Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Onda Q acuta MI

Nelle classificazioni domestiche, questo termine era precedentemente diviso in grande infarto miocardico acuto focale e transmurale, che era una delle principali discrepanze con la classificazione internazionale. In conformità con la profondità della posizione della lesione nello spessore del muscolo cardiaco, un IM focale grande può occupare prevalentemente gli strati subepicardici, subendocardici o intramurali del miocardio, che verranno visualizzati in un grafico ECG specifico (se lo strato subepicardico è coinvolto nella lesione, elevazioni del segmento ST, intramurale ed elementale la lesione è accompagnata dalla formazione di depressione ST grave con onde T profonde negative). Una caratteristica comune di queste sub-opzioni è la formazione di un'onda q patologica e, nella maggior parte dei casi, una diminuzione dell'ampiezza dell'onda R nei conduttori corrispondente alla localizzazione della lesione, mentre un piccolo IM subepicardico focale, subendocardico o intramurale procede senza formazione di onde Q e una pronunciata diminuzione dell'ampiezza dell'onda R. Informazioni aggiuntive per chiarire la profondità della lesione può fornire il livello di fermentemia e il grado di violazione della contrattilità regionale secondo l'ecocardiografia bidimensionale. Un IM elettrocardiograficamente acuto con un'onda Q può essere determinato in presenza di un'onda Q patologica nei conduttori V1 - V3 o in presenza di un'onda Q di durata> 0,03 s nei conduttori I, II, aVL, aVF, V4, V o V6. Un'onda Q è considerata patologica, comprendente 0,25 o più dell'ampiezza dell'onda R nella stessa derivazione. Si deve usare cautela nell'interpretazione di tali cambiamenti nel III capo (specialmente non confermati nel piombo aVF), poiché possono essere causati dalle caratteristiche della posizione del cuore nel torace (in questo caso, il III capo deve essere registrato per ispirazione, elettrocateteri aggiuntivi).
In alcuni casi, è possibile osservare i complessi (q) rS, quando l'onda R “rudimentale” non viene presa in considerazione e l'onda S viene considerata come un complesso patologico QS. La verifica delle onde Q patologiche in caso di ipertrofia miocardica e / o disturbi della conduzione intraventricolare è particolarmente difficile. In questo caso, l'elettrocardiogramma è più informativo.

L'infarto miocardico patogeno acuto con l'onda Q è uno stadio dello sviluppo dell'infarto miocardico acuto, quando il volume del miocardio (necrotico) interessato è già significativo, e l'ampiezza e la durata dell'onda Q possono giudicare indirettamente la profondità del danno miocardico e dal numero di derivazioni con la presenza di un'onda Q patologica, la sua prevalenza . Molto spesso, l'infarto acuto del miocardio con un'onda Q viene diagnosticato quando l'infarto miocardico acuto passa dalla fase acuta alla fase acuta e quindi al subacuto. Con una diagnosi tardiva, nei casi in cui non vi siano cambiamenti nel segmento ST al momento della prima registrazione dell'ECG, è necessario ricordare che le onde Q stesse possono essere un segno di un precedente attacco cardiaco. In questo caso, in assenza di ECG archivistici e di altre cartelle cliniche, i dati sull'anamnesi possono essere confermati identificando le aree di diradamento della parete del cuore sull'ecocardiografia.
<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

