principale
Informazioni sul progetto
Notizie di medicina
Agli autori
Libri su licenza di medicina
<< Avanti Successivo >>

Terapia farmacologica

Per il trattamento farmacologico in ginecologia, antibatterico, emostatico, anestetico, immunocorrettore, i biostimolanti sono più comunemente usati.

Gli antidolorifici in ginecologia sono utilizzati per il trattamento sintomatico del dolore dopo l'intervento chirurgico, malattie con un sintomo doloroso pronunciato (oncologia, algomenorrea, endometriosi, processi infiammatori, ecc.). Per l'analgesia usare analgesici narcotici (morfina, promessi), non narcotici (analgin, aspirina, paracetamolo), antispastici (papaverina, no-spa), anestetici locali (lidocaina, anestesia) e le loro combinazioni. I farmaci con effetto sedativo (valeriana, motherwort, difenidramina, diazepam) aumentano l'azione degli analgesici. È importante ricordare che il sollievo dal dolore tempestivo è la prevenzione dello shock del dolore, dell'insufficienza respiratoria e cardiovascolare.

Per il sanguinamento, vengono utilizzati agenti che agiscono su vari legami di patogenesi. Utilizzare farmaci che aumentano la coagulazione del sangue (per via intramuscolare vikasol, dicina, etamzilat, all'interno delle foglie di ortica, tintura di pepe d'acqua, preparazioni interne e di calcio per via endovenosa). I mezzi che agiscono sulla capacità contrattile dell'utero sono ampiamente prescritti (per via endovenosa e intramuscolare metilergometrina, ossitocina, ergotal intramuscolare, pituitrina, all'interno del decotto del sacco di erba del pastore, dietro la guancia deamminossitocina). Per fermare il sanguinamento, acido aminocaproico topicamente usato, film con fibrinogeno, spugne emostatiche. Un adeguato trattamento del sanguinamento (eliminazione della causa, uso di agenti patogeni, sostituzione della perdita di sangue) contribuisce alla prevenzione di shock emorragici, disturbi emodinamici, porta al recupero più rapido del corpo.

Il trattamento antibatterico può essere generale e locale, profilattico (nel periodo postoperatorio) e valore terapeutico (nei processi infiammatori degli organi genitali femminili, infetti da aborto). L'obiettivo della terapia locale è prevenire la generalizzazione del processo infettivo, la distruzione dei microrganismi nel focolaio. Per gli effetti generali, i farmaci sono somministrati per via endovenosa, intramuscolare, all'interno (per os); localmente - nell'utero, nella cavità addominale, nella vagina, nell'uretra, nel retto, nella mucosa cervicale, nel perineo, ecc. Forme di rilascio: soluzioni per applicazione esterna, interna, intramuscolare, endovenosa, amministrazione intracavitaria, compresse, capsule, sospensioni, unguenti, creme, supposte, film.

La terapia antibiotica viene eseguita secondo principi generali, tenendo conto dell'agente e della sua sensibilità (semina del tratto genitale è seminato), farmacocinetica e farmacodinamica del farmaco, dosi adeguate, giornaliere e di corso, con la prevenzione della candidosi con farmaci antifungini (nistatina, canesten) e la correzione della disbiosi intestinale e modi (bifidumbacterin, bifikol, lactobacterin). Si raccomanda di eseguire un test intradermico per antibiotici al fine di prevenire reazioni allergiche. Ad oggi, antibiotici di tutti i gruppi di penicillina (penicillina, ampicillina), cefalosporine (ceporin, claforan, kefazol), tetracicline (doxiciclina, tetraciclina), aminoglicosidi (gentamicina, kanamicina), macrolidi (eritromicina, eritromicina), aminoglicosidi (gentamicina, kanamicina), macrolidi (eritromicina), antibiotici di tutti i gruppi. La prescrizione di antibiotici ad ampio spettro è dovuta alla presenza di una co-infezione. Quando i microrganismi sono resistenti alla terapia, vengono utilizzati antibiotici di riserva (rifampicina, ecc.).

I farmaci sulfanilamide (sulfadimethoxine, ethasal, ecc.) Sono prescritti per l'intolleranza agli antibiotici, nonché in combinazione con essi per migliorare l'effetto anti-infiammatorio.

