principale
Informazioni sul progetto
Notizie di medicina
Agli autori
Libri su licenza di medicina
<< Avanti Successivo >>

Cistite.

Cistite - infiammazione della vescica. Questa è la malattia più comune di questo organo. Ci sono cistite acuta e cronica.

Cistite acuta. Cistite acuta - infiammazione acuta della vescica. Nella maggior parte dei casi, la cistite è causata da un'infezione alla vescica. Sviluppato come risultato dell'infezione del tratto urinario inferiore durante l'intervento strumentale o il contatto sessuale. Agenti patogeni comuni del sistema urinario: Escherichia coli, Proteus, Klebsiella, Enterobacteria, Pseudomonas, Serratia, Enterococci, Candida, Gonorrhea Neisseria, Trichomonas vaginalis. Agenti patogeni meno comuni: Staphylococcus, Mycobacterium tuberculosis. Agenti patogeni rari: Nocardia, actinomiceti, brucella, adenovirus e torulopsis, schistosomi.

L'infezione attraverso l'uretra è più comune nelle donne, specialmente in presenza di colonie vaginali periuretrali di batteri virulenti. L'infezione può essere trasmessa sessualmente. La trasmissione ascendente può essere osservata con vaginite e dermatite da pannolino. Gli infortuni possono predisporre alla superinfezione della mucosa periuretrale. L'intervento chirurgico (ad esempio la cistoscopia) può causare l'infezione delle urine nella vescica. La diffusione ematogena dell'infezione è rara, osservata nella sepsi batterica e in assenza di altri fattori di rischio.

Fattori di rischio Il fattore predisponente decisivo è l'ostruzione, che causa la stasi urinaria e sopprime i meccanismi di difesa del corpo (a causa di una diminuzione del flusso sanguigno, una diminuzione della migrazione dei leucociti e della concentrazione di anticorpi). L'età e il sesso del paziente (nei giovani, il rischio di sviluppare cistite è più alto nelle donne, in quanto hanno un'uretra più corta, in età avanzata, negli uomini a causa di un deflusso urinario alterato causato da iperplasia prostatica). Metodi strumentali, in particolare l'uso di cateteri per drenaggio urinario, sono spesso associati allo sviluppo di batteriuria significativa. La gravidanza è combinata con un cambiamento nella funzione della muscolatura liscia e uno sviluppo più frequente della batteriuria asintomatica, che progredisce più spesso alla cistite rispetto a quella non gravida. Il diabete mellito è combinato con un'alta incidenza di infezione dovuta a disfunzione della vescica neurogena e disturbi immunitari nel diabete. La genesi congenita o acquisita dell'immunodeficienza aumenta il rischio di infezione urinaria.

Cistite acuta è caratterizzata da catarro. Macroscopicamente, la membrana mucosa è edematosa, iperemica, ricoperta di muco. Nell'urina - torbidità delle urine. Microscopicamente, edema stromale, iperemia vascolare e infiltrazione neutrofila di varia intensità si osservano nella mucosa. I batteri che formano gas si trovano di solito nei pazienti con diabete. Tale cistite si verifica con la formazione di bolle interstiziali caratteristiche nella lamina propria della mucosa della vescica (cistite enfisematosa).

La cistite cronica è caratterizzata da una piccola reazione infiammatoria, nell'infiltrato infiammatorio determinato principalmente dai linfociti, viene rilevata la fibrosi della lamina propria della mucosa.

Risultati e complicazioni.
La prognosi è favorevole. Con il trattamento tempestivo viene il pieno recupero e il ripristino della mucosa. Potrebbe esserci una transizione verso la forma cronica. Come complicazione, si sviluppano uretrite e pielonefrite.

