Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Patologia del sangue rosso


Normalmente, la composizione morfologica e biochimica del sangue viene mantenuta costante. I globuli rossi, come tutte le cellule viventi, sono inclini all'invecchiamento e alla morte, quindi, per mantenere i globuli rossi, è necessaria la formazione costante di nuovi globuli rossi.
L'attività del processo di riproduzione e maturazione dei globuli rossi è determinata dal contenuto di eritropoietine nel sangue. Le eritropoietine migliorano i processi di divisione e maturazione delle cellule del midollo osseo eritroide e stimolano anche la cattura del ferro da parte di queste cellule.
La cellula precursore di un eritrocita maturo e privo di nucleare è un reticolocita. Il nome di questa cellula deriva dalla sostanza reticolare in essa contenuta, che è un conglomerato di proteine ​​ribosomiali che vengono rilevate come artefatto durante la colorazione sopravitale di queste cellule con un colorante speciale.
Normalmente, il contenuto di reticolociti nel sangue periferico è dello 0,2-1,2% (2-12% 0). Contare il numero di queste cellule nel sangue è di grande valore diagnostico nel valutare la funzione dell'ematopoiesi del midollo osseo. La rigenerazione attiva del midollo osseo è accompagnata da un aumento del contenuto di reticolociti nel sangue (reticolocitosi), stati ipo e aregenerativi - da una diminuzione del loro contenuto (reticolocitopenia) fino a quando non scompare completamente dal sangue. Fino al 10-15% dei globuli rossi muore nel midollo osseo.
<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Patologia del sangue rosso

  1. Lo studio della composizione cellulare del sangue. Sangue rosso (globuli rossi e sistema di emoglobina).
    La condizione del sangue rosso o dell'eritrone è caratterizzata dai seguenti parametri clinici e di laboratorio. Il contenuto di emoglobina (Hb) nel sangue viene misurato in g / l. Il sangue intero prima di determinare il contenuto di emoglobina totale viene sottoposto alla procedura di distruzione dei globuli rossi. Il valore limite del normale contenuto di emoglobina in un litro di sangue, al di sotto del quale compaiono e possono essere diagnosticati i sintomi anemici
  2. Patologia del sistema sanguigno
    Un vantaggio anestetico per una patologia del sistema sanguigno può essere richiesto in due situazioni: se questa patologia è concomitante e in operazioni eseguite in connessione con una patologia del sangue (splenectomia, puntura e trapianto di midollo osseo). La frequenza degli interventi chirurgici per le malattie del sistema sanguigno aumenta. Ad esempio, negli ultimi 15 anni, il numero di splenectomie in questa patologia
  3. Patologia della coagulazione del sangue
    Per comprendere i meccanismi che contribuiscono all'interruzione del sistema di coagulazione del sangue, è necessario fornire informazioni di base sui fattori che mantengono il sangue allo stato liquido in una persona sana, nonché sui meccanismi che garantiscono l'integrità della parete vascolare e la conservazione del sangue nel letto vascolare in caso di danni ad esso
  4. Patologia del sangue bianco
    Un numero costante di globuli bianchi nel sangue è supportato dalla produzione di midollo osseo di queste cellule, nonché dal ricircolo dei granulociti depositati nella rete capillare di vari organi e tessuti
  5. PATOLOGIA DELLE CELLULE SANGUE E DEL MARRO OSSO
    Questo capitolo è dedicato alle malattie che causano cambiamenti nel sistema dei globuli rossi, dei globuli bianchi e delle piastrine, nonché la riproduzione compromessa degli elementi del sangue nel midollo osseo. Nonostante il fatto che i linfociti appartengano anche al gruppo dei globuli bianchi, le malattie del sistema linfocitario, ad eccezione della leucemia linfocitica (leucemia linfocitica), è consigliabile considerarlo separatamente, e questo viene fatto nel capitolo 13. Questo
