Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Miopatie (distrofie muscolari progressive primarie)

La miopatia è un gruppo di malattie ereditarie manifestate da debolezza muscolare e atrofia muscolare. Le miopatie progressive sono chiamate miodistrofie. Istologicamente, con miopatia, vengono rilevati una diminuzione del numero di fibre muscolari e un cambiamento nelle dimensioni di quelle rimanenti.

La patogenesi della maggior parte delle miopatie è stata poco studiata. Vengono proposte diverse ipotesi: membrana, vascolare, neurogena. Secondo loro, un difetto geneticamente determinato è localizzato nei vasi o nei nervi. Il verificarsi della miopatia di Duchenne è associato a una delezione di geni sul cromosoma 21. La proteina distrofina è assente nella membrana delle cellule muscolari; a causa di ciò, il metabolismo nel miocita e il suo normale funzionamento vengono interrotti.

La patogenesi di altre miopatie è meno studiata.

Le forme più comuni di miopatia sono la forma di Duchenne, la forma Erb (pelvico-brachiale), la forma Landusi-Dejerine (miopatia spalla-scapolare-facciale).
<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

Miopatie (distrofie muscolari progressive primarie)

  1. Distrofie muscolari primarie (miopatie)
    Si osservano miopatie con un tipo di ereditarietà autosomica dominante, con autosomica recessiva e legata al sesso. Forma pseudo-ipertrofica di Duchenne. I ragazzi sono malati nei primi cinque anni di vita. Clinicamente manifestato dall'atrofia dei muscoli della cintura pelvica e della gamba prossimale. Pseudoipertrofie, in particolare polpacci e muscoli deltoidi meno spesso, atrofie muscolari terminali, retrazioni dei tendini, compaiono presto
  2. Distrofie muscolari primarie (miopatie)
    Da un punto di vista genetico, la miopatia è un gruppo eterogeneo di malattie. Si osservano miopatie con un tipo di ereditarietà autosomica dominante, con autosomica recessiva e legata al sesso. Forma pseudo-ipertrofica di Duchenne. Questa è la forma più comune di miopatia legata al sesso. I ragazzi sono malati La malattia inizia nei primi cinque anni di vita di un bambino. Clinicamente manifestato dall'atrofia muscolare
  3. Distrofia muscolare progressiva
    Questo gruppo di malattie è caratterizzato da debolezza muscolare progressiva, atrofia muscolare, disturbi motori e presenta una condizione ereditaria. Le miopatie sono malattie neuromuscolari caratterizzate dal progressivo sviluppo di un processo distrofico primario o atrofico secondario (denervazione) nel muscolo scheletrico, accompagnato da debolezza muscolare e
  4. DISSTROFIA MUSCOLARE IN PROGRESSO
    Questo gruppo di malattie ereditarie del sistema nervoso o neuromuscolare è caratterizzato da un graduale aumento della debolezza muscolare e dell'atrofia. La malattia è descritta in tutti i paesi del mondo, si verifica tra la popolazione con una frequenza di 1: 25000, nel 35-40% dei casi è di natura familiare. Varie forme di distrofia muscolare progressiva possono essere ereditate in modo autosomico dominante, autenticamente recessivo,
  5. Distrofia muscolare progressiva
    Per spiegare le cause della miodistrofia, sono state proposte diverse ipotesi (neurogeniche, vascolari, di membrana) che esaminano i meccanismi della distrofia muscolare progressiva dal punto di vista di un difetto primario, geneticamente determinato. Distrofia muscolare progressiva di Duchenne. La malattia fu descritta da Duchenne nel 1853. La frequenza di 3,3 per 100.000 abitanti, 14 per 100.000
  6. DISTROFIA MUSCOLARE E ALTRE MIOPATIE CRONICHE
    J. R. Mendell, R. K. Griggs (JR Mendell, R. C. Criggs) La maggior parte delle miopatie (vedi tab. 354-2). tra cui ereditario, infiammatorio, endocrino, metabolico e tossico, può manifestarsi con debolezza muscolare cronica. I principi della diagnosi differenziale di queste malattie sono riassunti in Ch. 354. Miopatie ereditarie Distrofie muscolari Il termine "muscoloso"
  7. Distrofia muscolare
    Queste distrofie sono un gruppo eterogeneo di malattie ereditarie che sono clinicamente caratterizzate da grave debolezza muscolare e deplezione e si sviluppano durante l'infanzia. Distrofia muscolare legata all'X. Le due forme più comuni di distrofia muscolare si basano su aberrazioni associate al cromosoma X (vedi capitolo 8): distrofia muscolare di Duchenne (GBA Duchenne) e distrofia muscolare di Becker
  8. Distrofia muscolare Forme cliniche, patogenesi, principi di terapia
    La distrofia muscolare è in realtà chiamata un gruppo di malattie ereditarie caratterizzate da atrofia simmetrica progressiva dei muscoli scheletrici, che procede senza dolore e perdita di sensibilità agli arti. Paradossalmente, i muscoli interessati possono aumentare di dimensioni a causa della crescita del tessuto connettivo e dei depositi di grasso, creando una falsa impressione di muscoli forti. Non esiste ancora
  9. Distrofia muscolare
