Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

IPOPLASIA PARROZZALE PARZIALE ("CELLA ROSSA"). ERITROBLASTOFTIZ

Di particolare interesse sono i casi di anemia ipo-aplastica che si verificano con lesione selettiva dell'eritropoiesi, con trombocitopoiesi conservata e parzialmente leucopoiesi.

Una forma simile (erroneamente definita da alcuni autori come "anemia ipoplastica parziale") è una variante speciale dell'anemia ipoplastica caratterizzata, in contrasto con la mielofthosi totale, da ipoplasia parziale, "globulare" del midollo osseo.

In questi casi, un punteggiato di midollo osseo presenta un quadro peculiare dell'eritroblastoftisi, cioè la completa assenza di elementi eritroblastici preservando i megacariociti e gli elementi leucopoiesi (midollo osseo “puramente cellulare”, tabella 25).

Lo stato di eritroblastopenia acuta derivante dall'esaurimento funzionale del midollo osseo, in particolare, durante le crisi rigenerative che complicano il decorso dell'anemia emolitica, dovrebbe essere distinto dall'eritroblastoftitosi come manifestazione di ipoplasia parziale del midollo osseo. La caratteristica morfologica del "canto" (non "phthis") è la conservazione delle riserve basofile dell'ematopoiesi - eritroblasti che assicurano l'insorgenza della remissione ematologica.

Foto di sangue. Nell'ipoplasia parziale del midollo osseo a "globuli rossi", i cambiamenti nel sangue sono caratterizzati da grave anemia macronitica normohromica o moderatamente ipercromica con leucocitosi normale o leucopenia moderata con linfocitosi e trombocitosi normale. L'anemia è di natura ipersidemica, spesso complicata dall'emosiderosi degli organi.

L'eziologia. L'eziologia dell'ipoplasia parziale del midollo osseo a "globuli rossi" dovrebbe essere considerata in termini di uno o più fattori specifici che inibiscono selettivamente il processo di eritropoiesi.

In alcuni casi di eritroblastoftitismo, l'influenza di fattori esogeni - intossicazioni croniche, infezioni, ripetute perdite di sangue o emolisi prolungata, che alla fine porta all'esaurimento del “eritrone” del midollo osseo, non può essere respinta.
Questa, apparentemente, è la genesi dell'ipoplasia parziale del midollo osseo nel "diabete di ferro" - emosiderinuria cronica con emoglobinuria parossistica notturna (EPN - malattia di Mariath) e altre condizioni accompagnata dallo sviluppo di eritroblastoftosi secondaria.

Particolare attenzione è rivolta al problema dell'ipoplasia del midollo osseo "puro globulo rosso" in relazione alla descrizione di tali casi, spesso in combinazione con ipogammaglobulinemia e miastenia, nei tumori benigni della ghiandola dello spettacolo come il linfepepielioma di Schminke.

Il ruolo della ghiandola del timo nell'immunogenesi, dimostrato negli ultimi anni, così come il rilevamento di anticorpi anti-eritrocitari in pazienti con ipoplasia del midollo osseo parziale, ci consente di pensare alla patogenesi immunitaria, autoaggressiva di questa forma anemica.

Trattamento. La terapia dell'ipoplasia parziale del midollo osseo con farmaci antianemici convenzionali (vitamine del complesso B, preparati di ferro) non è efficace. L'eritrocitotrasfusione ha solo un effetto temporaneo. Va ricordato che l'uso prolungato di preparati di ferro e trasfusioni di globuli rossi è irto della possibilità di sviluppare emocromatosi. L'uso della terapia con corticosteroidi è più efficace.

In alcuni casi, la remissione si è verificata dopo splenectomia.

Nell'anemia che si sviluppa in pazienti con un tumore del timo, il metodo radicale di trattamento è la chirurgia: la thimectomia. Secondo Havard (1964), in 14 su 23 pazienti è stato ottenuto un risultato positivo dalla timectomia.
<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

