Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

CLASSIFICAZIONE E FASI DEL PROCESSO INFIAMMATORIO

Classificazione dei processi infiammatori dei genitali

a seconda del tipo di agente patogeno

Secondo questa funzione, i VZPO sono divisi in specifici e non specifici.

Quelle specifiche includono: sifilide, gonorrea, tricomoniasi, tubercolosi, clamidia, ureaplasmosis, micoplasmosi, malattie virali - herpes genitale, infezione da papillomavirus umano, infezione da citomegalovirus.

Non specifico - causato da flora opportunistica - batterioidi, peptostreptococchi, eubatteri, enterococchi, Escherichia coli, ecc.



Classificazione di infiammatorio

malattie genitali per localizzazione

A seconda della localizzazione, i processi infiammatori dei genitali sono divisi in malattie infiammatorie degli organi genitali inferiori e superiori. Il confine tra loro è la faringe uterina interna.

Le malattie infiammatorie delle parti inferiori degli organi genitali femminili includono: vulvite, bartolinite, vestibolite, kalpit (vaginite),

Le malattie dei genitali superiori includono: cervicite (endocervicite), endometrite, endomiometrite, panmetrite, perimetrite, salpingite, ooforite; parametrite, pelvioperitonite, formazioni tubo-ovariche sacculari).



Classificazione di infiammatorio

malattie genitali alla deriva

Con il flusso, i processi infiammatori sono divisi in acuti, sub-rigorosi e cronici. I processi cronici possono essere il risultato di processi infiammatori acuti. Inoltre, il processo infiammatorio può essere inizialmente principalmente di natura cronica. Lo stadio cronico del processo è determinato sulla base della sua durata (mesi, anni). Il corso del processo infiammatorio dipende in gran parte dalla gravità della reazione generale e locale, che predetermina le ulteriori tattiche di gestione e trattamento dei pazienti.

Questa classificazione è piuttosto arbitraria, perché la gravità del processo infiammatorio e la sua durata della correlazione statisticamente significativa (mutua dipendenza) nel suo insieme non dipendono dalla virulenza dell'agente patogeno, dalle caratteristiche della reazione del sistema nervoso e dalla reattività immunologica del corpo.



Classificazione delle malattie infiammatorie

genitali interni in più fasi:

- acuto - fino a due settimane;

- subacuto - 6-8 settimane;

- cronico - fasi di esacerbazione e remissione;

- forma cicatrice adesiva.



Si distinguono due opzioni per l'esacerbazione del processo infiammatorio cronico:

1) Un'esacerbazione con segni caratteristici di un processo acuto o gentile (aumento dell'aggressività dell'agente patogeno, gravità della reazione generale o focale, cambiamenti essudativi nel fuoco dell'infiammazione.)

2) Esacerbazione senza segni inerenti al processo infiammatorio acuto (una messa a fuoco focale viene espressa senza una fase di essudazione nel focus).
Tali sintomi sono caratteristici della forma adesiva cicatriziale del processo infiammatorio.



Le reazioni del corpo allo sviluppo del processo infiammatorio:

- reazione generale (febbre, alterazioni della conta ematica periferica ed esami del sangue biochimici);

- reazione focale (indolenzimento, ingrossamento degli organi).

motivi:

1). La virulenza dell'agente patogeno:

- alta virulenza (Neisseria gonorrhoeae, Treponema pallidum, Chlamidia trachomatis, Trichomonas vaginalis, HPV, HSV);

- bassa virulenza (funghi simili a lieviti, Mycoplasma hominis, Mycoplasma genitalium, Ureaplasma urealyticum).

Il ruolo del fattore microbico è cruciale nella fase acuta del processo. Nella fase cronica, l'agente causale non è dominante e nella maggior parte dei pazienti è assente nell'epidemia.

2). Cambiamenti nella reattività immunologica dell'organismo:

- il ruolo dei funghi di lievito e della flora intestinale opportunistica nella patogenesi delle malattie infiammatorie è in aumento;

- la reattività immunologica è ridotta: contraccettivi orali, endocrinopatie, granulocitopenia, malattie del sangue maligne, AIDS, immunosoppressori, citostatici, radioterapia, rischi professionali, cattiva alimentazione (micro e macro-elementontosi; ipovitaminosi), psico-emotivo e fisico stress, insolazione, ipotermia, aborto, parto, mestruazioni, focolai di infezione cronica; fumatori;

- l'immunità locale è ridotta: violazioni delle norme di igiene personale - l'uso di saponi antibatterici e profumati, schiume da bagno; lavarsi con l'acqua; sesso vaginale anale, cunnilingus; malattie dell'intestino, sistema urinario.

