principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

I principi di base della nutrizione nell'ipertensione


Il rispetto di un'alimentazione adeguata, insieme al trattamento farmacologico, è un fattore estremamente importante nel trattamento dell'ipertensione. Non è esagerato affermare che con un aumento della pressione sanguigna, una corretta alimentazione è la base del trattamento, tenendo conto dei seguenti principi di base:
- stretta corrispondenza del valore energetico della dieta con il consumo di energia del corpo e, in caso di obesità, una riduzione obbligatoria del valore della dieta per ridurre il peso corporeo;
- orientamento nutrizionale anti-sclerotico;
- una significativa limitazione del sale fino alla sua esclusione in caso di esacerbazione della malattia;
- l'esclusione di prodotti e piatti che eccitano il sistema cardiovascolare (carne forte, pesce, brodi di funghi, tè forte, caffè);
- arricchimento della dieta con potassio, magnesio, vitamine C, P e gruppi
B;
- restrizione dei prodotti che causa aumento della formazione di gas e gonfiore (legumi, bevande gassate, ecc.);
- risparmio dei reni limitando carne, pesce, funghi, olii essenziali, acido ossalico, spezie;

- moderata restrizione del fluido libero;
- rispetto di 4-5 pasti al giorno ad eccezione di pasti abbondanti.
L'implementazione di questi principi e la scelta del cibo dipende dallo stadio dell'ipertensione, dalle malattie concomitanti, in particolare aterosclerosi e obesità, e da una complicazione come l'insufficienza circolatoria.

Con l'esacerbazione dell'ipertensione dello stadio I-IIA (il periodo iniziale della malattia), il cibo non viene salato durante la cottura. A tavola, il cibo può essere salato al ritmo di 5 g di sale da tavola al giorno.
Con l'esacerbazione dell'ipertensione IIB - stadio IIIA, il cibo viene preparato senza sale e non viene salato con il cibo per 4-6 settimane. Il sale a portata di mano non dà.
In caso di ipertensione in combinazione con l'aterosclerosi, la quantità di sale negli alimenti dipende dallo stadio dell'ipertensione, in caso di insufficienza renale nella nutrizione, le proteine, in particolare le proteine ​​della carne sono limitate e nell'obesità, la quantità di farina, cereali, pasta, zucchero e grassi è ridotta.
In caso di crisi ipertensive, vengono prescritti giorni di digiuno per 2 giorni: riso - composta, mela, frutta secca, verdura, frutta - verdura, latticini, cagliata, patate.
Con persistente esacerbazione dell'ipertensione, si consigliano alimenti arricchiti con sali di magnesio a causa di crusca di frumento, farina d'avena, grano saraceno, orzo perlato e cereali di grano, carote, frutta secca, ecc. Per diversi giorni si consiglia pane senza sale cotto da crusca di frumento, si aggiungono fino a 50 g di crusca, fritti con cipolle. nel porridge, il borsch viene preparato con un decotto mucoso di 100 g di crusca, il sale è escluso, il liquido è limitato a 600-700 g al giorno.
<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

