principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Erbe e piante selvatiche


Quando scegli i prodotti della cucina curativa, presta attenzione alla grande varietà di piante selvatiche commestibili che possono diversificare la tua tavola. Non dimenticherò mai come, da bambino, io, con gli altri quattro bambini, rimasi senza alcun mezzo di sussistenza nei prati alpini delle montagne del Caucaso. Ciò avvenne durante il conflitto militare tra Turchia e Armenia durante gli anni della guerra civile. Siamo stati salvati da un uomo anziano con un'anima infinitamente buona e le stesse tasche vuote delle nostre. Per cinque giorni, finché i nostri genitori non ci hanno trovato, lui e io non conoscevamo il dolore, mangiando deliziose radici, steli, foglie e fiori di prati alpini.
Ma per trovare piante commestibili, non è necessario arrampicarsi in alto sulle montagne. Basta guardarsi intorno attentamente per vedere le tante erbe che possono decorare la nostra tavola, renderla più diversificata con notevoli benefici per la salute. Una delle prime piante primaverili è l'ortica.
ortica
Pianta selvatica curativa. Dalla seconda metà di giugno, le foglie di ortica diventano rigide e leggermente commestibili, ma in primavera, mentre non sono ancora intorpidite, l'ortica dovrebbe essere introdotta nella nutrizione quotidiana. I piatti a base di foglie di ortica hanno un peculiare gusto discreto. La mia famiglia non vede l'ora di primavera per gustare un'insalata di foglie di ortica fresca, succo di ortica e tutti i tipi di piatti in combinazione con altre piante. Le ortiche possono essere potate quasi alla radice per ottenere un secondo raccolto entro agosto, che di solito va alla raccolta invernale. L'ortica cresce come una pianta infestante, che può essere trovata ovunque: all'ombra degli alberi o sulle rive soleggiate del fiume, in burroni lontani o vicino alle abitazioni.
Insalata Di Ortica
200 g di foglie superiori di giovani ortiche senza gambi, un mazzo di verdure da giardino, 10 foglie di dente di leone, cetriolo fresco o in salamoia, alcune piume di cipolle verdi.
L'ortica dovrebbe sempre stare attenta, in quanto è una pianta infestante. Pertanto, è necessario immergere le foglie di ortica in acqua fredda salata per 15-20 minuti. Tutti i parassiti che possono essere sulle sue foglie cadranno sul fondo, mentre le foglie rimarranno in superficie. Raccoglili in uno scolapasta e risciacqua con acqua corrente.
Quindi asciugare le foglie ancora bagnate o asciugate con un asciugamano tra i palmi in modo che non pungano, tritare finemente, combinare con foglie tritate di altre erbe. Sbucciare con cura il cetriolo sottaceto, rimuovere i semi se sono grandi e tritarli molto finemente. Unire con le foglie e versare con un po 'di salsa preparata secondo le nostre ricette.
Insalata di ortiche con uovo (per chi mangia uova)
200 g di ortica, un uovo, un cucchiaino di olio di semi di girasole, 2 cucchiai di brodo di erbe essiccate.
Metti le foglie di ortica lavate su un tagliere con uno scivolo, tritale e scaldale leggermente in un decotto di erbe essiccate. Il trattamento termico dura non più di due minuti sotto il coperchio. La massa verde sembra sul fondo e le foglie diventano morbide.
Senza rimuovere la padella dal fuoco, guidare un uovo e mescolare su tutta la massa. Dopo un minuto, togliere dalla stufa. Se usi il sale, aggiungi un po 'di sale al mare o alla pietra. Servire caldo.

Insalata di foglie di ortica con cime di ravanello, aneto ed erba cipollina
250 g di ortica, 100-200 g di cime di ravanello, il resto verde a piacere, un mazzetto di ravanelli.
Copri il fondo di una pentola di ghisa, e preferibilmente di ghisa, con acqua con un cucchiaio di olio vegetale, fai bollire l'acqua e aggiungi ortiche tritate grossolanamente con cime di ravanello nella padella. Il trattamento termico non richiede più di 2-3 minuti, quindi non puoi lasciare il fuoco, mescolando la massa. Le foglie dovrebbero diventare un po 'più morbide, ma non sedersi. Rimuovi la ghisa dal fuoco, trita finemente il ravanello, mescola tutto, versa la salsa a piacere o lascia l'insalata naturale.
Frittata alle erbe
Questo piatto può essere consentito solo in casi molto rari, poiché la tecnologia della sua preparazione prevede la frittura in padella.
Di solito viene fatto quando la padrona di casa vuole presentare i suoi amici alla cucina curativa che non hanno ancora perso l'abitudine di salsicce e polpette. Dopo aver assaggiato il nostro piatto, molti iniziano a capire che essere vegetariani non è affatto male, soprattutto considerando la varietà e la vivacità della cucina curativa.