Onda Q acuta MI

  1. Protocollo clinico per fornire assistenza medica ai pazienti con sindrome coronarica acuta con innalzamento del segmento ST (MI con onda Q)
    Rubrica ICD-10: I21-I22 Sintomi e criteri per la diagnosi della malattia La sindrome coronarica acuta con aumento ST persistente nella maggior parte dei casi precede l'infarto acuto del miocardio con onda Q. L'infarto miocardico acuto è la necrosi di qualsiasi massa miocardica dovuta a ischemia acuta prolungata. I criteri diagnostici clinici devono essere considerati: - dolore anginale prolungato (più di 20 minuti) a riposo; - la presenza di tipico
  2. Naso che cola acuto (rinite acuta)
    La rinite acuta (rinite acuta) è un'infiammazione acuta non specifica della mucosa nasale. Questa malattia è tra le più comuni sia nei bambini che negli adulti. La clinica distingue: • rinite catarrale acuta (rinite cataralis acuta); • rinofaringite catarrale acuta, di solito durante l'infanzia (rinite cataralis neonatorum acuta); • forte
  3. Acuto mio
    F. Zanchi et al (1995), durante il monitoraggio dell'ECG nei primi 12 giorni dopo l'MI, nel 30% dei pazienti ha rivelato episodi di ischemia. Il numero di episodi di ischemia miocardica transitoria è diminuito dal 20% (il 2 ° giorno) al 5% entro il 12 ° giorno di osservazione. Tra il numero totale di episodi di ischemia, fino all'80% era in forma indolore e solo il 20% delle deviazioni di ST era accompagnato da dolore. In infarto miocardico acuto
  4. Sindrome nefritica acuta nei bambini
    Codice protocollo: 11-117g Profilo: pediatrico Stadio: ospedale Scopo dello stadio: 1. rimozione dalla condizione acuta; 2. eliminazione dell'azotemia; 3. oligourias; 4. edema; 5. crampi; 6. normalizzazione della pressione sanguigna; 7. riduzione / scomparsa di proteinuria, ematuria; 8. verifica della diagnosi. Durata del trattamento (giorni): 18 codici ICD: N00 Sindrome nefritica acuta N00.0 Acuta
  5. Sindrome coronarica acuta
    Come già accennato, la sindrome coronarica acuta (ACS) combina diverse varianti della manifestazione della malattia coronarica: angina instabile (una situazione in cui non vi è elevazione del segmento ST sull'ECG e non vi sono marker di necrosi miocardica) e infarto miocardico acuto con onda Q o senza onda Q (si verifica un aumento dell'ECG Sono presenti segmento ST e marker di necrosi miocardica). Questo viene fatto esclusivamente a scopi pratici, come
  6. Bronchite acuta
    La bronchite acuta è un'infiammazione acuta diffusa dell'albero tracheobronchiale. Classificazione: 1) bronchite acuta (semplice); 2) bronchite acuta ostruttiva; 3) bronchiolite acuta; 4) bronchiolite obliterante acuta; 5) bronchite ricorrente; 6) bronchite ostruttiva ricorrente; 7) bronchite cronica; 8) bronchite cronica con obliterazione. L'eziologia. La malattia è causata da infezioni virali (virus
  7. "Pancia affilata"
    Il termine "addome acuto" si riferisce a un complesso di sintomi clinici che si sviluppa con lesioni e malattie acute della cavità addominale, in cui è richiesta o può essere richiesta una terapia chirurgica urgente. • Cause dell '"addome acuto": 1. Infiammazione: - appendicite acuta; - colecistite acuta; - pancreatite acuta; - peritonite acuta; - diverticolite; - annessite; -
  8. Infarto miocardico acuto senza onda Q.
    Questo termine corrisponde al concetto di "piccolo focale MI" e implica ACS, che si è conclusa con la formazione di una lesione (necrosi) del miocardio, ma ancora non abbastanza grande (in profondità) da portare alla formazione di denti q patologici sull'ECG. L'inesattezza di questa corrispondenza sta nel fatto che, a causa dell'assenza di denti patologici, non si può parlare di una leggera distribuzione
  9. Gastrite acuta
    La gastrite acuta è un processo infiammatorio acuto della mucosa gastrica in risposta al suo danno. La gastrite acuta si verifica a qualsiasi età e, di regola, è possibile rintracciare la sua relazione con un fattore eziologico specifico. Nei bambini più grandi è relativamente raro. Una caratteristica di questa forma nosologica è una combinazione della vulnerabilità della mucosa gastrica ed estremamente
  10. Colecistite acuta
    La colecistite acuta è un'infiammazione acuta della cistifellea. ETIOLOGIA E PATOGENESI Le principali cause di colecistite acuta: disease malattia del calcoli biliari; ¦ violazione della vascolarizzazione della cistifellea, del tratto biliare e del duodeno; ¦ infezione linfatica, ematogena o da contatto della colecisti. La colecistite acuta si sviluppa spesso nelle donne (2,5: 1), poiché sono più spesso osservate
  11. Pancreatite acuta
    La pancreatite acuta è un'infiammazione acuta del pancreas. ETIOLOGIA E PATOGENESI Cause di pancreatite acuta: ¦ abuso di alcol e cibi piccanti o grassi; ¦ malattia del calcoli biliari; ¦ danno al pancreas; Ictures stenosi non traumatiche dei dotti pancreatici; ¦ malattie del duodeno (ulcera, duodenostasi). La pancreatite acuta distruttiva è principalmente asettica
  12. Rinite acuta
    Catarrale acuta (rinite aspecifica). La rinite acuta, o naso che cola, è una delle malattie più comuni che, a quanto pare, non può sfuggire a una sola persona che ha raggiunto l'età adulta. Con questo termine si intende una disfunzione nasale acuta che è accompagnata da cambiamenti infiammatori nella mucosa. La rinite acuta può essere indipendente (non specifica)
  13. Colecistite acuta
    La colecistite acuta è una lesione infiammatoria microbica della cistifellea. L'infiammazione acuta della cistifellea è rara nei bambini, ma i ragazzi sono malati 2 volte più spesso delle ragazze. L'eziologia. Nella maggior parte dei casi, la colecistite acuta è causata da Escherichia coli, stafilococco e streptococchi, meno comunemente dalla flora anaerobica. In alcuni casi, l'invasione da parte di elminti (nematodi, ecc.) È importante. Patogenesi.
  14. Gastroenterocolite acuta
    La sindrome della gastroenterocolite acuta può dominare il quadro clinico di varie malattie e spesso pone il medico di fronte alla necessità di decisioni diagnostiche immediate e di adeguate misure organizzative e terapeutiche. L'infiammazione acuta della mucosa non copre necessariamente l'intero tratto gastrointestinale; in alcuni casi si osserva una lesione isolata dello stomaco
  15. SHARP BURSIT
    La borsite acuta è un'infiammazione infettiva della borsa sinoviale. I principali agenti patogeni di S.aureus, meno comunemente M.tuberculosis, M.marinum. Scelta di farmaci antimicrobici Farmaci scelti: oxacillina e cefazolina. Farmaci alternativi: vancomicina o ciprofloxacina + rifampicina. Con un decorso ricorrente della malattia, chirurgico
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com