  6. PRINCIPI GENERALI DI RISOLUZIONE DEI PROBLEMI (EMOGRAMMI) SULLA PATOLOGIA DEL SANGUE.
    1. Quando si analizzano gli emogrammi, prima di tutto, è necessario analizzare tutti i parametri del sangue, leggere attentamente la nota. 2. Valutare gli indicatori di "sangue rosso", in base al numero di globuli rossi e di emoglobina, per determinare se c'è anemia o meno. 3. In caso di anemia, determinare la natura dell'anemia (normocromica, ipercromica o ipocromica). 4. Se c'è anemia, allora entro
  7. PATOLOGIA DELLE CELLULE SANGUE E DEL MARRO OSSO. anemia
    Le malattie ematologiche possono essere primarie, cioè causate da una malattia degli stessi organi che formano il sangue, o secondarie, riflettendo la sconfitta di qualsiasi altro sistema. Le malattie secondarie sono più comuni. La disponibilità di studi morfologici delle cellule del sangue, ad esempio, in uno striscio di sangue venoso o nella puntura del midollo osseo, fornisce uno studio diretto dei cambiamenti che si sono verificati. il
  8. ALCUNI TIPI DI PATOLOGIA DEL SANGUE.
    L'anemia è una condizione caratterizzata da una diminuzione del numero di globuli rossi e (o) dell'emoglobina per unità di volume di sangue. Quando si confronta la diminuzione del numero di globuli rossi e dell'emoglobina, un test comune è determinare il contenuto medio di emoglobina in ciascun globulo rosso, cioè il cosiddetto indice di colore. I seguenti tipi di anemia si distinguono per l'indicatore di colore:
  9. Patologia della faringe con malattie del sangue sistemiche
    Le malattie del sangue sistemiche sono accompagnate dalla scomparsa della protezione dal lato dei globuli bianchi (il loro numero è nettamente ridotto), che spesso porta allo sviluppo di processi infiammatori inecrotici nella faringe. Prerequisiti per questo sono le caratteristiche del vivere nella gola della microflora, la presenza di elementi di infiammazione cronica nelle tonsille. Spesso il primo sintomo di una malattia del sangue sistemica
  10. Patologia del sistema immunitario. Reazioni di ipersensibilità Autoimmunizzazione e malattie autoimmuni. Amiloidosi. Lupus eritematoso sistemico. Sclerodermia. Sindrome da immunodeficienza (AIDS).
    1. Forme d'immunità 1. focale 3. specifica 2. diffusa 4. non specifica 2. La protezione meccanica è fornita da 1. pelle 4. nervi periferici 2. sangue 5. mucosa vascolare 3. endotelio vascolare 3. componenti umorali non specifici della risposta immunitaria 1. sudore 4. mesangiociti 2. macrofagi 5. liquido lacrimale 3. neutrofili 4. Per stabilire la conformità: ORGANO APPROPRIATO
  11. Patologia del sistema di coagulazione del sangue (coagulopatia)
    Le coagulopatie sono ereditarie e acquisite. Le coagulopatie ereditarie sono malattie causate da una carenza dei fattori VIII e IX, che sono le coagulopatie ereditarie più comuni (oltre il 95% dei casi). La carenza di fattori VII, X, V, XI è fino all'1,5%; la carenza di altri fattori (XII, II, I, XIII) è estremamente rara (in singolo
  12. Le principali manifestazioni della patologia del sangue nella cavità orale
    La glossite di Gunther è caratteristica dei pazienti con anemia periosa: inizialmente prevale l'infiammazione (lingua "scottata"), quindi atrofica (lingua "verniciata") - la mucosa della parte posteriore della lingua diventa lucida con evidente atrofia della papilla della mucosa. I cambiamenti infiammatori-atrofici possono diffondersi alle gengive, alle mucose delle guance, morbide
  13. PATOLOGIA DELLE CELLULE SANGUE E DEL MARRO OSSO. Neoplasie linfoidi. NUOVE FORMAZIONE DI MYELOID. SINDROMI MYELODISPLASTICHE. ORIGINE ISTOCITICA
