Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Ipercalcemia e nefrocalcinosi

Malattie caratterizzate da ipercalcemia, come iperparatiroidismo, mieloma, intossicazione da vitamina D, metastasi ossee o assunzione eccessiva di calcio (sindrome del latte alcalino) possono causare la formazione di calcoli e la caduta del calcio nel rene (nefrocalcinosi). Una grave calcificazione in alcune malattie può portare allo sviluppo di nefrite tubulointerstiziale e insufficienza renale. Per la prima volta, il danno causato dall'ipercalcemia viene rilevato nelle cellule epiteliali del tubulo renale, è associato alla deformazione dei mitocondri e alla successiva distruzione delle cellule.
Allo stesso tempo, vengono rilevati depositi di calcio nei mitocondri, nel citoplasma e nella membrana basale. I detriti cellulari calcificati causano l'ostruzione del lume dei tubuli e l'atrofia ostruttiva dei nefroni con lo sviluppo della fibrosi interstiziale e l'infiammazione cronica non specifica. Si sviluppa l'atrofia di quelle sezioni della sostanza corticale associate ai tubuli calcificati. Pertanto, per un tale rene, è caratteristica un'alternanza di aree normali e sclerotiche del parenchima.
<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

Ipercalcemia e nefrocalcinosi

  1. Nefrocalcinosi.
    La nefrocalcinosi è una condizione caratterizzata dalla precipitazione del fosfato di calcio nei tubuli renali. La deposizione di calcio nei reni è un evento comune. Si trova nei reni in oltre il 20% delle autopsie e in molte biopsie renali, specialmente nei bambini. Questi depositi casuali non sono associati ad alcun danno funzionale. Molto spesso, si verifica la nefrocalcinosi
  2. Ipercalcemia e nefrocalcinosi
    Malattie caratterizzate da ipercalcemia, come iperparatiroidismo, mieloma, intossicazione da vitamina D, metastasi ossee o assunzione eccessiva di calcio (sindrome del latte alcalino) possono causare la formazione di calcoli e la caduta del calcio nel rene (nefrocalcinosi). Una grave calcificazione in alcune malattie può portare allo sviluppo di
  3. ipercalcemia
    L'ipercalcemia è caratterizzata da un aumento dei livelli plasmatici di calcio di oltre 5,8 meq / l. Ragioni (Fig. 55) Fig. 55. Il complesso delle cause dell'ipercalcemia. Iperparatiroidismo primario Adenomi Altre cause Aumento della carie ossea, ad esempio con mieloma, metastasi osteolitiche multiple, morbo di Paget, osteoporosi acuta dovuta all'immobilizzazione (ad esempio paralisi trasversale, ecc.).
  4. ipercalcemia
    L'ipercalcemia è un aumento del contenuto di calcio nel plasma sanguigno. Fisiopatologia • L'ipercalcemia si verifica generalmente a causa di un maggiore assorbimento del calcio. • L'iperparatiroidismo è la causa più comune di ipercalcemia. In questa condizione, viene secreta una quantità eccessiva dell'ormone della ghiandola paratiroidea e aumenta anche il contenuto di calcio. • La seconda causa di ipercalcemia è il cancro. ossatura
  5. ipercalcemia
    Eziologia Un lungo elenco di possibili cause di ipercalcemia (Tabella 13.7) può essere significativamente ridotto a causa di un'anamnesi accurata, analisi della terapia farmacologica e un numero limitato di test di laboratorio di base. TABELLA 13.7 MOTIVI DELL'IPERCALCEMIA Morbo di Paget Insufficienza surrenalica Neoplasie maligne Carcinoma polmonare a cellule squamose Carcinoma mammario
  6. ipercalcemia
    L'ipercalcemia si verifica in molte malattie (tab. 28-11). Nell'iperparatiroidismo primario, la secrezione di PTH è aumentata ed è indipendente dalla concentrazione di Ca2 +. Al contrario, con iperparatiroidismo secondario (insufficienza renale cronica o assorbimento alterato del calcio), la concentrazione di PTH è aumentata a causa dell'ipocalcemia cronica (cap. 32). A volte l'iperparatiroidismo secondario persistente porta a
