principale
Informazioni sul progetto
Notizie di medicina
Agli autori
Libri su licenza di medicina
<< Avanti Successivo >>

Proteine.

<< Avanti Successivo >>
= Vai al contenuto del tutorial =

Proteine.

  1. . Proteine ​​virali
    3.1 Composizione degli aminoacidi delle proteine ​​virali La proteina di tutti i virus studiati finora è costituita da comuni amminoacidi appartenenti alla serie L naturale. D-amminoacidi nella composizione delle particelle virali non trovati. Il rapporto degli aminoacidi nelle proteine ​​virali è abbastanza vicino a quello di animali, batteri e proteine ​​vegetali. Le proteine ​​virali di solito non contengono grandi quantità
  2. PROTEINE E LORO SIGNIFICATO NEL CIBO
    * Le proteine ​​sono sostanze indispensabili per la vita, la crescita e lo sviluppo del corpo. La mancanza di proteine ​​nel corpo porta allo sviluppo di malattie alimentari (dal latino alimentari - alimentari). Le proteine ​​sono usate come materiale plastico per costruire vari tessuti e cellule del corpo, così come ormoni, enzimi, anticorpi e proteine ​​specifiche. Proteine ​​- uno sfondo necessario per
  3. GENI E PROTEINE
    Dopo anni di ricerca sull'anemia falciforme (anemia), è diventato ovvio che una mutazione in un particolare gene porta a cambiamenti nella struttura chimica della molecola dell'emoglobina. Il principale tipo di emoglobina adulta è costituito da quattro catene di polipeptidi (proteine): due identiche? -Chaine e due identiche? -Chains (? 2? 2). Nel 1957, V. In-Gram scoprì che normale e
  4. proteine
    L'importanza di affrontare correttamente il problema degli indici nutrizionali proteici è indiscutibile, poiché la sufficienza delle proteine ​​nella dieta e la sua alta qualità rendono possibile creare condizioni ottimali per l'ambiente interno necessario per la crescita, lo sviluppo, la normale attività della vita umana e la sua efficienza. Allo stesso tempo, l'organismo, che possiede riserve di proteine ​​insignificanti, non è in grado di farlo
  5. Proteine ​​della fase acuta
    La risposta in fase acuta è caratterizzata da un significativo aumento del contenuto sierico di un numero di proteine, che sono chiamate proteine ​​di fase acuta (Tabella 2.4). Nell'uomo sono contate le proteine ​​C-reattive, l'amiloide A, il fibrinogeno, l'aptoglobina, l'a-1-antitripsina, l'cc-1 antihimotripsina, ecc .. Solo circa 30 proteine. Tabella 2.4 Grado di aumento del contenuto di proteine ​​della fase acuta in
  6. Proteine ​​biologicamente attive del virus dell'influenza. emoagglutinina
    I. T. SCHULZE (I. T. SCHULZE) I. INTRODUZIONE TOT Il fatto che i virus dell'influenza abbiano la capacità di agglutinare i globuli rossi ha svolto un ruolo importante nello sviluppo delle nostre idee su queste particelle infettive. L'emoagglutinazione si è dimostrata un metodo estremamente conveniente per l'identificazione, la purificazione e la determinazione della concentrazione virale. Inoltre, da (la scoperta del fenomeno dell'emoagglutinite 35 anni fa
  7. Proteine ​​biologicamente attive del virus dell'influenza. neuraminidasi
    D. BOOKER e P. PALESE (BUCHER, P. PALESE) I. INTRODUZIONE L'esistenza di neuraminidasi per la prima volta ha suggerito l'esistenza di neuraminidasi nell'opera ormai classica di Hirst (1942). Ha scoperto che se gli eritrociti si agglutinano in presenza del virus dell'influenza, il deagglutinato, quando viene aggiunto un nuovo virus, non sono più in grado di agglutinare. Tuttavia, il virus eluito non lo fa
  8. GRANDI DIMENSIONI, LUPI EXTRA E PROTEINE OCCUPAZIONALI, O STEREOTIPI DI COMPORTAMENTO NELLA RECEPTION DI PRODOTTI ALIMENTARI
    GRADI DI CONDIZIONI, ESTRATTI E PROTEINE OCCUPAZIONALI, O STEREOTIPI DI COMPORTAMENTO IN RICEVIMENTO
  9. Proteine ​​biologicamente attive del virus dell'influenza. Attività di trascrittasi in cellule influenzali e virioni
    RV OIMPSON e VD BIN (RW SIMPSON, WJ BEAN, JR.) I. INTRODUZIONE Questo capitolo "tratta di una sezione piuttosto nuova nella biologia del virus dell'influenza, e quindi la maggior parte delle informazioni è frammentaria in termini di composizione C un gran numero di problemi in sospeso. L'affermazione di base su cui si basa questo capitolo è che i micovirus sono virus con genoma negativo.
  10. Recettori delle cellule T monoclonali (mTRC) - la base per la creazione di una nuova classe di cellule tumorali "farmaco-killer"
    La superficie della membrana cellulare vivente è disseminata di proteine, alcune delle quali sono associate ai carboidrati. Tra questi ci sono le proteine ​​recettoriali e le proteine ​​marker. I primi sono usati dalla cellula per scambiare informazioni tra le celle, e quest'ultima serve per identificare le cellule. Sulla superficie della cellula staminale del cancro ci sono proteine ​​che non si trovano su una cellula normale di questo tipo. Queste sono proteine ​​marcatore fetale e proteine ​​modificate.
  11. nutrienti
