Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Elettrocardiografia clinica

76. IL POTENZIALE STA RIMANENDO CHIAMATO

1) rapida depolarizzazione della membrana cellulare

2) depolarizzazione e successiva ripolarizzazione

membrana cellulare

3) entrata degli ioni sodio nella cellula dopo aver raggiunto

soglia potenziale

4) correggere 2 e 3

5) non esiste una risposta corretta



77. AZIONE POTENZIALE CHIAMATA

1) rapida depolarizzazione della membrana cellulare

2) depolarizzazione e successiva ripolarizzazione

membrana cellulare

3) entrata degli ioni sodio nella cellula dopo aver raggiunto

soglia potenziale

4) tutte le risposte sono corrette

5) non esiste una risposta corretta



78. AUTOMATISMO DI CELLULE DI NODO SINUS

FORNITI

1) depolarizzazione diastolica spontanea

2) il lavoro della cosiddetta pompa sodio - potassio

3) la predominanza della corrente ionica verso l'interno durante la diastole

celle sotto corrente

4) correggere 1 e 3

5) correggere 2 e 3



79. VELOCITÀ MYOCARD

1) dipende dalla velocità della fase zero del potenziale d'azione

2) dipende dal livello di potenziale di riposo

3) più alto se portato lungo le fibre del miocardio

4) tutte le risposte sono corrette

5) correggere 1 e 3



80. Con l'aiuto della stimolazione cardiaca, puoi

Causa tachiaritmia dovuta a un meccanismo

1) rientro dell'onda di eccitazione.



