principale
Informazioni sul progetto
Notizie di medicina
Agli autori
Libri su licenza di medicina
<< Avanti Successivo >>

ATTUALITÀ DEL TRATTAMENTO CHIRURGICO.


Mi viene spesso chiesto del mio atteggiamento nei confronti della liposuzione, come metodo per trattare l'obesità.
A me sembra improbabile che una donna sensata si arrampichi sotto il coltello (o una siringa, non importa) senza cercare di eliminare la vera causa della comparsa della pienezza.
Dopo tutto, la liposuzione non è un metodo per trattare l'obesità: si tratta di una correzione chirurgica dei contorni del corpo dovuta alla rimozione dei depositi di grasso mediante un'aspirazione a vuoto! Corregge l'asimmetria del corpo - quando, ad esempio, una natica è più grande dell'altra o con forme locali di obesità associate a una violazione dei contorni della figura. Più spesso nelle donne, c'è una deformazione "gallifero" delle cosce, depositi di grasso sul lato interno dell'articolazione del ginocchio, depositi nella coscia, superfici anteriori e laterali dell'addome. È impossibile rimuovere grandi quantità di grasso, perché con un metabolismo scorretto, il grasso perso si riprenderà in un altro luogo. Molto spesso, tali operazioni sono complicazioni pericolose che portano alla disabilità e persino alla morte. Il grasso con tali operazioni su grandi volumi e aree viene solitamente rimosso in modo non uniforme. E poi aumenta anche in modo non uniforme. Di conseguenza, un anno dopo, la superficie dell'addome può assomigliare ad una catena montuosa con numerosi tumuli e depressioni.
Oltre alla liposuzione, la lipoterapia è un mezzo di correzione, non una perdita di peso. E ti permette di mantenere i risultati raggiunti per molti anni - a condizione che una persona non guadagni troppi chili in più.
Come forse ricorderai, esiste un tipo di obesità chiamato iperplastico. Di solito è predeterminato genetico e si sviluppa, di regola, sin dalla prima infanzia. Con questo tipo di obesità, viene deposto un gran numero di cellule adipose (adipociti) e con perdita di peso, si verifica solo una diminuzione del volume delle cellule adipose, ma il loro numero totale rimane quasi invariato. Di conseguenza, le cellule di grasso, anche se fortemente ridotte in volume, formano uno strato di grasso piccolo, ma piuttosto stabile che non è suscettibile di ulteriori trattamenti conservativi. Cioè, anche dopo aver quasi raggiunto il peso desiderato, non ti libererai delle cellule di grasso. Sono ridotte drasticamente nelle dimensioni, ma non muoiono, ma continuano a sedersi sotto la pelle, aspettando che i tempi favorevoli prosperino di nuovo con una forza senza precedenti. Come distruggere queste cellule, sbarazzartene una volta per tutte.
In questo caso, la "corda finale dell'intera sinfonia" di liberarsi del grasso può e dovrebbe essere la liposuzione. Le cellule grasse distrutte non possono più riprendersi. Negli adulti, in generale, le cellule di grasso non sono in grado di essere aggiornate, ma solo le loro dimensioni cambiano.
Tuttavia, alcuni pazienti con obesità costituzionale alimentare, che desiderano apparentemente sbarazzarsi di questo problema in un sol colpo senza alcuno sforzo, si rivolgono a un chirurgo. E se prima il chirurgo, forse, avrebbe dissuaso tale paziente dall'intervento chirurgico inutile e pericoloso, ora il denaro decide tutto. In alcune cliniche, queste operazioni sono già state avviate.
Penso che la fattibilità di un tale intervento chirurgico - il metodo della disperazione. In alcuni casi, la disperazione della situazione dei pazienti che hanno perso non solo la loro capacità di lavorare, ma anche la capacità di auto-servirsi, di completare la disperazione e talvolta persino il suicidio, fa sì che ricorra a questo metodo di correzione.
Le diete e lo sforzo fisico a volte sono impotenti con uno stomaco cadente sotto forma di un'estesa piega della pelle (grembiule). Un tale grembiule e di per sé può interferire con la vita. Dopotutto, sotto di esso con sudorazione costante crea un ambiente ideale per la riproduzione di microbi. Si sviluppano pustolosi ed erisipela. Qui, solo la chirurgia estetica aiuterà (addominoplastica).
L'aiuto del chirurgo è necessario e giustificato in caso di depositi adiposi localmente difficili nella zona della vita, addome, schiena, fianchi.
<< Avanti Successivo >>
= Vai al contenuto del tutorial =

ATTUALITÀ DEL TRATTAMENTO CHIRURGICO.