Cistite poliforme La cistite poliforme è un processo infiammatorio caratterizzato dalla formazione di prominenti strutture papillari sulla membrana mucosa della vescica. Quando queste formazioni mucose hanno una base ampia, la malattia è descritta come cistite bollosa. Queste alterazioni mucose polipose riflettono un grave edema sottomucoso, che nella maggior parte dei casi è associato alla cateterizzazione. Questi cambiamenti di solito scompaiono rapidamente dopo la rimozione del catetere, ma possono persistere per un lungo periodo. Nell'esame cistoscopico, la cistite poliforme può essere erroneamente considerata un carcinoma a cellule di transizione papillare della vescica.

Cistite eosinofila. La cistite eosinofila è una rara malattia infiammatoria della vescica, di solito si trova nella mezza età, ma può verificarsi in tutte le fasce d'età.

Grande importanza è attribuita alle reazioni allergiche e alla predisposizione genetica. In molti pazienti, questa malattia è una manifestazione di diatesi allergica, che è accompagnata da danni ai polmoni o al tratto gastrointestinale ed eosinofilia. Negli uomini anziani, la cistite eosinofila è spesso associata al danno alla vescica (trattamento del carcinoma della vescica o resezione transuretrale della prostata).

L'esame al microscopio ha rivelato vari gradi di gravità di infiltrazione eosinofila della parete vescicale, fibrosi e necrosi delle fibre muscolari.

Cistite interstiziale cronica. Cistite interstiziale cronica (ulcera Gunner) è una malattia di eziologia sconosciuta, che colpisce in genere le donne di mezza età. Caratterizzato da infiltrazione transmurale infiammatoria, talvolta associata a ulcerazione della mucosa (ulcere di Gunner). La malattia persiste a lungo ed è insensibile a qualsiasi metodo di terapia.

Edema macroscopicamente rilevato della mucosa, petecchie focali, emorragie lineari, il più delle volte nella zona della cupola e della parete posteriore. Infiltrazione mononucleare caratteristicamente microscopica di tutti gli strati della parete vescicale, atrofia della mucosa e fibrosi dello strato muscolare della vescica, la comparsa di ulcere indica una esacerbazione della reazione infiammatoria.

<< Avanti Successivo >>
= Vai al contenuto del tutorial =

Cistite.

