principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Ormoni tiroidei


In così tanti atleti altamente qualificati, ho trovato nodi freddi nella fase di formazione. Questo è stato un buon segno per raggiungere prestazioni atletiche. Tuttavia, ho sempre sottolineato che quando il nodo è formato, dovrà essere rimosso. L'operazione non è molto complicata e talvolta viene eseguita anche in anestesia locale. I risultati sportivi da questo non cadranno, ma lo sviluppo del cancro verrà interrotto sul nascere.

Per molto tempo nella pratica clinica e sportiva, è stata utilizzata solo la tiroidina - un estratto dalle ghiandole tiroidee secche dei bovini. È abituato fino ad oggi. Solo non in polvere, come prima, ma in compresse da 50.100 e 200 mg. Contiene principalmente tiroxina e triiodotironina. Portalo dentro a stomaco vuoto 0,5 ore prima dei pasti e bevilo con una piccola quantità di acqua (preferibilmente gassata). La selezione della dose inizia con 100 mg / die. In assenza di effetti collaterali, la dose viene gradualmente aumentata a 500 mg / die. Fallo con attenzione, monitorando costantemente il polso e la pressione sanguigna1.
Già dalla metà degli anni '60. XX secolo nel mercato farmaceutico ci sono molte droghe sintetiche. Sono di alta qualità, contengono sostanze chimicamente pure che non causano allergie e non presentano alcuna tossicità.
Triiodotironina. Ricevi sinteticamente. Disponibile sotto forma di triiodotironina cloridrato in compresse da 20 e 50 μg. È considerato un farmaco più efficace della tiroidina, perché assorbito più velocemente e ha un effetto più veloce sul metabolismo. La selezione della dose giornaliera ottimale inizia con 50 mcg / giorno. Se necessario, aumentare la dose quindi 500 mcg / die, se non ci sono effetti collaterali.
L-tiroxina. Ricevi sinteticamente. Disponibile in compresse da 25, 50 e 100 mg. Ha un effetto abbastanza rapido e duraturo. La selezione della dose ottimale inizia con 50 mg / giorno. Se necessario, aumentare la dose a 200 mg / die.
Il massimo risultato si ottiene sempre dall'uso combinato di triiodotironina e tiroxina, pertanto negli ultimi anni sono comparsi sul mercato farmaceutico molti preparati sintetici combinati contenenti triiodotironina, uncino e L-tiroxina. Sono progettati per sostituire completamente la tiroidina.
In soggetti con una predisposizione alla pressione alta, l'assunzione di ormoni tiroidei può causare un aumento.

Thyreocombum. Contiene 10 microgrammi di triiodotironina 70 mg di L-tiroxina e 0,15 mg di ioduro di potassio in una compressa I. La selezione della dose giornaliera ottimale inizia con 4 compresse, aumentando o diminuendo gradualmente il dosaggio a seconda di come si sente.
Tireotom. Contiene triiodotironina e L-tiroxina. La selezione della dose giornaliera ottimale inizia anche con 4 compresse, aumentandola o diminuendola in futuro, a seconda delle indicazioni.
Negli ultimi anni, sul mercato della nutrizione sportiva e degli integratori alimentari sono apparse molte composizioni brucia grassi che contengono estratti di tiroide di bovini essiccati come componente. La comparsa di tali "additivi" è causata da diversi motivi contemporaneamente. In primo luogo, gli "integratori alimentari" non sono né cibo né medicine, ma occupano una posizione intermedia, come se risolvessero un problema filosofico molto antico, trasformando il cibo in una medicina. Tuttavia, questa posizione intermedia non è dovuta alle opinioni filosofiche degli sviluppatori del prodotto. Le licenze e i brevetti di tali prodotti sono diversi rispetto all'industria alimentare e farmaceutica e, pertanto, i costi finanziari di attuazione non sono comparabili. I produttori contribuiscono anche alla creazione di nuove posizioni di mercato. Devono espandere il mercato delle ghiandole tiroidee secche dei bovini, altrimenti dovranno essere gettate nella spazzatura o sottoposte a uno smaltimento speciale, e questa è una perdita enorme nei moderni grandi complessi zootecnici. Utilizzare tali additivi con estrema cautela, senza dimenticare che gli effetti collaterali possono essere gli stessi dell'uso di prodotti farmaceutici. Quando si dosano questi additivi, la quantità di estratti tiroidei in essi contenuti deve essere correlata alla quantità di tiroidina utilizzata nella pratica.