La priorità nella prevenzione dell'infezione appartiene agli antisettici, inoltre svolgono un ruolo importante nel trattamento delle infezioni. Quando si sceglie un antisettico, prendere in considerazione la dose inibitoria, la resistenza dei microrganismi, il tempo e il metodo di trattamento. Più spesso in ginecologia, le soluzioni sono utilizzate per irrigazioni, irrigazione, bagni vaginali e sessili, trattamento delle vie urinarie, polveri per polveri, tamponi vaginali e supposte, clisteri rettali. Gli antisettici comprendono: clorexidina, dimexide, iodopirone, fenolo, acido borico, protargol, phytoncides (camomilla, farfara, salvia), ecc.

Da agenti antiparassitari in ginecologia, il metronidazolo viene utilizzato per il trattamento di tricomoniasi, infezioni miste e anaerobiche. Assegnato all'interno, per via topica e per via endovenosa. Levamisole, decaris è usato come farmaci antihelminthic, così come gli stimolanti dell'immunità.

Il trattamento antinfiammatorio dovrebbe essere complesso, includendo l'uso di antibatterici, desensibilizzanti (difenidramina, tavegil, chetotifie), antinfiammatori non steroidei (aspirina, indometacina, ortofene), farmaci immunocorrettivi, biostimolanti, enzimi e altri farmaci.

Biostimolanti (terapia tissutale) - trattamento con preparati animali (plazmol, aktovegin) o di origine vegetale (aloe, gumizol, phib), attivazione del metabolismo, resistenza del corpo. Usato per trattare i processi infiammatori.

I preparati enzimatici (tripsina, chemotripsina, lidaza) hanno trovato il loro posto nell'arsenale dei farmaci per il trattamento dei processi infiammatori nel tratto genitale femminile, le aderenze degli organi pelvici e l'infertilità. Applicare all'interno, localmente per idrotubazione, elettroforesi, sulla ferita durante la suppurazione.

La terapia infusionale è indicata ai fini della disintossicazione nelle malattie infiammatorie, nel periodo postoperatorio, nella sostituzione della perdita di sangue, per migliorare le proprietà reologiche del sangue e del microcircolo - prima, durante e dopo l'intervento chirurgico, tumori, DIC, nutrizione parenterale - in una condizione grave del paziente e in assenza possibilità di assunzione di cibo. Produce l'introduzione di soluzioni cristalloidi e colloidali, albumina, amminoacidi.

La terapia vitaminica è utilizzata come trattamento generale di rinforzo per le patologie infiammatorie dei genitali, come fase del trattamento della patologia endocrina, del ritardo dello sviluppo, della mastopatia.

Agenti immunocorrettivi possono essere suddivisi in preparazioni per la correzione dello stato di immunodeficienza T- (levamisolo, licopid, timina, metil uracile) e delle cellule B (vitamine C e A, splenina, immunoglobulina, interferone, plasma nashivy, plasma antistaphylococcal). Esistono anche immunoterapia specifica e non specifica.

L'immunoterapia specifica comprende il trattamento con siero e la terapia vaccinale. Terapia vaccinale: la creazione di un'immunità attiva contro l'infezione mediante la somministrazione di un vaccino. La reazione all'introduzione può essere sotto forma di iperemia nel sito di iniezione (locale), aumento delle secrezioni e dolore (focale), malessere, febbre (generale). Controindicazioni alla vaccinazione: tubercolosi, gravi malattie dei reni, fegato, lesioni organiche del sistema cardiovascolare, cachessia, gravidanza, allergie. In ginecologia, viene utilizzato il vaccino polonutrale gon intramuscolare e intracutaneo, soltokrihovak. Un vaccino contro l'HIV è in fase di sviluppo.

