principale
Informazioni sul progetto
Notizie di medicina
Agli autori
Libri su licenza di medicina
<< Avanti Successivo >>

Parla di calorie.


La maggior parte delle persone che stanno perdendo peso oggi calcolano attentamente il contenuto calorico del cibo mangiato, ma lo fanno completamente invano, perché il contenuto calorico del cibo mangiato in generale non influisce su nulla. Sorpreso?
Non si tratta della quantità di cibo in sé, ma della sua composizione qualitativa, nelle proporzioni di proteine, grassi e carboidrati. Principalmente carboidrati. Sono loro che, quando entrano nel corpo, vengono convertiti in glucosio, che, da un lato, ci dà energia, e dall'altra solleva il livello di zucchero nel sangue e incoraggia la formazione di uno strato grasso.
Credo che la teoria della perdita di peso, basata su una dieta ipocalorica, sia indubbiamente la più grande fallacia scientifica nel campo della dietologia. Questa ipotesi semplificata non ha una vera base scientifica. Ricorda la storia.
Nel 1930, due medici americani dell'Università del Michigan, Newborg e Johnston, avanzarono l'idea in una delle loro pubblicazioni che "l'obesità è molto probabilmente il risultato di mangiare cibi ricchi di calorie". Dato che all'epoca non esisteva una sola teoria che spiegasse scientificamente le cause dell'eccesso di peso, non appena il loro lavoro fu pubblicato, fu immediatamente accettato come un innegabile dogma scientifico. E nonostante le molte contraddizioni e scoperte degli ultimi anni, la loro teoria è stata inclusa nel curriculum delle istituzioni mediche in molti paesi occidentali e continua a occupare un posto di primo piano.
Quali sono le calorie di cui tutti parlano così tanto?
La quantità di calorie di un prodotto è determinata in modo molto semplice: la bruciano, nella cosiddetta "bomba calorica" ​​e misurano la quantità di calore rilasciata nelle calorie. La cosa più interessante è che nella bomba calorica puoi persino gettare uno sgabello, e ti darà ugualmente il numero di calorie richiesto. Da questo, tuttavia, non risulta che lo sgabello sia un prodotto alimentare di valore, e il corpo umano non assomiglia a una bomba simile. Non brucia tutto lì né lancia. Alcuni prodotti sono parzialmente digeriti e alcuni non vengono affatto digeriti.
Alcuni decenni fa, l'accademico A.M. Ugolev ha pubblicato la sua famosa teoria dell'alimentazione. Il punto principale di questa teoria era il seguente: il contenuto calorico della dieta dovrebbe corrispondere al consumo energetico del corpo.
Ma il tempo passò e fece alcuni emendamenti a questa disposizione. Si è scoperto che il corpo di ogni persona può assorbire in modo diverso le calorie ricevute dal cibo, ad esempio:
• Un contenuto significativo di fibra (anche solubile), può ridurre significativamente l'assorbimento e quindi l'assunzione di calorie in eccesso.
• Alcuni oligoelementi contenuti nel cibo influenzano l'assorbimento delle sostanze nell'intestino tenue. Ad esempio, i lavori scientifici di L. Fakambi hanno dimostrato che i formaggi stagionati, caratterizzati da un alto contenuto di calcio, trattengono alcuni dei grassi e ne impediscono l'assorbimento da parte dell'intestino. Di conseguenza, questa parte del grasso, e quindi le calorie, non viene ingerita, ma va di pari passo con le feci.
• I grassi di diversa natura vengono aspirati in modi diversi. Ad esempio, i grassi animali saturi vengono assorbiti e convertiti in grasso umano molto più facilmente dei grassi vegetali polinsaturi, che praticamente non partecipano alla formazione del grasso umano.
• L'assorbimento intestinale di carboidrati, grassi e proteine ​​varia leggermente a seconda dell'ora del giorno, della stagione e della composizione chimica di altri prodotti che incontrano quando entrano nell'intestino.
Quindi, la posizione di base della teoria calorica della nutrizione ora si presenta così: "Il contenuto calorico del corpo assorbito da ciascun organismo in modi diversi, la parte principale della dieta dovrebbe corrispondere al consumo energetico dell'organismo".
Sfortunatamente, la teoria del calorico ha completamente catturato le menti dei nutrizionisti moderni, perché ha permesso in una comoda forma numerica di valutare l'intensità energetica del cibo. Il fatto che queste cifre possano variare molto tra le diverse persone al momento è di scarso interesse per chiunque.