Se parliamo in modo più dettagliato degli effetti collaterali degli ormoni tiroidei, dovremmo soffermarci in particolare sugli effetti collaterali sul cuore e sul sistema nervoso centrale. Con un sovradosaggio, aumenta l'eccitabilità con elementi di euforia, che possono trasformarsi in attacchi di rabbia e aggressività. Con una tendenza alle manifestazioni maniacali, gli ormoni tiroidei possono causare una vera megalomania con delusioni di grandezza, ecc. I medici esperti sanno che in una clinica psichiatrica, gli ormoni tiroidei vengono talvolta utilizzati nel trattamento della depressione, particolarmente resistente ad altri tipi di trattamento, se non ci sono controindicazioni. Se noti disturbi da parte del sistema nervoso centrale, l'assunzione di questo o quel farmaco che aumenta la funzione della ghiandola tiroidea deve essere interrotta per un po ', e dopo la scomparsa di tutti i sintomi, riprendi con cura di nuovo, ma in quantità ridotta. Si stima che l'1% delle persone sulla Terra abbia la schizofrenia. La malattia spesso procede in segreto, ma può essere esacerbata dall'azione degli ormoni tiroidei. Compaiono deliri, allucinazioni, ecc. In tali casi, va ricordato che non è la colpa l'appuntamento, ma la malattia esistente. Gli ormoni non fanno altro che esacerbarlo. In tutta onestà, si deve riconoscere che i disturbi mentali possono verificarsi solo dagli ormoni senza malattie mentali concomitanti, ma questo è estremamente raro e che solo quando si usano dosi molto elevate, decine di volte superiori a quelli fisiologici.
Ci soffermeremo sull'ultima questione altamente specializzata, perché molti atleti (e non solo atleti) rispondono bene all'aumento dei dosaggi degli ormoni tiroidei e li aumentano a tali numeri che si nascondono già agli altri. E in effetti, si può solo indovinare quali dosi | viene utilizzato da una persona che parla alle competizioni con una temperatura di 38,9 ° C. Allo stesso tempo, si scopre che in un mese di allenamento precompetitivo ha “guidato” 22 kg di peso, ecc.
Fino ad ora, il più comunemente usato è il metodo di trattamento del corso con ormoni tiroidei, quando vengono prescritti corsi per 1-2 mesi. In questo caso, la dose giornaliera è divisa in 2 parti in modo che i 2/3 della dose scendano nelle ore del mattino. E 1/3 della dose viene presa a pranzo. Parallelamente agli ormoni tiroidei, vengono spesso prescritti altri bruciagrassi (efedrina, yohimbina, clenbuterolo, caffeina), che, a mio avviso, non sono corretti.
L'opzione migliore per ottimizzare l'uso degli ormoni tiroidei in termini quantitativi è la seguente: devono essere inclusi nel regime intermittente di altri bruciagrassi che stimolano il sistema nervoso (efedrina, yohimbina, clenbuterolo, caffeina). Con questo metodo di applicazione, l'effetto non sarà rapido come con la somministrazione del corso di ormoni tiroidei, ma sarà più morbido, fisiologico e eliminerà completamente qualsiasi effetto collaterale. Gli ormoni tiroidei, come altri bruciagrassi che stimolano il sistema nervoso, vengono prescritti una volta al giorno al mattino. Quindi si adattano in modo ottimale ai bioritmi quotidiani.
