Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Misurazione di indicatori quantitativi del lume di un'arteria con la sua lesione aterosclerotica

L'ecografia intravascolare consente di determinare l'area della sezione trasversale del lume nel sito di restringimento dell'arteria, in base alla quale è possibile giudicare la riserva del flusso sanguigno coronarico. Questo indicatore quantitativo è più affidabile che specificare il diametro del lume della nave in base all'analisi angiografica, anche quando si utilizzano diverse proiezioni. È stato condotto uno studio in cui è stata determinata la discrepanza nella valutazione del grado di restringimento del lume delle arterie coronarie da ultrasuoni e dati coronarografici. La coincidenza quasi completa di questi dati si nota in presenza di stenosi concentrica (r = 0,92). In presenza di stenosi eccentrica, la discrepanza nella valutazione del grado di restringimento sulla base di ultrasuoni e dati coronarografici è aumentata (g = 0,78); la diminuzione della correlazione in questi casi può essere spiegata dal fatto che le stenosi eccentriche hanno spesso una forma tomografica irregolare. L'ecografia intravascolare consente di determinare con maggiore precisione l'angiografia coronarica per determinare il grado di stenosi residua dopo angioplastica coronarica: la valutazione della stenosi residua secondo l'angiografia coronarica e l'ecografia ha una correlazione piuttosto bassa: r = 0,40-0,60.

La determinazione della dimensione dello strumento (ad esempio un palloncino di dilatazione) necessaria per l'operazione si basa sulla valutazione del lume nel segmento non interessato dell'arteria, che si trova accanto a quello interessato.
Nel valutare il segmento non interessato, secondo i dati dell'angiografia coronarica e degli ultrasuoni, è stata stabilita la correlazione media dei risultati: g = 0,70. Un confronto di questi dati ha rivelato un errore standard piuttosto grande di circa 0,5 mm. Questo fatto è un problema piuttosto grave per gli interventisti che devono scegliere strumenti per un'operazione di dimensioni estremamente precise: l'uso di strumenti di piccole dimensioni potrebbe non produrre i risultati desiderati, a differenza degli strumenti di grande diametro, che possono causare varie complicazioni.
<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Misurazione di indicatori quantitativi del lume di un'arteria con la sua lesione aterosclerotica

  1. Angioplastica in arterie contorte e lesioni aterosclerotiche situate su curve di arterie
    Non esiste un'unica definizione di arteria con tortuosità prossimale che indichi tutte le possibili complicanze e problemi del trattamento di una placca in questo segmento. Tuttavia, vari ricercatori hanno definizioni simili per descrivere le caratteristiche di questa lesione. Un'arteria con tortuosità prossimale è una nave con 2 o più curve (> 75 °) prossimale alla stenosi, che si presume
  2. APPLICAZIONE DI ULTRASUONI ANTI-VASCOLARI PER LA VALUTAZIONE DELLE LESIONI AEROSCLEROTICHE DELLE ARTERIE CORONARIE E DEI RISULTATI DI STENTING
    L'ecografia intravascolare è un metodo diagnostico invasivo che fornisce imaging intravitale delle strutture che si trovano all'interno del lume e delle pareti dei vasi sanguigni. Per eseguire l'ecografia intravascolare, sono necessari piccoli strumenti. La creazione di apparecchiature ad ultrasuoni in miniatura ad alta risoluzione è stata facilitata dallo sviluppo di piezoelettrici e microelettronici
  3. Interventi coronarici percutanei in presenza di curve nel letto delle arterie coronarie, lesioni della bocca, lesioni calcificate, lesioni lunghe
    Interventi coronarici percutanei in presenza di curve nel letto delle arterie coronarie, lesioni della bocca, lesioni calcificate, lunghe
  4. Interventi coronarici percutanei in singole lesioni discrete delle arterie coronarie, stenosi diffusa, lesione multivascolare nella malattia coronarica
    Interventi coronarici percutanei con singole lesioni discrete delle arterie coronarie, stenosi diffusa, lesione multivascolare con
  5. Misurazioni quantitative e qualitative
    La valutazione qualitativa e la misurazione quantitativa nella ricerca psicologica e le applicazioni pratiche da un punto di vista formale possono essere considerate casi speciali di una procedura di misurazione più generale. In una prima approssimazione, l'attribuzione di valori numerici per rappresentare le proprietà può essere chiamata dimensione. Come risultato della misurazione, in ogni caso, è associata la proprietà misurata
  6. Misurazioni quantitative e qualitative
    La valutazione qualitativa e la misurazione quantitativa nella ricerca psicologica e le applicazioni pratiche da un punto di vista formale possono essere considerate casi speciali di una procedura di misurazione più generale. In una prima approssimazione, l'attribuzione di valori numerici per rappresentare le proprietà può essere chiamata dimensione. Come risultato della misurazione, in ogni caso, è associata la proprietà misurata
  7. Angioplastica di lesioni aterosclerotiche calcificate
    In alcune situazioni cliniche, la stenosi calcificata delle arterie coronarie (Fig. 1.109) può rappresentare un grave ostacolo all'angioplastica coronarica. Innanzitutto, la calcificazione nella regione paravasale vicino alla placca aterosclerotica, visibile senza somministrazione di un mezzo di contrasto, indica che la stenosi ha una struttura più rigida. Pertanto, qualsiasi pressione
  8. MISURA DELLA COMUNICAZIONE TRA I FENOMENI. METODI PER LO STUDIO DELLE RELAZIONI SULLA CORRELAZIONE NELLA VALUTAZIONE DEGLI INDICATORI SANITARI E DEI FATTORI AMBIENTALI
    SCOPO DELLA LEZIONE: Padroneggiare i principi di misurazione della correlazione e padroneggiare la tecnica di misurazione della relazione tra i fenomeni. METODOLOGIA DELLA LEZIONE: Gli studenti si preparano autonomamente per una lezione pratica nella letteratura consigliata e completano i compiti a casa. L'insegnante entro 10 minuti verifica la correttezza dei compiti e indica il permesso
  9. Manifestazioni di danno alle arterie principali e vertebrali e alle arterie del tronco encefalico e del mesencefalo
    Dà rami al ponte del cervello (ponte varolico), al cervelletto e continua con due arterie cerebrali posteriori. Il blocco completo (trombosi) dell'arteria è preceduto da ripetuti disturbi circolatori transitori nel sistema vertebrasiller - vertigini, disartria, paresi transitoria e paralisi degli arti, nervi cranici e altri sintomi. L'occlusione acuta (trombosi) dell'arteria è accompagnata da
  10. Danneggiamento dell'arteria del midollo allungato e dell'arteria posteriore inferiore del cervelletto
    Le arterie paramediche nella regione orale del midollo allungato si allontanano dalle arterie vertebrali, nella regione caudale, dall'arteria spinale anteriore. Forniscono sangue alla via piramidale, al ciclo mediale, alle fibre infranucleari e al nucleo del nervo ipoide. Con un infarto in questa zona, si verifica la cosiddetta sindrome del midollo allungato mediale - paralisi del nervo ipoide sul lato del fuoco
  11. Metodi per la valutazione qualitativa e la misurazione quantitativa dello sviluppo personale e professionale
    Metodi di valutazione qualitativa e misurazione quantitativa di personale e professionale
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com