  1. Trattamento chirurgico
    Più di 100 anni fa, Miles descrisse per la prima volta l'operazione di estirpazione addominale-perineale; da allora fino agli inizi degli anni '60 era considerato il metodo standard per il trattamento chirurgico del cancro del colon-retto. Oggi questa operazione è importante anche per i grandi tumori del retto a bassa profondità con diffusione locoregionale e basso grado di differenziazione, così come in presenza di
  2. Trattamento chirurgico
    Nei pazienti con sindrome del piede diabetico, vengono eseguiti due gruppi di operazioni essenzialmente diversi: operazioni vascolari ricostruttive e trattamento chirurgico delle forme purulento-necrotiche. Le principali indicazioni per il trattamento chirurgico ricostruttivo sono l'inefficacia della terapia conservativa, la conservazione o il progresso dell'ischemia critica in assenza di necrotico purulento
  3. Trattamento chirurgico
    Il trattamento chirurgico dell'hcmp mediante ventricolomiotomia e (o) miectomia, così come la terapia con bloccanti adrenergici, è stato utilizzato sin dai primi anni '60. Per la prima volta l'attenzione dei chirurghi a questa malattia attirò E. Brock (1957). La prima operazione riuscita, la ventricolomiotomia transaortica, fu eseguita da M. Cleland ed E. Bentall nel 1958, e questa paziente visse 25 anni dopo l'operazione. Nel 1961, A. Morrow e D.
  4. Trattamento chirurgico
    L'insufficiente efficacia della terapia DCM ha spinto i ricercatori a cercare metodi chirurgici per trattare questa malattia e le sue complicanze. Basandosi sui dati sperimentali di R. Salisbury e coautori (1964), J. Goodwin (1964) suggerì l'appropriatezza della pericardectomia, che consente di migliorare la dilatazione diastolica del ventricolo sinistro e la sua funzione. Tentativo di utilizzo
  5. Trattamento chirurgico
    In alcuni casi, l'inefficacia del trattamento farmacologico delle tachiaritmie, l'intolleranza ai farmaci antiaritmici da parte dei pazienti, così come la frequente recidiva delle crisi e la gravità dei disturbi emodinamici che si presentano, ci costringono a ricorrere ai metodi di cardiochirurgia. Questi ultimi si basano su vari effetti dannosi su aree del muscolo cardiaco o del sistema di conduzione cardiaca, in
  6. Trattamento chirurgico
    Nei paesi economicamente sviluppati, la chirurgia cardiaca è diventata abbastanza diffusa. La rivascolarizzazione migliora la sopravvivenza dei pazienti con malattia grave e / o una prognosi grave della malattia. La clinica utilizza spesso due metodi: angioplastica coronarica transluminale percutanea (PTCA) e chirurgia di bypass delle arterie coronarie (CABG). Le indicazioni per la rivascolarizzazione sono
  7. Trattamento chirurgico
    Nonostante l'uso di farmaci antiaritmici tradizionali e non standard e stimolanti impiantabili, alcuni pazienti hanno ancora tachicardia invalidante o pericolosa per la vita. Sono stati sviluppati metodi chirurgici per il trattamento di tali pazienti, usati in combinazione con EFI. Come è noto, le connessioni elettriche atrioventricolari includono conduttività normale
  8. Trattamento chirurgico dell'insufficienza cardiaca
    I progressi tecnologici, e con esso lo sviluppo della cardiochirurgia, hanno portato all'emergere di tecniche invasive che possono aiutare una categoria complessa di pazienti con insufficienza cardiaca cronica. È necessario onorare le principali cause possibili di insufficienza cardiaca in pazienti con malattia coronarica: 1. Danno concomitante alle valvole cardiache, le possibilità di trattamento chirurgico di cui abbiamo toccato
  9. CABG, trattamento chirurgico di aritmie e PPL
    Secondo numerosi studi dopo la chirurgia del CABG, la scomparsa di PPJ è stata osservata in circa il 40-50% dei pazienti. PSP dopo CABG sono stati registrati in pazienti con EF basso e extrasistoli ventricolari frequenti, tuttavia, con un'osservazione prospettica per 3 anni, non sono stati registrati decessi improvvisi, pertanto il valore prognostico di PFG in questo gruppo di pazienti non è chiaro. chirurgico
  10. Indicazioni e controindicazioni per il trattamento chirurgico dell'ictus emorragico
    Ictus emorragico: ematoma intracerebrale (ematoma) - rapido sviluppo dei sintomi, emorragia subaracnoidea. Indicazioni per il trattamento chirurgico. Il trattamento chirurgico è indicato per: 1. ematoma sottocorticale e putamenale con un volume di oltre 30 cm3 (secondo altre fonti - più di 20-30 cm3), accompagnato da una lussazione del cervello e un deficit neurologico pronunciato; 2. a
