principale
Informazioni sul progetto
Notizie di medicina
Agli autori
Libri su licenza di medicina
<< Avanti Successivo >>

malattia ipertonica



L'ipertensione è una malattia cronica, la cui principale caratteristica clinica è un aumento prolungato e persistente della pressione arteriosa (ipertensione),

L'ipertensione deve essere distinta dall'ipertensione sintomatica, che si verifica per la seconda volta in malattie del sistema nervoso centrale ed endocrino, dei reni e della patologia vascolare.

Nella patogenesi dell'ipertensione, il sovraccarico psico-emotivo svolge un ruolo di primo piano, accompagnato da disturbi dell'attività nervosa superiore e disturbo nella regolazione del tono vascolare.

Tra i meccanismi patogenetici ci sono il riflesso (attivazione del sistema nervoso simpatico, disattivazione del seno carotideo e arco aortico) e quelli umorali: rilascio eccessivo di catecolamine, attivazione del sistema renina-angiotensina, aumento degli effetti pressori della regione pituitaria-diencefalica.

Nella morfogenesi dell'ipertensione, ci sono diversi periodi.

1. Il periodo di compromissione funzionale, quando c'è una cosiddetta ipertensione transitoria. Allo stesso tempo, si evidenzia uno spasmo delle arteriole, il loro assorbimento del plasma e l'ipertrofia miocardica ventricolare sinistra.

2. Periodo di ipertensione persistente e pronunciati cambiamenti morfologici nelle arterie e nel cuore. In questo momento, i cambiamenti nelle arteriole e nelle arterie sono comuni. Allo stesso tempo, si osservano il loro plasma ammollo, ialinosi, arteriosclerosi, nonché iperelastosi, elastofibrosi e arteriosclerosi nelle arterie dei tipi elastico e muscolare-elastico. Il miocardio nella fase di compensazione subisce l'ipertrofia, che nel tempo viene sostituita da disordini distrofici, necrobiotici e sclerotici, che porta a scompenso cardiaco.

Per questo periodo di ipertensione, i cambiamenti secondari negli organi sono caratteristici in relazione alla lesione vascolare e alla ridotta circolazione del sangue. Con il rapido sviluppo di questi cambiamenti si verificano sclerosi e atrofia di organi e tessuti.

Esistono tre forme cliniche e morfologiche di malattia ipertensiva (cardiaca - IHD, cerebrale e renale) e tre clinici (iperadrenergici, vasospastici e volume-sodio-dipendenti). In uno qualsiasi dei periodi può verificarsi una crisi ipertensiva, i cui criteri morfologici sono il vasospasmo, l'immersione nel plasma o la necrosi fibrinoide delle pareti arteriose e le emorragie diapedemiche.

scivoli

1.
Arteriosclerosi (ENV GE).

Denominazioni: 1) ammollo al plasma e ialinosi della parete arteriolare; 2) ipertrofia muscolare; 3) proliferazione del tessuto connettivo; 4) restringimento del lume delle arteriole.

2. Ipertrofia miocardica (ok GE).

Designazioni: 1) ampi focolai, cardiosclerosi; 2) Regene

Ipertrofia delle radiazioni dei cardiomiociti.

3. Emorragia nel cervello (ok GE).

Designazioni: 1) aree di emorragia (accumulo di globuli rossi intorno alla nave); 2) una sezione di tessuto cerebrale.

4. La nefrosclerosi arteriosclerotica (ENV HE).

Designazioni: 1) ialinosi delle arteriole; 2) glomeruli collassati; 3)

tubuli atrofici; 4) crescita del tessuto connettivo interstiziale.

5. Thrombus con manifestazioni dell'organizzazione.

Designazioni: 1) parete della nave; 2) un trombo obliterante nel lume del vaso; 3) lo sviluppo del tessuto connettivo nello spessore del trombo.

6. Diapiede emorragie nel cervello (ENV HE).

Legenda: 1) emorragie diapedemiche diffuse nel tessuto cerebrale 2) edema perivascolare e pericellulare 3) vasi sanguigni emorragici a sangue intero dilatati.

macropreparations

1. Ipertrofia del ventricolo sinistro del cuore.

2. Emorragia nel cervello.

3. Nefrosclerosi arteriosclerotica (rene rugoso primario).

Prova argomenti di domande

1. Ipertensione e sua definizione. Il concetto di ipertensione sintomatica.

2. Eziologia e patogenesi dell'ipertensione.

3. Anatomia patologica delle fasi della malattia ipertensiva.

4. Morfologia della crisi ipertensiva.

5. Forme cliniche e morfologiche di ipertensione, complicanze, esiti.

Sfida situazionale

La paziente si è recata dal medico lamentandosi di mancanza di respiro durante lo sforzo fisico, i battiti del cuore, il dolore e la pesantezza nella regione del cuore. Negli ultimi anni c'è stato un aumento periodico della pressione sanguigna. I sintomi di ipertensione sintomatica non sono stati trovati. L'ipertensione è stata diagnosticata.