I principi di base della nutrizione nell'ipertensione

  1. I principi di base della nutrizione terapeutica per l'ulcera peptica
    1. Fornire una dieta equilibrata completa; 2. Rispetto della dieta; 3. Fornire un risparmio meccanico, chimico e termico dello stomaco e del duodeno. Uno degli aspetti più importanti della nutrizione medica è l'osservanza di un regime alimentare, che è ancora più significativo della composizione della dieta stessa. Non appena il cibo viene a contatto con la mucosa gastrica,
  2. NUTRIZIONE PER LA MALATTIA IPERTENSIVA
    CIBO CON IPERTENSIONE
  3. I principi di base della nutrizione clinica per l'infarto del miocardio
    Nella nutrizione, il contenuto calorico e il volume degli alimenti sono significativamente limitati, il che aumenta gradualmente. Escludere alimenti ricchi di grassi animali e colesterolo (carni grasse, organi interni di animali, cervelli, caviale, tuorlo d'uovo, grassi animali, varietà grasse di pesce, ecc.), Alimenti che causano fermentazione intestinale e flatulenza (pane integrale, cavolo, legumi , latte nella sua forma naturale, ecc.).
  4. I principi di base della nutrizione clinica
    1. La dieta dovrebbe essere diversificata, tenendo conto dello sviluppo del processo di tubercolosi e delle condizioni generali del corpo. 2. Regimi rigorosi e un'alimentazione limitata possono essere prescritti solo per un breve periodo (con complicanze ed esacerbazioni della malattia). 3. In tutte le fasi del trattamento, la nutrizione dovrebbe essere differenziata. È necessario osservare i principi di base della costruzione qualitativa e quantitativa della dieta
  5. Principi di base di "biosicurezza" e prevenzione delle malattie dello struzzo
    Nel campo dell'agricoltura dello struzzo, è difficile ottenere una buona produzione e risultati economici senza seguire i principi di base della prevenzione e protezione della salute dello struzzo. A causa dell'eccezionale suscettibilità degli struzzi alle malattie infettive, nonché alle malattie causate dalla mancanza di cure e alimentazione adeguate, è necessario seguire le regole di base della prevenzione basate sulla "biosicurezza"
  6. I principali obiettivi della nutrizione clinica per l'infarto del miocardio
    Gli obiettivi principali della nutrizione terapeutica sono: 1. Promuovere i processi di recupero nel muscolo cardiaco. 2. Migliorare la circolazione sanguigna e il metabolismo. 3. Eliminare lo stress sul sistema cardiovascolare e sul sistema nervoso centrale. 4. Fornire un risparmio del sistema digestivo e la normalizzazione della funzione motoria dell'intestino. L'alimentazione deve corrispondere a periodi di malattia (acuta, subacuta,
  7. Malattie infettive nella società moderna. Principi di base della prevenzione
    Infezione latina significa infezione. Le malattie infettive includono quelle che si sviluppano come risposta del corpo all'introduzione e alla riproduzione di agenti patogeni: batteri, funghi, virus. Dopo l'introduzione di un agente infettivo, nel corpo vengono prodotti anticorpi, complesse formazioni proteiche con cui l'uomo e gli animali combattono
  8. Malattia vascolare Aterosclerosi e arteriosclerosi. Ipertensione essenziale e arteriolosclerosi. cardiopatia ipertensiva.
    1. L'aterosclerosi colpisce principalmente 1. vene 2. capillari 3. arteriole 4. arterie grandi e medie 2. Supplemento: l'emorragia nello spessore della placca ateromatosa è chiamata ematoma ______________________. 3. Forme del decorso clinico dell'ipertensione arteriosa 1. secondaria 2. idiopatica 3. maligna 4. benigna 4. L'azione del sistema renina-angiotensina è realizzata 1.
  9. NUTRIZIONE PER MALATTIE DI ULCER DELLO STOMACO
    NUTRIZIONE PER MALATTIE DI ULCER
  10. NUTRIZIONE PER LE MALATTIE DEL SISTEMA CARDIOVASCOLARE
    NUTRIZIONE NELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI
  11. Nutrizione dell'ulcera peptica dello stomaco e del duodeno
    Per creare la massima pace dello stomaco e del duodeno, devi mangiare 5-6 volte al giorno. Prendi il cibo in piccole porzioni, lentamente, senza fretta. Di notte, è meglio bere lentamente un bicchiere di latte caldo. Per eliminare il dolore e neutralizzare il succo gastrico, che irrita la mucosa gastrica, devi anche bere un bicchiere di latte caldo e mangiare
  12. malattia ipertonica
    L'ipertensione è osservata nel 4-5% delle donne in gravidanza. Questa patologia e le sue complicanze che si verificano durante la gravidanza occupano un posto importante nella struttura della morbilità e mortalità materna e perinatale. Nella maggior parte delle donne in gravidanza, l'ipertensione si sviluppa prima della gravidanza, ma può apparire per la prima volta durante questa gravidanza. La presenza di ipertensione arteriosa è indicata da arteriosa
  13. MALATTIE VASCOLARI. Aterosclerosi e arteriosclerosi. IPERTENSIONE ARTERIALE. Malattia ipertensiva e arteriolosclerosi. vasculite
    MALATTIE VASCOLARI. Aterosclerosi e arteriosclerosi. IPERTENSIONE ARTERIALE. Malattia ipertensiva e arteriolosclerosi.
  14. Conferenza 11. Aterosclerosi, ipertensione, infarto del miocardio, cardiopatia ischemica e coronarica
    Conferenza 11. Aterosclerosi, ipertensione, infarto del miocardio, malattia ischemica e coronarica
  15. malattia ipertonica
    L'ipertensione è una malattia cronica, il cui principale segno clinico è un aumento prolungato e persistente della pressione arteriosa (ipertensione), che deve essere distinto dall'ipertensione sintomatica, che si verifica una seconda volta con malattie del sistema nervoso centrale ed endocrino, reni e patologia vascolare. Nella patogenesi dell'ipertensione
  16. Ipertensione e gravidanza
    L'ipertensione arteriosa è una delle principali cause di mortalità cardiovascolare e la sua prevalenza nella popolazione, secondo i criteri moderni, è di circa il 50%. Il rischio di gestazione su uno sfondo di ipertensione è determinato dal rischio di sviluppare gestosi combinata. Le conseguenze di questa complicazione possono essere incidenti cerebrovascolari, edema polmonare,
  17. MALATTIA IPERTENSIVA
    • Nell'ipertensione arteriosa si intende un aumento persistente della pressione arteriosa: sistolica - superiore a 140 e diastolica - superiore a 90 mm Hg. • Nella maggior parte dei casi (90–95%), la causa dell'ipertensione non può essere determinata. Tale ipertensione era chiamata primaria ed era identificata come una forma nosologica indipendente - ipertensione (il termine "essenziale"
  18. MALATTIA IPERTENSIVA
    Quindi, in oltre il 90% dei casi, non è possibile identificare la causa dello sviluppo dell'ipertensione. Tale ipertensione è definita essenziale o primaria / ipertensione /. L'ipertensione o ipertensione arteriosa essenziale è un aumento persistente / nella maggior parte dei casi geneticamente determinato / cronico della pressione sistolica e / o diastolica sullo sfondo di un aumento prolungato della pressione
  19. cardiopatia ipertensiva.
    Prima di procedere alla considerazione di questo argomento estremamente complesso e pertinente, vorrei delineare alcuni aspetti terminologici che sono stati usati a lungo da medici di varie specialità e sperimentatori, ma nonostante ciò, sono spesso tutt'altro che inequivocabili. Il concetto di ipertensione arteriosa (AH), proposto per determinare l'aumento dell'arteria
  20. MALATTIA IPERTENSIVA
    - una malattia di eziologia sconosciuta, in cui un aumento della pressione sanguigna non è associato a una lesione primaria degli organi interni * (Comitato di esperti dell'OMS, 1962). La classificazione e la nomenclatura dell'ipertensione sono state adottate dal Ministero della Salute dell'URSS. Si distinguono le seguenti varianti cliniche del decorso della malattia. 1. Malattia ipertensiva con progressione lenta
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com