Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

RAVEL (studio randomizzato con lo stent espandibile con palloncino a velocità di eluizione di Sirolimus Bx, n = 238)

Obiettivo: valutare l'efficacia e la sicurezza degli stent BX Velocity che eluiscono il sirolimus bloccando il ciclo cellulare nella fase G1.

Studio: multicentrico in doppio cieco randomizzato.

Popolazione di pazienti: pazienti con una singola lesione dell'arteria coronarica de novo, che restringe il diametro del lume <100%. Le lesioni erano completamente coperte da stent lunghi 18 mm. Il diametro del vaso contenente la lesione era da 2,5 a 3,5 mm. I pazienti con infarto miocardico acuto e danni al tronco dell'arteria coronaria sinistra non sono stati inclusi nello studio.

Endpoint: primario - una diminuzione del diametro medio del lume su un angiogramma eseguito 6 mesi dopo lo stent.
Altri: il diametro medio del lume, il diametro della stenosi (in percentuale), il livello di restenosi, gravi reazioni avverse dal cuore per 6 mesi e 1 anno.

Conclusioni: l'impianto di stent a eluizione con sirolimus è sicuro, il che è confermato dall'assenza di complicanze trombotiche acute, subacute e tardive. L'impianto di sirolimus - l'eluizione degli stent ha ridotto a zero il livello di ristenosi sia clinica che angiografica.
<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

RAVEL (studio randomizzato con lo stent espandibile con palloncino a velocità di eluizione di Sirolimus Bx, n = 238)

  1. RAVEL 3 YRS (studio randomizzato con lo stent espandibile con palloncino ad eluizione di velocità Bx Sirolimus per 3 anni, n = 238)
    Scopo: determinare se permane l'effetto positivo dell'impianto di stent a eluizione per più di 1 anno di osservazione. Studio: multicentrico in doppio cieco randomizzato. Popolazione di pazienti: vedere RAVEL. Osservazione: 3 anni. End points: gravi reazioni avverse dal cuore. Conclusioni: impianto di stent che eluiscono sirolimus in segmenti di arterie coronarie native,
  2. SIRIUS (Stent espandibile con palloncino BX VELOCITY® rivestito in SIRolImUS nel trattamento di pazienti con lesioni dell'arteria coronarica de novo, n = 1058)
    Obiettivo: valutare l'efficacia dell'impianto di stent a rilascio di sirolimus in relazione alla prevenzione della ristenosi. Studio: multicentrico in doppio cieco randomizzato. Popolazione di pazienti: pazienti con singole lesioni de
  3. STRESS (studio sulla ristenosi dello stent)
    Obiettivo: confrontare l'efficacia dello stent e dell'angioplastica con palloncino in base agli esiti clinici e al numero di ristenosi determinate dall'angiografia. Studio: multicentrico randomizzato. Popolazione di pazienti: pazienti con angina stabile, selezionati per angioplastica, con lesioni singole lunghe 3,0 mm. Punti finali: angiografico - livello binario di restenosi
  4. TAXUS IV (prova con sistema di stent a rilascio di paclitaxel, n = 1314)
    Obiettivo: valutare l'efficacia degli stent che eluiscono con paclitaxel nel ridurre il numero di ristenosi in una vasta gamma di lesioni coronariche. Studio: multicentrico in doppio cieco randomizzato. Popolazione di pazienti: pazienti con singole lesioni ricorrenti per prime delle arterie coronarie. restringimento
  5. Stent-PAMI (angioplastica stent-primaria nell'infarto del miocardio, n = 1458)
    Obiettivo: confrontare i risultati dello stent (stent di Palmas-Schatz) e dell'angioplastica con palloncino in pazienti con infarto miocardico acuto. Studio: multicentrico randomizzato. Popolazione di pazienti: pazienti con infarto miocardico acuto (dolore retrosternale, aumento del segmento ST) entro 12 ore dall'insorgenza dei sintomi. Osservazione: 6 mesi (con angiografia coronarica ripetuta). End points: primario - il numero totale di decessi,
  6. ACIP (studio pilota sull'ischemia cardiaca asintomatica)
    Scopo: determinare se il trattamento farmacologico attivo rispetto alla rivascolarizzazione può migliorare l'esito della malattia nei pazienti con malattia coronarica in base a stress test e monitoraggio ambulatoriale dell'ECG. Studio: multicentrico, in doppio cieco, controllato con placebo, randomizzato. Popolazione di pazienti: pazienti clinicamente stabili con ischemia rilevata mediante stress test o 48 ore
  7. INCREDIBILE (angina con valutazione della mortalità operativa estremamente grave, n = 2431; 454 randomizzati)
    Obiettivo: confrontare i risultati a breve e lungo termine di interventi coronarici percutanei e innesto di bypass coronarico in pazienti con ischemia cardiaca indotta da farmaci e un alto rischio di esiti avversi. Studio: multicentrico randomizzato. Popolazione di pazienti: pazienti con ischemia ricorrente indotta da farmaci e almeno un fattore di rischio
  8. BENESTENT I (BElgian NEtherlands STENT I)
    Obiettivo: confrontare l'efficacia e la sicurezza dello stenting coronarico e dell'angioplastica con palloncino. Studio: multicentrico randomizzato. Popolazione di pazienti: pazienti con angina stabile, selezionati per angioplastica, con lesioni singole lunghe 3,0 mm. Periodo di osservazione: 6 mesi. Endpoint: clinico - decessi totali + casi di IM + non fatali
  9. ZWOLLE (Zwolle, Paesi Bassi, n = 498; randomizzato 224)
    Obiettivo: confrontare l'efficacia dell'angioplastica con palloncino primaria e dello stenting primario nei pazienti con infarto miocardico acuto durante un follow-up di 6 mesi. Studio: un centro randomizzato. Popolazione di pazienti: pazienti in
  10. SIAM III (studio interventistico tedesco sudoccidentale nell'infarto miocardico acuto III, n = 197)
    Obiettivo: confrontare l'efficacia precoce clinica e angiografica (secondo lo stato di un'arteria di attacco cardiaco) (eseguita entro le prime ore dopo la terapia trombolitica) e ritardata (eseguita entro 2 settimane dopo la terapia trombolitica). Studio: multicentrico randomizzato. Popolazione di pazienti: pazienti con infarto miocardico acuto nelle prime 12 ore dall'inizio
  11. Ticlopidina e Clopidogrel
    Ticlopidina e clopidogrel sono potenti farmaci antitrombotici. Vi sono prove conclusive che la combinazione di acido acetilsalicilico e tienopiridine dia risultati migliori rispetto alle complicanze trombotiche acute e subacute degli interventi coronarici percutanei rispetto all'uso di acido acetilsalicilico o acido acetilsalicilico in associazione con orale
  12. Principi e metodi generali per il trattamento dei pazienti cardiaci
    226- 2 227- 2 228- 1 229- 2 230- 3 231- 3 232- 2 233- 5 234- 3 235- 1 236- 1 237- 2 238- 2 239- 2 240- 2 241- 4 242- 1 243- 1 244- 1 245- 3 246- 5 247-
  13. Prestazioni eccessive
    Per spiegare almeno alcuni casi di aberrazione a ciclo lungo, è stato proposto il concetto di "conduzione intraventricolare in eccesso" [235, 246-249]. Questo termine indica un miglioramento nella conduzione degli impulsi che insorgono nella fase iniziale della diastole in pazienti con precedente conduzione alterata [3-5, 19, 20, 238, 241, 248]. Diverse spiegazioni sono state proposte per questo fenomeno.
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com