  1. cistite
    DETERMINAZIONE La cistite è un'infiammazione della mucosa della vescica. Software CODICE ICD-N30. Cistite. N30.0. Cistite acuta. N30.1. Cistite interstiziale (cronica). N30.2. Un'altra cistite cronica. N30.8. Altre cistite. N30.9. Cistite non specificata. N39.0. Infezione del tratto urinario senza localizzazione. R39.3. Infezione del tratto urinario neonatale. R00.1. Lesioni del feto e del neonato,
  2. CISTITE
    CISTITO ACUTO NON COMPONENTE La scelta dei farmaci antimicrobici I farmaci di scelta: fluoroquinoloni orali (levofloxacina, norfloxacina, ofloxacina, pefloxacina, ciprofloxacina). Farmaci alternativi: amoxicillina / acido clavulanico, fosfomicina trometamolo, nitrofurantoina, co-trimoxazolo *. Durata della terapia: in assenza di fattori di rischio - 3-5 giorni. La terapia a dose singola è inferiore
  3. cistite
    La cistite è un'infiammazione della mucosa della vescica, nei bambini è comune e spesso causa l'infezione delle vie urinarie superiori, e spesso porta all'incontinenza (minzione involontaria senza urgenza) e alla non tenuta (urinazione involontaria a seguito di un urto imperioso, incontrollabile). La cistite rappresenta fino al 30% dei casi di tutte le patologie urologiche nei bambini
  4. Cistite acuta
    Il quadro clinico della cistite acuta Caratteristicamente acuto, ugualmente accelerato in diversi momenti della giornata, minzione dolorosa. Allo stesso tempo, vi è la cosiddetta necessità imperativa di urinare, in cui il paziente non è in grado di sopprimere l'impulso e trattenere l'urina. Poiché la vescica viene spesso svuotata e l'assorbimento da esso è trascurabile, con la cistite di solito la temperatura
  5. Cistite acuta.
    Cistite acuta (infiammazione della mucosa della vescica) è l'opzione più comune per l'infezione del tratto urinario nelle donne. La frequenza della cistite acuta nelle donne è di 0,5-0,7 episodi di malattia per donna all'anno. La prevalenza della cistite acuta in Russia, secondo le stime, è di 26-36 milioni di casi all'anno. Tra le donne incinte, la cistite acuta si sviluppa nell'1-3% delle donne,
  6. CISTITE
    Cistite - infiammazione della vescica, che si verifica più spesso a causa di infezioni batteriche delle vie urinarie. Questa è probabilmente la malattia del tratto urinario più comune causata da vari tipi di batteri. La mucosa della vescica è resistente alle infezioni, quindi l'infezione causa cistite, se ci sono altri fattori: il processo di svuotamento della vescica è interrotto o
  7. cistite
    Blocco fisico La cistite è un'infiammazione della vescica; può essere accompagnato da febbre, sensazione di bruciore, desiderio frequente e intenso di urinare, anche se c'è pochissima urina. Blocco emozionale: un paziente con cistite sta vivendo una sorta di delusione grave. Brucia il fatto che gli altri non si accorgano nemmeno di quali esperienze gli danno. Lui non capisce bene
  8. Disturbi urinari. Sistemi: cistite, pielonefrite.
    La cistite è un'infiammazione della vescica, che si verifica più spesso sullo sfondo di un'infezione batterica. La principale causa di cistite nei bambini è l'ingresso di un'infezione batterica nella vescica. I principali agenti causali della cistite nei bambini sono: E. coli, vari tipi di stafilococchi, streptococchi, clamidia, ureaplasmi, proteine, ecc. L'infezione penetra nell'urina
  9. Disturbi urinari. Sistemi: cistite, pielonefrite.
    La cistite è un'infiammazione della vescica, che si verifica più spesso sullo sfondo di un'infezione batterica. La principale causa di cistite nei bambini è l'ingresso di un'infezione batterica nella vescica. I principali agenti causali della cistite nei bambini sono: E. coli, vari tipi di stafilococchi, streptococchi, clamidia, ureaplasmi, proteine, ecc. L'infezione penetra nell'urina
  10. Cistite (infiammazione della vescica)
    Provoca Staphylococcus, Proteus, E. coli, Streptococco, virus, clamidia, Trichomonas, funghi Candida. Gli agenti patogeni entrano nella vescica in diversi modi: dall'uretra, dai reni, dal flusso sanguigno, dal flusso linfatico o dalla via diretta, l'ipotermia può anche essere la causa della cistite. Sintomi Minzione frequente e molto dolorosa, dolore nell'area
  11. Diagnosi differenziale
