml di una soluzione di glucosio al 40% con 100 mg di tiamina per via endovenosa ha un effetto di risveglio in caso di avvelenamento con oppiacei, clonidina ed etanolo.
AGENTI TOSSICI NELLA VELENOSIONE CHE POSSIBILI SINTOMI DI “ADDOMENTO ACUTO”
I sintomi di un "addome acuto" sono possibili con intossicazione con colinomimetici e farmaci anticolinergici (glicosidi cardiaci, reserpina, funghi); tossina botulinica; metalli pesanti (piombo, arsenico, mercurio); veleni di ragno (vedova nera); diuretici tiazidici; ormoni steroidei; azatioprina; veleni corrosivi; contraccettivi orali; anticoagulanti.
ODORE DI ALCUNI COMPOSTI TOSSICI (tab. 2)
Tabella 2. Odori di alcuni composti tossici
Sostanza, condizione odore
cianuri Mandorla amara
Idrogeno solforato, mercaptani, teturam Uova marce
cicuta carote
nicotina tabacco
Fenolo, Creosoto disinfettanti
Fosforo, tellurio, selenio, tallio, arsenico aglio
Marijuana, oppio Erba bruciata
etanolo alcool
Cloroformio, tricloroetilene, cloro Acetone (dolce, frutta
timo metil isopropanolo tovy)
uremia ammoniaca
Diabete, chetoacidosi frutta




<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Coma in avvelenamento acuto

  1. CONDIZIONI DI EMERGENZA NELLA VELENOSITÀ ACUTA
    Avvelenamento - condizioni patologiche causate dall'azione di sostanze tossiche di origine esogena in qualsiasi modo entrino nel corpo. La gravità della condizione in caso di avvelenamento è determinata dalla dose del veleno, dalla sua consegna, dal tempo di esposizione, dallo sfondo premorboso del paziente, dalle complicazioni (ipossia, sanguinamento, sindrome convulsiva, insufficienza cardiovascolare acuta, ecc.). Dal dottore
  2. PRINCIPI DI TERAPIA INTENSIVA NELLA VELENOSITÀ ACUTA
    L'avvelenamento è una condizione patologica che si sviluppa quando il veleno interagisce con il corpo. Nei paesi sviluppati, il numero di morti per avvelenamento acuto nei bambini supera significativamente il numero di morti per molte malattie infettive messe insieme. Prevenire l'avvelenamento in un bambino è molto più facile che curare. Pertanto, indipendentemente dalla specialità, ogni medico pediatrico dovrebbe
  3. Pronto soccorso per avvelenamento acuto
    L'avvelenamento è una condizione dolorosa causata dall'introduzione di sostanze tossiche nel corpo. L'avvelenamento dovrebbe essere sospettato in quei casi in cui una persona completamente sana si sente improvvisamente male immediatamente o subito dopo aver mangiato o bevuto, preso medicine, oltre a pulire vestiti, utensili e tubature con vari prodotti chimici, trattando i locali con sostanze che distruggono gli insetti o
  4. MISURE DI PRIMO SOCCORSO NELLA VELENOSITÀ ACUTA
    Le misure generali di emergenza per avvelenamento acuto includono: 1. Cessazione di ulteriore ingestione e rimozione di veleno non assorbibile. 2. Accelerazione della rimozione del veleno dal corpo. 3. L'uso di antidoti specifici. 4. Trattamento sintomatico. Avvelenamento da ammoniaca Sintomi di avvelenamento da vapore: lacrimazione, tosse, mancanza di respiro, raucedine
  5. Meccanismi fisiopatologici generali per lo sviluppo di coma e cure di emergenza per loro
    Il coma è una condizione caratterizzata da una forte inibizione del sistema nervoso centrale e manifestata da una profonda perdita di coscienza, da una ridotta attività riflessa e da una ridotta funzionalità degli organi interni. Il coma non è una malattia indipendente, indica sempre lo sviluppo di una condizione grave, spesso pericolosa per la vita, che richiede un trattamento urgente. Eziologia del coma. Coma Can
  6. Diagnosi e principi di cura per avvelenamento acuto nella fase preospedaliera
    L'avvelenamento (intossicazione) è una condizione patologica che si sviluppa a seguito dell'interazione di un organismo vivente e un veleno. Quasi tutti i composti chimici che possono causare disturbi nelle funzioni vitali e creare un pericolo per la vita e la salute possono agire da veleno. L'avvelenamento di solito è chiamato solo quelle intossicazioni che sono causate da veleni che entrano nel corpo dall'esterno (esogeno).
  7. Rianimazione e terapia intensiva per avvelenamento esogeno acuto.
    La lezione 6 dell'OEO è un processo patologico che si verifica a seguito dell'ingestione di varie sostanze tossiche dall'ambiente esterno nel corpo che causano disturbi dell'omeostasi. Una sostanza tossica è il veleno che entra dall'esterno. La gravità di O. dipende dalla dose, dalla concentrazione, dal tasso di escrezione e dalle modalità di penetrazione delle sostanze tossiche nel corpo. Le sostanze tossiche possono
  8. SINDROMI ED EMERGENZE NELLE MALATTIE CHIRURGICHE ACUTE
    SINDROMI ED EMERGENZE IN CHIRURGIA ACUTA
  9. SINDROMI E CONDIZIONI DI EMERGENZA NELLE MALATTIE UROLOGICHE ACUTE
    SINDROMI E CONDIZIONI DI EMERGENZA IN UROLOGIA ACUTA
  10. SINDROMI ED EMERGENZE NELLE MALATTIE GINECOLOGICHE ACUTE
    SINDROMI E CONDIZIONI DI EMERGENZA NELLA GINECOLOGIA ACUTA
  11. CONDIZIONI CRITICHE NEI DANNI CEREBRALI ACUTI: CARATTERISTICHE DI DIAGNOSTICA, MONITORAGGIO E TERAPIA INTENSIVA
    Amcheslavsky V.G. Il problema della diagnosi e del trattamento di pazienti in condizioni critiche ha una storia di quasi 30 anni nella medicina russa. Negli anni '70 del secolo scorso, il professor G.A. A Ryabov è stata data una definizione che caratterizza una condizione critica, come "... la condizione del paziente, in cui vi sono disturbi delle funzioni fisiologiche e disturbi nell'attività dei singoli sistemi,
  12. coma
    I cambiamenti di coscienza sono più comuni negli incidenti cerebrovascolari acuti, nelle lesioni traumatiche e infiammatorie del sistema nervoso, nonché nelle malattie somatiche avverse, nelle intossicazioni esogene. In coma si nota una grave compromissione della coscienza. Coma (dal greco. Koma - sonno profondo) - il grado più significativo
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com