principale
Informazioni sul progetto
Notizie di medicina
Agli autori
Libri su licenza di medicina
<< Avanti Successivo >>

I carboidrati.

Entrando nel corpo, il glucosio viene convertito in glicogeno, che è una catena polimerica di molecole di glucosio, a causa della rottura dei carboidrati. Inoltre, il glicogeno, se necessario, viene convertito nel fegato nello stesso glucosio e nei muscoli viene scomposto in lattato. Questo processo è chiamato glicogenolisi e grazie ad esso non vengono alimentate solo le cellule muscolari ma anche il cervello.
Ma normalmente, il fegato può contenere solo 90 g di glicogeno, il resto del glicogeno viene depositato nel tessuto muscolare, ma anche le sue riserve non sono grandi. Se l'assunzione di carboidrati per pasto supera i 90 g (pasti rari ma abbondanti), o c'è un sovralimentazione costante, che porta ad un'assunzione eccessiva sistematica di glucosio, il fegato è troppo pieno di glicogeno ei carboidrati iniziano a trasformarsi in grassi. Se un tale stile di vita è abbastanza lungo, allora arriva un momento in cui le cellule del fegato (epatociti) sono piene di glicogeno e grasso. Negli epatociti, semplicemente non c'è spazio per accogliere fisicamente la prossima dose di glucosio, tutto ciò che arriva e viene fornito con cibo in eccesso.
Per fare in qualche modo spazio per il glucosio dal sangue, il fegato è costretto a convertire rapidamente il glucosio in grasso e reintegrare le riserve di grasso corporeo. A causa dell'eccessiva assunzione di glucosio, che non viene praticamente consumato dall'organismo (stile di vita sedentario e eccesso di cibo), il fegato si trasforma in una sorta di generatore di riserve di grasso, questa funzione degli epatociti diventa dominante e molto presto quasi tutte le cellule del fegato sono piene di grasso. Le scorte di glicogeno non reclamato sono ridotte al minimo.
Così, e sviluppa il fegato grasso (steatosi epatica).
Ora, qualsiasi, anche l'assunzione normale di carboidrati dal cibo porterà al fatto che i livelli di glucosio nel sangue aumentano. Sorge semplicemente perché il fegato non può più trasformare il glucosio in sé stesso - negli epatociti. Il posto giusto del glucosio è già occupato dal grasso.
Le riserve di glicogeno nel fegato e nel tessuto muscolare sono piccole. Totale - circa 450 g Questa fornitura di glicogeno, in assenza di assunzione di carboidrati dal cibo, è sufficiente per fornire all'organismo glucosio ed energia per 1-2 giorni.
Questo dovrebbe essere preso in considerazione, poiché il glucosio è l'unica fonte di energia indispensabile per il tessuto nervoso, specialmente per il cervello.
In generale, oggi ci sono tre fonti principali per il mantenimento dell'attività energetica del nostro corpo:
1. È lo zucchero sotto forma di glucosio,
2. Grassi sotto forma di acidi grassi.
3. E i cosiddetti corpi chetonici. Questo è un gruppo di composti organici che sono prodotti intermedi di metabolismo di grassi, carboidrati e proteine.
Una caratteristica importante del corpo umano è che, sebbene alcuni organi siano in grado di utilizzare tutti questi tre tipi di "carburante" per garantire le loro funzioni vitali, le cellule nervose e i globuli rossi possono lavorare esclusivamente sul glucosio.
Probabilmente hai sentito parlare di coma ipoglicemico. Con una rapida diminuzione del glucosio nel sangue, le cellule nervose semplicemente muoiono entro dieci minuti. Pertanto, con una forte restrizione dei prodotti che lo contengono, iniziano a comparire letargia, sonnolenza e altre manifestazioni di inibizione dell'attività del sistema nervoso.
In assenza di qualsiasi tipo di cibo, il livello di zucchero nel sangue diminuisce marcatamente, che è espresso in un primo momento in un appetito sempre crescente. Una diminuzione del glucosio nel sangue è un segnale per il corpo circa la necessità di mangiare qualcosa, cioè il glucosio è coinvolto nella regolazione dell'appetito, e questo deve essere preso in considerazione quando si redige una dieta mirata a ridurre il peso.
A causa della scissione del glicogeno (glicogenolisi), è possibile mantenere la concentrazione di zucchero nel sangue ad un livello relativamente costante fino a quando le riserve di glicogeno nel fegato e nei muscoli si esauriscono, e ciò avviene approssimativamente in un giorno.