L'uso degli ormoni tiroidei è meno minaccioso per la massa muscolare nel periodo autunno-inverno, quando c'è una diminuzione stagionale del tasso metabolico basale e aumenta la coniugazione di ossidazione e fosforilazione. Questa coniugazione in una certa misura elimina l'effetto disaccoppiante degli ormoni tiroidei. Il più preferito è l'appuntamento degli ormoni tiroidei agli iperstenici con un ridotto metabolismo basale e una ridotta funzionalità tiroidea. Possono trasportare questi farmaci in quelli di grandi dimensioni. dei soliti dosaggi. Il principale, e forse anche l'unico inconveniente degli ormoni tiroidei è un forte aumento della domanda di ossigeno di tutti i tessuti e gli organi. È per questo che si sviluppano catabolismo muscolare e complicanze cardiache.
Stranamente, questo può essere completamente evitato con l'aiuto dell'ipossia-ipercapnia dosata, che descriverò più avanti nel terzo capitolo, che descrive gli stimolanti fisiologici della combustione dei grassi. Gli ormoni tiroidei dissociano i processi di ossidazione e fosforilazione e, al contrario, somministrano ipossia coniugati. In questo caso, viene immagazzinata più energia sotto forma di ATP e l'effetto brucia grassi, al contrario, viene potenziato.
Gli ormoni tiroidei hanno la capacità di ridurre il colesterolo nel sangue, aumentando la sua ossidazione nel fegato per esigenze energetiche, migliorando la crescita dei capelli del cuoio capelluto e aumentando la velocità dei processi di pensiero. Alcuni pazienti con lieve tireotossicosi, un aumento della funzionalità tiroidea, sembrano molto più giovani dei loro anni. Negli anni '60 del XX secolo, furono fatti molti tentativi di curare l'aterosclerosi con gli ormoni tiroidei, ma tutti fallirono. È sempre stato possibile ottenere una diminuzione del contenuto di colesterolo nel corpo, ma sono iniziate complicazioni cardiache sotto forma di aritmie e esacerbazioni della malattia coronarica. Vi erano, tuttavia, rare eccezioni alla regola generale. Le persone che hanno un cuore molto forte per natura, si sono sentite bene, prendendo ormoni tiroidei e sono diventate letteralmente più giovani davanti ai nostri occhi.
Se prendi ormoni tiroidei in associazione con ipossia-ipercopia somministrata, i loro effetti collaterali sul cuore sono livellati e possono già essere usati per trattare l'aterosclerosi legata all'età.
<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

Ormoni tiroidei

  1. Malattie delle ghiandole endocrine. Malattie del pancreas endocrino. Diabete mellito Malattia della tiroide. Tumori tiroidei
    1. Fattori eziologici del diabete 1. intossicazione 2. fumo di tabacco 3. infezioni da elminti 4. infezioni virali 5. predisposizione genetica 2. Meccanismi patogenetici dello sviluppo della pancreatite acuta 1. discinesia del condotto 4. avvelenamento da funghi 2. reflusso biliare 5. avvelenamento da alcol 3. gastroduodenale reflusso 6. eccesso di cibo 3. Match funzionale
  2. Malattia della tiroide
    La malattia tiroidea più comune rilevata nell'unità di terapia intensiva (ICU) è la sindrome eutiroidea, che non è una malattia della tiroide stessa, ma piuttosto una violazione delle connessioni periferiche e del metabolismo dell'ormone tiroideo sotto l'influenza di una malattia critica. Sebbene l'ipertiroidismo significativo o l'ipotiroidismo non siano comuni, un eccesso eccessivo o
  3. Ghiandola tiroidea
    La ghiandola tiroidea (ghiandola tiroidea) del peso di 15-20 g è costituita da due lobi collegati da un istmo che giace sulla superficie anteriore della trachea sotto la cartilagine cricoide. Il ferro è costituito principalmente da follicoli tiroidei sferici, tra i quali si trovano i capillari sanguigni e le terminazioni nervose. La ghiandola tiroidea di un adulto contiene cellule parafollicolari (cellule K) nel tessuto connettivo
