Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Elettrocardiografia (ECG)


Metodi di registrazione e valutazione indicativa dell'ECG
Un elettrocardiogramma è un record di vibrazioni elettriche (cambiamenti nella differenza di potenziale) che si verificano a seguito del lavoro del cuore.
Un elettrocardiogramma può giudicare indirettamente la posizione anatomica del cuore e lo stato del miocardio (eccitabilità, conduzione, ipertrofia, focolai di necrosi, ecc.).
Dispositivo elettrocardiografo
Per la registrazione di ECG, le ambulanze sono dotate di elettrocardiografi con una rete (220 V) o batteria autonoma. Un elettrocardiografo è costituito da sensori: elettrodi, un amplificatore e un dispositivo di registrazione (penna e nastro di carta). La registrazione viene effettuata su un nastro di carta speciale simile alla carta millimetrata. Gli elettrodi sono attaccati agli arti del paziente e al torace. Su un cardiografo a canale singolo, vengono accese a turno diverse coppie di elettrodi (o gruppi), registrando così vari conduttori.
Giudicano la localizzazione del processo (ad esempio, la zona di necrosi) nel miocardio.
Durante le contrazioni cardiache, sul nastro vengono registrati vari denti, le cui combinazioni ripetute sono chiamate complessi. Sono importanti per valutare la frequenza cardiaca, il ritmo e la conduzione.
L'elettrocardiografo ha tre gradi di amplificazione. Il guadagno standard al quale viene solitamente registrato un ECG è quando un impulso elettrico dal cuore con una tensione di 1 millivolt (mV) viene registrato sul nastro sotto forma di un dente alto 10 mm. Altri gradi di amplificazione sono meno comunemente usati quando 1 mV è 5 o 20 mm. Questa modalità è impostata da interruttori speciali (indicatore millivolt e interruttore millivolt). L'elettrocardiografo consente di registrare un ECG con una velocità del nastro standard di 50 mm / se metà di quella di 25 mm / s (utilizzando il pulsante di accensione / spegnimento per spostare il nastro).
<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Elettrocardiografia (ECG)

  1. ECG PER STUDIO INDIPENDENTE MEDIANTE ALGORITMI ECG
    ECG 1 {foto152} ECG 2 {foto153} ECG 3 {foto154} ECG 4 {foto155} ECG 5 {foto156} ECG 6 {foto157} ECG 7 {foto158} ECG 8 {foto159} ECG 9 {foto160} ECG 10 {foto161} ECG 11 {foto162} ECG 12 {foto163} ECG 13 {foto164} ECG 14 {foto165} ECG 15 {foto166} ECG 16 {foto167} ECG 17 {foto168} ECG 18
  2. elettrocardiografia
    Indicazioni e controindicazioni Il monitoraggio dell'ECG durante gli interventi chirurgici è indicato per tutti i pazienti senza eccezioni. Non ci sono controindicazioni. Metodologia e complicanze Il valore diagnostico dell'ECG determina la scelta dei cavi. L'asse elettrico dell'II conduttore è parallelo agli atri, quindi è in questo conduttore che la tensione dell'onda P è massima. Il monitoraggio dell'ECG II porta al riconoscimento dell'ischemia
  3. SESSIONE 2 Stato terminale: fasi, diagnostica clinica, criteri per la valutazione della gravità delle condizioni del paziente. Arresto cardiaco improvviso. Tecniche di rianimazione cardiopolmonare. Basi elettrofisiologiche Tecnica di registrazione ECG ed ECG in 12 derivazioni.
    Scopo: insegnare agli studenti la diagnosi di condizioni terminali, metodi di rianimazione cardiopolmonare. Conoscere una tecnica di registrazione di un elettrocardiogramma in 12 incarichi. Domande del test 1. Cosa si intende con il termine "rianimazione?" Segni di morte clinica. 2. Quello che viene chiamato uno stato terminale? Descrizione delle specie principali. 3. Metodi di ventilazione meccanica. 4. Cosa si intende
  4. Sfondo ed elettrocardiografia
    I metodi più comuni per la valutazione dell'attività cardiaca fetale sono studi elettrocardiografici e phonocardiographic. Ciò è stato in gran parte facilitato dal lavoro di scienziati nazionali e stranieri (L.I. Shvang, A.B. Krechetov, I.V. Ilyin, L.S. Persianinov, G.M. Saveliev, T.V. Chervakova, K.V. Chachava, M. Knop, O. Hess, S. Larks, C. Bureau, ecc.). Elettrocardiografia indiretta e diretta
  5. elettrocardiografia
    L'elettrocardiografia è un metodo di registrazione grafica dei fenomeni elettrici che si verificano nel cuore durante la sua attività. Prima della riduzione, l'eccitazione si verifica nei cardiomiociti, cioè cambiano le proprietà fisico-chimiche delle membrane, la composizione ionica del fluido intercellulare e intracellulare e appare il potenziale d'azione. Dipolo elettrico + = → СУ (-), ox. Purkinje + →
  6. elettrocardiografia
    Il metodo è ampiamente utilizzato nella pratica clinica, soprattutto a causa delle moderne capacità tecniche. L'ECG riflette i processi di eccitazione nel muscolo cardiaco: l'inizio dell'eccitazione e la diffusione dell'eccitazione. Indirettamente, l'ECG riflette il lavoro del cuore come un intero organo, ma ovviamente non fornisce dati diretti sulla forza delle contrazioni cardiache e sulla dimensione del volume sistolico dell'ECG. Einthoven - olandese
  7. elettrocardiografia
