principale
Informazioni sul progetto
Notizie di medicina
Agli autori
Libri su licenza di medicina
<< Avanti Successivo >>

Fattori di infarto del miocardio

I fattori di rischio per l'infarto del miocardio sono:

1. età, più una persona diventa anziana, aumenta il rischio di infarto.

2. infarto miocardico precedentemente trasferito, in particolare focale piccola, vale a dire generatrice non-Q.

3. Il diabete mellito è un fattore di rischio per l'infarto del miocardio, perché livelli elevati hanno un ulteriore effetto negativo sui vasi cardiaci e sull'emoglobina, compromettendo la sua funzione di trasporto dell'ossigeno.

4. il fumo, il rischio di infarto miocardico durante il fumo, sia attivo che passivo, solo l'inalazione del fumo di tabacco da una persona che fuma, aumenta di 3 e 1,5 volte, rispettivamente.
Inoltre, questo fattore è così "corrosivo" che persiste nei successivi 3 anni dopo che il paziente ha smesso di fumare.

5. ipertensione arteriosa, aumento della pressione sanguigna sopra 139 e 89.

6. colesterolo alto, promuove lo sviluppo di placche aterosclerotiche sulle pareti delle arterie, compresa la coronaria.

7. l'obesità o il sovrappeso contribuisce ad aumentare il colesterolo nel sangue e, di conseguenza, l'apporto di sangue al cuore si deteriora.
<< Avanti Successivo >>
= Vai al contenuto del tutorial =