Pertanto, quando si effettua una diagnosi, vengono presi in considerazione i suoi componenti.

1. Il grado di cambiamento nelle appendici dell'utero, dei tessuti circostanti e la funzione del sistema riproduttivo.

2. La gravità della reazione globale.

3. La presenza di malattie infiammatorie concomitanti (en-dometrite, colpite, ecc.).

4. La presenza di alterazioni del sistema nervoso del bacino, a seguito del processo infiammatorio che non è stato completamente curato (poliradicolite pelvica, ganglioneurite autonomica).

5. La natura del processo infiammatorio.

6. Per chiarire i cambiamenti concomitanti, le malattie in altri organi e sistemi: nervoso, endocrino e altri, eziologicamente associato all'infiammazione delle appendici uterine.

7. La presenza di malattie extragenitali che possono influenzare il decorso dei processi infiammatori nei genitali, creando l'effetto del reciproco carico.
<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

CLASSIFICAZIONE E FASI DEL PROCESSO INFIAMMATORIO

  1. Fasi del processo creativo
    La corretta applicazione del metodo delle carte di intelligenza può generare almeno due volte più idee creative con i singoli mappatori mentali che con un folto gruppo di persone che praticano "attacchi cerebrali" per lo stesso periodo di tempo. Ci sono cinque fasi del processo creativo usando le carte di intelligenza. 1. Eruzione esplosiva di associazioni. Inizia con un disegno centrale, prova
  2. Infiammazione di ruminanti
    Sulla base della struttura morfologica del prepuzio di un toro e un montone, L. I. Tselishchev ha proposto la seguente classificazione dei processi infiammatori: acropostite, post, balanopostite, post diffuso. L'acropostite (acropostite) è un'infiammazione dei tessuti nell'area della parte del prepuzio liberamente appesa; postite (postite) - infiammazione della mucosa delle pieghe longitudinali e trasversali; balanopostite
  3. PROCESSI INFIAMMATORI PURULENTI
    I processi purulenti (ascessi, bolle, carbonchi, flemmone, pleurite, peritonite, pericardite, mastite, endometrite, ecc.) Negli animali macellati possono essere le conseguenze di lesioni traumatiche; lesioni tissutali, interventi chirurgici, iniezioni di vari farmaci eseguiti con disturbi asettici e anche contagiosi, raffreddori e alcune altre malattie di eziologia non infettiva. purulento
  4. MICROFLORA E LA SUA PARTECIPAZIONE AL PROCESSO INFIAMMATORIO
    MICROFLORA E LA SUA PARTECIPAZIONE ALL'INFIAMMAZIONE
  5. 53. CLASSIFICAZIONE DELL'INSUFFICIENZA DELLA RESPIRAZIONE ESTERNA (FORME, TIPI, FASI O CLASSI FUNZIONALI).
    NVD - una violazione del sistema respiratorio polmonare, di conseguenza, al gatto non viene fornita la normale composizione gassosa del sangue arterioso, o questo viene fatto accendendo i meccanismi del copensatore, il che porta a una diminuzione delle capacità funzionali del corpo.NVD - ipossia ipossica. La presenza e la gravità dell'NVD sono valutate dai gas ematici O2 e CO2 Cambiamenti nelle principali costanti dell'NVD: 1) Ipercapnia di Rart
  6. Impotenza nella produzione di tori con danni meccanici, processi infiammatori e neoplasie nei genitali
    I lividi del prepuzio e del pene sono generalmente il risultato di colpi con oggetti contundenti, eccessiva costrizione del prepuzio con cinghie di fissaggio, salto fallito di un toro su uno spaventapasseri meccanico o cadute di un animale. Accompagnato da una grave reazione al dolore, specialmente durante l'erezione e la minzione, l'edema infiammatorio delle aree genitali colpite, la depressione generale e l'inibizione dei genitali
  7. RUOLO DEI PROCESSI INFIAMMATORI CRONICI DELLA CAVITÀ ORALE NELLA FORMAZIONE DELLA REATTIVITÀ IMMUNITARIA PATOLOGICA
    Attualmente, una grande importanza nell'autoallergenizzazione del corpo è data non solo ai focolai tonsilogenici, ma anche ai focolai odontogeni cronici dell'infiammazione, dove si verifica l'accumulo di tossine. Le endotossine formate dalla microflora della cavità orale, che hanno attività antigenica, sensibilizzano il corpo, alterano la reattività del corpo, distorcendo la sua reazione a molti fattori di influenza.
  8. Morire e morire. Fasi del processo di morte. Stati terminali