    Introduzione di Robert J. Myerburg. Un elettrocardiogramma (ECG) è una descrizione grafica dell'attività elettrica del cuore, registrata sulla superficie del corpo mediante elettrodi posti in vari punti, che ci consente di stimare la distribuzione spaziale di questa attività. La fonte di attività elettrica del cuore funziona, si contrae
  8. elettrocardiografia
    Analisi della frequenza cardiaca e della conduzione Si può dire un ritmo cardiaco regolare o corretto se la durata degli intervalli R - R è la stessa e la dispersione dei valori ottenuti non supera + = 10% della durata media degli intervalli R - R. {foto34} Fig. 11. ECG di una persona sana a riposo (frequenza cardiaca di 75 battiti al minuto) Il numero di contrazioni cardiache (frequenza cardiaca) al ritmo corretto è determinato da
  9. BASI DI ELETTROCARDIOGRAFIA
    FONDAZIONI
  10. Elettrocardiografia clinica
    76. LA CAPACITÀ RIMANENTE È CHIAMATA 1) depolarizzazione rapida della membrana cellulare 2) depolarizzazione e successiva ripolarizzazione della membrana cellulare 3) ingresso degli ioni sodio nella cellula dopo aver raggiunto il potenziale di soglia 4) correttamente 2 e 3 5) non esiste una risposta corretta 77. AZIONE POTENZIALE CHIAMATA 1) depolarizzazione rapida membrana cellulare 2) depolarizzazione e successive
  11. Elettrocardiografia clinica
    76-2 100-3 124-4148-5172-3 196-520-477-4 101-1 125-114-5173-4 197-2221-378 78-4 102-3 126-5 150 - 5 174- 4 198- 4222- 3 79- 4 103- 3 127- 5 151- 5 175- 4 199- 1223- 2 80-4 104- 3 128-5 152- 4 176- 2 200-1224- 2 81-1 105-1 129-1153-4177-4 201-1225
  12. Elettrocardiografia in pazienti con sindrome VPU
    Un tipico schema ECG nella sindrome VPU (un breve intervallo P - R con un complesso QRS espanso che inizia con un'onda delta) è il risultato della fusione delle onde di attivazione dei ventricoli che attraversano la normale giunzione atrioventricolare (nodo AV - His - sistema Purkinje) e un percorso aggiuntivo (DP ). In tali pazienti, la natura dell'attivazione ventricolare è determinata da quanto segue: 1) la posizione della DP; 2)
  13. ELETTROCARDIOGRAFIA AD ALTA RISOLUZIONE NELLA DIAGNOSTICA DELL'ARRITMIA E PREVISIONE DELLA MORTE STRAORDINARIA DEL CUORE
    Uno dei problemi urgenti della moderna cardiologia è la previsione tempestiva dell'instabilità elettrica del miocardio, che è la chiave per prevedere lo sviluppo di aritmie potenzialmente pericolose. L'introduzione della tecnologia informatica, i moderni metodi di elaborazione digitale del segnale ECG hanno portato allo sviluppo e all'aumento dell'uso della tecnologia informatica nella pratica clinica quotidiana
  14. Analisi ECG
    L'analisi di qualsiasi ECG dovrebbe iniziare con il controllo della correttezza della sua tecnica di registrazione. In primo luogo, è necessario prestare attenzione alla presenza di una varietà di interferenze, che possono essere causate da correnti indotte, tremori muscolari, scarso contatto degli elettrodi con la pelle e altri motivi. Se l'interferenza è significativa, è necessario rileggere l'ECG. In secondo luogo, è necessario testare l'ampiezza del millivolt di controllo,
  15. ECG normale
    103. DENTE Q SULL'ECG DI UN SANO RIFLESSO 1) eccitazione del setto interatriale 2) eccitazione della base del ventricolo destro 3) eccitazione della metà sinistra del setto interventricolare 4) tempo di attivazione del ventricolo sinistro 5) sistole elettrica del tumore ventricolare neurologico 1) V1-V2 2) V3 3) V4-V6 4) aVR 5) aVF
  16. Analisi ECG BP
    Nello studio dell'ECG la BP distingue tra parametri di tempo, ampiezza e frequenza del segnale. A questo proposito, ci sono tre approcci per identificare le aree di depolarizzazione ritardata: tempo, spettro e ora spettrale. Attualmente, il più comune è il metodo di analisi temporale di PCA e SPP, poiché i valori più alti di sensibilità e specificità, nonché i valori più alti
  17. ECG
    Con flutter atriale su un elettrocardiogramma, invece delle onde P, le onde ritmiche F vengono determinate con una frequenza di solito 240-340 al minuto (tipo I, in assenza di trattamento antiaritmico). Le differenze negli intervalli FF non superano i 20 ms. Con un tipico flutter atriale con eccitazione in senso antiorario nelle derivazioni II e III, vengono registrate le onde a dente di sega F con una fase negativa pronunciata e nella derivazione
  18. ECG per infarto del miocardio
    Uno degli argomenti chiave dell'elettrocardiografia è la diagnosi di infarto miocardico. Considera questo argomento critico nel seguente ordine: 1. Segni elettrocardiografici di infarto miocardico. 2. Localizzazione di un attacco di cuore. 3. Fasi di un infarto. 4. Varietà di attacchi di cuore
  19. Registrazione ECG
    Scopo: ottenere informazioni sulle funzioni di base di un cuore che lavora. Prerequisito: la registrazione dell'ECG viene eseguita dopo 10-15 minuti di riposo, 2 o più ore dopo aver mangiato. Tecnica di registrazione ECG Al paziente viene spiegato l'avanzamento dello studio e il consenso è ottenuto dalla procedura. Il paziente è disteso sul divano a faccia in su con le braccia distese lungo il busto e con un cuscino sotto la testa.
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com