Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

epidemiologia

Come già notato, l'ipertensione è la malattia cronica più comune al mondo e determina in gran parte l'alto livello di mortalità e disabilità da malattie cardiovascolari e cerebrovascolari. La percentuale di ipertensione endocrina nella popolazione di pazienti con ipertensione arteriosa secondo diversi ricercatori è dello 0,2-1% e la percentuale di ipertensione endocrina tra tutti i casi di ipertensione sintomatica (secondaria) è di circa il 15%. Secondo il dipartimento di ipertensione arteriosa sintomatica del National Scientific Center “Institute of Cardiology intitolato a ND Strazhesko ”, su 3495 pazienti primari esaminati nel periodo dal 1994 al 2003, la frequenza delle forme endocrine di ipertensione era del 3%. Tra tutte le forme di ipertensione secondaria, l'ipertensione endocrina era dell'11%. Nella popolazione generale di pazienti con ipertensione, ad esempio, ad un appuntamento con un medico locale (familiare), la loro percentuale sarà significativamente inferiore. Ma l'1% dei pazienti con forme endocrine di ipertensione sono decine e centinaia di migliaia di pazienti in Ucraina che possono potenzialmente essere curati da questo disturbo.
<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

epidemiologia

  1. Epidemiologia
    L'argomento dell'epidemiologia è malattie infettive o infettive dell'uomo causate da agenti patogeni viventi - batteri, funghi, virus, ecc. Gli agenti causali delle malattie infettive sono oggetto di microbiologia, ma l'epidemiologia studia alcuni dei loro problemi di vita. Una malattia infettiva si verifica quando l'agente causale e il corpo interagiscono in determinate condizioni ambientali.
  2. epidemiologia
    L'infezione da HIV-1 è antroponosi. La fonte dell'infezione da HIV è una persona con infezione da HIV in tutte le fasi della malattia, dai portatori di virus asintomatici alle manifestazioni cliniche estese. Il periodo di incubazione dura da 2 settimane a 6 mesi. Gli anticorpi anti-HIV compaiono nella maggior parte di quelli infetti entro il sesto mese dal momento dell'infezione. La diagnosi di infezione da HIV è complessa, comprende
  3. EPIDEMIOLOGIA DELL'ASMA BRONCHIALE
    POSIZIONI CHIAVE: • l'asma bronchiale è una delle malattie croniche dell'infanzia più comuni; negli ultimi 20 anni la prevalenza di questa malattia è aumentata notevolmente; • la diagnosi insufficiente e la diagnosi tardiva dell'asma bronchiale rimangono un problema della moderna pediatria domestica; • L'asma bronchiale infantile è un serio problema medico e sociale
  4. Epidemiologia, patogenesi, clinica
    Epidemiologia Secondo dati recentemente pubblicati (Junge, 1994), nella Repubblica Federale Tedesca ci sono tra 800.000 e 1.200.000 tossicodipendenti, così come tra 100.000 e 120.000 tossicodipendenti, i fumatori dovrebbero essere aggiunti a questo - il loro numero è stimato al 29% di quelli che hanno più di 15 anni, inoltre, il 37% degli uomini e il 21% delle donne, 2.500.000 pazienti con alcolismo fumano. Patogenesi della dipendenza
  5. Epidemiologia
    Le cause del cancro allo stomaco non sono note. Assumi la partecipazione al meccanismo di sviluppo della malattia dei composti N-nitrosi formati durante la conversione dei nitrati alimentari in nitrati, che nello stomaco interagiscono con le ammine secondarie o terziarie. C'è un'ipotesi che il fattore che contribuisce alla malattia è il cambiamento nel consumo di sali saturi, cibi in salamoia e
  6. Epidemiologia
    Il principale serbatoio di infezione sono gli animali. Il ruolo dell'uomo come fonte non è dimostrato. I portatori di leptospira sono più di 80 specie animali, molto spesso si tratta di roditori appartenenti alla famiglia dei topi. Gli animali domestici sono anche sensibili alla leptospira, il bestiame. Il pericolo maggiore sono i maiali, che sono infetti da sondaggi. Cani estremamente pericolosi come riserva
  7. epidemiologia
    Il serbatoio e la fonte di infezione è una persona malata, che rilascia il virus dagli ultimi 1-2 giorni del periodo di incubazione, durante l'intero periodo prodromico (3-4 giorni prima della comparsa dell'eruzione cutanea) e nei primi 4 giorni dell'eruzione cutanea. Con complicanze, a volte che accompagnano la malattia, è possibile allungare il periodo infettivo fino a 10 giorni dall'inizio dell'eruzione cutanea. Il trasporto "sano" è impossibile. Rilevazione del siero
  8. epidemiologia
    La brucellosi è una zoonosi. Da una persona malata, la brucella sana non viene trasmessa. Sebbene alcuni animali selvatici (lepri, renne) siano sensibili alla brucellosi, non si osservano focolai naturali di infezione. Il serbatoio e la fonte di infezione sono gli animali domestici (pecore, capre, mucche, maiali, meno spesso cani). Il microbo entra nel corpo dell'animale attraverso le mucose del digestivo
  9. Epidemiologia
