Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Modulo di valutazione del rischio di diabete di tipo II

<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Modulo di valutazione del rischio di diabete di tipo II

  1. Caratteristiche della dislipidemia nel diabete di tipo 2.
    Nel diabete mellito di tipo 2, l'iperglicemia a digiuno e dopo un carico alimentare è senza dubbio un fattore di rischio indipendente per la malattia coronarica, ma l'effetto della dislipidemia sul rischio di malattia coronarica nella struttura generale dei fattori di rischio sembra dominare [39]. Secondo i dati del 3 ° National Health and Nutrition Study negli Stati Uniti, il 69% dei pazienti con diabete ha disturbi del metabolismo lipidico (V. Stender et al., 2000). In questi pazienti
  2. Diabete di tipo I.
    Cause Zucchero nel sangue stabile elevato, predisposizione ereditaria, stress, errori dietetici, bassi livelli di produzione di insulina, che riduce la glicemia (da cui il rilascio di grandi quantità di urina, secchezza delle fauci e sete grave). Sintomi Forte sete, forte consumo di alcol (4 litri al giorno o più). Elevata produzione di urina, affaticamento, perdita di peso.
  3. Diabete di tipo II
    Provoca la violazione del rilascio di insulina e una diminuzione della sensibilità delle cellule a questo ormone, l'esaurimento delle cellule - linfociti B che producono insulina, ereditarietà, errori dietetici (nutrizione eccessiva, ricca di carboidrati, grassi e zuccheri), stress. Con la presenza simultanea di eccesso di peso, ipertensione, colesterolo alto nel sangue, possiamo parlarne
  4. Nutrizione per pazienti con diabete mellito lieve con malattie del fegato e della cistifellea con peso corporeo normale che ricevono farmaci che riducono lo zucchero (dieta per 2500 calorie)
    SET DI PRODOTTI PER GIORNO Pane nero 300 g Patate 100 g Verdure 800 g Grano saraceno, avena o orzo perlato 50 g Carne (categoria II manzo o pollo) 160 g Brodo di carne 300 g Bianco d'uovo 2 pezzi. Ricotta senza grassi 200 g. Latte 600 g. Kefir o yogurt 200 g. Burro 25 g. Olio vegetale 25 g. Salsiccia dietetica 50 g. Zucchero 20 g. ESEMPI MENU GIORNO
  5. Intervallo Q-T e malattie concomitanti (ipertensione, diabete mellito)
    Molti studi indicano il valore prognostico dell'intervallo Q-Tc esteso e un aumento del dQ-TC in sensibilità alle aritmie ventricolari e alla morte coronarica precoce nei pazienti con malattia coronarica e ipertensione. La progressione dell'ipertensione è associata ad un aumento della durata dell'intervallo Q-Tc, il grado di variabilità della frequenza cardiaca. La presenza di ipertensione, compreso il periodo iniziale di "camice" dell'ipertensione,
  6. GRAVIDANZA E CONSEGNA NELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI, ANEMIA, MALATTIE RAGAZZE, DIABETE MELLITO, IPATITE VIRALE, TUBERCOLOSI
    Una delle patologie extragenitali più gravi nelle donne in gravidanza sono le malattie del sistema cardiovascolare e il posto principale tra loro sono i difetti cardiaci. Le donne in gravidanza con difetti cardiaci sono considerate ad alto rischio di mortalità e morbilità materna e perinatale. Ciò è spiegato dal fatto che la gravidanza impone un onere aggiuntivo al sistema cardiovascolare delle donne.
  7. GRAVIDANZA E CONSEGNA NELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI, ANEMIA, MALATTIE RAGAZZE, DIABETE MELLITO, IPATITE VIRALE, TUBERCOLOSI
    Una delle patologie extragenitali più gravi nelle donne in gravidanza sono le malattie del sistema cardiovascolare e il posto principale tra loro sono i difetti cardiaci. Le donne in gravidanza con difetti cardiaci sono considerate ad alto rischio di mortalità e morbilità materna e perinatale. Ciò è spiegato dal fatto che la gravidanza impone un onere aggiuntivo al sistema cardiovascolare delle donne.
  8. Nutrizione per il diabete con malattie del fegato e della cistifellea
    La nutrizione nel trattamento di questa malattia dovrebbe migliorare i processi metabolici che sono disturbati dal diabete e dalle malattie del fegato e della cistifellea. I prodotti che migliorano la funzionalità epatica, aumentano la secrezione biliare e aiutano a normalizzare l'attività intestinale sono introdotti nella dieta di un diabetico. Gli alimenti che impediscono la funzionalità epatica sono esclusi dall'alimentazione. Si consiglia di includere il latte e
  9. Nutrizione per il diabete con malattie concomitanti
    Nutrizione per il diabete concomitante
  10. Nutrizione per il diabete senza malattie concomitanti
    Nutrizione per il diabete senza concomitante
  11. Malattie endocrine del pancreas: diabete mellito, tumori
    Patologie endocrine del pancreas: diabete mellito,
  12. Nutrizione per pazienti con diabete in lieve sovrappeso. Calorie ridotte a 1800-2000 calorie
    SET DI PRODOTTI PER GIORNO Pane bianco 150 g Patate 250 g Verdure (tranne patate) 50 g Semola 50 g Farina di riso o grano saraceno 50 g Carne o pesce 120 g Uova 2 pezzi. Latte 0,5 l. Kefir 200 g. Burro 20 g. Mele 200 g. Farina 5 g. Xilitolo 30 g. Tè 1 g. Panna acida 15 g. MENU CAMPIONE LUNEDI SETTIMANALE Prima colazione: uova strapazzate, tè con xilitolo. Seconda colazione:
  13. Nutrizione per pazienti con diabete mellito in forma leggera con peso normale, che ricevono agenti ipoglicemizzanti - 2500 calorie
    SET DI PRODOTTI PER GIORNO Pane bianco 300 g Verdure (tranne le patate) 150 g Patate 500 g Semola 50 g Farina di riso o grano saraceno. Carne o pesce 120 g di uova 3 pezzi. Latte 500 g Kefir o yogurt 200 g Burro 20 g Mele 400 g Xilitolo 30 g MENU CAMPIONE SETTIMANALE LUNEDI Colazione: uova strapazzate, tè con xilitolo. Seconda colazione: porridge di riso. Pranzo: zuppa
  14. Nutrizione per il diabete con malattie del tratto gastrointestinale (gastrite, ulcera peptica dello stomaco o duodeno)
    Nella dieta per il diabete con malattie del tratto gastrointestinale, è necessario rispettare tutti i requisiti per l'alimentazione di un diabetico. Tuttavia, è necessario risparmiare la mucosa gastrica. Al fine di evitare la sua irritazione meccanica, chimica e termica, tutti i piatti sono cotti in forma bollita e al vapore. La dieta frazionata è di 5-6 volte al giorno. RACCOMANDATO
  15. Diabete mellito
    Il diabete mellito è una malattia causata da carenza di insulina assoluta o relativa. Porta a gravi violazioni di tutti i tipi di metabolismo, ma soprattutto carboidrati e grassi. Classificazione del diabete. Secondo l'eziologia, si distinguono il diabete mellito primario (idiopatico) e secondario. A. Il diabete mellito primario può essere insulino-dipendente (tipo 1) e
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com