  4. Ghiandola tiroidea
    Fisiologia Lo iodio, che entra nel corpo umano con il cibo, viene assorbito nel tratto gastrointestinale, dove si trasforma in ioduri. Gli ioduri con flusso sanguigno raggiungono la ghiandola tiroidea, dove entrano nei tirociti mediante trasporto attivo. Nella ghiandola tiroidea, lo ioduro è ossidato a iodio, che si combina con l'amminoacido tirosina. Come risultato di questo processo chimico, si formano due ormoni:
  5. Ghiandola tiroidea
    La ghiandola tiroidea sintetizza due ormoni principali: triiodotironina (TK) e tiroxina (T4). Questi ormoni sono uno dei principali regolatori del metabolismo principale, quindi determinano la crescita del bambino e hanno anche un effetto sull'eccitabilità del sistema nervoso. La funzione della ghiandola tiroidea è strettamente correlata alla funzione della ghiandola pituitaria, che regola la sua attività in base al tipo di feedback utilizzando la tireotropia
  6. STATUS DEL RECETTORE DI ORMONI STEROIDI DEI TUMORI AL SENO, ESPRESSIONE DI HER2NEU E METASTASI LINFOGENA NEL TUMORE AL SENO
    Shalaeva G.V., Chukhrai O.Yu., Brovko V.N., Yasakov V.G., Gan O.G. Centro di oncologia clinica DZ dell'obiettivo di ricerca sul territorio di Krasnodar: studiare la dipendenza delle metastasi linfogene del carcinoma mammario dallo stato del recettore del tumore e dal livello di espressione della proteina Her-2 / neu. Materiali e metodi: sono stati analizzati 651 casi di materiale chirurgico invasivo per carcinoma duttale
  7. Caratterizzazione delle ghiandole endocrine nei bambini, effetti dei loro ormoni su organi e cellule bersaglio, semiotica dell'insufficienza o ridondanza delle ghiandole endocrine.
    Caratterizzazione delle ghiandole endocrine nei bambini, effetti dei loro ormoni su organi e cellule bersaglio, semiotica della carenza o ridondanza endocrina
  8. Malattia della tiroide
    Le malattie della tiroide sono di particolare importanza, in quanto sono molto diffuse. La ghiandola tiroidea controlla molti processi metabolici a causa degli ormoni tiroxina (T4) e triiodotironina (T3). La quantità di ormoni tiroidei è un indicatore importante del tasso metabolico del corpo, comprese le reazioni ossidative. Nel sangue, T3 e T4 sono in uno stato legato alle proteine. controllo
  9. Ghiandole tiroidee e paratiroidee. Ghiandola a forcella
    Ghiandole tiroidee e paratiroidee. timo
  10. CONTRACCEZIONE IN DONNE CON PATOLOGIA DELLA TIROIDE
    La ghiandola tiroidea si trova nella parte anteriore del collo, anteriore alla trachea e all'esofago. Insieme ai sistemi nervoso e immunitario, coordina e regola le attività di altri sistemi corporei, consentendoti di rispondere adeguatamente alle condizioni in costante cambiamento del sistema interno e ambientale. I principali ormoni tiroidei sono la tiroxina e la tri-iodotironina, di solito denominate T4 e TK (figura
  11. Malattia della tiroide
    Le malattie della tiroide nei bambini sono abbastanza comuni e quindi sono state studiate in modo abbastanza completo. Tra le malattie della tiroide nei bambini, ci sono malattie accompagnate da aumento dell'attività o indebolimento della funzione della ghiandola, processi infiammatori, lesioni aperte e chiuse, nonché tumori maligni e benigni. La malattia della tiroide non è caratterizzata
  12. Diminuzione della funzionalità tiroidea (ipotiroidismo)
