Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Ipotensione arteriosa

L'ipotensione arteriosa è caratterizzata da una diminuzione della pressione sanguigna inferiore a 100/60 mm Hg. a causa di una violazione del tono vascolare; si osserva nel 12% delle donne in gravidanza. L'ipotensione arteriosa può verificarsi durante la gravidanza (di solito nei primi mesi) o precederla. La causa dell'ipotensione arteriosa nelle donne in gravidanza non è esattamente stabilita. La sua insorgenza è spiegata dalla relativa insufficienza della corteccia surrenale e del sistema simpatico-surrenale, dall'inibizione della funzione ovarica e da un cambiamento nel rapporto tra prostaglandine vasoattive durante la gravidanza. Tre fasi dell'ipotensione arteriosa si distinguono in base al decorso: compensata, sottocompensata, scompensata. Lo stadio compensato della malattia si manifesta solo con una diminuzione della pressione sanguigna. Con uno stadio subcompensato della malattia, si verificano una varietà di sintomi soggettivi e oggettivi. Lo stadio scompensato è caratterizzato da crisi ipotoniche.

Il quadro clinico. Con ipotensione arteriosa, le donne in gravidanza lamentano mal di testa, vertigini, debolezza, palpitazioni, dolore e altre sensazioni spiacevoli nel cuore, sudorazione, perdita di memoria, ridotta capacità di lavorare. Spesso, una donna incinta appare irritabile, instabilità emotiva, tendenza al cattivo umore.

Le donne con ipotensione arteriosa hanno maggiori probabilità di avere un fisico astenico con la pelle pallida. Quasi la metà ha vene varicose. Mani e piedi sono freddi al tatto, il polso è labile, di debole riempimento e tensione, bradicardia, aumento del ventricolo sinistro del cuore e soffio sistolico all'apice. Tuttavia, nella maggior parte dei pazienti con percussioni e auscultazione del cuore, non vengono rilevate patologie. Non ci sono cambiamenti specifici sull'ECG. Il volume minuto di sangue viene aumentato e la resistenza periferica al flusso sanguigno viene ridotta in modo inadeguato, a causa della quale la pressione sanguigna diminuisce.

Le crisi ipotoniche si verificano quando gli stati collassoidi durano diversi minuti. Durante una crisi, la pressione sanguigna scende a 80/50 mmHg. e sotto C'è un aumento di mal di testa e vertigini, forte debolezza, una sensazione di soffocamento nelle orecchie, può verificarsi vomito, la pelle e le mucose diventano pallide, appare sudore freddo.

Con ipotensione arteriosa, la gravidanza è complicata dalla gestosi. Con la gestosi in pazienti con ipotensione arteriosa, la pressione sanguigna non può superare i numeri normali (120/80 mm Hg), ma sarà di 30 mm Hg. sopra l'originale, che è considerata una patologia. Più spesso che nelle donne sane, le donne in gravidanza con ipotensione arteriosa sviluppano tossicosi nelle prime fasi.

Con ipotensione arteriosa 3-5 volte più frequente rispetto alle donne in gravidanza in buona salute, esiste una minaccia di aborto e parto prematuro.

Solo il 25% dei pazienti con ipotensione arteriosa ha un decorso fisiologico del travaglio. Le complicazioni del parto sono dovute a una violazione dell'attività contrattile dell'utero. Con una combinazione di ipotensione arteriosa con una debolezza nel travaglio, si sviluppa spesso ipossia fetale.

Una pericolosa complicazione in questa patologia è il sanguinamento nei periodi postpartum successivi e precoci. Può essere dovuto sia a una violazione dell'attività contrattile dell'utero sia a una diminuzione della coagulazione del sangue (una diminuzione del fibrinogeno plasmatico, della conta piastrinica e della loro capacità adesiva e un aumento dell'attività fibrinolitica del sangue).
Con sanguinamento in pazienti con ipotensione arteriosa, lo shock emorragico si sviluppa prima e procede in modo più grave rispetto alla normotonia.

L'ipotensione arteriosa, anche scompensata (questo è raro, di solito alla fine della gravidanza), non è un'indicazione per l'interruzione della gravidanza.