Quindi qui Secondo questa teoria, se il fabbisogno energetico di una persona è di 2500 calorie al giorno, e ne consuma solo 2.000 con il cibo, quindi per coprire un deficit di 500 calorie, il corpo umano prenderà a prestito questa quantità dal grasso immagazzinato. Di conseguenza, si verificherà una perdita di peso. E un'altra situazione. Se una persona consuma 3500 calorie al giorno, invece del 2500 ha bisogno, allora in questo caso, un surplus di 1000 calorie sarà automaticamente depositato sotto forma di riserva di grasso. Come puoi vedere, l'aritmetica qui è semplice. È a causa della semplicità e accessibilità di qualsiasi calcolo della dieta che la teoria delle calorie è ancora utilizzata nella pratica da molti nutrizionisti.
Ma in questo caso, vorrei fare una domanda, come hanno fatto i prigionieri a sopravvivere nei campi di concentramento, che hanno ricevuto da 200 a 400 calorie al giorno con un lavoro estenuante quotidiano? Se questa teoria è corretta, allora, secondo lei, dovrebbero morire entro pochi giorni, dopo aver speso tutte le loro riserve di grasso immagazzinate. Sì, sono molto magri, ma hanno continuato a vivere. E gli abitanti dell'assedio di Leningrado? Per quanti giorni hanno mantenuto una misera razione?
Allo stesso modo, puoi chiederti perché alcuni amanti del cibo, che consumano quotidianamente tra le 4.000 e le 5.000 calorie, non soffrono di obesità. Inoltre, tra loro ci sono molte persone magre. La gente dice anche di loro: "Non in una mangiatoia per cavalli". Secondo questa teoria, questi "ghiottoni" in pochi anni avrebbero dovuto ingrassare in quattrocentocinquecento chilogrammi. E come spiegare che alcune persone, riducendo la quantità di cibo consumato e con essa le calorie, continuano ad aumentare di peso?
Supponiamo che con una norma quotidiana di 2500 calorie, una persona consuma una tale quantità di cibo per un lungo periodo di tempo. Ma se improvvisamente questo numero di calorie si riduce a 2000, allora il corpo inizia a compensare la quantità mancante dovuta al grasso di riserva. Perdita di peso si verifica Questo è logico.
Ma dopo, il corpo sotto l'azione dell'istinto di sopravvivenza rapidamente, in pochi giorni, si adatta a questo livello di calorie in entrata. Inclusi non sono visibili, a prima vista, le funzioni protettive e le riserve del corpo. La temperatura corporea potrebbe diminuire leggermente, il cuore batterà un po 'meno, i movimenti diventeranno un po' più lenti e più economici. E la persona vivrà in pace più lontano da solo 2000 calorie. Allo stesso tempo, la perdita di peso si ferma naturalmente. Ma non è tutto.
Il fatto è che il nostro corpo, come risultato dell'evoluzione, ha acquisito esperienza di sopravvivenza, che mira a creare riserve. Se continua a ricevere solo 2.000 calorie, ridurrà semplicemente il suo fabbisogno energetico a, diciamo, fino a 1.700 calorie, e la differenza di 300 calorie sarà comunque messa in riserva. Ed ecco una cosa paradossale, anche se una persona mangia di meno (e il suo corpo, rispettivamente, ottiene meno calorie), comincia a recuperare lentamente. Una certa diminuzione è seguita da restauro, e perfino eccesso di peso iniziale. Inoltre, per tutto questo processo avverrà in diversi modi. Questo è il motivo per cui è impossibile offrire una dieta a basso contenuto calorico, non interessata alla sua composizione e non conoscendo le caratteristiche delle reazioni al corpo di una determinata persona.
Per cominciare, il processo di consumo di qualsiasi cibo può essere suddiviso in tre componenti:
1. Lavorazione meccanica (macinazione).
2. Digestione
3. Aspirazione.
E non c'è una sola persona che abbia attraversato tutte queste fasi allo stesso modo.
Dipende da molti fattori, ma la linea di fondo è che una persona finirà per assorbire il 99% delle sostanze nutritive, mentre l'altra avrà non più del 30%. In una persona, queste sostanze andranno a ricostituire il fabbisogno energetico, mentre l'altra sarà depositata sotto forma di grasso. Non c'è da stupirsi oggi, molti nutrizionisti progressisti dicono: "per perdere peso, è necessario non solo ridurre l'apporto calorico, ma anche in un modo speciale per cambiare la sua composizione". Questa è la base del moderno approccio al trattamento dell'obesità.
Se l'apporto calorico eccessivo sarebbe davvero una causa universale di sovrappeso, allora il modo più semplice e naturale per curare questa malattia sarebbe semplicemente ridurre la quantità di cibo consumato. Basterebbe contare il numero di calorie che questa persona di solito mangia e offrirgli una dieta in cui queste calorie contengono il dieci percento in meno. E dovrebbe dimagrire !?