100 g di giovani foglie di ortica, 100-200 g di cime di ravanello, 50 g di foglie di erba di cetriolo, un mazzo di erbe aromatiche e cipolle verdi, 2 uova, 0,5 tazze di brodo vegetale o di erbe.
Tritare le verdure lavate, sbattere 2 uova separatamente in una tazza, mescolare con il brodo, aggiungere un cucchiaio di farina e mescolare la massa. Versare nelle verdure tritate, sciacquare e mettere su una padella riscaldata, condita con olio vegetale. Appiattire con un cucchiaio sul fondo (lo spessore delle tortillas schiacciate è di circa 2-3 cm con un diametro della padella di circa 20 cm). Riduci il fuoco e usa un coltello per separare leggermente il bordo della frittata formante. Quando il fondo della torta inizia a cuocere, porta sotto una spatola e capovolgila. Lascia che la frittata si scaldi. Se è difficile affrontare la rotazione della frittata, è necessario tagliarla in 4 parti e girarle separatamente. Il risultato dovrebbe essere una torta densa con un centro erboso molto gustoso.
Continuando il tema della sana alimentazione in primavera, si potrebbero nominare molte erbe e piante selvatiche e introdotte nella cultura, che sono in grado non solo di diversificare la nostra tavola, ma anche di avere un effetto curativo su tutto il corpo. Questo è aglio selvatico, e germogli di prezzemolo e frecce di aglio piantate in inverno, gemme e foglie giovani di betulla, linfa di betulla, dozzine e dozzine di altre. È importante imparare un semplice principio: in primavera puoi usare qualsiasi pianta che non abbia un effetto dannoso sul nostro corpo al fine di colmare la mancanza di vitamine, micro e macro elementi che si sono formati durante il più difficile periodo autunno-inverno per noi il più rapidamente possibile. Oggi ci sono così tanti libri di consultazione diversi sulle piante medicinali e commestibili che puoi facilmente trovare la letteratura necessaria.
<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