    Le condizioni epidemiologiche per la diffusione di malattie fungine sono molto diverse e non sono state ancora completamente studiate. La frequenza di queste malattie è principalmente dovuta ai numerosi e diversi funghi in natura e, di conseguenza, al grande potenziale per la loro introduzione nell'uomo, nonché alla significativa variabilità biologica dei funghi, in particolare, alla loro capacità di aumentare la loro
  10. epidemiologia
    La malattia di Parkinson rappresenta il 75-80% dei casi di sindrome di Parkinson. È la malattia neurodegenerativa più comune dopo il morbo di Alzheimer. La malattia è onnipresente. La sua frequenza varia da 60 a 140 persone per 100 mila della popolazione, il numero di pazienti aumenta in modo significativo tra i rappresentanti della fascia di età più avanzata. La percentuale di persone con malattia di Parkinson in
  11. Epidemiologia della SM
    In termini di prevalenza della SM, ci sono tre zone (Kurtzke JF, 1993). La prima zona - ad alto rischio - la prevalenza di oltre 30 casi per 100.000 abitanti. Comprendeva le regioni settentrionali degli Stati Uniti, il Canada meridionale, l'Australia meridionale, la Nuova Zelanda, l'Europa settentrionale e centrale. La seconda zona - rischio medio - prevalenza da 5 a 29 casi per 100.000 abitanti. A sua volta si accese
  12. Epidemiologia
    Fonte di infezione L'unica fonte di infezione da sifilide è una persona malata, poiché solo in vivo soffre di questa infezione. La contagiosità dei pazienti con sifilide dipende dalla durata della malattia. I più contagiosi sono i pazienti con prime forme di sifilide (con periodi di malattia fino a 3-5 anni, specialmente nei primi 2 anni di malattia); pazienti con forme tardive
  13. epidemiologia
    Gli indicatori più oggettivi della frequenza della popolazione della malattia si riflettono negli studi sull'autopsia interclinica, secondo i quali, per 100 mila autopsie di feocromocitoma vengono rilevate in 20-150 casi (in media - 50 casi). Quando si estrapolano le statistiche di sezione degli Stati Uniti e dell'Australia alla popolazione della Russia, il numero di pazienti nel nostro paese può essere di circa 70 mila.
  14. epidemiologia
    Le informazioni sull'incidenza dell'angina pectoris si basano sui dati di studi epidemiologici. Secondo i risultati di uno studio prospettico di 10 anni condotto da Seven Countries Studies, l'incidenza media annuale di angina pectoris negli uomini di età compresa tra 40 e 59 anni è dello 0,1% in Giappone, Grecia e Croazia, 0,2-0,4% in Italia, Serbia, Paesi Bassi e Stati Uniti, 0,6-1,1% - in Finlandia. In una prospettiva di 5 anni
  15. epidemiologia
    Nonostante alcuni successi nel trattamento dell'infarto miocardico acuto nella maggior parte dei paesi industrializzati, questa patologia rimane nell'elenco delle principali cause di morbilità e mortalità. Secondo le statistiche, l'incidenza di infarto miocardico acuto nella popolazione maschile di età superiore ai 40 anni varia in diverse regioni del mondo da 2 a 6 per 1000. L'incidenza di infarto miocardico acuto negli Stati Uniti è di 1,5 milioni di persone / anno, destabilizzazione
  16. epidemiologia
    La prevalenza dell'ipertensione renovascolare nella popolazione di pazienti con ipertensione è dell'1-5%. Nei reparti specializzati specializzati nel trattamento di pazienti con forme refrattarie di ipertensione, il tasso di rilevazione dell'ipertensione renovascolare raggiunge il 10%. Secondo il Dipartimento di ipertensione sintomatica del National Scientific Center "Institute of Cardiology intitolato a ND Strazhesko "AMS di Ucraina, da 3495 pazienti primari con AH,
  17. epidemiologia
    Secondo varie stime, attualmente l'insufficienza cardiaca colpisce almeno 15-23 milioni di persone. Secondo i dati dei registri nazionali dei diversi paesi, il tasso di prevalenza medio (esclusa l'età) dell'insufficienza cardiaca in una popolazione varia dall'1 al 5%. Queste fluttuazioni possono essere, in particolare, dovute alla mancanza di criteri epidemiologici internazionali unificati per l'insufficienza cardiaca. Con l'età, la prevalenza di insufficienza cardiaca
  18. epidemiologia
    La più importante causa di morte tra gli adulti nel mondo industriale è la morte cardiaca improvvisa nel CHD. Circa il 5-10% dei casi di morte cardiaca improvvisa si verifica in assenza di malattia coronarica e insufficienza cardiaca. La frequenza dei casi di morte cardiaca improvvisa in diversi studi varia da 0,36-1,28 per 1 mila abitanti / anno. In questi studi, sono stati considerati solo i pazienti,
  19. epidemiologia
    Negli ultimi 10-15 anni è stato osservato un aumento dell'incidenza di endocardite infettiva, che può essere dovuta a diversi fattori: • diffusione delle operazioni cardiache - comparsa di endocardite infettiva della valvola protesica; • una maggiore predisposizione alla malattia in presenza di: • difetti cardiaci congeniti (10-20%), tra cui bivalve
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com