1. Qual è la forma clinico-morfologica della malattia in questione?

2. Quali cambiamenti morfologici del cuore possono essere assunti?

<< Avanti Successivo >>
= Vai al contenuto del tutorial =

malattia ipertonica

  1. Malattia vascolare Aterosclerosi e arteriosclerosi. Ipertensione essenziale e arteriosclerosi. Cardiopatia ipertensiva.
    1. L'aterosclerosi colpisce prevalentemente 1. vene 2. capillari 3. arteriole 4. arterie grandi e medie 2. Supplemento: emorragia a placche ateromatose è chiamata ______________________ ematoma. 3. Forme del decorso clinico dell'ipertensione arteriosa 1. secondaria 2. idiopatica 3. maligna 4. benigna 4. L'azione del sistema renina-angiotensina è realizzata 1.
  2. malattia ipertonica
    L'ipertensione è osservata nel 4-5% delle donne in gravidanza. Questa patologia e le sue complicanze derivanti durante la gravidanza occupano un posto importante nella struttura della morbilità e mortalità materna e perinatale. Nella maggior parte delle donne incinte, l'ipertensione si sviluppa prima della gravidanza, ma può apparire per la prima volta durante la gravidanza. Ipertensione arteriosa indica la presenza di ipertensione.
  3. MALATTIE DELLE VASI. Aterosclerosi e Arteriosclerosi. IPERTENSIONE ARTERIOSA. Malattia ipertensiva e arteriosclerosi. vasculite
    MALATTIE DELLE VASI. Aterosclerosi e Arteriosclerosi. IPERTENSIONE ARTERIOSA. Malattia ipertensiva e arteriosclerosi.
  4. Conferenza undicesima. Aterosclerosi, malattia ipertensiva, infarto miocardico, cardiopatia ischemica e coronarica
    Conferenza undicesima. Aterosclerosi, malattia ipertensiva, infarto miocardico, malattie ischemiche e coronariche
  5. Ipertensione e gravidanza
    L'ipertensione è una delle principali cause di mortalità cardiovascolare e la sua prevalenza nella popolazione, secondo i criteri moderni, è di circa il 50%. Il rischio di gravidanza sullo sfondo dell'ipertensione è determinato dal rischio di gestosi combinata. Le conseguenze di questa complicanza possono essere disturbi della circolazione cerebrale, edema polmonare,
  6. Malattia ipertensiva
    Quindi, in oltre il 90% dei casi, non è possibile identificare la causa dell'ipertensione. Tale ipertensione è chiamata essenziale o primaria / ipertensione /. Ipertensione o ipertensione arteriosa essenziale è un aumento persistente / nella maggior parte dei casi geneticamente determinato / cronico della pressione sistolica e / o diastolica sullo sfondo di un prolungato aumento dell'attività del pressore
  7. Malattia ipertensiva
    • L'ipertensione arteriosa è intesa come un aumento persistente della pressione arteriosa: sistolica - superiore a 140 e diastolica - superiore a 90 mm Hg. • Nella maggior parte dei casi (90-95%), la causa dell'ipertensione non può essere stabilita. Tale ipertensione è stata chiamata primaria e identificata come una forma nosologica indipendente - ipertensione (all'estero spesso usano il termine "essenziale"
  8. Cardiopatia ipertensiva.
    Prima di passare alla considerazione di questo argomento estremamente complesso e pertinente, vorrei soffermarmi su alcuni aspetti terminologici che sono stati a lungo utilizzati dai medici di varie specialità e sperimentatori, ma, nonostante ciò, a volte vengono interpretati in modo non ambiguo. Il concetto di ipertensione arteriosa (AH), proposto per determinare l'aumento delle arterie
  9. Malattia ipertensiva
    - una malattia di eziologia sconosciuta, in cui un aumento della pressione arteriosa non è associato alla lesione primaria degli organi interni * (WHO Expert Committee, 1962). La classificazione e la nomenclatura dell'ipertensione è stata adottata dal Ministero della Sanità dell'URSS. Ci sono le seguenti varianti cliniche della malattia. 1. Ipertensione lentamente progressiva
  10. malattia ipertonica
    MALATTIA IPERTENSIVA (GB), detta anche ipertensione essenziale (EG), è una malattia caratterizzata da un livello di pressione sanguigna (BP)> 140/90 mmHg. dovuto alla somma di fattori genetici ed esterni e non associato a nessuna lesione indipendente di organi e sistemi [la cosiddetta ipertensione secondaria, in cui l'ipertensione arteriosa (AH) è una delle
  11. Cardiopatia ipertensiva (codice 110)
    Definizione. L'ipertensione (ipertensione arteriosa primaria) è una malattia caratterizzata da un aumento della pressione arteriosa superiore a 140/90 mm Hg. Art., Sintomi di danno al cuore, al cervello, ai reni, soggetti all'esclusione dell'ipertensione arteriosa secondaria. Statistiche. Secondo studi basati sulla popolazione, ogni quarta persona negli Stati Uniti di età pari o superiore a 18 anni ha ipertensione arteriosa. il
  12. Critici di ipertensione
    Crisi ipertensiva - uno stato di improvviso aumento significativo della pressione arteriosa, accompagnato dall'apparizione o dall'aggravamento di sintomi cardiaci, cerebrali, preesistenti (VP Pomerantsev, NN Kryukov). Classificazione. Patogenesi: neurovegetativa, acqua salata, encefalopatica. Per localizzazione: cerebrale, cardiaca, generalizzata. su
  13. Trattamento dell'ipertensione
    Dieta: restrizione del sale, è utile ridurre il peso con eccessiva pienezza. Ai pazienti viene assegnata una tabella N 1O. Modalità: trasferimento al lavoro a turno singolo; norme sul lavoro - escludere il servizio notturno, ecc .; miglioramento e razionalizzazione delle condizioni di lavoro; modalità di riposo (sonno completo, riposo dopo il lavoro); combattere l'ipodynamia è più commovente. Principi generali di trattamento di GB a) Stabilire con precisione
  14. Anestesia nei pazienti con ipertensione
    L'ipertensione arteriosa si verifica nel 25% dei pazienti sottoposti a intervento chirurgico. Un marcato aumento della pressione arteriosa è irto di sviluppo di ischemia o infarto del miocardio, aritmie, insufficienza cardiaca, edema polmonare, aumento della perdita ematica intraoperatoria, rottura di suture vascolari, aumento della pressione intracranica, encefalopatia ipertensiva o
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2016
info@medicine-guidebook.com