  11. Trattamento chirurgico (elettrochirurgico, criochirurgico, ecc.) Delle tachiaritmie
    Di seguito vengono discusse principalmente indicazioni, controindicazioni per gli interventi chirurgici e i loro risultati. Per quanto riguarda la tecnica chirurgica, le caratteristiche e le opzioni per le operazioni, l'accesso al cuore, la gestione anestetica e molti altri aspetti specifici della chirurgia, il lettore sarà in grado di conoscerli in dettaglio da edizioni speciali e pubblicazioni, la più importante delle quali
  12. Trattamento chirurgico
    Rivascolarizzazione coronarica In assenza dell'effetto della terapia farmacologica e della conservazione dei segni di recidiva di ischemia miocardica, la rivascolarizzazione coronarica è mostrata: angioplastica coronarica transluminale percutanea (PTCA) o intervento di bypass aorto-coronarico (CABG). Le principali indicazioni per la rivascolarizzazione coronarica di emergenza sono: I. Episodi ricorrenti di ischemia
  13. Idrocefalo. Trattamento chirurgico
    Hydrocephalus (dal greco Hydros - liquid + Greek. Kephale - head) - eccessivo accumulo di liquido cerebrospinale negli spazi del liquido cerebrospinale del cervello - i ventricoli, le cisterne, le fessure subaracnoidee. La causa dell'idrocefalo è una violazione della produzione, riassorbimento e circolazione del liquido cerebrospinale. Come notato in precedenza, la quantità normale di liquido cerebrospinale nel liquido cerebrospinale
  14. OPPORTUNITÀ DI TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL CANCRO DEL FEGATO METASTATICO
    Sidorov D.V., Lozhkin M.V., Shveikin A.O. Moscow Research and Development Institute of Oncology prende il nome da Pyotr A. Gertsen Obiettivo della ricerca: valutazione dei risultati immediati ea lungo termine del trattamento chirurgico delle lesioni metastatiche del fegato nel cancro del colon-retto. Materiale e metodi: dal 2005 ad oggi, abbiamo eseguito 70 resezioni per metastasi del cancro del colon-retto.
  15. Trattamento conservativo e chirurgico dell'ictus
    Le misure terapeutiche per l'ictus dovrebbero iniziare il più presto possibile, preferibilmente nell'intervallo della "finestra terapeutica" - nelle prime 3-6 ore dal momento in cui si sviluppa la malattia. L'adeguatezza della loro condizione del paziente e l'intensità determinano in larga misura l'ulteriore decorso e l'esito della malattia. I pazienti sono ospedalizzati indicati in un ospedale neurologico o neurovascolare, in caso di sviluppo estensivo
  16. TRATTAMENTO CHIRURGICO DEI PAZIENTI CON TUMORE DEL RENE METASTASI NEI POLMONI
    Amiraliev A.M., Pikin O.V., Alekseev B.Ya., Kolbanov K.I., Glushko V.I., Vursol D.A., Kartoschovenko A.S., Bagrov V.A. FGU MNOII im.P.A. Gertsena, Mosca Obiettivo dello studio: Il danno metastatico del polmone nel cancro renale è diagnosticato nel 15 - 20% dei pazienti. Il tasso di sopravvivenza a cinque anni nei pazienti operati è del 32-48% e con l'uso del trattamento farmacologico non supera il 5%.
  17. Metodi moderni di trattamento conservativo e chirurgico della tonsillite cronica
    Trattamento conservativo Il trattamento conservativo dei pazienti con tonsillite cronica al di fuori della sua esacerbazione dovrebbe essere completo e condotto in diversi corsi. Il corso del trattamento può includere il lavaggio delle tonsille delle tonsille con soluzioni antisettiche (furacilina, rivanolo, ecc.) E la fisioterapia dell'altro giorno (UHF o UHF) nella regione dei linfonodi regionali e simultanea radiazione UV sulle tonsille.
  18. Evoluzione del trattamento chirurgico della malattia coronarica
    I primi tentativi dei chirurghi di prendere parte al trattamento dell'angina pectoris furono fatti alla fine del XIX secolo, quando Charles Francois-Franck (S. Francois-Franck) tentò di eliminare il dolore al cuore incrociando tronchi simpatici sul collo. Dagli anni '30, dopo le relazioni di Hermann Blümgart (Blumgart HL, 1933) e Peter Alexandrovich Herzen (1938), un nuovo e più
  19. Principi generali del trattamento chirurgico
    Principi generali di chirurgia
  20. Epilessia. Trattamento conservativo e chirurgico
    L'epilessia è una malattia cronica manifestata da convulsioni ripetute o altre convulsioni, perdita di coscienza e accompagnata da cambiamenti nella personalità. La malattia è conosciuta da molto tempo. Le sue descrizioni si trovano in sacerdoti egizi (circa 5000 aC), medici di medicina tibetana, medicina di lingua araba, ecc. L'epilessia in Russia ha ricevuto il nome di epilessia, o semplicemente epilessia
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2016
info@medicine-guidebook.com