principale
Informazioni sul progetto
Notizie di medicina
Agli autori
Libri su licenza di medicina
<< Avanti Successivo >>

Ipercalcemia e nefrocalcinosi

Malattie caratterizzate da ipercalcemia, come iperparatiroidismo, mieloma multiplo, intossicazione da vitamina D, metastasi ossee o eccessiva assunzione di calcio (sindrome del latte alcalino), possono causare la formazione di calcoli di calcio e la perdita di calcio renale (nefrocalcinosi). La grave calcificazione in alcune malattie può portare allo sviluppo di nefrite tubulointerstiziale e insufficienza renale. Per la prima volta, il danno causato dall'ipercalcemia si trova nelle cellule epiteliali dei tubuli renali, è associato alla deformazione dei mitocondri e alla successiva distruzione delle cellule.
Allo stesso tempo, i depositi di calcio sono rilevati nei mitocondri, nel citoplasma e nella membrana basale. I detriti cellulari calcificati causano l'ostruzione del lume tubulare e l'atrofia ostruttiva dei nefroni con lo sviluppo di fibrosi interstiziale e infiammazione cronica aspecifica. Si sviluppa atrofia di quelle aree della sostanza corticale che sono associate a tubuli calcificati. Pertanto, questo rene è caratterizzato dall'alternanza di aree di parenchima normale e sclerotizzata.
<< Avanti Successivo >>
= Vai al contenuto del tutorial =

