Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Accumulo di grasso nel fegato

L'accumulo di grasso nel fegato (steatosi, obesità del fegato) è una delle forme di disturbo del metabolismo lipidico e il risultato del metabolismo lipidico e dei carboidrati alterato. Il fegato è l'organo che riceve e secerne il materiale lipidico, quindi il processo fisiologico negli epatociti è quello di mantenere un equilibrio tra l'assunzione di lipidi e il loro utilizzo e secrezione. I fattori che limitano questo equilibrio sono la disponibilità e l'uso di donatori di energia e metile. Le cause più comuni di steatosi epatica sono considerate diabete, obesità, SODI, alcolismo, avvelenamento, fame, ipovitaminosi, gravidanza. Per una serie di motivi, si distinguono i seguenti percorsi patogenetici per la formazione della steatosi epatica:

• meccanismo di infiltrazione associato a un'eccessiva assunzione di lipidi negli epatociti;

• meccanismo di ritenzione associato a una diminuzione del tasso di assemblaggio e sintesi di VLDL.

L'assunzione eccessiva di lipidi (meccanismo di infiltrazione) si verifica con HLP di tipo I, IV. Questo meccanismo si osserva con fame generale o di carboidrati, obesità, diabete, nonché con mobilizzazione di emergenza di FFA dal deposito a seguito dell'azione di ADH, ossitocina, ACTH, STH, corticosteroidi, adrenalina, ormoni tiroidei, gonadi. Per questi motivi, l'iperlipemia si sviluppa durante lo stress, l'adattamento al freddo, lo sforzo fisico, i rapporti sessuali, l'abuso di alcol, la gravidanza con una crescita fetale attiva nell'ultimo trimestre.

Meccanismo di ritenzione. Le seguenti cause più comuni gli vengono:

• diminuzione dell'attività degli enzimi dell'idrolisi epatocitica e dell'ossidazione dei grassi;

• diminuzione diretta della secrezione di VLDL (uscita dal fegato).

Il meccanismo di ritenzione sta portando alla formazione di steatosi epatica in caso di avvelenamento con veleni epatotropici.
I veleni e i loro metaboliti legano la carnitina e l'acetil-CoA e fermano l'ossidazione degli AF, portando alla chetosi e promuovendo la comparsa di radicali di ossigeno attivi con perossidazione lipidica, che interrompe l'assemblaggio di VLDL. Così sono cloroformio, dicloroetano, tetracloruro di carbonio, arsenico, fosforo giallo. L'inibizione della sintesi proteica nel fegato porta anche a una carenza di apoproteine ​​e all'interruzione dell'assemblaggio di VLDL. Phalloidin, una tossina toadstool pallida, alte dosi di tetraciclina, citostatici, vitamina PP, acido valproico, hanno questo effetto. I glucocorticoidi a dosi elevate migliorano la sintesi di TG nel fegato. L'alcol provoca la ritenzione di VLDL attraverso i meccanismi di cui sopra. Il ritardo nell'ossidazione di FFA e nella secrezione di VLDL è osservato con deficit del gruppo metile. I donatori di metile sono sostanze lipotrope: colina, metionina, vitamina B12, B6, inositolo. La carenza di queste sostanze blocca la sintesi in quantità adeguate di PL necessarie per l'eliminazione di VLDL dal fegato. Un importante valore catalizzatore per questa reazione è il peptide lipotropico delle cellule dei dotti escretori del pancreas - lipocaina. L'intossicazione endogena nell'insufficienza renale cronica porta alla steatosi epatica dovuta all'accumulo del derivato della guanidina, che è un accettore della metionina.
<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

