Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

MALATTIE AL SENO



Secondo il loro scopo funzionale, le ghiandole mammarie appartengono al sistema riproduttivo femminile, in quanto forniscono nutrimento al neonato dopo che la fornitura è stata interrotta attraverso il sangue della placenta. Occupano un posto importante e prominente nella patologia del corpo femminile.

Durante la vita di una donna, le ghiandole mammarie subiscono ripetuti riarrangiamenti strutturali e funzionali. Citiamo quelli principali. Nelle donne mature, ogni ghiandola mammaria contiene 15-20 lobuli arrotondati separati da uno stroma fibroso relativamente denso (Fig. 20.1) e strati di tessuto adiposo. Attualmente, ciascuno di questi lobuli è chiamato unità lobulare del condotto terminale. Consiste in un condotto terminale, che forma numerosi rami tubolari (acini) all'interno del lobulo e uno stroma intralobulare allentato (Schema 20.1). Ogni acino è costituito da molti alveoli, che sono sezioni ghiandolari tubolari terminali rivestite da un singolo strato di cellule epiteliali ghiandolari cubiche scure - i lattociti. In alcuni punti, le cellule mioepiteliali basali si trovano alla base dei lattociti. Questi ultimi contengono miofilamenti orientati parallelamente agli assi lunghi degli alveoli e dei condotti tubolari. Il contorno esterno degli alveoli e dei condotti è formato da una membrana basale formata. 3-5 lobuli nelle vicinanze formano un segmento della ghiandola mammaria. Il numero di segmenti normalmente varia e alla fine determina la dimensione totale dell'organo.

Il condotto terminale confluisce nel condotto sottosegmentale, che a sua volta sfocia nel condotto segmentale. Dai dotti segmentali, si formano i dotti del latte, che passano proprio sul capezzolo del seno nei seni larghi del latte. Restringendosi leggermente, i seni lattiginosi si aprono nella parte superiore del capezzolo (Fig. 20.2). Tutti i dotti, compresi i seni paranasali, sono rivestiti quasi con le stesse strutture degli alveoli. All'esterno, il capezzolo, così come il cerchio pigmentato perigastrico - l'areola, è coperto di pelle.

La ghiandola mammaria di una donna matura è coinvolta nel ciclo mestruale. Dopo il sanguinamento mensile, con l'aumentare delle concentrazioni di estrogeni, iniziano a proliferare i lattociti degli alveoli e dei dotti. Nel periodo di segreteria



Fig. 20.1.

La ghiandola mammaria di una donna di 20 anni

; 10a settimana di gravidanza (materiale forense).

Schema 20.1.

Le principali strutture anatomiche e istologiche del seno femminile







Fig.
20.2.

Struttura del capezzolo al seno

. I seni lattiginosi sono visibili sulla parte superiore del capezzolo, ricoperti di epidermide.

fase del ciclo (vedi capitolo 21) sotto l'influenza del progesterone, aumenta la proliferazione nei dotti terminali. Si verifica la vacuolizzazione delle cellule epiteliali basali, la cui attività mitotica aumenta anche. Si moltiplicano anche le cellule dello stroma dell'organo, in cui si sviluppa un gonfiore. Questo effetto stimolante combinato di estrogeni e progesterone sui componenti intralobulari delle ghiandole mammarie crea una sensazione di riempimento fisiologico delle ghiandole che le donne possono sperimentare prima delle mestruazioni. Quando si verificano le mestruazioni, un calo dei livelli di estrogeni e progesterone è accompagnato da rigetto delle cellule epiteliali, atrofia fisiologica dello stroma intralobulare, scomparsa dell'edema stromale e una riduzione diffusa delle dimensioni dei dotti e degli alveoli.

Le ghiandole mammarie raggiungono la piena maturazione morfofisiologica solo durante la gravidanza. Ogni alveolo forma un ulteriore germoglio ghiandolare e gli acini assumono la forma di spazzole d'uva (vedi Fig. 20.1). Al momento del travaglio, ciascuna ghiandola mammaria è composta quasi interamente da strutture ghiandolari, separate da una scarsa quantità di stroma. Queste strutture sono rivestite con cellule cubiche e nel III trimestre di gravidanza vacuoli con materiale lipidico compaiono nel citoplasma delle cellule epiteliali. Immediatamente dopo la nascita, inizia la secrezione di latte. Dopo un periodo di lattazione, le strutture ghiandolari si atrofizzano, i dotti si restringono e il volume totale del seno diminuisce. Tuttavia, non si verifica un ritorno completo allo stato precedente alla prima gravidanza. Un volume aumentato del parenchima ghiandolare dell'organo rimane per l'intero periodo di maturità della donna.

