principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Formazione sulla tolleranza di genere

Tolleranza di genere - un atteggiamento imparziale nei confronti dei rappresentanti dell'altro sesso, l'inammissibilità a priori attribuendo a una persona difetti apparentemente inerenti al suo sesso, libertà dalle idee sulla superiorità di un sesso rispetto a un altro. La manifestazione estremista dell'intolleranza di genere è il sessismo - comportamento individuale o di gruppo che discrimina le donne, limita il loro diritto alla piena partecipazione alle attività professionali e alla vita sociale, che si basa sull'idea che gli uomini sono superiori alle donne in termini di caratteristiche personali (Schekoldina, 2004).

La tolleranza implica la volontà di accettare gli altri così come sono e di interagire con loro sulla base del consenso. Innanzitutto, implica reciprocità e una posizione attiva di tutte le parti interessate. La tolleranza è una componente importante della posizione di vita di una personalità matura, che ha i suoi valori e interessi e allo stesso tempo rispetta le posizioni e i valori delle altre persone. Senza dubbio, il problema della tolleranza e dell'intolleranza è estremamente rilevante ed è direttamente correlato alla violenza che si verifica nella nostra società.

Oltre alla violenza nelle relazioni interstatali nel mondo moderno, la violenza "privata", quasi impercettibile, è ancora diffusa - nell'interazione e comunicazione interpersonali dirette. Qualsiasi violenza, in qualunque forma appaia, non importa quanto ragionevoli possano essere giustificati gli argomenti, ha sempre un effetto devastante su una persona.

A questo proposito, uno dei principali obiettivi della formazione proposta sulla tolleranza di genere è di passare alle relazioni non violente basate sui principi di cooperazione, rispetto reciproco, comprensione e tolleranza.

Il programma di formazione per la tolleranza di genere mira a sviluppare la capacità di gestire il comportamento, le emozioni, la comunicazione e include cognitivo (consapevolezza delle problematiche di tolleranza di genere, miglioramento della cultura psicologica), emotivo e volitivo (miglioramento delle capacità comunicative dell'interazione tollerante, padronanza dell'autoregolazione emotiva nel processo di comunicazione e attività) e componenti comportamentali.
Gli esercizi per questa formazione sono tratti dal lavoro di Schekoldina (2004).

Lo scopo del programma è la formazione della tolleranza di genere dell'individuo. Il programma mira a risolvere i seguenti compiti:

? formazione di abilità per condurre un dialogo positivo;

? sviluppo della capacità di introspezione, conoscenza di sé;

? sviluppo di stabilità emotiva e flessibilità;

? sviluppo della suscettibilità sociale (capacità di empatia ed empatia);

? sviluppo della capacità di riflessione;

? consapevolezza della diversità del mondo e delle manifestazioni della personalità in questo mondo;

? formazione in una cultura di comportamento tollerante nelle relazioni di genere;

? sviluppo dell'autostima e capacità di rispettare la dignità delle altre persone, indipendentemente dalle caratteristiche individuali (di genere);

? crescente competenza socio-psicologica.

Il programma contiene 12 lezioni che si tengono una volta alla settimana e durano 1,5 ore.

Ad ogni lezione, il lavoro dei partecipanti alla formazione è organizzato in coppie, triple e in microgroup di 4-6 persone, in team di 8-10 persone.

Se il gruppo è composto da più di 15 persone, ha senso dare a tutti l'opportunità di parlare in cerchio non più di due volte per lezione, e che il lavoro si divida in team, microgroup. È conveniente dividere in triple nel caso in cui due persone interpretino la situazione e la terza agisca come osservatore; Il gruppo è diviso in team per elaborare una soluzione congiunta e ricevere feedback.
<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

