Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Diagnosi differenziale

Un tipico caso clinico di infarto miocardico acuto molto spesso deve essere differenziato con tali cause di dolore toracico come stratificazione dell'aorta toracica, tromboembolia nel sistema LA, pericardite acuta (solitamente virale), sindrome radicolare grave. La presenza di fattori di rischio per aterosclerosi coronarica, storia anginale, natura e dinamica di un attacco di dolore, risposta del paziente a vasodilatatori e analgesici narcotici, dinamica della pressione arteriosa, in futuro - i risultati di un esame obiettivo, ECG, ecocardiografia, test di laboratorio sono presi in considerazione. In particolare, con la dissezione aortica, il dolore è più spesso localizzato nello spazio interscapolare, resistente all'uso di nitrati, nell'anamnesi - ipertensione non controllata, non ci sono cambiamenti marcati sull'ECG, i marcatori cardiaci sono entro limiti normali, si nota una marcata leucocitosi con uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra; la diagnosi può essere chiarita mediante ecocardiografia, aortografia del contrasto, TC. Con l'esclusione della pericardite, si dovrebbe prestare attenzione alla storia delle infezioni virali respiratorie trasferite, alla presenza di rumore da attrito pericardico, alla mancanza di dinamica dei marker cardiaci, ai dati ecocardiografici, alla dipendenza del dolore dalle fasi respiratorie e alla posizione del corpo. Con la plessite e l'esacerbazione dell'osteocondrosi con sindrome radicolare, il dolore è spesso localizzato a sinistra o a destra dello sterno e dipende dalla posizione del corpo, dalla fase della respirazione. Quasi sempre, alla palpazione, è possibile identificare i punti di maggior dolore nel punto di uscita delle radici nervose corrispondenti in assenza di altri sintomi clinici e strumentali specifici dell'MI acuto. Con l'embolia dei rami di Los Angeles, il dolore è sentito, di regola, un po 'più profondo che con infarto miocardico acuto, spesso accompagnato da mancanza di respiro parossistico o soffocamento, c'è un collasso, iperemia della metà superiore del corpo. I cambiamenti dell'ECG in alcuni casi assomigliano al quadro di un infarto miocardico acuto di localizzazione inferiore, che differisce da esso da segni di sovraccarico acuto del cuore destro; in futuro sono possibili manifestazioni cliniche di polmonite segmentaria o lobare, ingrossamento del fegato e altri segni di insufficienza ventricolare destra, emottisi; nella storia è importante prestare attenzione alla presenza di tromboflebite, emorroidi, operazioni sugli organi pelvici, fratture ossee e lesioni estese dei tessuti molli; l'iperfermentemia non è caratteristica; l'ecocardiografia conferma un'ipertensione polmonare grave.
<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

Diagnosi differenziale

  1. Klyucharyov A.A. et al. Diagnosi e diagnosi differenziale delle malattie del fegato nei bambini (Manuale per professionisti), 2001

  2. Diagnosi differenziale
    La diagnosi differenziale del giovane è considerata nella tabella. 4. Tabella 4. Diagnosi differenziale di JURA INDICAZIONI PER LA CONSULTAZIONE DI ALTRI SPECIALISTI Optometrista: tutti i pazienti con danno articolare, ridotta acutezza visiva. Endocrinologo: sindrome di Cushing, crescita compromessa. Otorinolaringoiatra: focolai di infezione cronica nel rinofaringe. Dentista, ortodontista: carie, violazione
  3. Diagnosi differenziale
    Il polimorfismo pronunciato dei sintomi clinici, l'assenza di segni specifici della malattia negli studi disponibili al pubblico (ECG, radiografia, parametri di laboratorio) determinano la complessità della diagnosi dell'embolia polmonare e la necessità di una diagnosi differenziale con molte malattie. Malattie con le quali è necessario differenziare l'embolia polmonare: • IM, angina pectoris instabile; •
  4. Diagnosi differenziale
    In caso di sospetta ipertensione renovascolare, viene eseguita una diagnosi differenziale standard tra ipertensione e forme secondarie di ipertensione di varia genesi, e se vengono rilevati segni caratteristici dell'ipertensione renovascolare, l'obiettivo della diagnosi differenziale è stabilire la causa immediata del processo patologico, cioè stabilire la forma eziologica dell'ipertensione renovascolare. Nella maggior parte dei casi, per
  5. Diagnosi differenziale
    Quando si effettua una diagnosi di HCM, è necessario escludere altre possibili cause dell'ipertrofia ventricolare sinistra, principalmente il "cuore dell'atleta", malformazioni acquisite e congenite, DCMP e con una tendenza ad aumentare la pressione sanguigna - ipertensione arteriosa essenziale. La diagnosi differenziale con difetti cardiaci accompagnata da soffio sistolico è particolarmente importante in caso di ostruzione
  6. DIAGNOSTICA DIFFERENZIALE
    Le possibili cause di sanguinamento uterino anomalo comprendono varie patologie del sistema riproduttivo, nonché malattie extragenitali. La diagnosi differenziale di DMC si basa sull'esclusione di cause organiche (malattie del tratto riproduttivo, malattie sistemiche) e iatrogene
  7. Diagnosi differenziale
    Con un quadro clinico e radiologico caratteristico, sorge la questione della diagnosi differenziale in assenza della risposta attesa al trattamento e al decorso torpido. In questi casi, la tubercolosi, il "vecchio" corpo estraneo del bronco, l'alveolite allergica, l'emosiderosi polmonare, nonché una malattia cronica (fibrosi cistica, malformazione del bronco e
  8. Diagnosi differenziale
    Poiché l'affaticamento è un sintomo molto comune di molte malattie e i criteri per la sindrome idiopatica dell'affaticamento cronico, sebbene chiaramente definiti, possono ancora verificarsi in altre malattie, il medico a cui fa riferimento un paziente del genere dovrebbe prima di tutto condurre una diagnosi differenziale completa utilizzando tutti i metodi clinici disponibili hardware e
  9. Diagnosi differenziale
    Un attacco di asma bronchiale è differenziato con altre condizioni, che sono caratterizzate da insufficienza respiratoria acuta (vedere tabella. 7.1). Quando si esamina un paziente nel periodo interictale, le malattie polmonari croniche sono escluse. A. Diagnosi differenziale di un attacco di asma bronchiale 1. Malattie infettive del tratto respiratorio. Dispnea improvvisa e respiro sibilante uditi da lontano
  10. DIAGNOSTICA DIFFERENZIALE DELL'ANGENICA.
    Prima di tutto, è necessario stabilire correttamente la diagnosi di angina pectoris e determinarne la forma. Per fare questo, è necessario analizzare in dettaglio il dolore esistente nella metà sinistra del torace e i cambiamenti nella parte finale del complesso ventricolare dell'ECG (depressione o elevazione del segmento ST e un'onda T negativa o acuta). Inoltre, è necessaria una diagnosi differenziale.
  11. Diagnosi differenziale
    La diagnosi differenziale dell'epatite B cronica e dell'epatosi grassa (steatosi epatica) viene effettuata a causa della presenza di una sindrome dispeptica lieve in quest'ultima e di un ingrossamento del fegato, sensibile alla palpazione. Nella storia, di regola, l'abuso di alcol, spesso diabete, obesità, malattie croniche del tratto gastrointestinale. Attività ALAT
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com