    Prima di tutto, è necessario stabilire la localizzazione dell'infezione con l'IMP (vedi tabella). Tabella. Criteri diagnostici differenziali per la cistite acuta e la pielonefrite acuta Sintomi Cistite Pyelonephritis La temperatura supera i 38 ° C Caratteristica insolita intossicazione Raramente (nei bambini piccoli) Caratteristica Disuria Tipica insolita Dolore addominale / lombare Caratteristica non caratteristico
  12. Iperestesia (irritazione) della vescica
    Cause Sensibilità aumentata ed eccitabilità dei muscoli della vescica, causata da alterazioni infiammatorie nell'uretra, nella vescica, nell'utero, nella vagina, soprattutto a causa di cistite e uretrite, cause psicogena e psico-vegetative, disturbi ormonali con ridotto estrogeno, specialmente durante la menopausa. Sintomi Minzione dolorosa frequente,
  13. Cambiamenti benigni proliferativi e metaplastici della vescica.
    I cambiamenti proliferativi e metaplastici benigni dell'urotelia si verificano in tutto il tratto urinario - dalla pelvi renale all'uretra. In ciascun caso, c'è o iperplasia, o una combinazione di iperplasia con metaplasia, che sono considerati cambiamenti pre-tumorali. I processi iperplastici nella mucosa comprendono: iperplasia semplice, invaginazioni e nido di Brunn
  14. Malattie della vescica
    Le malattie della vescica, in particolare l'infiammazione (cistite), presentano un importante problema urologico. Queste malattie non sono quasi mai fatali, ma causano un declino a lungo termine delle capacità lavorative. La cistite è più comune nelle donne in età riproduttiva e negli anziani di entrambi i sessi. I tumori della vescica sono un'importante causa di morbilità e mortalità.
  15. Infezione del tratto urinario
    Con cistite e pielonefrite è strettamente patogeneticamente interconnessi nei bambini è un'altra malattia delle vie urinarie. Questa è un'infezione delle basse vie urinarie, inclusa nella "Classificazione internazionale delle malattie" (ICD-10, Ginevra, 1995), che è obbligatoria per le statistiche ufficiali nel nostro paese come forma indipendente nosologica. L'infezione del tratto urinario è una malattia in cui non c'è
  16. Ulteriore gestione
    Dopo l'episodio di infezione trasferito, IMP (pielonefrite acuta, cistite acuta), è necessario monitorare il bambino per 3 anni e, per un'infezione ricorrente, un IMP, durante l'intero periodo della malattia. Nei primi 3 mesi di osservazione con pielonefrite acuta e dopo esacerbazione della pielonefrite cronica, un'analisi delle urine generale viene eseguita 1 volta in 10 giorni, durante il 1 ° anno - ogni mese, poi - 1 volta in 3 mesi.
  17. urolitiasi
    Il quadro clinico con calcoli uretrali L'urolitiasi può essere accompagnata da disuria. Quando una pietra è localizzata nel terzo inferiore dell'uretere, nella parte intramurale di esso, a volte c'è una frequente necessità imperativa di urinare, l'urina viene escreta a gocce o per niente; c'è dolore alla vescica alla fine della minzione. Pietre uretrali: c'è dolore quando si urina,
  18. nefrologia
    1. Caratteristica della sindrome nefrosica: 1. ipoproteinemia 2. iponatremia 3. ipercolesterolemia 4. proteinuria> 3 g / l 5. piuria 2. 2 settimane dopo il mal di gola, un bambino di 10 anni ha sviluppato dolori alla schiena, pastiglie palpebre, mal di testa, diminuzione quantità di urina. Specificare la diagnosi più probabile: 1. cistite acuta 2. urolitiasi 3. glomerulonefrite acuta 4. cardiaca
  19. CARATTERISTICHE DEL TRATTAMENTO DELLE INFEZIONI MUP IN GRAVIDANZA
    Quando si sceglie l'AMP, le donne in gravidanza dovrebbero tener conto della sua sicurezza per il feto: i fluorochinoloni non possono essere utilizzati durante l'intero periodo di gravidanza, il cotrimossazolo è controindicato nei trimestri I e III, gli aminoglicosidi possono essere usati solo per motivi di vita. BETTERIURIA BASTERIFICA, CISTITE ACUTA Si manifesta nel 7% delle donne in gravidanza. Lo scopo dell'ILA è mostrato a causa dell'alto
  20. CARATTERISTICHE DEL TRATTAMENTO DELLE INFEZIONI DEL MUP DEI BAMBINI
    Lo spettro dei patogeni nei bambini non differisce da quello negli adulti. L'agente patogeno principale è E. coli e altri membri della famiglia delle Enterobacteriaceae. Con pielonefrite moderata e grave, si raccomanda di ospedalizzare i bambini dei primi 2 anni di vita. L'uso di cefepime e co-trimossazolo è controindicato nei bambini fino a 2 mesi, meropenem - fino a 3 mesi. I fluorochinoloni sono ammessi.
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2016
info@medicine-guidebook.com