18





2) post-depolarizzazione precoce

3) post-depolarizzazione tardiva

4) correggere 1 e 2

5) correggere 1 e 3



81. VELOCITÀ DEL MIOCARDIO VENTRICOLARE IN

PIÙ GRADO LENTO

1) chinidina

2) obzidan

3) cordaron

4) etatsizin

5) finoptin



82. LA VELOCITÀ DI EFFETTUARE NELL'ASSEMBLEA AUTOMATICA AL MASSIMO

GRADI LENTO

1) chinidina

2) etmosina

3) ritmico

4) finoptin

5) difenina



83. DURATA DELL'AZIONE POTENZIALE IN

MAGGIORI AUMENTI

1) chinidina

2) etmosina

3) etatsizin

4) cordaron

5) finoptin



84. ACCELERAZIONE DELLA RICARICA NEL MIOCARDIO VENTRICOLARE

PU C CHIAMARE

1) chinidina

2) ritmico

3) lidocaina

4) cordaron

5) etatsizin



85. POTENZIALMENTE LA CAUSA PIÙ POSSIBILE

L'AZIONE ARRIMOGENICA DEI FARMACI È

1) rallentando la velocità di

2) allungamento dei periodi refrattari

3) accorciamento dei periodi refrattari

4) accelerazione della condotta combinata con l'allungamento

periodi refrattari















































































































































19





5) rallentamento in combinazione con accorciamento

periodi refrattari



86.
Azione antiaritmica teorica

I FARMACI PIÙ CONDIZIONATI PROBABILMENTE

1) rallentando la velocità di

2) allungamento dei periodi refrattari

3) accorciamento dei periodi refrattari

4) accelerazione in combinazione con allungamento

periodi refrattari

5) rallentamento in combinazione con accorciamento

periodi refrattari



87. LA FUNZIONE DEL POSSESSO DI ECCITABILITÀ

1) celle del sistema conduttivo

2) cellule miocardiche contrattili

3) cellule mesenchimali

4) tutto quanto sopra

5) solo 1 e 2



88. È UN PILOTA NORMALE DEL RITMO DEL CUORE

1) nodo del seno

2) nodo atrioventricolare

3) Fibre di Purkinje

4) le gambe del suo fascio

5) tutto quanto sopra



89. DIASTOLA HAPPENS

1) l'uscita di ioni Na dalla cellula

2) l'uscita di ioni K dalla cellula

3) entrata degli ioni Cl nella cellula

4) ingresso di ioni Na nella cellula

5) l'uscita degli ioni Mg dalla cellula



90. PASSI DI IMPULSO PIÙ VELOCI

1) miocardio atriale

2) nel nodo atrioventricolare

3) fascio di His

4) nella giunzione atrioventricolare

5) in fibre di Purkinje



91. SCOPO FUNZIONALE DEL NODO A-B IN NORM

1) rallentare lo slancio

2) accelerazione degli impulsi

3) generazione di impulsi

20





4) tutto quanto sopra

5) nessuna delle precedenti



92. I PULSI SONO EFFETTUATI ALLA VELOCITÀ VELOCE

1) nella zona senoatriale

2) nei tratti atriali interstiziali

3) nel nodo AV

4) nel tronco comune del fascio di His

5) risposte corrette 1 e 3



93. DIREZIONE DI DEPOLARIZZAZIONE VETTORIALE

1) coincide con la direzione della depolarizzazione

2) direttamente opposto alla direzione di depolarizzazione

3) perpendicolare alla direzione di depolarizzazione

4) tutte le opzioni sono possibili

5) non esiste una risposta corretta



94. DIREZIONE DELLA RIPOLARIZZAZIONE VETTORIALE

1) coincide con la direzione della ripolarizzazione

2) direttamente opposto alla direzione della ripolarizzazione

3) perpendicolare alla direzione della ripolarizzazione

4) tutte le opzioni sono possibili

5) non esiste una risposta corretta



95. OSSERVAZIONI DEL MIOCARDIO VENTRICOLARE NORMALE

STARTS

1) nell'endocardio

2) all'epicardio

3) negli strati intramurali del miocardio

4) contemporaneamente in tutti gli strati del miocardio

5) non esiste una risposta corretta



96. INIZIA LA DEPOLARIZZAZIONE VENTRICOLARE

1) sul lato sinistro del setto interventricolare

2) sul lato destro del setto interventricolare

3) dalla parete anteriore del ventricolo sinistro

4) dalla parete anteriore del ventricolo destro

5) contemporaneamente in tutte le parti dei ventricoli

<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Elettrocardiografia clinica