Accumulo di grasso nel fegato

  1. DISTURBI DELL'accumulo di FAT nel tessuto adiposo. OBESITÀ
    Questi disturbi compaiono sia sotto forma di esaurimento come un'opzione estrema per perdere peso, sia sotto forma di obesità. L'esaurimento (vedi "Violazioni del metabolismo proteico") si osserva con un apporto insufficiente di calorie dal cibo in relazione al fabbisogno energetico. L'eccesso cronico di calorie rispetto ai costi energetici porta ad un ulteriore accumulo di TG nel tessuto adiposo - obesità. su
  2. Malattie del fegato e del sistema biliare. Epatite. Cirrosi epatica. Cancro al fegato Malattia dei calcoli biliari.
    1. Una donna di 40 anni si lamenta di debolezza, ittero. Una storia di 2 mesi. prima della malattia - trasfusione di sangue. Un esame ha rivelato un aumento del fegato, un aumento del livello delle transaminasi epatiche. Conclusione 1. Steatosi epatica 3. Ittero ostruttivo 2. Malattia di Botkin 4. Epatite virale acuta 2. L'epatite virale C è caratterizzata da 1. alta frequenza di cronicità 2. trasmissione parenterale 3.
  3. Debolezza del fegato, blocchi in esso e tutto ciò che riguarda il dolore al fegato
    Debolezza del fegato Galeno dice: "Il fegato è una persona il cui fegato si comporta in modo debole in assenza di una causa esterna - un tumore o un ascesso". In effetti, la debolezza del fegato accompagna la malattia del fegato e [proviene] da un disturbo di natura semplice senza materia, o da [disturbo] con la materia. La fonte del [disturbo] è o il fegato stesso o altri
  4. Malattie da accumulo di glicogeno
    Arthur L. Beaudet Le malattie dell'accumulo di glicogeno sono un gruppo di disturbi ereditari dell'accumulo di carboidrati sotto forma di glicogeno e il suo utilizzo per mantenere lo zucchero nel sangue e fornire energia ai tessuti. Con alcune forme di questa patologia, il contenuto di glicogeno nei tessuti non aumenta. Il glicogeno è un polimero altamente ramificato
  5. DETERMINAZIONE DEI GRASSI
    I grassi sono esteri di alcol triidrico, glicerolo e acidi grassi superiori. Sono facilmente solubili in etere, il che consente a questi ultimi di essere ampiamente utilizzati nella determinazione dei grassi contenuti in vari alimenti e mangimi di origine vegetale e animale, compreso nel corpo dei pesci. L'etere solforico anidro, punto di ebollizione, viene usato come solvente per i grassi.
  6. Mobilitazione (spesa) di grassi.
    In questo caso, si verifica il rilascio di acidi grassi dalle riserve del tessuto adiposo. Entrano nel flusso sanguigno, si legano all'albumina plasmatica e diventano disponibili per l'uso da parte di altri tessuti. La distruzione dei grassi all'interno degli adipociti è catalizzata dalla lipasi. Questo enzima è sempre presente nelle cellule adipose ed è noto per la sua dipendenza ormonale. È inattivo a un livello elevato dello stesso
  7. Glicogenosi (malattie dell'accumulo di glicogeno)
    Glicogenosi - un gruppo di disturbi ereditari (malattie) dell'accumulo di glicogeno e / o del suo utilizzo, che creano una carenza nei modi di mantenere i livelli di glucosio nel sangue e / o la generazione di energia (muscolo). La glicogenosi (tipo III) è stata la prima malattia epatica ereditaria per la quale è stato possibile scoprire la natura del difetto enzimatico primario. Per tradizione, le glicogenosi hanno una classificazione numerica,
  8. MALATTIE DELL'ACCUMULO LISOSOMALE
    Arthur L. Bodet (Arthur L. Beaudet) Segni generali Definizione. I lisosomi sono organelli citoplasmatici il cui ambiente acido contiene numerosi enzimi che idrolizzano la maggior parte delle macromolecole biologiche (Fig. 316-1). I lisosomi primari sono corpi speciali formati da un complesso plastico (apparato del Golgi). Possono unirsi
  9. INCIDENZA SUL METABOLISMO DELL'AMINO ACIDO CON L'ACCUMULO DEI METABOLITI NEI TESSUTI
    Leon E. Rosenberg Numerosi disturbi metabolici congeniti sono caratterizzati dalla deposizione o dall'accumulo di quantità eccessive di singoli metaboliti nei tessuti. Molto spesso, ciò riflette una violazione della decomposizione della sostanza, ma in alcuni casi il meccanismo della malattia rimane sconosciuto. In molte malattie si accumulano grandi molecole, come il glicogeno,