Trattamento. Nel trattamento dell'ipotensione arteriosa, attribuiscono grande importanza all'osservazione del regime di lavoro e di riposo. Esenzione dal lavoro durante il turno di notte, nonché associata a stress fisico ed emotivo. Sono consigliati esercizi di fisioterapia. La nutrizione dovrebbe essere completa, variata con vitamine e prodotti proteici negli alimenti fino a 1,5 g per 1 kg di peso corporeo. Il principale nel trattamento dell'ipotensione arteriosa è l'uso di farmaci riparativi e tonici, che è consigliabile utilizzare tenendo conto della variante emodinamica della malattia. Con un tono ridotto dei vasi periferici e una gittata cardiaca invariata (opzione eucinetica), alle donne in gravidanza vengono prescritti sedativi (valeriana), una soluzione di glucosio al 20% di 20-40 ml, un complesso di vitamine, nonché farmaci che hanno un effetto eccitante sul sistema nervoso centrale: tinsel di ginseng, vite di magnolia cinese, Eleutherococcus 20 gocce 2-3 volte al giorno 20 minuti prima dei pasti, apilak 1 compressa (0,001 g) 3 volte al giorno sotto la lingua. Il trattamento indicato viene di solito effettuato in regime ambulatoriale in tre cicli di 10-15 giorni.

Con una diminuzione della pressione sanguigna dovuta a una diminuzione della gittata cardiaca (versione ipocinetica della circolazione sanguigna), la nomina di agenti che aumentano il volume del sangue è patogeneticamente comprovata. Questi includono isadrina, che stimola selettivamente (recettori 3-adrenergici del miocardio. Isadrine è usato in compresse contenenti 0,005 g di farmaco, sublingualmente 3 volte al giorno per 10-14 giorni. Farmaci che migliorano i processi metabolici nel miocardio (riboxin, panangin, acido ascorbico, vitamine B1, B2, B6) Dato l'effetto benefico dell'ossigenoterapia, alle donne in gravidanza vengono prescritte sessioni di ossigenazione iperbarica.

Nelle crisi ipotoniche causate da una significativa riduzione della pressione sanguigna, a volte è sufficiente iniettare per via sottocutanea 0,5 ml di una soluzione al 5% di efedrina cloridrato, quindi 1 ml di una soluzione al 10% di caffeina o 1 ml di cordiamina.

Nelle donne in gravidanza con ipotensione arteriosa, viene prolungato il periodo di preparazione al parto; per la sua riduzione, cloruro di calcio, glucosio, estrogeni, vitamine dovrebbero essere usati, secondo le indicazioni, il sonno medico è riposo e non lottare per la nomina immediata di agenti che stimolano il travaglio. Lo sviluppo lento del travaglio nelle donne con ipotensione può essere scambiato per debolezza primaria del travaglio. In tali casi, la mulazione comporta la discordanza delle forze di lavoro. Le donne in travaglio con ipotensione arteriosa non tollerano bene la perdita di sangue, possono sperimentare shock emorragici anche con sanguinamento relativamente piccolo, quindi si raccomanda di prevenire l'emorragia nei periodi successivi e post-parto precoci.
<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Ipotensione arteriosa