Dopo 30 anni, i lobuli e i dotti delle ghiandole mammarie subiscono una leggera atrofia fisiologica. Stroma intralobulare e interlobulare grossolano. Da questo momento, iniziano i cambiamenti regressivi legati all'età nell'organo e aumentano gradualmente. Nelle donne di 70-80 anni, le ghiandole mammarie sono riempite principalmente di tessuto adiposo, in cui vi sono scarsi strati di stroma fibroso con dotti soppressi murati al suo interno.

<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

MALATTIE AL SENO

  1. STATUS DEL RECETTORE DI ORMONI STEROIDI DEI TUMORI AL SENO, ESPRESSIONE DI HER2NEU E METASTASI LINFOGENA NEL TUMORE AL SENO
    Shalaeva G.V., Chukhrai O.Yu., Brovko V.N., Yasakov V.G., Gan O.G. Centro di oncologia clinica DZ dell'obiettivo di ricerca sul territorio di Krasnodar: studiare la dipendenza delle metastasi linfogene del carcinoma mammario dallo stato del recettore del tumore e dal livello di espressione della proteina Her-2 / neu. Materiali e metodi: sono stati analizzati 651 casi di materiale chirurgico per carcinoma duttale invasivo
  2. DIAGNOSI DELLE MALATTIE AL SENO
    L'esame iniziale inizia con l'analisi dei dati anamnestici. Importante per scoprire le cause della mastopatia sono i dati sulle malattie passate e in particolare concomitanti degli organi genitali, del fegato e della ghiandola tiroidea. Particolarmente degne di nota sono le informazioni sulla natura e sui tempi di insorgenza delle mestruazioni. Prendi in considerazione l'età della prima gravidanza, il numero di nascite, artificiali e
  3. MALATTIE PIEGATE DEL SENO
    L'ultimo quarto del XX secolo. caratterizzato da un cambiamento nella struttura della morbilità associata ad un aumento dell'aspettativa di vita (principalmente nei paesi sviluppati dell'Europa e dell'America). Le malattie cardiovascolari e tumorali, che sono più comuni nelle persone anziane associate a disordini metabolici ed endocrini, sono emerse nella struttura della mortalità. Di particolare preoccupazione
  4. MALATTIE DIGITALI DEL SENO NELLA PRATICA DI UN GINECOLOGO-ENDOCRINOLOGO
    Tatarchuk T.F., Efimenko O.A., Ros N.V. L'elevata frequenza delle malattie del seno disormonali (DZMZH) nella popolazione femminile, che varia dal 13,5 al 42%, e il suo progressivo aumento negli ultimi decenni (L. Burdina, 1998; V.N. Serov, 1999; Bergkvist L., 1998), da un lato, così come la crescita costante dei genitali endocrini combinati
  5. CARATTERISTICHE DEL CANCRO AL SENO ASSOCIATO A BRCA E METODI PER LA PREVENZIONE DEL CANCRO AL SENO EREDITARIO E DEL CANCRO OVARICO
    SM Tailor, L.N. Lyubchenko, S.N. Blokhin, B.O. Toloknov, K.I. Zhordania, A.N. Gritsai, O.A. Anurova, A.L. Arzumanyan, E.Kh. Kuchmezov, A.I. Vasilenko, K.P. Laktionov RONTs im. N.N Blokhina RAMS, Obiettivi di Mosca: analizzare le tattiche del trattamento del carcinoma mammario e della prevenzione del carcinoma mammario e del carcinoma ovarico (OC) nelle donne portatrici di mutazioni dei geni BRCA1 e BRCA2. Frequenza ereditaria
  6. TRATTAMENTO DELLE MALATTIE AL SENO
    Nel trattamento della FCB, il ruolo guida viene assunto dall'approccio sistematico, che implica il trattamento obbligatorio della patologia extragenitale, la correzione delle funzioni degli organi e dei sistemi più importanti (incluso il fegato) e la normalizzazione dello stato psicoemotivo delle donne. È noto che uno dei componenti più importanti della salute delle donne è il normale funzionamento del sistema riproduttivo. Comunque difficile
  7. Caratteristiche della specie della struttura e della funzione della ghiandola mammaria delle femmine di varie specie animali. sssn Malattie e anomalie della ghiandola mammaria
    Mastite negli animali: cause, patogenesi, segni, classificazione, trattamento e
  8. MALATTIE IPERPLASTICHE, DISTRROFICHE E DEL TUMORE DEGLI ORGANI GENITALI FEMMINILI E DEI BANDIERI MAMMARI
    I processi iperplastici e distrofici degli organi genitali femminili, di regola, servono come una delle manifestazioni della patologia del sistema endocrino e immunitario, così come i processi infiammatori dei genitali. Possono anche essere indotti da vari fattori ambientali ed ereditari. Allo stesso tempo, i cambiamenti iperplastici e distrofici spesso precedono lo sviluppo di maligni
  9. Malattie degli organi genitali femminili e delle ghiandole mammarie. Malattie cervicali MALATTIE DEL CORPO UTERINO. Malattie delle tube di Falloppio. MALATTIE DEGLI OVARI. MALATTIE AL SENO