Ipercalcemia e nefrocalcinosi

  1. Nefrocalcinosi.
    La nefrocalcinosi è una condizione caratterizzata dalla precipitazione del fosfato di calcio nei tubuli renali. La deposizione di calcio nel rene è comune. Si trova nei reni in oltre il 20% delle autopsie e in molte biopsie renali, specialmente nei bambini. Questi depositi accidentali non sono associati a nessun danno funzionale. Nefrocalcinosi è più spesso osservata con
  2. Ipercalcemia e nefrocalcinosi
    Malattie caratterizzate da ipercalcemia, come iperparatiroidismo, mieloma multiplo, intossicazione da vitamina D, metastasi ossee o eccessiva assunzione di calcio (sindrome del latte alcalino), possono causare la formazione di calcoli di calcio e la perdita di calcio renale (nefrocalcinosi). La grave calcificazione in alcune malattie può portare allo sviluppo di
  3. ipercalcemia
    L'ipercalcemia è caratterizzata da un aumento dei livelli plasmatici di calcio superiori a 5,8 meq / L. Cause (Fig. 55) Fig. 55. Le complesse cause dell'ipercalcemia. Iperparatiroidismo primitivo Adenoma Altre cause Aumento del decadimento osseo, ad esempio, nel mieloma, in più metastasi osteolitiche, nella malattia di Paget, nell'osteoporosi acuta dovuta all'immobilizzazione (ad esempio, paralisi trasversale, ecc.).
  4. ipercalcemia
    L'ipercalcemia è un aumento del contenuto di calcio nel plasma sanguigno. Fisiopatologia • L'ipercalcemia si verifica in genere a causa dell'aumento dell'assorbimento di calcio. • L'iperparatiroidismo è la causa più comune di ipercalcemia. In questa condizione, viene secreta una quantità eccessiva di ormone paratiroideo e aumenta anche il contenuto di calcio. • La seconda causa di ipercalcemia è il cancro. ossatura
  5. ipercalcemia
    Eziologia Un lungo elenco di possibili cause di ipercalcemia (Tabella 13.7) può essere significativamente ridotto a causa di un'attenta analisi storica, analisi della terapia farmacologica e un numero limitato di test di laboratorio di base. TABELLA 13.7 CAUSE DELL'IPERCALCIAEMIA Malattia di Paget Insufficienza surrenale Tumori maligni Tumore polmonare a cellule squamose Cancro al seno
  6. ipercalcemia
    L'ipercalcemia si verifica in molte malattie (tavola 28-11). Nell'iperparatiroidismo primario, la secrezione di PTH aumenta e non dipende dalla concentrazione di Ca2 +. Al contrario, nell'iperparatiroidismo secondario (insufficienza renale cronica o compromissione dell'assorbimento del calcio), la concentrazione di PTH aumenta a causa di ipocalcemia cronica (capitolo 32). A volte l'iperparatiroidismo secondario prolungato porta a
  7. Manifestazioni cliniche di ipercalcemia
    L'ipercalcemia è spesso manifestata da anoressia, nausea, vomito, debolezza e poliuria. Atassia, irritabilità, sonnolenza e confusione possono essere rapidamente sostituiti da un coma. Inizialmente, fino a quando si sviluppa l'ipovolemia, spesso si verifica ipertensione arteriosa. L'ECG mostra un accorciamento del segmento ST e dell'intervallo QT. L'ipercalcemia aumenta significativamente la sensibilità del miocardio al cuore
  8. Trattamento dell'ipercalcemia
    L'iperkalcemia sintomatica richiede una correzione immediata. Il metodo di trattamento più efficace prevede un aumento della diuresi fino a 200-300 ml / h mediante infusione di soluzione fisiologica e stimolazione dell'escrezione renale di calcio con l'aiuto di diuretine ad anello. È necessario compensare la perdita di potassio e magnesio nelle urine. Per ipercalcemia grave (> 15 mg / 100 ml), bi-fosfonati (60-90 mg
  9. Disturbo del calcio (ipercalcemia)
    ICD-10 cipher E83.5 Diagnosi Diagnosi Obbligatoria Plasma contenuto di calcio 3 mmol / lo più Livello di coscienza, frequenza ed efficacia della respirazione, frequenza cardiaca, pressione sanguigna, ECG, storia, esame fisico approfondito , Na, Mg), urea, creatinina R-grafia del torace, livello addizionale (se indicato) degli ormoni
  10. Condizioni metaboliche acute nei pazienti oncologici
    1. Quali sono i più comuni disordini metabolici urgenti che si verificano in pazienti con tumori maligni. • Ipercalcemia (il più delle volte). • Ipoglicemia (manifestata da segni clinici aspecifici, diagnosticati in ritardo). • Iponatremia (condizione scarsamente distinguibile). HYPERCALCYEMIA 2. Quali sono le forme più comuni di cancro?
  11. Ghiandole paratiroidi
    Le ghiandole paratiroidi sono derivati ​​da tasche branchiali, dando origine all'embrione contemporaneamente al timo e all'arco aortico. Pertanto, l'embriopatia di questi organi è spesso amichevole. Le ghiandole paratiroidi producono la sintesi dell'ormone paratiroideo, che, insieme alla vitamina D, è di grande importanza nella regolazione del metabolismo del calcio fosfato. Diminuzione della funzione (a causa di aplasia, danno a
  12. Iperparatiroidismo congenito
    La malattia è rara. La sua causa è l'inattivazione dei difetti del gene CASR, che codifica per un recettore del calcio-sensoriale. IPERPARATIROSI TRANSITORIALE La malattia si manifesta nei neonati le cui madri soffrivano di grave ipocalcemia gestazionale. I sintomi clinici dell'ipercalcemia nei neonati sono scarsi. Segnare un basso aumento di peso, costipazione, senza trattamento.
  13. MOLTEPLICI DISTURBI DELLA FUNZIONE DEL SISTEMA ENDOCRINO
    R. Neil Schimke (R. Neil Schimke) L'iper-o ipofunzione multipla delle ghiandole endocrine può essere causata non solo dalla patologia primaria dell'asse ipotalamo-ipofisario, ma anche da altri motivi. Alcuni, anche se rari tipi di patologia, che colpiscono allo stesso tempo molte ghiandole endocrine, sono ereditati, e quindi il loro valore va oltre la misura determinata solo dalla prevalenza.
  14. tubulopatia
    DEFINIZIONE La tubulopatia congenita è un gruppo di malattie ereditarie caratterizzate da lesioni dei tubuli renali; include il diabete di fosfato, la sindrome di Tony-Debreu-Fanconi, la cistinuria, la glucosuria renale, il diabete renale insipido, l'acidosi canalicolare renale, il nefronoftalco di Fanconi, la sindrome di Lowe e alcune altre forme nosologiche. Tubulopatie con modalità di trasmissione autosomica recessiva,
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2016
info@medicine-guidebook.com