Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Pielonefrite cronica

La pielonefrite cronica è un lungo processo infettivo e infiammatorio non specifico con una lesione primaria e iniziale del tessuto interstiziale, del sistema pielocaliceale e dei tubuli renali, seguita dal coinvolgimento dei glomeruli e dei vasi sanguigni dei reni.

L'eziologia. La pielonefrite cronica è causata da vari tipi di infezione: Escherichia coli, Proteus, Klebsiella, Pseudomonas aeruginosa, Enterobacter, meno comunemente Streptococcus, Staphylococcus, batteri a forma di L, micoplasmi, virus e funghi, associazioni patogene (flora mista). I fattori predisponenti per lo sviluppo della pielonefrite cronica sono: pielonefrite acuta, manipolazioni urologiche, ipotermia, disturbo urodinamico, ad es. disturbi del deflusso di urina di varia origine (calcoli, tumori, stenosi del tratto urinario, adenoma prostatico), gravidanza, diabete mellito, infezioni croniche, predisposizione genetica.

Patogenesi. I principali collegamenti della patogenesi sono i seguenti: la penetrazione dell'infezione nel rene, l'influenza dell'agente patogeno sul tessuto renale, la violazione dell'urodinamica e del deflusso linfatico, il ruolo dei meccanismi immunitari nella rottura della pielonefrite cronica.

1. La penetrazione dell'infezione nel rene viene effettuata in tre modi: ematogena, ascendente o urinogena, ascendente lungo la parete del tratto urinario.

2. L'influenza dell'agente patogeno sul tessuto renale è dovuta alle endotossine, che hanno un effetto tossico locale o generale, manifestate principalmente nel processo infiammatorio. Il grado di virulenza del microrganismo e lo stato del sistema immunitario della materia del macrorganismo.

3.
Disturbi dell'urodinamica e del linfodrenaggio causati da anomalie anatomiche e disfunzioni dei reni e del tratto urinario o processi patologici (compressione degli ureteri) sono accompagnati dallo sviluppo di reflussi - vescico-ureterali, ureteropelvic, pelvi-renali, che contribuiscono all'infezione dei reni e alla riproduzione di batteri e tessuto renale.

4. Il ruolo dei meccanismi immunitari nello sviluppo della pielonefrite cronica sta guadagnando sempre più riconoscimento. Oltre a stabilire una connessione tra lo sviluppo della pielonefrite cronica e il trasporto di alcuni antigeni dei loci A1 e A3 del sistema antigene HLA, sono stati trovati numerosi antigeni batterici (agenti patogeni della pielonefrite) e anticorpi, nonché autoanticorpi, compresi quelli reticolati con i tessuti renali, che indicano un'infiammazione immunitaria.

Esiste una certa sequenza di alterazioni patomorfologiche, atrofia dei tubuli, infiammazione dell'interstizio, coinvolgimento graduale dei glomeruli nel processo patologico, loro ialinizzazione, vascolarizzazione, sviluppo di fibrosi e rughe del rene. La pielonefrite clinicamente cronica è caratterizzata da dolore, fenomeni disurici, rilascio di urina torbida, tra cui piuria, poliuria, nicturia, ipostenuria e altre funzioni renali compromesse, febbre, brividi. Si distinguono le seguenti forme cliniche di pielonefrite cronica: latente, ricorrente, ipertensiva, anemica, ematica e settica. La progressione della pielonefrite cronica culmina nell'insufficienza renale cronica.
<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Pielonefrite cronica