  7. Manifestazioni cliniche di ipercalcemia
    L'ipercalcemia si manifesta spesso con anoressia, nausea, vomito, debolezza e poliuria. Atassia, irritabilità, sonnolenza e confusione possono essere rapidamente sostituite da un coma. Inizialmente, fino allo sviluppo dell'ipovolemia, si verifica spesso l'ipertensione arteriosa. Segmento ST ridotto e intervallo QT sull'ECG. L'ipercalcemia aumenta significativamente la sensibilità miocardica al cuore
  8. Trattamento ipercalcemia
    Ipercalcemia sintomatica richiede una correzione immediata. Il metodo di trattamento più efficace prevede l'aumento della produzione di urina a 200-300 ml / h mediante infusione di soluzione salina e stimolazione dell'escrezione renale di calcio mediante diurine a ciclo continuo. È necessario compensare la perdita di potassio e magnesio nelle urine. Con ipercalcemia grave (> 15 mg / 100 ml), bi-fosfonati (60-90 mg
  9. Metabolismo del calcio alterato (ipercalcemia)
    Codice ICD-10 E83.5 Diagnosi Diagnosi Obbligatorio Plasma calcio 3 mmol / L o più Livello di coscienza, frequenza respiratoria ed efficacia, frequenza cardiaca, pressione sanguigna, ECG, anamnesi, esame fisico approfondito Test di laboratorio: elettroliti (K, Ca , Na, Mg), urea, creatinina R-graph degli organi toracici Ulteriori (secondo le indicazioni) Livello di ormoni
  10. Condizioni metaboliche urgenti in pazienti con tumori cancerosi
    1. Quali sono i più comuni disturbi metabolici urgenti che si verificano in pazienti con tumori maligni. • Ipercalcemia (più comune). • Ipoglicemia (manifestata da segni clinici non specifici, diagnosticata in ritardo). • Iponatriemia (condizione scarsamente distinguibile). Ipercalcemia 2. Quali forme di cancro si osservano più spesso
  11. Ghiandole paratiroidi.
    Le ghiandole paratiroidi sono derivati ​​delle tasche delle branchie che danno origine al timo e all'arco aortico contemporaneamente all'embrione. Pertanto, l'embriopatia di questi organi è spesso amichevole. Nelle ghiandole paratiroidi viene sintetizzato l'ormone paratiroideo che, insieme alla vitamina D, è di grande importanza nella regolazione del metabolismo del fosforo di calcio. Diminuzione della funzione (a seguito di aplasia, danno a
  12. Iperparatiroidismo congenito
    La malattia è rara La sua causa è l'inattivazione dei difetti nel gene CASR, che codifica per un recettore sensoriale del calcio. IPERPARATIROIDISMO TRANSITORE La malattia si verifica nei neonati le cui madri hanno sofferto di grave ipocalcemia gestazionale. I sintomi clinici dell'ipercalcemia nei neonati sono scarsi. Scarso aumento di peso, costipazione, se non trattata
  13. PIÙ DISTURBI DELLA FUNZIONE DEL SISTEMA ENDOCRINO
    R. Neil Schimke L'ipofunzione o l'ipofunzione multipla delle ghiandole endocrine può essere causata non solo dalla patologia primaria dell'asse ipotalamo-ipofisario, ma anche da altre ragioni. Alcuni, sebbene rari tipi di patologia, che colpiscono contemporaneamente molte ghiandole endocrine, sono ereditati e quindi il loro significato va oltre lo scopo determinato solo dalla prevalenza.
  14. tubulopatia
    DEFINIZIONE Le tubulopatie congenite sono un gruppo di malattie ereditarie caratterizzate da un danno ai tubuli renali; comprende diabete fosfato, sindrome di Tony-Debre-Fanconi, cistinuria, glucosuria renale, diabete insipido renale, acidosi tubulare renale, nefronofisi di Fanconi, sindrome di Lowe e alcune altre forme nosologiche. Tubulopatie con eredità autosomica recessiva,
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com