  1. IPOTENSIONI ARTERIALI
    L'ipotensione arteriosa è una diminuzione persistente della pressione arteriosa a valori inferiori a 100/60 mm Hg. La migliore rappresentazione e caratterizzazione dell'ipotensione è data dal valore medio della pressione sanguigna, che è determinato dalla formula: 1/3 SD + 2/3 DD, dove SD è sistolica, DD è pressione diastolica. Normalmente, è pari a 80 mm Hg e quando
  2. La patogenesi dell'ipotensione arteriosa
    L'ipotensione arteriosa è un calo della pressione sanguigna inferiore a 90 mm Hg, che è accompagnato dalla comparsa di una serie di sintomi patologici (debolezza, sudorazione, vertigini, svenimento). Una diminuzione della pressione sanguigna può essere causata da molti fattori. Si osserva più spesso ipotensione ortostatica transitoria, meno probabile lo sviluppo di ipotensione o shock prolungati. Ipotensione ortostatica
  3. Ipotensione intracranica
    Clinica. L'ipotensione intracranica è accompagnata da una diminuzione della pressione intracranica a 100 ml di acqua. Art., Che può essere dovuto all'inibizione della funzione del plesso vascolare villo o alla rapida fuoriuscita del liquido cerebrospinale dallo spazio subaracnoideo. La malattia si basa su: trauma craniocerebrale chiuso, coma traumatico, complicanze postoperatorie dopo la rimozione del tumore spinale,
  4. IPOTENSIONE DOPO IL BLOCCO DEL CONDUTTORE
    Definizione L'ipotensione dopo il blocco di conduzione è una diminuzione della pressione arteriosa di oltre il 25% del valore iniziale con un valore assoluto di pressione sistolica inferiore a 90 mm Hg. Art. o GIARDINO inferiore a 60 mm Hg. Art. Eziologia Blocco simpatico dovuto all'anestesia regionale. Compressione aortocavale. Casi tipici Alto livello di blocco del conduttore.
  5. Ipotensione (ipotensione)
    Blocco fisico L'IPOTENSIONE è una bassa pressione sanguigna nei vasi sanguigni. I sintomi tipici sono frequenti svenimenti, scarsa afflusso di sangue agli arti, affaticamento costante e vertigini. Se la pressione è bassa, ma non si osserva nessuno dei sintomi sopra indicati, allora forse questo livello di pressione è normale per una determinata persona.
  6. IPOTENSIONE DURANTE LA CIRCOLAZIONE DEL SANGUE ARTIFICIALE
    Definizione Pressione arteriosa media inferiore a 50 mm Hg. Art. durante il bypass cardiopolmonare è considerata ipotensione. Eziologia Bassa viscosità del sangue dovuta all'emodiluizione. Flusso ridotto dalla pompa AIK: occlusione parziale della pompa a rulli; un errore nel calcolo del flusso necessario per il paziente; diminuzione del ritorno venoso nel serbatoio dell'ossigenatore; ipovolemia. difficoltà
  7. Raccomandazioni della Russian Medical Society for Arterial Hypertension e della All-Russian Scientific Society of Cardiology. Diagnosi e trattamento dell'ipertensione arteriosa, 2009
    Questo documento si basa sulle raccomandazioni per il trattamento dell'ipertensione della Società europea per l'ipertensione arteriosa (EOG) e della Società europea di cardiologia (EOC) 2007 e 2009 e sui risultati di importanti studi russi sul problema dell'ipertensione. Oltre alle versioni precedenti delle raccomandazioni, il valore della pressione arteriosa è considerato uno degli elementi del sistema di stratificazione generale (totale)
  8. 23. PRESSIONE ARTERIALE. METODO DI DETERMINAZIONE (N.S. KOROTKOV). PRESSIONE ARTERIALE IN NORMALE E PATOLOGIA. VALORE DIAGNOSTICO
    Velana P nell'arteria oscilla ritmicamente, raggiungendo il livello più alto durante la sistole e diminuendo al momento della diastole. Ciò è spiegato dal fatto che quando viene selezionata la sistole, il sangue incontra le pareti delle arti e la massa sanguigna, riempiendo il sistema dell'arte, P nell'arte ^, c'è un certo allungamento delle loro pareti. Durante il periodo di diastole, l'arte P v e viene mantenuta a un livello definito a causa dell'elastocreservazione delle pareti dell'arte e delle corrispondenze delle arteriole,
  9. Ipertensione arteriosa
    L'ipertensione arteriosa è un aumento della pressione sanguigna dalla bocca dell'aorta alle arteriole, incluso. Classificazioni dell'ipertensione arteriosa: ipertensione arteriosa primaria e ipertensione arteriosa secondaria. Eziologia, patogenesi. Etiopatogenesi dell'ipertensione arteriosa. 1. Fattori eziologici: effetti psicoemotivi, ipossia cerebrale, ristrutturazione neuroendocrina legata all'età,
  10. Sanguinamento arterioso
    Wayne E. Wingfield, DVM, MS 1. Quali sono le cause del sanguinamento arterioso? Trauma contusivo Lesioni ortopediche Trauma penetrante Trauma chirurgico Trauma iatrogeno 2. Qual è l'energia cinetica di un proiettile? Perché è così importante conoscerne l'entità nel trattamento delle ferite penetranti? L'energia cinetica (K) di un proiettile è determinata dalla seguente equazione: K = MV2 / 2, dove M è massa e V è velocità.
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com