    Nella struttura della morbilità e mortalità per tumore, i tumori dei tessuti ematopoietici e linfoidi occupano il 7-9% a seconda del sesso e dell'età. Ogni anno, su ogni 100 mila abitanti del nostro pianeta, 9 persone soffrono di qualche forma di leucemia, ma nelle fasce di età superiore ai 65 anni, 69 su 100 mila persone si ammalano. Eziologia e patogenesi delle neoplasie del linfoemopoietico
  14. Alcune proprietà del sangue normale, lo sviluppo di cellule del sangue (ematopoiesi)
    Il volume del sangue circolante in un adulto raggiunge i 5 litri, di solito è leggermente inferiore nelle donne e dipende dal peso corporeo totale. Quando si centrifuga una colonna di sangue venoso in speciali tubi stretti, il 45% della sua massa è rappresentato da cellule, il cui numero totale è incluso nell'ematocrito (volume cellulare impaccato, PCV), vale a dire il rapporto tra il volume delle cellule del sangue e il volume del plasma. Il restante 55%
  15. Consegna del sangue al laboratorio diagnostico clinico per la determinazione di elettroliti, gas ematici ed emostasi
    Regole per la preparazione di soggetti, la presa, la conservazione e la consegna di materiale per la ricerca nello studio CDL sull'equilibrio acido-base e i gas del sangue Il sangue capillare arterioso e arterioso è preferito come biomateriale per determinare l'equilibrio acido-base e i gas del sangue. Il materiale deve essere prelevato in condizioni anaerobiche per escludere lo scambio di gas
  16. Sistema sanguigno Rhesus e sua importanza nello sviluppo dell'incompatibilità isoserologica della madre e del sangue fetale
    L'incompatibilità isoserologica del sangue della madre e del feto si verifica più spesso a causa del conflitto Rh, quando il sangue della madre è Rh-negativo e il sangue fetale è Rh-positivo. Il sistema del fattore Rh (Rh) è composto da vari antigeni RhD, RhC, RhE. Esistono varietà di Hr c, d, e, che hanno sei tipi principali (alleli) di antigeni del fattore Rh. Hanno
  17. Malattie polmonari Malformazioni congenite. Atelettasia. Patologia vascolare Patologia infettiva
    Le malattie polmonari, correlate alle più comuni malattie dell'uomo moderno e con alti tassi di mortalità, possono essere combinate nei seguenti gruppi: anomalie congenite; atelettasia; patologia vascolare dei polmoni; malattie infettive dei polmoni; asma bronchiale; malattia polmonare ostruttiva cronica; malattie polmonari interstiziali; tumori polmonari
  18. Lupus eritematoso
    Lupus eritematoso - collagenosi, un ruolo importante nella patogenesi del quale è giocato da una violazione della funzione regolatoria dei linfociti T, della comparsa di complessi immunitari e della loro deposizione nei tessuti. Principalmente le donne (circa il 90%) di età compresa tra 20 e 45 anni sono ammalate. Le cause della malattia non sono note. Si ritiene che i fattori provocatori (alcuni prodotti chimici, droghe, infezione) siano combinati con
  19. Lupus eritematoso sistemico
    Esistono forme acute e croniche di lupus eritematoso. La forma acuta è caratterizzata da eruzioni gonfie rosso pallido e rosso, spesso sul viso, che si fondono in macchie. Le eruzioni cutanee si trovano sul tronco, sui glutei, sugli arti, più spesso sulle mani e sulle dita, meno spesso sulle mucose. Assomigliano all'eczema seborroico o all'eritema essudativo. A volte i fuochi sono combinati con bolle e
  20. La relazione di ipossia, angiopatia, disturbi circolatori, patologia BBB e patologia perivascolare
    La caratteristica principale della patogenesi dell'asfissia intrauterina è che, secondo l'opinione di N.L. Garmasheva (1967), i disturbi della circolazione fetale sono sempre preceduti da essa. In questi casi, vengono spesso create condizioni in base alle quali viene violato il deflusso venoso dall'area del tronco encefalico (a causa delle caratteristiche anatomiche e fisiologiche), che porta a un perivascolare persistente secondario (perivenolare e
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com