  10. DETERMINAZIONE DEL GRASSO NEL CAMPIONE CRUDO
    La determinazione del grasso in un campione crudo viene effettuata in modo leggermente diverso rispetto a un campione assolutamente secco, vale a dire: dalla massa di grasso estratto dal materiale analizzato. Procedura per la determinazione 1. Prelevare da un campione grezzo circa 3 ... 6 g del materiale analizzato e metterlo in una bottiglia pulita. 2. Pesare il flacone con il contenuto su una bilancia analitica. 3. Trasferire il materiale dalla scatola alla porcellana
  11. DETERMINAZIONE DEL GRASSO NEL CAMPIONE SECCO
    Diversi metodi possono essere utilizzati per quantificare il grasso in un campione secco. Tuttavia, il più comune, relativamente accurato, semplice e adatto per l'analisi di massa è il metodo per determinare il grasso in massa del residuo secco non grasso del materiale analizzato (secondo il metodo di Rushkovsky). Definizione 1. Per ciascun campione di materiale testato per il grasso, prepararne due
  12. Cirrosi epatica
    Provoca infiammazione o avvelenamento del fegato, a seguito del quale le cellule sane degenerano nel tessuto cicatriziale. Con lo sviluppo della patologia, il fegato diminuisce di volume, il numero di cellule sane si riduce, la vena porta si restringe, trasportando il sangue dal tratto digestivo. Di conseguenza, la pressione sanguigna nel fegato aumenta, il liquido si accumula nella cavità addominale e possibilmente vene varicose nell'esofago.
  13. Come sbarazzarsi di grasso.
    Come sbarazzarsi di
  14. Accumulo di conoscenze sulla composizione e le proprietà del sangue
    Accumulazione di conoscenze sulla composizione e le proprietà
  15. Malattia del pool di accumulo
    Queste malattie sono state recentemente riconosciute e non tutte sono state identificate. La base della disfunzione piastrinica in queste malattie è l'incapacità delle piastrine di accumulare ATP, serotonina, adrenalina, fattore IV e altre sostanze ed espellerle durante l'emostasi. Il modo più efficace per prevenire il sanguinamento durante il parto e quando si esegue un taglio cesareo è la sostituzione
  16. Malattia del pool di accumulo
    Queste malattie sono state recentemente riconosciute e non tutte sono state identificate. La base della disfunzione piastrinica in queste malattie è l'incapacità delle piastrine di accumulare ATP, serotonina, adrenalina, fattore IV e altre sostanze ed espellerle durante l'emostasi. Il modo più efficace per prevenire il sanguinamento durante il parto e quando si esegue un taglio cesareo è la sostituzione
  17. Rimozione chirurgica di grasso.
    Esistono anche diversi metodi per la rimozione chirurgica del tessuto adiposo stesso. A volte la causa stessa dell'obesità può essere rimossa chirurgicamente. Quindi, ad esempio, nella malattia di Itsenko-Cushing, una ghiandola surrenale viene rimossa e l'altra, se necessario, viene irradiata per ridurne l'attività. Questo porta a una cura completa per l'obesità. La resezione del tessuto adiposo in eccesso è già stata eseguita
  18. Qualche parola in difesa del grasso
    - Niente di salato, niente di fritto. Al mattino - la piscina. Per colazione - farina d'avena sull'acqua. Poi bevo tè verde tutto il tempo. Di fronte a me c'è una ragazza che pesa cento chilogrammi, anche se ciò che mi dice sembra una speciale sinfonia dietetica. "Ora, cena." Cucino solo tutto al vapore e prima di andare a letto bevo mezza tazza di kefir senza grassi e non di più! Ragazza dolcemente
  19. CLASSIFICAZIONE DEI MEZZI CHE RIMUOVONO IL GRASSO ECCESSIVO DAL CORPO.
    I Raccomandazioni dietetiche: 1. Riduzione della dieta. 2. Il digiuno terapeutico. 1) sull'acqua; 2) senza acqua. 3. Carico di carboidrati durante l'allenamento. 4. Scarico-carico di carboidrati (carboidrati). II medicinali: 1. Brucia grassi, calmante del sistema nervoso: carnitina. 2. Bruciagrassi che stimolano il sistema nervoso. 1) efedrina; 2) Yohimbine; 3) clenbuterolo; 4) caffeina; 5)
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com