Il lancio della glicogenolisi (degradazione del glicogeno) è iniziato da un certo numero di ormoni, i principali sono glucagone e adrenalina. Dalle droghe, questo processo può intensificare l'efedrina, le anfetamine e ... la caffeina!
La caffeina è una varietà di composti metilxantinici presenti in più di 60 prodotti vegetali, ma solo in quantità sufficiente: nelle foglie di tè e nei chicchi di caffè. In questo caso, la caffeina del tè è associata al tannino, quindi il suo effetto è più morbido dell'effetto del caffè caffeina. Questo ha il suo positivo - il tè non crea dipendenza, come spesso accade con il caffè.
La caffeina riduce la coagulazione del sangue, attiva i processi di ossidazione dei tessuti. Ciò aumenta la rottura del glicogeno. L'aumento della rottura del glicogeno porta ad un aumento della glicemia. E quando le sue riserve sono esaurite, inizia la scomposizione del grasso. Pertanto, la caffeina ha la capacità di stimolare indirettamente la scomposizione del grasso sottocutaneo e aumentare il contenuto di sangue degli acidi grassi. Questa capacità di caffeina si attiva ancora di più durante l'esercizio. Un aumento di zucchero nel sangue e acidi grassi è uno dei motivi per la comparsa di un senso di allegria ed energia.
Questo è il motivo per cui consiglio spesso ai miei pazienti di svolgere attività aerobica al mattino, a stomaco vuoto, quando la conservazione del glicogeno è minima. E sii sicuro mentre bevi una tazza di caffè nero forte.
L'assunzione mattutina di caffeina evita la violazione dei bioritmi quotidiani del corpo umano. La caffeina, oltre alla sua capacità di aumentare la secrezione di succhi gastrici e intestinali, aumenta drasticamente la peristalsi intestinale. La promozione del cibo lungo il tratto gastrointestinale sta accelerando. Il cibo non ha tempo per digerire completamente. Di conseguenza, si sviluppano processi putrefattivi e fermentativi nell'intestino. I componenti proteici del cibo iniziano a marcire e i componenti dei carboidrati - a fermentare. Per questo motivo, in nessun caso dovresti bere tè o caffè. Queste bevande devono essere bevute separatamente, almeno un'ora prima del pasto principale. Sebbene anche in questo caso, il progresso del cibo sarà accelerato.
Le bevande contenenti caffeina non dovrebbero essere consumate da persone con pressione sanguigna costantemente elevata, così come quelle affette da malattie vascolari e aterosclerosi. A causa dell'aumento di acidità dopo l'assunzione di caffeina, non è raccomandato per coloro che soffrono di gastrite, ulcera gastrica o ulcera duodenale.
Per una persona sana, una dose singola sicura è di 100-200 milligrammi di caffeina. La dose giornaliera massima consentita è di 1000 milligrammi di caffeina (1000 milligrammi = 1 grammo). In questo caso, una tazza di tè contiene un massimo di 85 milligrammi di caffeina. Di conseguenza, 12 tazze di tè al giorno non ti faranno male. Ma così tanto tè non è necessario.
La caffeina è chiara. È contenuto nel caffè, nel tè, nella Coca-Cola ... Nessuno è ancora morto. Bene, efedrina? Dopo tutto, è vietato dal CIO. Il bene non proibirà !?
L'efedrina non è pericolosa per la salute, ma in azione assomiglia alle note "ruote da discoteca": l'energia e la fretta, senza fatica - balla fino al mattino.
L'efedra è una di quelle piante rare che contengono alcaloidi. Gli alcaloidi differiscono nei loro effetti sull'uomo: ci sono droghe, ci sono veleni. Ma l'efedra contiene alcaloidi, che aumentano notevolmente l'energia muscolare. Uno degli alcaloidi è chiamato "efedrina".
Quando si tratta di farmaci che promuovono la perdita di peso, i concetti di "efficacia" e "innocuità" sono spesso degli antipodi. Sapendo questo, gli scienziati hanno sottoposto l'efedrina a uno studio completo. Così, un lavoro scientifico è nato in 195 pagine chiamate "Valutazione della sicurezza e determinazione del livello massimo consentito di uso dell'efedra". Secondo ricercatori indipendenti, la supplementazione con efedra naturale può essere considerata innocua se la sua dose giornaliera non contiene più di 90 mg di alcaloidi efedrina. La formula caffeina / efedrina si è rivelata la più efficace, ma l'efficacia del farmaco può essere ulteriormente aumentata passando contemporaneamente una pillola di aspirina in bocca.