La sieroterapia (immunizzazione passiva) viene effettuata somministrando siero ottenuto da un animale dopo l'immunizzazione con agenti infettivi. Controindicazioni: ipersensibilità al farmaco. Nell'uso profilattico ginecologico del tossoide tetanico e del siero antigangrenoso, il tossoide del tetano con tossina tetanica per le lesioni degli organi genitali, gli aborti criminali e l'infezione anaerobica vengono utilizzati a scopo profilattico. Per la profilassi d'emergenza, le persone inoculate vengono iniettate per via sottocutanea 1 ml di tossoide anti-tetano, quindi siero anti-tetano dopo il test intrauterino con 0,1 ml di siero diluito 1: 100, racchiuso in un'ampolla separata. A scopo terapeutico, il plasma antistaphylococcal e immunoglobulin sono amministrati durante processi affilati (la sepsi, la peritonite, eccetera) causato da staphylococcus. Tutte le vaccinazioni in corso sono registrate in una rivista speciale e cartella clinica (storia).

L'immunoterapia aspecifica aumenta la resistenza complessiva e la reattività non specifica del corpo. In ginecologia, si utilizzava per via intramuscolare il licopide, il prodigiosan, il pirogenico. Autoemoterapia - iniezione intramuscolare di un paziente del proprio sangue venoso al fine di migliorare l'immunità e l'emostasi nelle malattie infiammatorie, sanguinamento uterino disfunzionale. Il corso e il regime di trattamento prescritto dal medico. Con il trattamento, febbre, mal di testa, malessere generale sono possibili. La terapia lattica non viene attualmente eseguita a causa dell'elevata probabilità di shock anafilattico.

In ginecologia, la terapia locale è ampiamente utilizzata: irrigazione, irrigazione, trattamento con caldo e freddo, bagni vaginali; trattamento della cervice, della vagina e degli organi genitali esterni con soluzioni disinfettanti, antibiotici, agenti curativi. L'uso delle polveri è possibile dopo l'elaborazione della vagina e della cervice negli specchi. La polvere (osarsol, acido borico, trichopol, ecc.) Viene versata in uno specchio vaginale asciutto e spruzzata con una pera di gomma. Le polveri sono assegnate all'area delle ustioni, ferite postoperatorie (xeroformo, enzimi). Il trattamento con tamponi è prescritto per cervicite, colpite, erosione e ulcere della cervice e della vagina, parametrizza e altri processi infiammatori della sfera genitale. I tamponi sono preparati da un pezzo di cotone idrofilo, legato con una striscia di garza con una lunga coda per la donna per rimuovere il tampone. La vagina o il bagno sono trattati, il tampone è inumidito nella medicina (unguenti antibatterici, emulsioni, soluzioni, olio di rosa canina, olivello spinoso, ecc.), La vagina viene inserita nella vagina con una pinzetta e gli specchi vengono rimossi. Il corso del trattamento 10-12 giorni al giorno o ogni altro giorno, mentre il tampone nella vagina è di 4-12 ore.

Tamponamento vaginale viene eseguito per fermare il sanguinamento dalla cervice durante il cancro o dopo operazioni sulla cervice, durante la gravidanza cervicale, lesioni vaginali. Il tampone viene preparato da un'ampia fasciatura, piegato in tre o quattro volte in lunghezza e arrotolato in una palla. La cervice è esposta negli specchi, la parte terminale della benda viene presa con una pinzetta, le volte e la vagina sono strettamente manomesse, rimuovendo gradualmente lo specchio. Un tampone viene utilizzato come misura terapeutica per un massimo di 12 ore o come primo soccorso fino al momento in cui può essere fornito un trattamento chirurgico qualificato.