  1. Pielonefrite cronica
    La pielonefrite cronica è una conseguenza della pielonefrite acuta non indurita e può verificarsi senza eventi acuti dall'inizio della malattia. Manifestazioni cliniche. La pielonefrite cronica unilaterale si manifesta con dolore sordo costante nella regione lombare sul lato del rene interessato. I disordini disurici nella maggior parte dei pazienti sono assenti. La diagnosi si basa su un'anamnesi,
  2. PIELONEFRITE CRONICA
    Nella maggior parte dei casi, la pielonefrite cronica è una conseguenza di un'acuta non indurita e può manifestarsi in una clinica diversa. In alcuni pazienti, procede in modo latente, accompagnato solo da dolore moderato e leucocituria. In altri pazienti, la malattia peggiora periodicamente e il processo si diffonde in nuove aree del parenchima renale, causando la sclerosi non solo dei tubuli, ma anche dei glomeruli.
  3. PIELONEFRITE CRONICA
    Per la diagnosi utilizzando i seguenti criteri. Clinica. 1. Denunce di debolezza generale, affaticamento, mal di testa, nausea, vomito, dolore nella regione lombare. 2. Anamnesi: in passato infezione del tratto urinario (in particolare pielonefrite acuta). 3. Dati oggettivi: pallore e secchezza della pelle, perdita di peso, sangue dal naso, in molti
  4. Pielonefrite acuta di donne in gravidanza (o esacerbazione della pielonefrite cronica)
    La pielonefrite è una malattia renale infettiva e infiammatoria con una lesione primaria del tessuto tubulointerstiziale, del sistema pielocaliceale e che coinvolge spesso il parenchima. La pielonefrite occupa il primo posto nella struttura della patologia extragenitale nelle donne in gravidanza e nelle puerperas, la sua frequenza raggiunge il 10% e oltre; il più delle volte (circa l'80%) i suoi attacchi si sviluppano nell'II
  5. Compito 26. PIELONEFRITE CRONICA
    Ch. Incinta, 28 anni, consegnata in ambulanza al dipartimento di patologia della gravidanza a 28 settimane di gestazione. Denunce di dolore nella regione lombare a destra, debolezza. Dall'anamnesi. La seconda gravidanza Il primo si è concluso in un aborto spontaneo in un periodo di 16 settimane, 2 anni fa. Per quanto riguarda la gravidanza reale, si osserva regolarmente nelle cliniche prenatali da 7 a 8 settimane.
  6. 4.3. PIELONEFRITE CRONICA
    Terapia antibatterica - è prescritta in presenza di dati clinici e l'identificazione dell'agente causale del processo infiammatorio dei reni con la determinazione della sensibilità agli antibiotici, il decorso medio è di 7-10 giorni. Escherichia coli - amoxicillina / clavulanato (tab. 0,375 e 0,625 g; fiale da 0,6 e 1,2 g) all'interno di 0,625 go 0,6-1,2 g ogni 8 ore; gentamicina (amp. 4% -1 e 2 ml) iv in 3-4 mg / kg 1 r / giorno.
  7. PIELONEFRITE CRONICA
    Malattia infettiva e infiammatoria non specifica della mucosa del tratto urinario: pelvi, calice e tessuto interstiziale dei reni. Nefrite batterica essenzialmente interstiziale, 60% di tutte le malattie renali. L'eziologia è sempre contagiosa. Agenti patogeni in ordine decrescente di frequenza: E. coli, protea volgare, stafilococco, streptococco, enterococco, associazioni microbiche,
  8. pielonefrite
    DEFINIZIONE La pielonefrite è un'infiammazione del tessuto prevalentemente interstiziale del rene e della pelvi renale, che si manifesta come un quadro di una malattia infettiva nei bambini piccoli. Negli ultimi anni, la pielonefrite è classificata come una variante infettiva (batterica) della nefrite tubulointerstiziale, che si riflette nei codici ICD-10 per le malattie del sistema urinario. CODICE SU ICD-N10. Tubulointerstiziale acuto
  9. pielonefrite
    La pielonefrite è una malattia infettiva in cui il bacino, il calice e la sostanza renale sono coinvolti nel processo con una lesione primaria dell'interstizio. • La malattia renale più comune, • L'agente causale più comune è E. coli. • L'infezione penetra nei reni per via ematogena o per via ascendente - dall'uretra, dalla vescica e dagli ureteri (pielonefrite urogenica ascendente). •
  10. Pielonefrite incinta
    La pielonefrite è un processo infettivo e infiammatorio non specifico, accompagnato da danni al tessuto interstiziale dei reni, dell'apparato tubulare e delle pareti del sistema pielocaliceale. Nelle donne in gravidanza, il processo si sviluppa spesso nel rene giusto. La pielonefrite si sviluppa nel 6-7% delle donne in gravidanza, spesso nella seconda metà della gravidanza. Le donne in gravidanza con pielonefrite costituiscono un gruppo ad alto rischio
  11. pielonefrite
    Tra le malattie del sistema urinario, le lesioni infiammatorie microbiche più comuni dei reni e del tratto urinario. Questo gruppo di malattie occupa il primo posto nella struttura della nefropatia nei bambini. Negli ultimi anni le malattie infiammatorie del sistema urinario rappresentano il 77-89% di tutti i casi di ricovero in ospedale di bambini negli ospedali nefrologici. La prevalenza di malattie infiammatorie microbiche
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com