L'efedrina è controindicata nelle seguenti diagnosi: trombosi coronarica, diabete, glaucoma, malattie cardiache, ipertensione, tutte le malattie della ghiandola tiroidea, alterata circolazione cerebrale, feocromocitoma (un tipo di cancro della ghiandola surrenale che rilascia adrenalina), ingrossamento della prostata. L'efedrina è particolarmente pericolosa in caso di danno renale. Non è consigliabile assumere integratori alimentari con efedra per coloro che sono prescritti farmaci con alcaloidi efedrina; Inoltre, l'efedra è controindicata per coloro che assumono farmaci che includono la monoammina ossidasi. Inoltre, l'efedrina non deve essere assunta nei bambini e negli adolescenti sotto i 18 anni di età, nelle donne in gravidanza e in allattamento, così come negli anziani.
Gli effetti collaterali, come un maggiore nervosismo o una rapida frequenza cardiaca, sono temporanei, ma possono sovrapporsi a una patologia cardiaca o renale sconosciuta. A questo proposito, non è necessario sperimentare l'efedrina sullo sfondo di un aumento dello stress vitale, già esacerbando tutti i disturbi interni. Inoltre, questo farmaco, a differenza della caffeina, è proibito per la vendita in Russia.
Dobbiamo sempre ricordare che la pienezza è spesso accompagnata da malattie cardiache e renali. Quindi, prendendo uno shock per perdere peso con caffeina ed efedrina, puoi incorrere nella tua malattia nascosta. Quando prendi questi farmaci hai bisogno di cure speciali! È meglio consultare un medico prima di prenderlo e sa già come controllarti per eventuali problemi di salute.
Ma torniamo al glicogeno.
Come così!? Infatti, dopo che le riserve di glicogeno si esauriscono, le nostre cellule nervose non muoiono senza glucosio, il secondo giorno di fame!
Per evitare l'ipoglicemia che è così pericolosa per il nostro sistema nervoso (abbassando i livelli di zucchero nel sangue), il corpo inizia a produrre glucosio da componenti non carboidrati, avviando un processo chiamato gluconeogenesi. Questo processo è innescato e controllato dagli ormoni della corteccia surrenale, i glucocorticoidi e si riduce al fatto che le proteine ​​dei tessuti del corpo entrano nel "focolaio".
Naturalmente, il glucosio può essere ottenuto dal glicerolo, che fa parte del grasso. Tuttavia, la glicerina è solo una piccola parte di ciò che viene prodotto dalla scomposizione dei grassi. Fondamentalmente, come risultato della scomposizione dei grassi, si ottengono vari acidi grassi dai quali non è possibile ottenere glucosio. Pertanto, il corpo, privo di apporto di glucosio, per sopravvivere, non rimane nulla, come utilizzare le proteine ​​per la produzione di glucosio, più precisamente, un set di 10, i cosiddetti glucogenici (da cui il glucosio può essere ottenuto) aminoacidi. Ne abbiamo già parlato quando abbiamo analizzato il significato delle proteine. E ora tu, naturalmente, capisci che gli aminoacidi sono troppo "beni costosi" per trasformarli in glucosio. Questo è un materiale da costruzione per la sintesi di proteine, che, per così dire, "per legna da ardere" sarebbe ovviamente irragionevole.
Da ciò ne consegue che una forte restrizione dell'assunzione di carboidrati porterà inevitabilmente alla distruzione del tessuto proteico del corpo. E, conoscendo il significato del tessuto proteico (muscolo) nel processo di bruciare i grassi, capiamo che è impossibile prevenirne la distruzione.
Ma il corpo umano è così organizzato che, con l'assunzione simultanea di grassi e carboidrati dal cibo, cerca prima di tutto di elaborare e ottenere energia dai carboidrati e di eliminare i grassi "per un giorno di pioggia". Allo stesso tempo, dopo aver mangiato, i carboidrati appena consumati bruciano prima nel corpo, quindi vengono utilizzati carboidrati provenienti dalle riserve di glicogeno del fegato e dei muscoli. Quindi, se necessario, e i costi energetici non vengono reintegrati, è il turno dei grassi appena mangiati. E solo allora, se necessario, accumulerà grasso accumulato e depositato. Come puoi vedere, il percorso per questi depositi non è molto vicino.
