principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Il ruolo dell'intestino crasso nella vita dei vegetariani e dei mangiatori di carne (Mechnikov, Shatalova e intestino crasso)



"Per molto tempo, gli scienziati non sono stati in grado di capire quale ruolo riveste l'intestino crasso nel nostro corpo. I. Mechnikov pensava persino che semplicemente non avessimo bisogno di un tale organo."
"Non c'è nulla di sorprendente nel fatto che Ilya Ilyich Mechnikov abbia sottovalutato il ruolo del colon. In effetti, se il corpo riceve aminoacidi essenziali con proteine ​​animali e nessuno conosce le funzioni dell'intestino crasso, è naturale supporre che non sia così necessario."
"I sostenitori della teoria calorica hanno sostenuto e continuano a sostenere che ci sono aminoacidi che non possono essere prodotti nel corpo umano, ma senza i quali non può esistere. Hanno iniziato a chiamarli insostituibili. È stato anche dimostrato che questi aminoacidi si trovano solo nelle proteine ​​animali, t. E. nella carne, quindi una persona è semplicemente obbligata a consumarla, per non morire. L'accademico Ugolev e il suo staff che utilizzano una serie di esperimenti hanno stabilito che esiste un corpo che produce aminoacidi essenziali nel nostro corpo intestino. Più precisamente, non è l'intestino stesso, ma gli inquilini che vivono in esso - microrganismi. Sono loro, che consumano parte dei nutrienti che entrano nel colon con cibo vegetale, li trasformano nel corso della loro vita in aminoacidi e vitamine di cui abbiamo bisogno. "
"Le opere di Ugolev e del suo staff ci permettono di spiegare perché I. I. Mechnikov ha sbagliato a valutare il ruolo del colon e allo stesso tempo, come si suol dire, a chiarire la questione del perché la parte dell'umanità che ha fatto la scelta a favore del cibo vegetale e ha rifiutato da carne e pesce. Questa è la stessa domanda di recupero che gli apologeti della teoria delle calorie hanno sempre evitato, come un gatto in una pozzanghera. "
"Bene, la risposta alla domanda sul perché milioni di vegetariani vivono senza carne e si sentono eccellenti, secondo me, ora è chiara."
Sembrerebbe che tutto ciò che scrive G.S. Shatalova (e tutte le citazioni le appartengono) sia più che convincente. E sembrerebbe che non si possa non essere d'accordo con tutto ciò che viene detto, a meno che non si conosca l'intero sfondo dei cosiddetti "errori" di I. I. Mechnikov nella storia dell'intestino crasso.
È particolarmente difficile sopportare il rimprovero ingiusto di Galina Sergeyevna rivolto al classico della medicina russa, "che ha accettato i postulati della teoria calorica sulla fede senza verifica sperimentale".
Perché è ingiusto? Sì, perché Ilya Ilyich Mechnikov ha osservato una donna operata per resezione, cioè rimozione dell'intestino crasso, per 30 anni.
(D'accordo, un esperimento piuttosto lungo.) Dopo di che ha fatto la seguente dichiarazione: "Il fatto che un essere umano avrebbe potuto vivere correttamente per più di 30 anni senza due punti, dimostra pienamente che questo organo è inutile per l'uomo ... anche dannoso per la salute e la vita, perché è il luogo preferito per i tumori maligni ".
Allora dov'è la verità? E la verità è che questa donna non è morta e non è morta perché le sezioni superiori del suo tratto gastrointestinale, e in particolare l'intestino tenue, sono state in grado di compensare la perdita dell'intestino crasso. Indubbiamente, questa donna aveva un'acidità aumentata o normale del succo gastrico, che le consentiva di assorbire completamente le proteine, cioè era originariamente un "mangiatore di carne". Se l'acidità del suo stomaco fosse ridotta (per non parlare dello zero), in altre parole, se questa donna fosse originariamente vegetariana, sarebbe improbabile che I.I.Mechnikov avrebbe dovuto osservare un paziente unico in quei giorni, e questo è certo, lui non sarebbe diventato oggetto di ingiusti rimproveri di G. S. Shatalova.
Pertanto, da questa storia si possono trarre le seguenti conclusioni. Nella vita di alcune persone, l'intestino crasso svolge un ruolo molto importante, fino a diventare una condizione necessaria per la loro esistenza, e nella vita di altri questo ruolo non è così importante (nella misura in cui potrebbero non avere affatto un intestino crasso affatto ). La prima categoria potrebbe includere le persone con un sistema digestivo indebolito a causa della bassa concentrazione di acido cloridrico nel succo gastrico. La seconda categoria dovrebbe includere coloro che hanno un livello più alto di acido cloridrico nel loro succo gastrico. Perdere il colon per un vero vegetariano equivale a morire o allo stesso modo di perdere uno stomaco per un mangiatore di carne.
Si può presumere che l'eccezionale, francamente, eroico lavoro dell'intestino crasso tra i vegetariani sia una compensazione per il cattivo lavoro del loro stomaco.
E si può anche presumere che non ci sia nulla di eroico in questo, così come non c'è un cattivo lavoro dello stomaco. È proprio questo tipo di digestione, vale a dire - puramente vegetariano.
Nel caso di un consumo evidente di carne, il ruolo dello stomaco nel processo di digestione sta crescendo incommensurabilmente. Inutile dire che, in questo caso, il colon ha un ruolo secondario e sarà un tipo di digestione "carnivora".
Ma sia questo che l'altro tipo di digestione sono ancora estremi e il normale tipo misto di digestione è la norma.