Ma non tutto è così semplice. Una semplice riduzione delle calorie non può battere l'obesità. Questo fallisce anche quando il deficit calorico è molto significativo. Anche se molti dei miei colleghi stanno ancora cercando di contare le calorie, nonostante il fatto che sia piuttosto faticoso anche per un nutrizionista, e i risultati di tali calcoli sono molto approssimativi. Dopo tutto, anche gli alimenti con lo stesso nome possono avere calorie diverse.
La perdita di peso con una semplice dieta ipocalorica si osserva solo all'inizio del suo utilizzo. Dopo un po 'di tempo, molto prima di raggiungere il peso desiderato, il processo si ferma, nonostante l'ulteriore, molto severa, aderenza alla dieta. Questa situazione è familiare a molti di coloro che hanno mai provato a perdere peso.
Ma se è ancora più facile per te o se sei più abituato a contare le calorie, allora voglio avvertirti di un errore.
Alcuni nutrizionisti russi e stranieri consigliano di passare ai pasti in 2000 kcal. Non consiglio di farlo in alcun modo.
In primo luogo, perdere peso, anche se lo è, è incredibilmente lungo - allungato per molti anni.
In secondo luogo, nel caso di un metabolismo basso, queste 2000 kcal potrebbero benissimo non condurre alla perdita di peso. Le raccomandazioni che limitano la dieta a solo 2000 kcal dovrebbero essere considerate una riassicurazione non necessaria, solo dannosa per il processo di perdita di peso.
Bene e, in terzo luogo, la cosa più importante - secondo i ricercatori americani, con un apporto calorico di 2000 kcal, la perdita di peso non è dovuta al grasso, ma a causa della perdita di tessuti senza grasso (cioè a causa dei muscoli). Provoca affaticamento, perdita di capelli, cambiamenti della pelle e depressione.
In altre parole, una piccola diminuzione delle calorie è molto più dolorosa di una diminuzione delle calorie a 1000 kcal e, inoltre, tutto il peso corporeo perso allo stesso tempo viene rapidamente ripristinato quando si passa a una dieta normale.
Le persone che monitorano la forma fisica, di solito calcolano le calorie nella loro dieta. Dal punto di vista della nutrizione moderna e della scienza medica in generale, questo è un approccio fondamentalmente sbagliato - qualsiasi dieta dovrebbe essere basata su un equilibrio di proteine, grassi e carboidrati. L'assunzione di grassi dovrebbe essere ridotta al minimo, ma in caso contrario, per ogni singola persona l'enfasi sulla nutrizione dovrebbe essere diversa.
Cioè, un approccio moderno al problema della nutrizione razionale non è il conteggio delle calorie, ma il calcolo di una dieta equilibrata individuale per micro e macronutrienti e allo stesso tempo creare condizioni ottimali per la loro digeribilità! La loro deficienza provoca l'eccesso di cibo, poiché il corpo cerca di compensare la mancanza di certe sostanze. Pertanto, è necessario organizzare la fornitura pianificata di tutti i componenti alimentari necessari in quantità sufficienti. Il segreto del ritorno di peso in conformità con qualsiasi "dieta di libri" è che, escludendo determinati alimenti dalla dieta, non si ottengono le sostanze di cui il corpo ha bisogno con loro, e compensa la loro mancanza spendendo le proprie riserve. Ma quando torni al tuo vecchio modo di vivere, l'organismo che è sopravvissuto allo stress dovuto alla dieta inizia a ripristinare le sostanze consumate con una doppia forza. E questo è sempre - il ritorno di un peso ancora maggiore di quello che hai perso. Con lui arriva la disperazione.
Come organizzare il cibo secondo questo nuovo concetto?
<< Avanti Successivo >>
= Vai al contenuto del tutorial =

Parla di calorie.

  1. Calorie caloriche
    Perché finora non è riuscito a perdere peso per tutti? Abbiamo già sottolineato che la ragione di ciò risiede nelle idee errate o imprecise sul metabolismo, sui meccanismi di accumulo e consumo delle riserve di grasso. Gli errori fanno sorgere dubbi, ei dubbi ci fanno fermare nell'indecisione. E uno di questi malintesi molto comuni è pensare che più un prodotto è soddisfacente, tanto più
  2. A proposito di depressione in generale. Parliamo?
    Questo è ciò su cui voglio attirare la tua attenzione ora ... Come viviamo le malattie del corpo? Quando non intendiamo ammalarti a tuo piacimento, ovviamente. Al primo segnale di freddo, salimmo in un bagno caldo, bevemmo tè con lamponi e miele, versammo la senape nelle nostre calze, bevemmo un bicchiere o due di vodka con pepe, ci coprimmo con calore e al mattino - come i cetrioli! A chi tale preoccupazione per se stessi, ingoiare un paio o due
  3. calorie
    Il valore dei prodotti continua a essere misurato in calorie. Le calorie sono la stessa unità di misura del pollice o del metro. A basso contenuto calorico è la quantità di calore necessaria per aumentare la temperatura di un grammo (20 gocce) di acqua di un grado. Una grande quantità di calorie è la quantità di calore necessaria per riscaldare 1 kg (circa 2,25 libbre) di acqua per grado Celsius. Il calore e l'energia sono considerati equivalenti e