Tutti i farmaci sono controindicati in caso di una reazione allergica ad essi nell'anamnesi. Lo shock anafilattico si sviluppa come conseguenza di una reazione allergica che si verifica quando l'allergene viene reintrodotto nel corpo in qualsiasi modo (per via orale, per via endovenosa, per via topica, ecc.).
Si manifesta come una reazione generalizzata immediata, accompagnata da sintomi di ostruzione delle vie aeree superiori, mancanza di respiro, svenimento, ipotensione. Esistono cinque forme cliniche: tipiche, emodinamiche, asfittiche, cerebrali e addominali. La forma tipica è caratterizzata da ansia acuta, febbre, mancanza di aria, vomito, formicolio al petto, debolezza, polso stanco, tachicardia, con grave shock - perdita di coscienza, morte clinica. In altre forme, sintomi di disturbi cardiovascolari (dolore cardiaco, disturbi del ritmo, perdita di pressione), insufficienza respiratoria acuta, disturbi del sistema nervoso centrale (perdita di coscienza, convulsioni, agitazione o paura), addome acuto (dolore epigastrico, segni di irritazione peritoneale ). Primo soccorso: interrompere l'introduzione dell'allergene, deporre il paziente (testa sotto le gambe), rilasciare le vie respiratorie, girare la testa di lato, aprire la mandibola, in assenza di respirazione e battito cardiaco, iniziare un massaggio cardiaco indiretto, respirazione artificiale; se l'allergene è stato iniettato in un arto, allora metti un laccio emostatico su di esso; aggiustare la soluzione salina per via endovenosa, iniettare per via intramuscolare e tagliare il sito di iniezione con 0,3-0,5 ml di soluzione di epinefrina allo 0,1% con 4-5 ml di soluzione fisiologica; al luogo di introduzione dell'allergene per attaccare un raffreddore; chiamare urgentemente un medico e una brigata di rianimazione. Il trattamento delle reazioni allergiche e dello shock anafilattico deve essere complesso (introducono glucocorticosteroidi, farmaci cardiaci, inalazione di ossigeno, terapia infusionale e, se indicato, metodi di rianimazione).

Chemioterapia - l'uso di farmaci che hanno un effetto citotossico sul tumore. La base è la differenza nella struttura del tessuto normale e del tumore. La ciclofosfamide, il fluorouracile, il metotrexato, il cisplatino, l'etoposide, la vincristina, ecc. Sono più comunemente utilizzati in oncoginecologia e gli agenti chemioterapici sono usati in combinazione con mono- o polichemioterapia. Quando monoterapia viene introdotta una di loro, con politerapia - le loro varie combinazioni. Il trattamento è effettuato da corsi. Gli intervalli tra di loro dovrebbero essere sufficienti per fermare i fenomeni di tossicità dal corso precedente e allo stesso tempo breve, in modo da non causare resistenza ad essi. Indicazioni per la chemioterapia: malattie, trattamento o remissione di cui si può ottenere solo in questo modo; prevenzione delle metastasi; trasferimento di un tumore non operabile in uno operabile; terapia palliativa. Controindicazioni: tumore insensibile, cachessia, tubercolosi, gravidanza, età senile e prescolare, ecc.

La terapia ormonale è utilizzata in tutti i settori della medicina clinica. Applicare veri ormoni, i loro derivati ​​e sostanze con un'azione ormonale. Per molti di loro è stata stabilita una struttura chimica, non solo gli ormoni sono stati sintetizzati, ma anche i loro analoghi. È un derivato sintetico che è preferito nella pratica clinica. Allo stesso tempo, un certo numero di ormoni proteici sono ancora ottenuti da estratti di ghiandole (insulina, ormone paratiroideo, ormoni pituitari). La gonadotropina è isolata dall'urina delle donne durante la gravidanza e la menopausa. I preparati o gli estratti di organi dalle ghiandole endocrine sono attualmente quasi mai usati. L'adrenalina fu sintetizzata per la prima volta, poi gli ormoni steroidi sessuali sia per la somministrazione parenterale che orale. I preparati di organi della tiroide sono sostituiti con ormoni tiroidei sintetici puri. Vasopressina sintetica e ossitocina, i loro analoghi più efficaci, liberini ipotalamici e statine. L'ingegneria genetica contribuisce alla sintesi di altri ormoni, in particolare l'insulina e l'ormone della crescita.

Gli ormoni a basso peso molecolare (steroidi e tiroide) sono attivi per tutti i tipi. La specificità delle specie di alcuni ormoni non consente loro di essere ampiamente utilizzati a causa della rapida formazione di anticorpi e successiva distruzione (TSH, FSH, ormone paratiroideo). Insulina suina e bovina sono state utilizzate nonostante la formazione di anticorpi contro di loro. Specificità di specie intrattabile molto pronunciata nell'ormone della crescita.

Quando prescrivi ormoni, è importante considerare la loro farmacocinetica. Quindi, gli ormoni polipeptidici e proteici vengono distrutti dagli enzimi proteolitici, quindi, quando somministrati per via orale, sono inefficaci. Sono utilizzati solo sotto forma di iniezioni, ad eccezione della tireoliberina, che viene somministrata per via orale ad una dose 40 volte superiore a quella somministrata per via parenterale.