    Il concetto di "morte" è indissolubilmente legato al concetto di "vita" ed è la sua logica conclusione. I segni del "vivere" sono l'irritabilità e l'eccitabilità, la capacità di crescere indipendentemente, svilupparsi e riprodursi. Tali segni possono essere posseduti da esseri umani, animali, piante e molecole non solo di proteine, ma di composti inorganici a livello sottomolecolare e possibilmente vari
  9. Fasi dell'alcolismo
    La classificazione di maggior successo sono le fasi dell'alcolismo descritte da A.A. Portnov e N.N. Pyatnitskaya (1973). Ci sono tre fasi principali nello sviluppo dell'alcolismo come malattia. Io palco. Il lavoro degli organi interni è interrotto. Compaiono varie deviazioni dal sistema nervoso, le prestazioni mentali diminuiscono, la memoria peggiora, l'attenzione, il sonno è turbato, il mal di testa insorge
  10. Fasi di infarto miocardico
    L'infarto miocardico a focale grande ha una stadiazione sequenziale: stadio acuto, stadio subacuto e cicatriziale. La durata di ogni stadio è variabile, ma un modello approssimativo può essere stabilito da un intervallo empirico di 1-3. 1-3 ore - 1-3 giorni - la durata della fase acuta di un infarto. In questa fase, gli ioni di potassio che vanno oltre i miocardiociti morti formano correnti di danno.
  11. Fasi dello sviluppo
    Cercando di immaginare una sequenza di sviluppo, alcuni psicologi hanno suggerito che ci sono fasi discrete, qualitativamente diverse, o fasi di sviluppo. Usiamo spesso questo concetto in senso informale, immaginando un percorso di vita diviso in fasi di infanzia, infanzia, gioventù e età adulta. I genitori possono dire che il loro adolescente sta attraversando una "fase ribelle".
  12. Fasi di anestesia
    Con l'introduzione di anestetici generali nel corpo, viene stabilita una stadiazione regolare nel quadro clinico dell'anestesia generale, che si manifesta più chiaramente quando si utilizza l'etere. Le manifestazioni di anestesia da parte di altri anestetici si sviluppano in modo simile, ma la loro separazione per stadi è meno pronunciata. Conoscere il quadro clinico degli stadi aiuta l'anestesista in anestesia generale. Della proposta
  13. Classificazione ASA delle condizioni fisiche del paziente (Classificazione American Association of Anesthetists)
    Il grado 1 è un soggetto sano normale. Grado 2 - un paziente con lievi disturbi sistemici. 3 ° grado - un paziente con significativi disturbi sistemici che limitano l'attività, ma non portano a disabilità. 4 ° grado - un paziente con una malattia gravemente invalidante che rappresenta una minaccia per la vita. 5 ° grado - un paziente morente che può morire all'interno
  14. Fasi della febbre
    Tre fasi della febbre sono clinicamente distinte: 1. - febbre (incrementi dello stadio); 2. - temperatura elevata in piedi (stadio fastigii); 3. - diminuzione della temperatura (stadio decrementi). Fase di aumento della temperatura corporea. L'aumento della temperatura corporea in questa fase riflette la ristrutturazione della termoregolazione, nel senso che la produzione di calore supera il trasferimento di calore. La dissipazione del calore è ridotta
  15. Fasi di sviluppo dell'intelligence, secondo J. Piaget
    Secondo Piaget, il processo di sviluppo dell'intelligenza è il seguente: i modelli sono organizzati in operazioni, le cui varie combinazioni corrispondono a fasi qualitativamente diverse della crescita cognitiva. Mentre si sviluppano, le persone usano schemi sempre più complessi per organizzare le informazioni e comprendere il mondo esterno. Secondo Piaget, in questo sviluppo, quattro discreti, qualitativamente
  16. Fasi di shock
    Si distinguono tre fasi 1. Fase (progressiva) non progressiva. È caratterizzato da meccanismi compensativi, il cui scopo principale è di allineare il volume del sangue circolante e la capacità del letto vascolare. Si verifica un aumento riflesso del tono dei vasi periferici e viene stimolato il rilascio di catecolamine. L'attivazione del sistema simpatico-surrenale è di natura protettiva e mira a
  17. Fasi dello sviluppo
    Il cervello si sviluppa dall'estremità del cervello del tubo cerebrale. Le sue trasformazioni sono strettamente correlate allo sviluppo degli organi sensoriali. Diverse fasi si distinguono nell'embriogenesi del cervello. Stadio di tre vesciche cerebrali (4 settimane). In questa fase, il cervello è composto da tre parti: il cervello anteriore, il prosencefalo, il mesencefalo, il mesencefalo e il cervello posteriore (romboide), il romboencefalico.
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com