IPOPLASIA PARROZZALE PARZIALE ("CELLA ROSSA"). ERITROBLASTOFTIZ

  1. Trapianto di midollo osseo
    Il trapianto di midollo osseo è oggi una delle aree più giovani e rilevanti dell'ematologia. Con l'aiuto del trapianto di midollo osseo, è possibile combattere la leucemia refrattaria, l'anemia aplastica grave, l'immunodeficienza e altre malattie ematologiche e oncologiche, nonché alcune malattie metaboliche genetiche. Il trapianto di midollo osseo avviene
  2. PATOLOGIA DELLE CELLULE SANGUE E DEL MARRO OSSO
    Questo capitolo è dedicato alle malattie che causano cambiamenti nel sistema dei globuli rossi, dei globuli bianchi e delle piastrine, nonché la riproduzione compromessa degli elementi del sangue nel midollo osseo. Nonostante il fatto che i linfociti appartengano anche al gruppo dei globuli bianchi, le malattie del sistema linfocitario, ad eccezione della leucemia linfocitica (leucemia linfocitica), è consigliabile considerarla separatamente, e questo viene fatto nel capitolo 13. Questo
  3. La struttura e il ruolo del midollo osseo nell'attività del sistema immunitario
    Tutte le cellule del sangue, comprese le cellule immunocompetenti, provengono da cellule staminali pluripotenti, che danno origine a vari germogli di ematopoiesi, tra cui mielomonocitici e linfocitari. La direzione di differenziazione dei primi predecessori dipende dall'influenza del loro microambiente, dall'influenza delle cellule stromali del midollo osseo. Le cellule stromali del midollo osseo includono:
  4. Analisi morfologiche delle cellule del midollo osseo con conteggio dei mielogrammi
    Lo studio dei mielogrammi dovrebbe iniziare con la visualizzazione dei preparati a colori sotto un piccolo ingrandimento del microscopio. Ciò consente di determinare la qualità degli strisci, la cellularità del midollo osseo, per rilevare gruppi di cellule atipiche. Dopo aver visto lo striscio sotto un piccolo aumento, viene applicata una goccia di olio per immersione e, sotto un grande aumento, iniziano a differenziare gli elementi formati.
  5. PATOLOGIA DELLE CELLULE SANGUE E DEL MARRO OSSO. anemia
    Le malattie ematologiche possono essere primarie, cioè causate da una malattia degli organi ematopoietici stessi o secondarie, che riflettono la sconfitta di qualsiasi altro sistema. Le malattie secondarie sono più comuni. La disponibilità di studi morfologici delle cellule del sangue, ad esempio, in uno striscio di sangue venoso o nella puntura del midollo osseo, fornisce uno studio diretto dei cambiamenti che si sono verificati. il
  6. Esame del midollo osseo e osseo
    L'apertura delle ossa in condizioni normali è molto rara. In condizioni di guerra, l'autopsia delle ossa dagli ospedali di evacuazione, così come l'autopsia del dipartimento forense, l'apertura delle ossa è spesso di notevole interesse. Lo studio delle ossa piatte - teschi, sterno, costole, ossa pelviche - viene eseguito insieme all'autopsia, esegue i tagli necessari, taglia con uno scalpello, ecc.
  7. Aneuploidia e poliploidia delle cellule del midollo osseo e sangue dei pazienti con linfoma non Hodgkin prima e dopo il trattamento
    Ankina M.A., Zavitaeva T.A., Panferova T.A., Shakhtarina S.V., Danilenko A.A. Medical Radiological Scientific Center of the RAMS, Obninsk Scopo dello studio: la presenza di cellule aneuploidi nel sangue è considerata un fenomeno anormale. Nelle culture di individui sani, non si trova più del 5,9% di tali cellule, con cellule ipoaneuploidi al 5,2% e cellule iperaneuploidi allo 0,7%. Cellule poliploidi con
  8. Anemia dovuta alla soppressione tossica del midollo osseo (anemia mielotossica)
    ANEMIA TROPRIVALE L'anemia tiroidea è un'anemia che si sviluppa sulla base dell'ipotiroidismo. Il lavoro sperimentale conferma l'importante ruolo dell'ormone tiroideo - tiroxina - nella stimolazione dell'ematopoiesi normale. Gli animali privati ​​della ghiandola tiroidea diventano rapidamente anemici; la somministrazione di preparati tiroidei da parte di animali tiroidectomizzati li cura della tiroide
  9. La partecipazione delle cellule ematopoietiche del midollo osseo al processo di metastasi: nuovi obiettivi per la diagnosi delle metastasi delle cellule tumorali e la loro distruzione
    I motivi per cui le cellule tumorali possono lasciare il fuoco primario del cancro e migrare in altre parti del corpo non sono completamente compresi. Molte vite possono essere salvate se è possibile interrompere questo processo. Fino ad ora, si riteneva che il sito di metastasi fosse determinato da quale organo o organi con il flusso di sangue nella cellula cancerosa o nelle cellule dal focus primario del cancro entrassero. Da esso a causa della divisione