Molti ormoni vengono trasportati nel sangue in una forma legata alle proteine ​​(tiroide, steroidi), spesso le proteine ​​sono specifiche (GST, testosterone, globulina legante, ecc.). Sono attivi solo gli ormoni liberi e non legati. Vari organi e sistemi (in particolare fegato, reni, tratto gastrointestinale, sangue) hanno un effetto significativo sui loro processi metabolici. La maggior parte degli ormoni viene distribuita agli organi bersaglio o depositata nel deposito (tessuto adiposo). Con questo in mente, alcuni di loro sono prodotti sotto forma di preparati di deposito (androgeni, gestagens). L'effetto farmacologico di un certo numero di ormoni continua dopo la loro distruzione (dopo aver inattivato l'ACTH nel corpo, il livello di cortisolo rimane a lungo aumentato). Ormoni separati vengono utilizzati sotto forma di proormoni (insulina, triiodotironina, ecc.). Il metabolismo della tiroide (escreto per via biliare-enterale) e degli steroidi (escreto in forma pura o trasformata con orina) è il più studiato.

A seconda dell'effetto farmacologico, si distinguono la sostituzione, l'attivazione, l'inibizione, l'effetto rebaund (terapia dopo l'azione) e la terapia ormonale parafarmacodinamica.

Il più di successo di tutti i tipi è la terapia ormonale sostitutiva, che viene eseguita dagli ormoni naturali e dai loro derivati ​​sintetici. Allo stesso tempo, l'insufficienza ormonale è compensata, ma la malattia non è curata. Pertanto, la terapia sostitutiva è più spesso effettuata per tutta la vita. Può essere efficace nel rigoroso rispetto del dosaggio, della frequenza di somministrazione, tenendo conto dei ritmi fisiologici del rilascio di ormoni e della loro farmacocinetica. Spesso è necessario imitare i ritmi fisiologici, circadiani e di altro tipo. Esempi di terapia sostitutiva sono: la somministrazione di ormoni steroidei nella sindrome post-kastration, gli ormoni delle ghiandole periferiche nella sindrome di Sheehan, l'insulina nel diabete mellito e gli ormoni tiroidei nell'ipotiroidismo congenito e acquisito. Un sovradosaggio di farmaci ormonali si manifesta con i sintomi di un eccesso di ormoni endogeni simili. La terapia sostitutiva è possibile per via orale e parenterale. Ma la preferenza è data al primo.

La terapia ormonale stimolante prevede, da un lato, la correzione dell'ipofunzione degli organi endocrini somministrando un ormone specifico (ad esempio, utilizzando piccole dosi di ormoni steroidei sessuali nell'ipofunzione ovarica) e, d'altra parte, stimolando la funzione ridotta delle corrispondenti ghiandole periferiche. Это достигается введением тропных гормонов, например, гипофиза, т.е. осуществляется коррекция нарушений нижележащих по иерархической лестнице эндокринных органов введением гормонов вышележащих структур.

Ингибирующая гормонотерапия направлена на подавление функции соответствующей железы. Введением гормона периферической железы вмешиваются в систему регуляции с отрицательной обратной связью и тормозят тропную функцию гипофиза по отношению к данной железе. Например, тиреоидными гормонами при эутиреоидном зобе блокируется выделение ТТГ, глюкокортикоидами при адреногенитальном синдроме — АКТГ, эстрогенами при раке предстательной железы — ЛГ и др. Следует отметить, что угнетение функции эндокринного органа встречается в большинстве случаев гормонотерапии, что не всегда желательно. Об этом необходимо помнить при проведении гормональной циклической терапии в период полового созревания при несформировавшейся нейроэндокринной системе регуляции репродуктивной функции, особенно гипоплазии яичников.

Терапия последействия (rebaund-effect) основана на эффекте активации нейроэндокринных механизмов регуляции репродуктивной функции после предшествующего ее угнетения введением определенных гормонов. Классическим примером такой терапии является введение синтетических прогестинов в контрацептивном режиме в течение 2—3 месяцев при определенных формах бесплодия с оптимизацией выполнения репродуктивной функции в последующие 2—3 месяца.