    La distrofia a blocco fisico è una violazione della nutrizione di un organo o dell'intera regione anatomica e di eventuali cambiamenti ad esso associati. La distrofia porta spesso ad atrofia (una riduzione significativa di volume e peso) o ipertrofia (un aumento significativo di volume). Blocco emotivo In questa malattia, una persona perde il controllo sui suoi muscoli. A livello metafisico, ciò significa che
  10. miopatia
    Le manifestazioni cliniche della miopatia sono un gruppo di malattie ereditarie caratterizzate da debolezza muscolare progressiva e atrofia muscolare. I casi sporadici sono probabilmente dovuti a mutazioni. Il decorso più comune e grave è la miopatia di Duchenne. Oltre a lei, questo gruppo di malattie comprende la miopatia di Becker, la miopatia spalla-spalla-facciale e la spalla pelvica
  11. Miopatia congenita
    Questo è un gruppo di malattie che sono tipizzate principalmente sulla base di cambiamenti istopatologici nel tessuto muscolare. Chiameremo il più importante di loro. Questa è miopatia con danno al nucleo delle fibre muscolari, che ha una natura autosomica dominante, meno sporadica; miopatia non lampone (non progressiva, filamentosa) con un diverso tipo di eredità; miopatia centronucleare con autosomica recessiva, meno comunemente
  12. Miopatia tossica
    Miopatia nelle malattie della tiroide. Miopatia tireotossica. Nella maggior parte dei casi, si manifesta come debolezza muscolare acuta o cronica, che può precedere la comparsa di altri segni di disturbi funzionali della tiroide. Oftalmoplegia esoftalmica (esoftalmo maligno, ovvero spostamento progressivo in avanti del bulbo oculare, esterno
  13. Miopatia di Duchenne
    La malattia fu descritta da Duchenne nel 1853. La frequenza di occorrenza è di 3,3 per 100.000 abitanti. Ereditato dal tipo recessivo associato al cromosoma X. Nella stragrande maggioranza dei casi, i ragazzi si ammalano. I primi segni della malattia compaiono nei primi 1-3 anni di vita di un bambino. Nel primo anno di vita, i bambini iniziano a rimanere indietro nello sviluppo motorio. Con un certo ritardo, iniziano a sedersi, camminare, alzarsi. circolazione
  14. Miopatie associate ad errori metabolici congeniti
    Molte miopatie associate a malattie metaboliche riguardano danni alla sintesi e alla scissione del glicogeno (vedere il capitolo 8). Le miopatie possono anche svilupparsi a causa di disturbi metabolici dei mitocondri. Miopatie lipidiche. Affinché avvenga la 3-ossidazione, i derivati ​​citoplasmatici degli acidi grassi, gli esteri acil-CoA (acil coenzima A), sono combinati con la carnitina (vitamina Bj).
  15. Miopatia infiammatoria
    Esistono varie malattie infiammatorie in cui è coinvolto il muscolo scheletrico: miosite infettiva (vedi capitolo 14), malattie muscolari infiammatorie non infettive (polimiosite, dermatomiosite, ecc., Vedi capitolo 5) e malattie infiammatorie associate a infiammazione sistemica diffusa
  16. Miopatia Erba Rota (forma pelvica-spalla)
    La frequenza di occorrenza è 1,5 per 100.000 abitanti. Ereditato da un tipo autosomico recessivo. La malattia inizia tra 14-16 anni. Si verifica con la stessa frequenza nei ragazzi e nelle ragazze. Ci sono casi di insorgenza della malattia in 5-10 anni. Inizialmente, l'atrofia è i muscoli della spalla o della cintura pelvica. A seconda di ciò, si distinguono i tipi verso l'alto e verso il basso dello sviluppo della malattia.
  17. Malattia acuta progressiva dei motoneuroni inferiori
    1. Con quali malattie è necessario condurre una diagnosi differenziale nella malattia acuta progressiva dei motoneuroni inferiori nei cani? • Paralisi trasmessa da zecche. • Botulismo. • Polradiculoneurite acuta idiopatica. • Effetti tossici degli aminoglicosidi. 2. Quale tipo di polineurite acuta nell'uomo è associata alla paralisi del cane da caccia (ASG)? Sindrome di Landry-Guillain-Barré. 3. Parlaci
  18. Malattia neuromuscolare
    Le malattie neuromuscolari ereditarie sono un grande gruppo eterogeneo di malattie, che si basano su una lesione geneticamente determinata dell'apparato neuromuscolare. Le malattie sono caratterizzate da debolezza muscolare, atrofia muscolare e disfunzioni delle funzioni statiche e locomotorie. Quando si effettua una diagnosi, viene presa in considerazione l'età dei primi sintomi clinici della malattia,
  19. Myandopathy Landusi-Dejerine (tipo spalla-scapolare-facciale)
    La malattia è descritta nel 1884. La sua frequenza è 1-2 per 100.000 abitanti. Il tipo di eredità è autosomica dominante. La malattia si manifesta all'età di 10-20 anni. I muscoli della cintura della spalla, del viso e delle scapole sono interessati. Il coinvolgimento dei muscoli facciali nel processo porta alla comparsa di sintomi caratteristici come un sorriso "trasversale" della Gioconda, una fronte "levigata", un lagoftalmo o un occhio "schisi" (non
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com