Si può semplicemente dire che la capacità di bruciare grassi diminuisce quando si mangiano grandi quantità di farina e dolci.
Il corpo cerca prima di tutto di bruciare carboidrati (amido e zucchero), come un combustibile più efficiente, mantenendo i grassi in riserva. Se il carico sul corpo non è grande e non vi è alcun motivo per spendere i grassi mangiati, essi non scompariranno e reintegreranno le riserve di tessuto adiposo e il peso aumenterà. In realtà, questo è normale ed è il principale effetto grasso dei carboidrati.
Ma c'è un'altra proprietà, non meno importante, dei carboidrati per influenzare il metabolismo dei grassi. E questo accade a causa della loro influenza sulla produzione di un meraviglioso ormone: l'insulina!
<< Avanti Successivo >>
= Vai al contenuto del tutorial =

I carboidrati.

  1. carboidrati
    Ruolo biologico I carboidrati nella nutrizione svolgono un ruolo estremamente importante. 1. I carboidrati sono un buon materiale energetico. 2. La funzione plastica dei carboidrati è piccola, ma fa parte di alcuni tessuti e fluidi corporei. 3. La funzione regolatrice dei carboidrati è quella di contrastare l'accumulo di corpi chetonici durante l'ossidazione dei grassi (in violazione del metabolismo dei carboidrati
  2. carboidrati
    Un altro componente che a volte si trova in preparati virali purificati è carboidrati (in quantità che superano il contenuto di zucchero dell'acido nucleico). Il glucosio e la ventibiosi, che si trovano nella composizione di T-even e in alcuni altri fagi, sono componenti dell'acido nucleico e sono discussi nella sezione sulla composizione del DNA e dell'RNA. Oltre a questi carboidrati "extra", la composizione dei batteriofagi
  3. CARBOIDRATI E LORO SIGNIFICATO NEL CIBO
    I carboidrati sono il componente principale della dieta. Il significato fisiologico dei carboidrati è determinato principalmente dalle loro proprietà energetiche. Ogni grammo di carboidrati fornisce 16,7 kJ (4 kcal). Per tutti i tipi di lavoro fisico c'è un aumentato bisogno di carboidrati. I carboidrati sono anche utilizzati nel corpo come il materiale plastico di molte cellule per
  4. Interruzione del metabolismo dei carboidrati
    La disgregazione del metabolismo dei carboidrati si sviluppa con la rottura di uno dei suoi tre stadi principali: • scissione e assorbimento dei carboidrati nel tratto digestivo; • sintesi e degradazione del glicogeno nel fegato; • consumo di carboidrati da parte delle cellule
  5. carboidrati
    Funzione I carboidrati forniscono una percentuale significativa dell'assunzione calorica di una persona. In definitiva, tutti i carboidrati contenuti nel cibo vengono convertiti in monosaccaridi e assorbiti come monosaccaridi, principalmente glucosio. Il glucosio è un combustibile indispensabile per tutti i tessuti del corpo e soprattutto per il cervello, che non è in grado di convertire il grasso in energia nel processo del metabolismo. il
  6. Assorbimento di carboidrati
    Nell'intestino, solo i carboidrati che sono influenzati da speciali enzimi vengono scomposti e assorbiti. I carboidrati non digeribili o le fibre alimentari non possono essere catabolizzati perché non ci sono enzimi speciali per questo. Tuttavia, il loro catabolismo è possibile da batteri del colon, che possono causare la formazione di gas. I carboidrati alimentari sono costituiti da disaccaridi: saccarosio (zucchero normale) e lattosio.
  7. Caratteristiche igieniche dei carboidrati
    Carboidrati - la principale fonte di energia del corpo. Questi includono zuccheri: mono- (glucosio, fruttosio), poli- (amido, glicogeno, fibre), di- (saccarosio, lattosio, zucchero). Durante l'ossidazione di 1 g di carboidrati, vengono rilasciate 4,1 kcal. L'assunzione giornaliera è di 300-600 g al giorno. Durante il lavoro fisico, i carboidrati vengono consumati per primi. Fonti: prodotti a base di cereali; zucchero; dolciaria; ortaggi a radice;
  8. carboidrati
    Il ruolo principale dei carboidrati è soddisfare il fabbisogno energetico e, a loro spese, viene coperto più della metà del contenuto calorico giornaliero della dieta. Tuttavia, hanno un valore plastico, essendo parte delle cellule e dei tessuti del nostro corpo. Allo stesso tempo, una quantità sufficiente di carboidrati è accompagnata da un consumo minimo di proteine ​​e la loro quantità in eccesso comporta