Парафармакодинамическая терапия основана на использовании влияния гормонов на метаболические и воспалительные процессы, иммунный гомеостаз, кровоснабжение, поведенческие реакции и т.д. Обычно эти эффекты достигаются при введении гормонов короткими курсами и в больших дозах, нередко в несколько раз превышающих традиционные физиологические дозы. Например, с целью иммунодепрессии или торможения воспалительных процессов применяются глюкокортикоиды. При этом необходимо учитывать нежелательную блокирующую терапию по выделению АКТГ. Широко известно применение гормонов с анаболическими свойствами.

Приведенное разделение гормонотерапии по формам является условным и определяется в основном достижением поставленных целей. Однако необходимо учитывать, что введение любого гормона сопровождается многими побочными эффектами. Почти при всех видах гормонотерапии нельзя исключить ингибирующие и метаболические действия, влияние на иммунную и коагулирующую системы

При проведении гормонотерапии следует иметь в виду, что:

1) рецепторы стероидных гормонов способны к перекрестному связыванию (прогестерон связывается с рецепторами андрогенов, андрогены — с рецепторами эстрогенов, эстрогены — друг с другом);

2) под действием стероидных гормонов повышается концентрация рецепторов как данных конкретных гормонов, так и других;

3) ряд гормонов ускоряют кругооборот своих рецепторов;

4) гормоны проявляют еще и действие, независимое от их специфичности. Так, эстрогены стимулируют кровоток в матке с высвобождением гистамина и образованием ПГ. Прогестерон же повышает концентрацию кальция, что стимулирует синтез плазменных белков, участвующих в созревании ооцитов не путем ядерного эффекта. Известны внерецепторные механизмы и в действиях многих других гормонов.
<< Avanti Successivo >>
= Vai al contenuto del tutorial =