  4. Calorie: chi quanto?
    Una volta ho visto un film scientifico sul mangiare sano, la produzione, sembra, la BBC. Il giornalista ha chiesto ai passanti la stessa domanda: "Che cos'è il contenuto calorico?", E nessuno potrebbe rispondere. Tutti dicevano: questo è qualcosa che è nei prodotti. Ce ne sono molti nel cioccolato, ma nessuno sapeva esattamente cosa fosse veramente. Lo ammetto, ho anche imparato la definizione scientifica solo quando ho cominciato ad essere seriamente interessato.
  5. A proposito di malattie in generale. Parliamo francamente?
    Ho il mio segreto di salute, voglio condividerlo con te. Immaginiamo una situazione: una gola ha cominciato a rantolare, un imbarazzo nel nostro naso e vigore da qualche parte andato - sembra che abbiamo preso l'influenza e si ammalano? I nostri pensieri congetturali su questo: 1. È disgustoso! Ancora starnutire e tossire, e questo cattivo naso che cola! Odio fare male! 2. Oh, di nuovo mi ammalo! Com'è iniziata la mia salute! Certo, con tale
  6. Non appena voglio parlare con mia moglie, lui inizia a urlare. Cosa dovrei fare?
    Ho paura di sbagliare e non so come iniziare una conversazione in modo che fin dall'inizio non abbia una svolta spiacevole. Se qualcuno è costantemente in guardia, questo è un segno sicuro che sente di essere accusato di qualcosa. Controlla se stai sperando nel tuo cuore che riuscirai a far capire a tuo marito qualcosa per dimostrargli che hai ragione. Qual è lo scopo della tua conversazione con lui? forse
  7. Cosa dovrei fare quando voglio parlare con mio marito, e con lui con me - no?
    Ho l'impressione che sto parlando a un muro. Per questo motivo, mi astengo spesso dal parlargli. Quando una persona è completamente ritratta in se stessa, parla della sua paura di perdere l'autocontrollo. Negli uomini, di regola, è una paura mostrare la loro sensibilità e vulnerabilità. Esternamente, guardano con calma, frenano le loro emozioni, desiderando così di dare l'impressione di una persona
  8. Quando voglio parlare con mia moglie, lei inizia a obiettare e io me ne vado immediatamente.
    Perché non sono solo in grado di esprimere la mia opinione, ma addirittura di perdere la voce? La tua reazione indica che hai un senso di paura. Vuoi davvero che il tuo coniuge ti senta, e allo stesso tempo pensi che ciò di cui stai parlando non sia così importante per lei. Ecco perché non vuole ascoltarti. Quello che temi ti succede.
  9. Cibo a ridotto apporto calorico (1800-2000 calorie)
    Il cibo a ridotto apporto calorico (1800-2000 calorie) è raccomandato per i pazienti con diabete, con sovrappeso, superiore al normale del 29-49%. Anche il contenuto calorico giornaliero in questo caso è limitato, ma senza disturbare il rapporto tra i principali ingredienti del cibo - proteine, grassi e carboidrati. SET DI PRODOTTO PER IL GIORNO Pane nero 150 g di patate 70 g di verdure (eccetto patate) 550 g di Krupa
  10. Cibo a ridotto contenuto calorico (900-1000 calorie)
    Il cibo a basso contenuto calorico è raccomandato per i pazienti con diabete mellito che hanno un peso corporeo superiore a quello normale del 60-100% (grado III - IV obesità). La cosa principale in questa dieta è ridurre il contenuto calorico giornaliero di 900-1000 calorie a causa di una sostanziale diminuzione della quantità di grasso nella dieta e un aumento delle proteine. Si consiglia di includere nel menu più verdure, prima di tutto cavolo,
  11. Dieta ipercalorica (3500-3600 calorie)
    Una dieta ipercalorica è raccomandata per un paziente esausto e debilitato. SET DI PRODOTTO PER IL GIORNO Pane nero 500 g di patate 450 g di verdure (eccetto patate). Grano saraceno, farina d'avena, orzo 70 g di carne bovina II categoria 220 g o pollo II categoria 220 g salsiccia bollita varietà a basso contenuto di grassi 60 g Uova 1 pezzo. Ricotta non grassa 200 g Formaggio russo 50 g Latte 400 g.
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2016
info@medicine-guidebook.com