<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

Il ruolo dell'intestino crasso nella vita dei vegetariani e dei mangiatori di carne (Mechnikov, Shatalova e intestino crasso)

  1. La composizione della microflora dell'intestino crasso. Le funzioni della microflora dell'intestino crasso
    La composizione dettagliata della microflora intestinale è riportata nell'appendice 1. L'intera microflora intestinale è suddivisa in: - obbligatoria (microflora principale); - parte facoltativa (microflora condizionatamente patogena e saprofitica); Microflora obbligatoria. I bifidobatteri sono i rappresentanti più significativi dei batteri obbligati nell'intestino di bambini e adulti. Questi sono anaerobi, non formano una disputa e
  2. Anatomia del colon
    L'intestino crasso è la parte finale del tratto digestivo umano ed è costituito da diversi dipartimenti. Il cieco è considerato il suo inizio, al confine del quale l'intestino tenue scorre nell'intestino crasso con la sezione ascendente. L'intestino crasso termina con l'ano dell'ano. La lunghezza totale dell'intestino crasso nell'uomo è di circa 2 metri. Diametro di vari dipartimenti
  3. Caratteristiche del colon
    L'intestino crasso è costituito da vari reparti e si sviluppa dopo la nascita. Nei bambini di età inferiore a 4 anni, l'intestino ascendente è più lungo di quello discendente. Il colon sigmoideo è relativamente più lungo. A poco a poco, queste funzionalità scompaiono. Il cieco e l'appendice sono mobili; l'appendice è spesso atipica. Il retto nei bambini nei primi mesi di vita è relativamente lungo. Nei neonati, l'ampolla rettale
  4. Malattia intestinale. Enterocolite infettiva (dissenteria, febbre tifoide, colera). Colite ulcerosa non specifica. Morbo di Crohn. Malattia coronarica Appendicite. Cancro al colon
    1. Caratteristiche macroscopiche dell'intestino tenue con enterite da colera 1. un film grigio-giallo aderito strettamente alla parete 2. ulcerazione della mucosa 3. emorragie multiple 4. sclerosi della parete 2. Elementi della patogenesi della febbre tifoide 1. batteriemia 2. batteriocholia 3. gonfiore cerebrale 4. infiammazione essudativa 5. reazione di ipersensibilità nell'apparato linfoide 3. Moderno
  5. Intestino crasso
    L'ileo strangolato dell'intestino crasso è solitamente il risultato della rotazione (torsione). La torsione è più comune nelle cavalle quando il tempo per i puledri è giusto. La svolta dovrebbe essere maggiore di 180 gradi per causare l'ostruzione dei vasi venosi che drenano il sangue dal colon e più di 270 gradi per causare l'ostruzione delle arterie
  6. III. CANCRO INTESTINALE
    Il cancro al colon occupa attualmente il 3 ° posto tra le altre localizzazioni e, secondo vari autori, costituisce il 98-99% di tutti i tumori intestinali. Il cancro del colon ha una probabilità doppia di colpire gli uomini rispetto alle donne. La posizione più comune del tumore è il sigmoide (25-30%) e, soprattutto, il retto (circa il 40%). Tutte le altre parti del colon sono significativamente colpite dal cancro.
  7. Infiammazione dell'intestino crasso (colite)
    La colite è una malattia derivante da cambiamenti infiammatori-distrofici nel colon. Il processo infiammatorio può essere limitato o diffuso su più segmenti. L'area più comunemente colpita è il colon distale (proctite) o il retto e il colon sigmoideo (proctosigmondite). Ci sono colite acuta e cronica. La colite più comune è non infettiva,
  8. Intestino crasso
    spesso
  9. Biocenosi microbica dell'intestino crasso umano come organo aggiuntivo
    Nello stato prenatale e immediatamente dopo la nascita, l'intestino nel bambino è sterile. Nei primi giorni e settimane di vita si forma la microflora intestinale necessaria: bifidobatteri e batteri dell'acido lattico (L. acidophilus). Sono questi microrganismi che formano lo strato protettivo di barriera che riveste l'interno della mucosa intestinale sotto forma di una specie di biofilm (glicocalice). Questo film crea una barriera
  10. La struttura e le funzioni dell'intestino tenue e crasso. Malformazioni congenite dell'intestino
    In un adulto, la lunghezza dell'intestino tenue raggiunge circa 6 m, e quella grande - 1,5 m. Oltre alla larghezza e alla struttura dei gusci esterni, l'intestino tenue differisce dalla struttura spessa della mucosa, in cui pieghe circolari, villi intestinali e cripte (intestinali ghiandola). I villi sporgono nel lume sotto forma di escrescenze a forma di dito coperte da un epitelio cilindrico. Simile a
  11. Perché i veri vegetariani non possono essere i mangiatori di carne
    Secondo la profonda convinzione dei seguaci del vegetarianismo, la carne viene decomposta nell'intestino umano con il rilascio di veleno da cadavere, che avvelena non solo il nostro corpo, ma anche la nostra psiche. Mangiando i cadaveri di animali e pesci morti, ci associamo a quei complessi di orrore, paura e desiderio morente che attanagliavano gli animali sfortunati prima della morte. Pertanto, l'inevitabile conseguenza di tale avvelenamento
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com