  10. PATOLOGIA DELLE CELLULE SANGUE E DEL MARRO OSSO. Neoplasie linfoidi. NUOVE FORMAZIONE DI MYELOID. SINDROMI MYELODISPLASTICHE. ORIGINE ISTOCITICA
    Nella struttura della morbilità e mortalità per tumore, i tumori dei tessuti ematopoietici e linfoidi occupano il 7-9% a seconda del sesso e dell'età. Ogni anno, su ogni 100 mila abitanti del nostro pianeta, 9 persone soffrono di qualche forma di leucemia, ma nelle fasce di età superiore ai 65 anni, 69 su 100 mila persone si ammalano. Eziologia e patogenesi delle neoplasie del linfoemopoietico
  11. Agenesi, aplasia e ipoplasia dei polmoni
    Quando i raggi X, una diminuzione del volume del torace sul lato del difetto, un intenso oscuramento in questa zona, una posizione elevata della cupola del diaframma. La colonna vertebrale è "nuda". Potrebbe esserci un prolasso di un polmone sano nell'altra metà del torace con la formazione di una "ernia polmonare". Con broncoscopia, assenza o rudimento del bronco principale, restringimento dei bronchi lobari. Con broncografia, se notato
  12. Sindrome da ipoplasia del cuore sinistro
    Il termine "sindrome dell'ipoplasia del cuore sinistro" viene utilizzato per indicare un gruppo eterogeneo di difetti caratterizzati da sottosviluppo del complesso cuore-aorta sinistro, che crea ostruzione del flusso sanguigno. Di conseguenza, il cuore sinistro non è in grado di mantenere un livello adeguato di circolazione sistemica. La frequenza della sindrome dell'ipoplasia del cuore sinistro è dello 0,12-0,21 per 1000 neonati, 3,4-7,5% tra tutti
  13. Ipoplasia surrenalica congenita
    Eziologia La forma ereditaria più comune associata al cromosoma X e causata da difetti del gene NR0B1 che codifica il fattore di trascrizione DAX1. Il fattore patogenetico DAX1 è necessario per la posa della corteccia surrenale e del testicolo ed è coinvolto nella regolazione della funzione ipotalamo-gonadotrofica. Quadro clinico Nei ragazzi con un difetto del fattore DAX1, si verifica insufficienza surrenalica, clinicamente
  14. Anemia dovuta allo svuotamento del midollo osseo, anemia ipo e aplastica. SINDROME MYELO-APLASTICA
    Nonostante il gran numero di studi dedicati allo studio dell'anemia ipo e aplastica, non è ancora possibile creare una classificazione razionale di queste condizioni, dal momento che non solo sono discutibili questioni di patomorfogenesi, ma anche la definizione del concetto di "ipo (a) anemia plastica". In conformità con le idee moderne sulla genesi di ipo e
  15. Pressione parziale di gas in un liquido
    Quasi tutti i liquidi possono contenere una certa quantità di gas disciolti fisicamente. Il contenuto di gas disciolto in un liquido dipende dalla sua pressione parziale. Se il liquido viene portato in uno stato di equilibrio termodinamico con il gas sopra di esso (per questo è necessario che l'area di contatto e il tempo di contatto di entrambe le fasi siano sufficientemente grandi), il liquido creerà
  16. Convulsioni epilettiche parziali con focolai nei campi citoarchitettonici primari e secondari di GM
    Convulsioni epilettiche parziali o focali, le convulsioni parziali o focali iniziano con l'attivazione di neuroni in una zona locale della corteccia. Sintomi clinici specifici sono causati dal coinvolgimento di un'area specifica della corteccia e indicano la sua disfunzione. Il danno può essere causato da nascita o trauma postnatale, tumore, ascesso, infarto cerebrale, malformazione vascolare
  17. Ventricolotomia parziale LV
    L'escissione di una parte della parete libera del LV al fine di eliminare la sua dilatazione da parte di esperti degli Stati Uniti (raccomandazioni ACC / ANA, 2005) ed Europa (raccomandazioni CEE, 2005) è stata riconosciuta come non abbastanza efficace e quindi
  18. Riepilogo. Circolazione cerebrale e risposta cerebrale all'ipossia, 2012
    Introduzione Cervello Circolazione del cervello Ipossia del cervello Elenco delle conclusioni
  19. CERVELLO DI CERVELLO E QUATTRO MANIGLIE
    La struttura del tronco encefalico comprende le gambe del cervello con quadrupla, il ponte cerebrale con il cervelletto, il midollo allungato. Le gambe del cervello e il quadrupolo si sviluppano dalla vescica cerebrale media - il mesencefalo. Le gambe del cervello con quadrupolo sono la parte superiore del tronco encefalico. Esse escono dal ponte e si tuffano nelle profondità degli emisferi cerebrali, mentre divergono un po ', formando un triangolo
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com