Fattori di infarto del miocardio

  1. La probabilità di sviluppare complicazioni di infarto del miocardio
    L'infarto miocardico è pericoloso sotto molti aspetti, la sua imprevedibilità e complicanze. Lo sviluppo delle complicanze dell'infarto miocardico dipende da diversi fattori importanti: 1. la dimensione del danno al muscolo cardiaco, più il miocardio è interessato dall'area, più gravi sono le complicazioni; 2. localizzazione della zona di danno miocardico (anteriore, posteriore, parete laterale del ventricolo sinistro, ecc.), Nella maggior parte dei casi si verifica
  2. Stratificazione del rischio di morte improvvisa e infarto del miocardio di grandi dimensioni nei pazienti con SCA
    Nella diagnosi di ACS, un punto importante è la stratificazione del rischio di sviluppare infarto miocardico acuto di grande focale e morte improvvisa. Le tattiche di gestione del paziente dipendono dal grado di rischio in ciascun caso specifico. Il rischio di morte e lo sviluppo di IM sono determinati da diversi fattori. Una prognosi sfavorevole è associata al sesso maschile, all'età, alle precedenti manifestazioni di CHD (lunga storia e
  3. 27. DIAGNOSTICA ECG DELL'ISCEMIA MIOCARDICA, DANNO ISCHEMICO, INFARTO MIOCARDICO. PRINCIPI DI TRATTAMENTO.
    L'ischemia è una diminuzione a breve termine dell'afflusso di sangue e una violazione reversibile del metabolismo miocardico. Il "+" polo coronario T nelle derivazioni toraciche è registrato con ischemia subendocardica della parete anteriore o con ischemia sub-plantare, transmurale, intramurale della parete posteriore del ventricolo sinistro. "-" La protesi coronaria a T nei conduttori toracici viene registrata durante l'ischemia subepicardica anteriore
  4. Riepilogo. Infarto miocardico, 2010
    Introduzione di infarto miocardico
  5. ECG per infarto miocardico
    Uno degli argomenti chiave nell'elettrocardiografia è la diagnosi di infarto del miocardio. Considera questo importante argomento nel seguente ordine: 1. segni elettrocardiografici di infarto del miocardio. 2. Localizzazione di un attacco di cuore. 3. Infarto dello stadio. 4. Varietà di attacchi cardiaci
  6. Infarto miocardico
    Infarto del miocardio - necrosi della regione del muscolo cardiaco - si sviluppa a seguito di interruzione del flusso sanguigno. patogeni enez. La causa immediata di un infarto è l'ischemia miocardica acuta, più spesso dovuta alla rottura o alla scissione di una placca aterosclerotica con la formazione di un coagulo di sangue nell'arteria coronaria e un aumento nell'aggregazione piastrinica. Le piastrine attivate possono rilasciare vasoattivo
  7. Infarto miocardico acuto
    L'infarto miocardico acuto (AMI) è una grave complicanza della malattia coronarica (capitolo 20), con un tasso di mortalità del 25%. La metà dei decessi si verifica nella prima ora dopo l'insorgenza dei sintomi di un attacco di cuore, solitamente a causa di aritmia (fibrillazione ventricolare). A causa dell'emergenza e dello sviluppo di tecniche endovascolari, la mortalità ospedaliera da infarto miocardico è diminuita e non supera il 10-15%. Al momento
  8. Tipi di infarto miocardico
    Al suo centro, l'infarto del miocardio è diviso in due grandi gruppi: grande focale e piccola focale. Questa divisione è focalizzata non solo sul volume della massa muscolare necrotica, ma anche sulle caratteristiche del flusso ematico del miocardio. {foto98} Pic. 96. Caratteristiche del flusso sanguigno miocardico Il muscolo del cuore viene alimentato attraverso le arterie coronarie, situate anatomicamente sotto l'epicardio. su
  9. Infarto miocardico intramurale
    {foto101} Figura 99. Infarto miocardico intramurale Con questo tipo di infarto, il vettore di eccitazione miocardica non cambia in modo significativo, il potassio versato dalle cellule necrotiche non raggiunge l'endocardio o l'epicardio e non genera correnti di danno che possono essere visualizzate sul nastro ECG spostando il segmento S-T. Pertanto, dei segni ECG di infarto miocardico a noi noti,
  10. Infarto miocardico (MI)
    419. L'ATTIVITÀ CPK NEL SIERO DI SANGUE AUMENTA 1) Nell'infarto del miocardio 2) in qualsiasi danno miocardico 3) nel danno muscolare scheletrico 4) nel danno cerebrale 5) in tutti questi casi 420. ATTIVITÀ CPC MB IN INFANZIA MYOCARDI 1) nell'infarto miocardico)) -2 h dall'esordio della malattia, raggiunge un massimo dopo 6 ore e si normalizza a
  11. Infarto miocardico
    L'infarto miocardico è un'ischemia miocardica acuta, persistente e prolungata, che porta alla necrosi della sua parte. Di solito, la base della patogenesi dell'infarto del miocardio è la trombosi acuta del ramo dell'arteria coronaria, che, di regola, è influenzata dal processo aterosclerotico ed è parzialmente stenotica. Un ruolo ben noto è giocato dallo spasmo coronarico, specialmente con lieve aterosclerosi coronarica. Forte, acuto
  12. Infarto miocardico
    Infarto miocardico - una malattia cardiaca acuta causata dallo sviluppo di una o più lesioni nel muscolo cardiaco e manifestata una violazione dell'attività cardiaca. È osservato il più spesso in uomini all'età di 40-60 anni. Di solito si verifica a seguito di lesioni delle arterie coronarie del cuore nell'aterosclerosi, quando il loro lume si restringe. Spesso associato a questo blocco
  13. Infarto miocardico acuto
    Infarto miocardico - una malattia acuta causata dal verificarsi di uno o più focolai di necrosi ischemica nel muscolo cardiaco a causa di insufficienza assoluta o relativa del flusso sanguigno coronarico. Lo sviluppo di infarto miocardico è associato ad occlusione completa dell'arteria coronarica (trombo, embolo, placca aterosclerotica) o ad uno squilibrio acuto del flusso sanguigno a
  14. Infarto miocardico acuto
    Infarto miocardico - una malattia acuta causata dal verificarsi di uno o più focolai di necrosi ischemica nel muscolo cardiaco a causa di insufficienza assoluta o relativa del flusso sanguigno coronarico. Lo sviluppo di infarto miocardico è associato ad occlusione completa dell'arteria coronarica (trombo, embolo, placca aterosclerotica) o ad uno squilibrio acuto del flusso sanguigno a
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2016
info@medicine-guidebook.com