Formazione sulla tolleranza di genere

  1. Formazione sull'identità di genere
    La base della formazione sull'identità di genere è un programma di "supporto" psicologico della maturazione adolescenziale o del lavoro psico-correttivo con gli adulti. L'identità di genere svolge un ruolo importante nell'adattamento e nell'autoregolamentazione. Questa è una delle strutture di base dell'autocoscienza. Se l'autocoscienza è disarmonica e incoerente, una persona può soffrire di reazioni di rifiuto emotivo
  2. Lezione 2. Studio delle rappresentazioni di genere dei partecipanti alla formazione
    Il tempo approssimativo della lezione è di 6 ore. Obiettivi: preparare i partecipanti alla formazione per una rappresentazione non convenzionale del problema delle relazioni di genere nella società, eliminando gli ostacoli alla percezione tradizionale delle caratteristiche socio-psicologiche e dei ruoli sociali di uomini e donne. Obiettivi :? consapevolezza delle percezioni individuali di genere dei partecipanti; ? ricerca sul genere
  3. Lezione 7. Il grado di tolleranza
    Scopo: consentire ai membri del gruppo di valutare il grado di tolleranza. Esercizio 1 Tutti i partecipanti si siedono in cerchio. Uno dei partecipanti ha trapiantato tutti, tenendo conto del colore degli occhi: dagli occhi chiari agli occhi scuri. Dopo che l'attività è stata completata, un altro partecipante corregge la combinazione a modo suo. Quindi il resto dei partecipanti fa lo stesso. Nel processo di discussione, arriva il gruppo
  4. Lezione 3. Comunicazione tollerante.
    Scopo: familiarità con i metodi di comunicazione tollerante. Nelle condizioni della civiltà moderna, la forma ottimale di tolleranza è l'espansione della propria esperienza e del dialogo critico. Una persona può vedere in una posizione diversa, in un sistema di valori diverso, non qualcosa che minaccia la propria posizione, ma qualcosa che può aiutarlo a risolvere problemi urgenti non solo per lui, ma anche per molte persone. Questo modulo
  5. Lezione 2. Personalità tollerante e intollerante
    Obiettivi: familiarità con i concetti di personalità tollerante e intollerante; sviluppo della tolleranza per l '"Altro", per l'alterità; consapevolezza delle caratteristiche sociali e psicologiche dell '"Altro". Il relatore può fare affidamento sulle seguenti disposizioni teoriche relative alla differenza tra una persona tollerante e una persona intollerante. G. Allport (Allport, 2003) osserva che le persone tolleranti si conoscono meglio e non
  6. Lezione 12. Tolleranza, intolleranza e incertezza
    Scopo: confronto dei concetti di tolleranza, incertezza e intolleranza (aggressività). L'ospite comunica al gruppo segni di comportamento insicuro, intollerante (aggressivo) e tollerante, usando i seguenti punti: Segni di comportamento insicuro ("Io sono cattivo, tu sei buono"): - una persona non è in grado di difendere la sua posizione; - non può rifiutare; - resiste
  7. Lezione 1. Tolleranza e intolleranza
    Scopo: familiarizzare con i concetti di "tolleranza" e "intolleranza". Introduzione (conoscenza) L'host invita i partecipanti a nominarsi come vorrebbero che fossero chiamati nel gruppo (è possibile utilizzare un alias). I partecipanti siedono in cerchio, ognuno con un badge (carta con un nome). Il leader appare per primo. Ogni partecipante successivo nomina a sua volta i nomi di tutti quelli che appaiono davanti a lui.
  8. Lezione 5. Autobiografia di genere come metodo di studio dei meccanismi di socializzazione di genere
    Questa lezione ha principalmente lo scopo di aggiornare l'esperienza dei partecipanti nella fase della socializzazione precoce di genere. Nel processo di questo lavoro, i partecipanti cercheranno di comprendere i modi e i meccanismi per costruire la propria identità di genere. Obiettivi: rifornimento e consolidamento delle conoscenze dei partecipanti su teorie e meccanismi della socializzazione di genere; sviluppo delle capacità di autoriflessione durante l'attualizzazione
  9. QUARTA FASE: DILEMI DI DIFFERENZA DI GENERE E UGUAGLIANZA DI GENERE
    Nel periodo post-sovietico, la posizione delle donne e degli uomini nella società cambia sia a livello politico e ideologico, sia a livello dell'organizzazione quotidiana della sfera privata. Sorgono nuove norme di genere, ma allo stesso tempo vengono preservati i modelli sovietici di organizzazione sociale delle relazioni tra i sessi. Allo stesso tempo, non solo le regole del gioco cambiano, ma anche una situazione di ambiguità sorge nell'autodeterminazione
  10. Approcci acmeologici e assiologici al problema della tolleranza nella comunicazione interpersonale
    L'acmeologia studia innanzitutto quelle condizioni e fattori che forniscono il massimo livello di realizzazione umana in qualsiasi area di attività professionale come persona e come soggetto maturo di questa attività (B.G. Ananyev, A.A. Bodalev, A.A. Derkach, I .A. Rybnikov et al.). Pertanto, nell'ambito dell'acmeologia, la tolleranza nella comunicazione interpersonale è da noi considerata una caratteristica integrale
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com