  9. Il ruolo fisiologico e il valore igienico dei carboidrati.
    Carboidrati: questa è la più vasta classe di composti organici della Terra che compone tutti gli organismi. I carboidrati e i loro derivati ​​servono come materiale strutturale e plastico del fornitore di energia e regolano una serie di processi biochimici. Secondo la classificazione dell'OMS, i carboidrati sono divisi in digeribili dal corpo umano e non assimilati. Carboidrati indigesti: formano una troupe dei cosiddetti
  10. Perturbazione della digestione e assorbimento dei carboidrati nel tratto gastrointestinale
    I carboidrati entrano nel corpo sotto forma di poli-, di- e monosaccaridi. La loro scissione si verifica principalmente nel duodeno e nell'intestino tenue, i cui succhi contengono enzimi amilolitici attivi (amilasi, maltasi, sucrasi, lattasi, invertasi, ecc.). I carboidrati sono suddivisi in monosaccaridi e assorbiti. La rottura e l'assorbimento dei carboidrati sono alterati da vari patologici
  11. Modelli nella distribuzione di proteine, grassi e carboidrati nella dieta quotidiana dei bambini
    La dieta degli scolari dovrebbe essere fatta in accordo con le norme fisiologiche quotidiane dell'alimentazione per i bambini di età diverse. Le caratteristiche fisiologiche e biochimiche dei loro corpi e fattori sociali, come il ritmo della vita, le condizioni di educazione della famiglia, la natura della frequenza scolastica, influenzano la quantità di bisogni fisiologici degli scolari nelle sostanze alimentari e nell'energia. complicazione
  12. Il valore di grassi, carboidrati e minerali nell'alimentazione umana. Le norme di questi componenti del cibo e le fonti del loro ingresso nel corpo umano
    Как уже указывалось на предыдущей лекции, жиры относятся к веществам, выполняющим в организме в основном энергетическую функцию. В этом плане жиры превосходят все другие компоненты пищи (углеводы и белки), так как при их сгорании выделяется в 2 раза больше энергии (1 г жира образует 9,3 ккал, в то время как 1 г белка и соответствующее количество углеводов только 4,3 ккал). Однако биологическое
  13. Вскармливание
    1. Неадаптированные кисломолочные смеси следующие: 1. Тонарин 2. Биолакт 3. Тотошка – 4. НАН кисломолочный 5. Тонус -2. Суточное количество молока в рационе ребенка в возрасте с 1 года до 1,5 лет составляет: 1. 800 - 900 мл 2. 100 - 200 мл 3. 400 - 500 мл 4. 350 - 400 мл 5. 600 - 700 мл 3. Лимонно-кислые соли натрия и калия не входят в состав следующих смесей: 1. «Малыш» 2. «Тонус» 3. «Алеся» 4.
  14. ИСТОЧНИКИ ЭНЕРГИИ
    Основными источниками энергии при ПП являются углеводы, вводимые в виде моносахаридов, и жиры, вводимые в виде жировых эмульсий. Глюкоза. Одним из наиболее распространенных ингредиентов ПП является глюкоза (декстроза). Из общего количества вводимой внутривенно глюкозы 65 % циркулирует в крови и распределяется по органам, 35 % — задерживается в печени, превращаясь в гликоген или жир. Помимо
  15. Пищевая и биологическая ценность овощей, плодов и грибов
    Жиры, белки. Большинство плодов и овощей не содержит жиров и бедны белками (0,5—1,5 г на 100 г продукта) *. Белки относятся к неполноценным, трудно перевариваемым, особенно при употреблении овощей и плодов в сыром виде. Исключение составляют соя (20 г белка), бобовые (4—5 г), картофель (2 г белка), брюссельская и цветная капуста (4,8—2,5 г белка), белок которых неплохо усваивается. funghi
  16. ЛЕКЦИЯ № 12. Синдром мальабсорбции у детей. Клиника, диагностика, лечение
    Энтеропатия — патологическое состояние, к которому приводит недостаток или нарушение функции тех или иных кишечных ферментов, обусловленное отсутствием, недостатком или нарушением структуры тех или иных кишечных ферментов, обеспечивающих пищеварительные процессы. Всасывание углеводов: углеводы пищи состоят из дисахаридов: 1) сахарозы (обычный сахар = фруктоза + глюкоза), лактозы (молочный сахар =
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2016
info@medicine-guidebook.com