Erbe e piante selvatiche

  1. Piante selvatiche
    Migliaia di piante selvatiche commestibili, foglie, radici, gemme, fiori, semi, germogli, ecc. Sono stati creati da Dio senza alcuno scopo commerciale. Sono puliti e privi di fertilizzanti chimici e insetticidi, perché in natura non esistono sostanze realmente tossiche, ma esistono solo sostanze Yin o Yang che possono essere neutralizzate dalla cottura macrobiotica. Questi alimenti naturali possono
  2. NORME GENERALI PER LA RACCOLTA, L'ASCIUGATURA E LO STOCCAGGIO DI IMPIANTI DI MEDICINALI DA CRESCITA
    Nel nostro paese, solo i tipi di piante medicinali che sono inclusi nel registro statale sono soggetti a raccolta. L'NTD (documenti normativi e tecnici) descrive i nomi delle materie prime della pianta e della famiglia in russo e latino, le regole e il tempo di raccolta, dà i segni esterni delle materie prime, impurità ammissibili e inaccettabili, metodo di imballaggio, conservazione, shelf life, dosaggio per potenti e
  3. PIANTE CHE CAUSANO UNA MALATTIA DEL CUORE PRECEDENTE (PIANTE CONTENENTI GLICOSOSI DEL CUORE)
    I glicosidi cardiaci si trovano in vari tipi di digitale, in adone, mughetto, obvoynik, ittero, harga e altre piante. I glicosidi di tutte queste piante hanno una struttura chimica comune e hanno fondamentalmente gli stessi effetti farmacologici e, a grandi dosi, effetti tossici sul cuore. Digitalis L. Il genere Digitalis comprende 34 specie di piante, 7 delle quali
  4. . PIANTE CHE CAUSANO I SINTOMI DEI DISTURBI DELLO SCAMBIO DI SALE. PIANTE CONTENENTI ACIDI ORGANICI E LORO SALI
    Acetosa (acetosa, acetosa di pecora) - Rumex acetosella L. (Fig. 30). Una pianta corta alta 10-20 cm, con diversi steli ramificati. I fiori sono piccoli, verdastri-rossastri. Cresce ovunque come un'erbaccia perenne, intasando campi, prati, steppe, trovati tra gli arbusti. Acetosa grande - Rumex acetosa L. Una pianta alta 30-60 cm Alla fine di un gambo solco dritto
  5. PIANTE CHE CAUSANO LA PREVENZIONE DELLA RISPOSTA AL TRATTATO RESPIRATORIO E DIGESTIVO (PIANTE CONTENENTI TIOGLICOSIDI)
    I glicosidi sono chiamati composti organici simili all'etere che si scompongono rapidamente nella parte dei carboidrati (glicone) e una o più altre sostanze chiamate agliconi o genine (parte non zuccherina). Dopo l'assorbimento nel tratto gastrointestinale, si scompongono anche in glicone e aglicone. I glicosidi sono instabili e si disgregano rapidamente quando sono isolati dalle piante e durante
  6. PIANTE, PICCOLE RELAZIONI IN TOSSICOLOGIA STUDIATE. PIANTE DI OLIO ESSENZIALI
    Ci sono molte piante che contengono oli essenziali e hanno un odore specifico, spesso piacevole. Da un punto di vista tossicologico, molti di loro sono capiti male. Le gemme sono edera - Glechoma hederacea L. Una pianta perenne lunga 70 cm con gambo strisciante. I fiori sono viola-bluastro. Il frutto è una noce. Cresce nelle zone boschive e steppiche della parte europea della Russia, nel Caucaso, nell'ovest e
  7. IMPIANTI CHE CAUSANO DANNI PRECEDENTI AL TRATTO GASTROINTESTINALE E CHE INTERVENGONO SIMULTANEAMENTE SUL SISTEMA NERVOSO CENTRALE E SUI RENI (IMPIANTI CONTENENTI SAPONINA-GLICIDE)
    I glicosidi saponinici sono emolitici e irritanti per il tratto gastrointestinale. Per loro natura chimica, le saponine sono derivati ​​dei triterpeni, tuttavia tra loro si trovano anche composti steroidi. Sono contenuti in piante da quantità insignificanti fino al 30-50% (A. D. Turov et al., 1965). Le piante contenenti saponine sono ampiamente distribuite nel mondo vegetale.
  8. INFORMAZIONI GENERALI SUGLI IMPIANTI MEDICINALI SOSTANZE BIOLOGICAMENTE ATTIVE DEGLI IMPIANTI MEDICINALI CHE CONDIZIONANO LE LORO PROPRIETÀ SANITARIE
    L'uso pratico delle piante medicinali è dovuto alla presenza di sostanze biologicamente attive nella loro composizione che, quando introdotte nell'organismo anche in quantità molto ridotte, provocano un certo effetto fisiologico. Queste sostanze attive sono sintetizzate dalle piante stesse da sostanze minerali inorganiche del suolo, acqua e anidride carbonica dall'aria. La sintesi è effettuata da piante sotto l'influenza di
  9. Avvelenamento da piante velenose
    L'avvelenamento da piante velenose si osserva principalmente nei bambini, la cui attenzione è spesso attratta da varie bacche selvatiche. Sono note più di 100 specie di piante selvatiche e coltivate che possono causare avvelenamenti. Le più comuni sono la belena nera, la droga, la pietra miliare velenosa, la cicuta avvistata, il prezzemolo per cani, l'aconite, il lupo bastardo (porcini), l'oleandro
  10. PIANTE DI ACCUMULO DI NITRATO
    Molte piante coltivate e selvatiche accumulano sali di acido nitrico e nitroso. Ciò è dovuto principalmente all'eccesso di fertilizzanti azotati introdotti nel terreno. I cambiamenti nell'ambiente influenzano significativamente il contenuto di nitrati nelle piante: siccità, piogge intense prolungate, sbalzi di temperatura, gelate, carattere del suolo, stagione, tipo di piante e fase vegetativa. aumento
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com