    Proteine ​​Le proteine ​​sono uno dei componenti principali del cibo e svolgono una serie di funzioni: plastica, catalitica, ormonale, tranport, ecc. Da un punto di vista chimico, le proteine ​​sono polimeri costituiti da amminoacidi. Ogni varietà di proteine ​​viene fornita con 20 aminoacidi. Alcuni di loro sono sintetizzati nel corpo e sono chiamati intercambiabili, altri, non sintetizzati, devono entrare
  12. Chip proteico per la diagnosi delle cellule tumorali del tumore primario e delle micrometastasi nel siero del paziente
    Il secondo modo è la diagnosi precoce delle cellule tumorali da parte delle proteine ​​sulla superficie delle cellule tumorali. Una cellula tumorale differisce da una cellula normale dello stesso tipo nella composizione delle proteine ​​che sintetizza. Queste proteine ​​sono il prodotto di "guasti" nel materiale genetico di una cellula normale, che lo ha trasformato in cancro. La loro presenza è un segno che il gene oi geni che causano la degenerazione di una cellula normale, ha iniziato il suo
  13. COMPOSIZIONE CHIMICA
    La composizione chimica della carne è molto complessa e dipende dal tipo di animale, età, sesso, grasso, livello di alimentazione e altri fattori. Cambia significativamente la composizione chimica della carne degli animali in gravi condizioni patologiche. La composizione chimica della carne comprende: acqua, proteine, grassi e lipidi, carboidrati, estratti, minerali, vitamine, enzimi e ormoni. Composizione chimica
  14. Signal peptide G. Blobel, che controlla il trasporto delle proteine ​​e la loro localizzazione all'interno della cellula, 1 - significato per oncologia
    In una cellula di qualsiasi tipo ci sono molte divisioni: gli organelli: il nucleo, i mitocondri, ecc. Sono circondati da membrane, proprio come la cellula stessa. Ogni cellula contiene circa un miliardo di molecole proteiche, vale a dire proteine ​​di diversi tipi. Il DNA di una cellula è un "disegno" di una cellula e le proteine ​​sono i costruttori di una cellula. Prima della divisione cellulare, l'insieme di tutte le proteine ​​per le cellule figlie è raddoppiato in esso. Le proteine ​​sono caratterizzate da diversità.
  15. "Scissione mediata da Ubiquitina" di "indesiderate" proteine ​​nella cellula - significato per oncologia
    Ogni cellula umana contiene molte proteine ​​diverse. Il loro numero totale nella cella, mentre nessuno lo sa. Il numero di proteine ​​in una cellula è chiamato diverso: centomila o più. Le proteine ​​in una cellula di ogni tipo svolgono funzioni diverse e molto importanti: globuline e altre proteine ​​costruiscono la cellula, gli enzimi regolano le reazioni chimiche, le proteine ​​recettrici e le proteine ​​ligandali per loro sono importanti per la trasmissione
  16. Caratteristiche igieniche della proteina
    Le proteine ​​sono sostanze ad alto contenuto molecolare di azoto e le più importanti sostanze alimentari. Consistono di aminoacidi, sono registrati 22 aminoacidi. Composto da: carbonio, idrogeno, ossigeno, fosforo, zolfo, azoto. Il ruolo delle proteine ​​è prevalentemente di plastica, è un materiale da costruzione per la formazione di nuovi tessuti e la sostituzione di strutture cellulari morte. Amminoacidi sostituibili: glicina, arginina,
  17. Kilburn, ED. Virus dell'influenza e dell'influenza (1978), 1978
    Il libro è dedicato alla revisione di una varietà di virus influenzali, alla loro coltivazione, alla biochimica e alle caratteristiche del dispositivo molecolare. Contenuto: virus dell'influenza e dell'influenza. La struttura del virus dell'influenza. Proteine ​​biologicamente attive del virus dell'influenza. Emoagglutinina. Proteine ​​biologicamente attive del virus dell'influenza. Neuraminidasi. Attività di trascrittasi in cellule influenzali e virioni. Virus dell'acido ribonucleico
  18. Metabolismo ed energia
    La caratteristica principale di un organismo vivente è il metabolismo e l'energia. Nel corpo ci sono processi di crescita plastica continua, la formazione di sostanze complesse che costituiscono le cellule e i tessuti. In parallelo, si verifica il processo inverso di distruzione. Ogni attività umana è associata al dispendio di energia. Il normale corso di questi processi richiede sostanze organiche complesse, così come sono
  19. La struttura e la funzione della proteina
    Le proteine ​​svolgono un ruolo cruciale nella vita di qualsiasi organismo. La diversità e la complessità della materia vivente, infatti, riflettono la diversità e la complessità delle proteine ​​stesse. Ogni proteina ha una sua funzione unica, che è determinata dalla sua struttura intrinseca e dalle sue proprietà chimiche. Alcune proteine ​​sono enzimi, ad es. catalizzatori di reazioni biochimiche negli organismi viventi. ogni
  20. IMPORTANTI NUTRIENTI, MINERALI, MICROELEMENTI E LORO SIGNIFICATO IN NORM E PATOLOGIA
    Esistono 6 gruppi principali di nutrienti, 3 dei quali forniscono energia al corpo - sono proteine, grassi e carboidrati. Altre sostanze nutritive - vitamine, minerali e acqua - non sono energetiche. Nel corpo, proteine, grassi e carboidrati vengono scomposti per formare energia. La quantità di energia rilasciata da 1 g di una sostanza è chiamata energia
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2016
info@medicine-guidebook.com