  1. Elettrocardiografia clinica
    76-2 100-3 124-4148-5172-3 196-520-477-4 101-1 125-114-5173-4 197-2221-378 78-4 102-3 126-5 150 - 5 174- 4 198- 4222- 3 79- 4 103- 3 127- 5 151- 5 175- 4 199- 1223- 2 80-4 104- 3 128-5 152- 4 176- 2 200-1224- 2 81-1 105-1 129-1153-4177-4 201-1225
  2. elettrocardiografia
    Indicazioni e controindicazioni Il monitoraggio dell'ECG durante gli interventi chirurgici è indicato per tutti i pazienti senza eccezioni. Non ci sono controindicazioni. Metodologia e complicanze Il valore diagnostico dell'ECG determina la scelta dei cavi. L'asse elettrico dell'II conduttore è parallelo agli atri, quindi è in questo conduttore che la tensione dell'onda P è massima. Il monitoraggio dell'ECG II porta al riconoscimento dell'ischemia
  3. Elettrocardiografia (ECG)
    Il metodo di registrazione e valutazione approssimativa dell'ECG Un elettrocardiogramma è una registrazione delle vibrazioni elettriche (cambiamenti nella differenza di potenziale) derivanti dal lavoro del cuore. Un elettrocardiogramma può giudicare indirettamente la posizione anatomica del cuore e lo stato del miocardio (eccitabilità, conduzione, ipertrofia, focolai di necrosi, ecc.). Dispositivo elettrocardiografico Per la registrazione di un elettrocardiogramma di un'ambulanza
  4. Sfondo ed elettrocardiografia
    I metodi più comuni per la valutazione dell'attività cardiaca fetale sono studi elettrocardiografici e phonocardiographic. Ciò è stato in gran parte facilitato dal lavoro di scienziati nazionali e stranieri (L.I. Shvang, A.B. Krechetov, I.V. Ilyin, L.S. Persianinov, G.M. Saveliev, T.V. Chervakova, K.V. Chachava, M. Knop, O. Hess, S. Larks, C. Bureau, ecc.). Elettrocardiografia indiretta e diretta
  5. elettrocardiografia
    L'elettrocardiografia è un metodo di registrazione grafica dei fenomeni elettrici che si verificano nel cuore durante la sua attività. Prima della riduzione, l'eccitazione si verifica nei cardiomiociti, cioè cambiano le proprietà fisico-chimiche delle membrane, la composizione ionica del fluido intercellulare e intracellulare e appare il potenziale d'azione. Dipolo elettrico + = → СУ (-), ox. Purkinje + →
  6. elettrocardiografia
    Il metodo è ampiamente utilizzato nella pratica clinica, soprattutto a causa delle moderne capacità tecniche. L'ECG riflette i processi di eccitazione nel muscolo cardiaco: l'inizio dell'eccitazione e la diffusione dell'eccitazione. Indirettamente, l'ECG riflette il lavoro del cuore come un intero organo, ma ovviamente non fornisce dati diretti sulla forza delle contrazioni cardiache e sulla dimensione del volume sistolico dell'ECG. Einthoven - olandese
  7. elettrocardiografia
    Introduzione di Robert J. Myerburg. Un elettrocardiogramma (ECG) è una descrizione grafica dell'attività elettrica del cuore, registrata sulla superficie del corpo mediante elettrodi posti in vari punti, che ci consente di stimare la distribuzione spaziale di questa attività. La fonte di attività elettrica del cuore funziona, si contrae
  8. elettrocardiografia
    Analisi della frequenza cardiaca e della conduzione Si può dire un ritmo cardiaco regolare o corretto se la durata degli intervalli R - R è la stessa e la dispersione dei valori ottenuti non supera + = 10% della durata media degli intervalli R - R. {foto34} Fig. 11. ECG di una persona sana a riposo (frequenza cardiaca di 75 battiti al minuto) Il numero di contrazioni cardiache (frequenza cardiaca) al ritmo corretto è determinato da
  9. BASI DI ELETTROCARDIOGRAFIA
    FONDAZIONI
  10. Elettrocardiografia in pazienti con sindrome VPU
    Un tipico schema ECG nella sindrome VPU (un breve intervallo P - R con un complesso QRS espanso che inizia con un'onda delta) è il risultato della fusione delle onde di attivazione dei ventricoli che attraversano la normale giunzione atrioventricolare (nodo AV - His - sistema Purkinje) e un percorso aggiuntivo (DP ). In tali pazienti, la natura dell'attivazione ventricolare è determinata da quanto segue: 1) la posizione della DP; 2)
  11. ELETTROCARDIOGRAFIA AD ALTA RISOLUZIONE NELLA DIAGNOSTICA DELL'ARRITMIA E PREVISIONE DELLA MORTE STRAORDINARIA DEL CUORE
    Uno dei problemi urgenti della moderna cardiologia è la previsione tempestiva dell'instabilità elettrica del miocardio, che è la chiave per prevedere lo sviluppo di aritmie potenzialmente pericolose. L'introduzione della tecnologia informatica, i moderni metodi di elaborazione digitale del segnale ECG hanno portato allo sviluppo e all'aumento dell'uso della tecnologia informatica nella pratica clinica quotidiana
  12. Il significato clinico dei potenziali tardivi
    Negli ultimi anni, diversi gruppi di ricerca sono stati in grado di registrare segnali ad alta frequenza a bassa ampiezza alla fine del complesso QRS o all'inizio del segmento ST durante l'elettrocardiografia con la media del segnale in pazienti con tachicardia ventricolare e in particolare con malattia coronarica [154-161]. I potenziali tardivi vengono raramente rilevati in persone sane o in pazienti senza ventricolare complesso
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com