    Malattie degli organi genitali femminili e delle ghiandole mammarie. Malattie cervicali MALATTIE DEL CORPO UTERINO. Malattie delle tube di Falloppio. MALATTIE DEGLI OVARI. MALATTIE AL LATTE
  10. Ghiandole mammarie
    Durante la gravidanza, si verificano cambiamenti nelle ghiandole mammarie volte a prepararsi per la successiva allattamento. L'afflusso di sangue alle ghiandole mammarie è in aumento. A seguito di cambiamenti ormonali sotto l'influenza di estrogeni, progesterone, lattogeno placentare, si verificano processi proliferativi nei tessuti dei dotti e degli alveoli. Il loro numero è in aumento. In questo caso, un aumento del volume dei lobuli
  11. La struttura delle ghiandole mammarie
    Le ghiandole mammarie di una donna sono costituite da lobuli e dotti - i dotti del latte, che sono combinati in un singolo canale che si estende nel capezzolo. I cambiamenti ormonali che si verificano nel corpo dopo la nascita di un bambino stimolano la formazione del latte in speciali cellule dei lobuli del latte. Attraverso i condotti del latte, il latte entra nel condotto del latte comune passando attraverso il capezzolo. Il seno è organizzato allo stesso tempo e
  12. CANCRO AL SENO
    Jane E. Henney, Vincent T. DeVita (Jane E. Henney, Vincent T. DeVita, Jr.) Il cancro al seno è molto comune tra le donne nell'emisfero occidentale. Nel 1985, negli Stati Uniti furono registrati 119.000 donne e circa 1.000 uomini con la malattia. Negli ultimi anni, la causa più comune di morte delle donne per neoplasie maligne è stata il cancro ai polmoni, ma fino a poco tempo fa, la prima
  13. Malattia del seno
    La ghiandola mammaria è costituita da lobuli, separati da strati di tessuto connettivo. Il lobulo è costituito da un condotto terminale che forma numerosi rami tubolari che terminano in sezioni terminali chiamate alveoli. I condotti terminali confluiscono nei condotti sottosegmentali, che a loro volta formano un condotto segmentale. Collettivo, i prodotti lattiero-caseari sono formati da dotti segmentali
  14. TUMORI AL SENO
    I tumori della ghiandola mammaria nei gatti, incluso il carcinoma mammario, secondo un dato, conducono in frequenza tra le malattie oncologiche dei gatti e secondo altri prendono il terzo posto dopo i tumori degli organi e della pelle che formano il sangue. Si sviluppano nei gatti nella seconda metà della vita, in quasi l'80% dei casi sono maligni (adenocarcinomi) e spesso portano alla morte a causa di metastasi
  15. Anatomia del seno
    Le ghiandole mammarie si sviluppano dall'ectoderma e sono ghiandole apocrine sudate mutate della pelle. Nell'uomo, le MF iniziano a svilupparsi alla sesta settimana di vita fetale. In primo luogo, sulle pareti ventrolaterali del corpo, dall'ascella alla regione inguinale, compaiono due ispessimenti dell'epitelio a forma di nastro, chiamati "linee del latte" (Fig. 1). Da questo epitelio a seguito della sua
  16. Cancro al seno
    Il cancro al seno (BC) è una delle malattie maligne più comuni nelle donne. In tutto il mondo, la sua frequenza tende ad aumentare. Nel nostro paese, l'incidenza del carcinoma mammario è aumentata soprattutto 10 anni dopo l'incidente alla centrale nucleare di Chernobyl nel 1986. Si verifica nelle donne di tutte le età (20-80 anni). L'eziologia e la patogenesi del carcinoma mammario sono determinate da molti fattori. La complessità della loro presentazione
  17. TUMORI E GRAVIDANZA AL SENO MALIGNANTI
    Tra le neoplasie maligne nelle donne, il cancro al seno è uno dei primi posti. Negli ultimi anni, l'incidenza di una combinazione di gravidanza e cancro è aumentata. Ci sono due aspetti di questo problema: il cancro nelle donne in gravidanza e la gravidanza con il cancro. Il carcinoma mammario in donne in gravidanza si verifica nello 0,03-0,3% dei casi, in gravidanza con carcinoma mammario - nello 0,78-3,8% e in alcune segnalazioni
  18. PATOLOGIA DEL SENO Ghiandole DI GENESI ENDOCRINA
    Jean D. Wilson L'esame del seno è una parte importante dell'esame medico. e spesso, per le loro condizioni, si può sospettare una patologia sistemica, non solo nelle donne, ma anche negli uomini. I terapisti spesso trascurano l'esame delle ghiandole mammarie negli uomini e, per quanto riguarda le donne, preferiscono trasferire questo lavoro a un ginecologo. Ogni medico dovrebbe essere in grado di distinguere
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com