Медикаментозная терапия

  1. Terapia farmacologica
    Nelle prime fasi iniziali della malattia, il trattamento è molto efficace e sotto l'influenza di procedure appropriate tutti i sintomi dolorosi scompaiono rapidamente. Se la malattia è iniziata, il recupero è più lento e richiede l'uso di un intero complesso di misure terapeutiche, che include educazione fisica, terapia fisica e uso di medicinali. Terapia farmacologica nel trattamento della VSD
  2. Terapia farmacologica combinata per iperlipidemia.
    Gli obiettivi principali della terapia di combinazione: 1. effetto sinergico con ipertrigliceridemie pronunciate; 2. aumento dell'effetto ipocolesterolemizzante; 3. riduzione degli effetti collaterali, se del caso, si verificano a seguito di monoterapia; 4. ottimizzazione dell'attuale terapia ipolipemizzante in termini di costo-efficacia (C. Blum, 2001). Tabella 26. Possibili combinazioni di ipolipemizzanti
  3. Terapia farmacologica
    Nei pazienti con embolia polmonare ricorrente, si consiglia al paziente di assumere anticoagulanti indiretti sotto il controllo di un indice di protrombina. Allo stesso tempo nominato detralex 1 tab. 2-3 volte al giorno o ginkor-fort, unguenti: crema ciclo 3, gel lyoton-1000, fisioterapia (campo magnetico alternato, laser). Se il paziente sottoposto a embolia polmonare deve essere sottoposto a intervento chirurgico, 2 ore prima e entro 7-10 giorni dopo la somministrazione sottocutanea.
  4. Terapia farmacologica
    Morfina e suoi analoghi L'uso della morfina o dei suoi analoghi è raccomandato nelle prime fasi del trattamento di pazienti con AHF severa, specialmente in presenza di agitazione e grave mancanza di respiro. La morfina causa la dilatazione arteriosa venosa e moderata e riduce anche la frequenza cardiaca. Nella maggior parte degli studi, la morfina è stata somministrata per bolo endovenoso immediatamente dopo l'introduzione di un catetere endovenoso. Se necessario, è possibile
  5. Componente medica della terapia neuroprotettiva
    Attualmente, ci sono numerosi obiettivi - i collegamenti chiave dei meccanismi di disordini che si sviluppano durante l'ipossia cellulare. Di conseguenza, questi "target" hanno creato, applicato e continuano a creare numerosi farmaci con proprietà neuroprotettive (Tabella 2). Tabella 2. OBIETTIVI DEI MEZZI DI IMPATTO Violazione dell'alimentazione di energia del neurone Macroergs, metabolica
  6. Terapia ipolipidemica da farmaci.
    Vi sono quattro gruppi principali di farmaci ipolipidemici: inibitori della HMC-CoA reduttasi (statine), sequestranti degli acidi biliari, acido nicotinico e fibrati. I sequestranti e le statine degli acidi biliari hanno principalmente un effetto di abbassamento del colesterolo, i fibrati riducono prevalentemente l'ipertrigliceridemia e l'acido nicotinico riduce sia il colesterolo che i livelli di TG (Tabella 17). Tabella 17.
  7. Principi del trattamento farmacologico e radicale delle sindromi dolorose
    Il dolore si riferisce alle lamentele più frequenti che i medici di varie specialità affrontano nella loro pratica quotidiana. La prevalenza delle sindromi dolorose nel sistema di cure primarie varia dall'11 al 40%. Secondo l'OMS, nei paesi sviluppati del mondo, il dolore della scala della sua distribuzione è paragonabile a una pandemia. Per ottenere successo nel trattamento, è importante dividere il dolore in
  8. Tossicodipendenza
    Causa La tossicodipendenza può causare non solo i farmaci con attività psicotropa (analgesici narcotici, psicostimolanti, tranquillanti), ma anche altri farmaci quando vengono assunti regolarmente. La base per la formazione di tale dipendenza è la capacità di molti farmaci di modificare lo stato mentale di una persona, influenzare l'umore, ridurre l'ansia, la paura,
  9. Interventi coronarici percutanei e trattamento farmacologico
    Una meta-analisi di studi randomizzati controllati ha dimostrato che gli interventi coronarici percutanei, rispetto al trattamento medico, portano ad una riduzione più pronunciata dei sintomi dell'angina pectoris. Allo stesso tempo, gli studi non includevano un numero sufficiente di pazienti per una valutazione informativa degli effetti degli interventi coronarici percutanei sul successivo sviluppo di infarti e morti.
  10. Trattamento farmacologico di CHF con disfunzione sistolica del ventricolo sinistro
    COMMENTI GENERALI La farmacoterapia è il principale approccio terapeutico per CHF. Data la natura progressiva di questi ultimi, il trattamento medico dei pazienti deve essere effettuato per tutta la loro durata ed essere monitorato (cioè valutato e adeguatamente corretto) da un medico. Oggi, l'algoritmo per il trattamento di pazienti con disfunzione sistolica di CHF e LV è stato sviluppato in dettaglio, come
  11. Tachicardia medica
    A causa del loro uso particolarmente frequente, i preparati digitalici hanno maggiori probabilità di indurre aritmie ventricolari. I sintomi di intossicazione generale sono spesso preceduti da tali disturbi del ritmo, ma a volte possono essere anteriori agli effetti cardiaci. In alcuni casi, la prima manifestazione è bigeminia dovuta a extrasistoli ventricolari regolari; un altro segno serio potrebbe essere così
  12. Trattamento farmacologico
    I moderni metodi di trattamento delle aritmie includono il trattamento farmacologico (uso di farmaci antiaritmici), elettrico, chirurgico, fisico. Nella pratica clinica, 4/5 pazienti con aritmie utilizzano un approccio farmacologico al trattamento. Tutti i farmaci utilizzati nella clinica per il trattamento delle aritmie cardiache, rallentano la conducibilità e / o inibiscono l'automatismo. Classifiche
  13. Trattamento farmacologico
    Per il trattamento della pancreatite acuta, vari farmaci sono stati testati sperimentalmente (ad esempio, corticosteroidi, farmaci anticolinergici, bloccanti istaminici) (Tabella 38.6), ma ci sono pochi dati a favore del loro uso. Pertanto, il trattamento della pancreatite acuta rimane di supporto. Dal momento che vi è spesso una diminuzione del volume di sangue circolante, recupero adeguato
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2016
info@medicine-guidebook.com