    La funzione principale della ghiandola tiroidea è quella di produrre gli ormoni 1-tiroxina (T4) e triiodotironina (T3). L'unico ruolo fisiologico dello iodio è la partecipazione alla produzione di questi ormoni: il fabbisogno giornaliero è di 75-150 mcg. In qualunque forma chimica lo iodio entri nel corpo, alla fine raggiunge la ghiandola tiroidea sotto forma di ioduro. Il tessuto ghiandolare ha la capacità di catturare
  13. Ghiandola tiroidea
    La ghiandola tiroidea - glandula thyreoidea (Fig. 302) - si sviluppa dall'epitelio endodermico della parete ventrale dell'intestino tra la prima e la seconda coppia di tasche delle branchie. Innanzitutto, dall'epitelio si forma una crescita non abbinata; quest'ultimo cresce nella direzione caudaventrale, raggiunge l'area della cartilagine tiroidea. Qui il filamento cellulare è diviso in due lobi, che, sviluppandosi, si trasformano in destra e
  14. MALATTIE DELLA TIROIDE
    Sydney H. Ingbar (Sidney H. Ingbar) La normale funzione della ghiandola tiroidea è diretta alla secrezione di L-tiroxina (T4) e 3,5,3'-triiod-L-tironina (T3) - amminoacidi iodati, che sono ormoni tiroidei attivi e influenzare una varietà di processi metabolici (Fig. 324-1). Le malattie della tiroide si manifestano con cambiamenti qualitativi o quantitativi nella secrezione
  15. Cancro alla tiroide
    Il carcinoma tiroideo è una neoplasia monoclonale maligna caratterizzata da crescita autonoma invasiva e metastasi e originata dall'epitelio follicolare o dalle cellule C parafollicolari. La prima menzione di neoplasie maligne della ghiandola tiroidea in un bambino risale al 1880. T. Winship e WW Chase (1955) furono trovati nella letteratura mondiale dal 1951
  16. Malattia tiroidea e gravidanza
    Anatomia e fisiologia della tiroide La ghiandola tiroidea è un piccolo organo del peso di 15-20 g, ha la forma di una farfalla e si trova sul collo di fronte alla trachea e sotto la laringe. È costituito da due lobi lunghi fino a 4 cm e larghi 2,5 cm, collegati da un istmo. Spesso nei giovani e nelle persone magre si può vedere la ghiandola tiroidea. È sentito dalla maggior parte delle persone, per
  17. Ghiandola tiroidea (ghiandola tiroidea)
    Questo è un organo spaiato situato nella parte anteriore del collo a livello della laringe e della parte superiore della trachea. Consiste nel lobo destro e sinistro e nell'istmo. La massa della ghiandola tiroidea negli adulti è in media di circa 20 g, la dimensione trasversale è di 50-60 mm, la lunghezza longitudinale di ogni lobo è di 50-80 mm, la dimensione verticale dell'istmo è da 2 a 2,5 cm e il suo spessore è di 2-6 mm. La massa e il volume della ghiandola nelle donne è maggiore che in
  18. Ipertiroidismo (ipertiroidismo)
    Il motivo è dovuto all'iperfunzione della ghiandola tiroidea, un aumento del contenuto di ormoni tiroidei nel plasma sanguigno. Sintomi Sintomi associati a un cambiamento nella funzione della ghiandola pituitaria: ingrossamento della tiroide, oftalmopatia (sopracciglia), alterazioni della pelle, incluso mixedema pretibiale (ispessimento della pelle nella parte inferiore della gamba e del piede, spesso con prurito e bruciore), debolezza muscolare. Sintomi associati a
  19. Malattia della tiroide.
    La ghiandola tiroidea è costituita da follicoli, isole interfollicolari e cellule parafollicolari. I follicoli sono costruiti principalmente da cellule A, a volte contengono cellule B (tirociti eosinofili, oncociti, cellule di Ashkenazi-Gürtle). Le cellule A sono coinvolte nella formazione di tireoglobulina (colloide), nella sintesi e nella secrezione di ormoni tiroidei - iodotironine (principalmente triiodotironina e tiroxina). B cellule in
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com