Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri su licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Cambiamenti proliferativi e metaplastici benigni nella vescica.

Cambiamenti proliferativi e metaplastici benigni nell'urotelio si trovano in tutto il tratto urinario - dalla pelvi renale all'uretra. In ogni caso, c'è o iperplasia o una combinazione di iperplasia con metaplasia, che sono considerati cambiamenti pre-tumorali.

I processi iperplastici nella mucosa includono: iperplasia semplice, intussuscezione e nidi di Brunn e cambiamenti cistici (questi ultimi sono identificati in base alla posizione come pielite cistica, ureterite cistica o cistite cistica).

I cambiamenti nell'urotelio, che sono una combinazione di iperplasia e metaplasia, includono: cambiamenti ghiandolari (pielite ghiandolare, ureterite e cistite), metaplasia mucosa (o intestinale), metaplasia nefrogenica e metaplasia squamosa.

Lo sviluppo di questi processi patologici può essere associato a infiammazione cronica dovuta a infezioni del tratto urinario, presenza di calcoli, vescica neurogena o disturbo trofico.

Cambiamenti proliferativi L'iperplasia è semplice: un aumento del numero di strati cellulari nell'epitelio di transizione. Questi cambiamenti hanno una configurazione piatta, senza la formazione di strutture papillari e intussuscezione nella lamina propria.

I reni di Brunn sono i punti focali dell'intussuscezione dell'urotelio nel loro stesso piatto della mucosa.

I nidi di Brunn sono simili ai reni di Brunn, ma le cellule epiteliali si separano dallo strato epiteliale della mucosa e si trovano come gruppi all'interno della lamina propria.

I cambiamenti cistici nel tratto urinario (pielite cistica, ureterite cistica, cistite cistica) sono caratterizzati dalla formazione di piccole cavità simili a fessure o arrotondate, in contrasto con i nidi continui di Brunn. La cistite cistica è in realtà molto comune, presente nel 60% degli adulti. Le dimensioni delle cavità sono variabili, così come il numero di strati dell'epitelio che le circonda. All'interno delle cavità viene determinato un materiale simile alle proteine ​​eosinofile. Con la pielite cistica e le cavità ureterali cistiche possono raggiungere dimensioni tali da diventare chiaramente distinguibili dall'esame macroscopico.

Cambiamenti metaplastici
La cistite ghiandolare è una condizione della mucosa della vescica, caratterizzata dall'aspetto delle strutture ghiandolari con un rivestimento di cellule epiteliali prismatiche secernenti la mucina. Le ghiandole sono localizzate in modo casuale o formano complessi all'interno della propria placca della mucosa, spesso vicino ai nidi di Brunn e ai focolai di cistite cistica. La cistite ghiandolare differisce dalla cistica solo per la natura del rivestimento cellulare. Con la cistite cistica, solo le cellule epiteliali transitorie si trovano nella mucosa della vescica; con la cistite ghiandolare, le cellule prismatiche che rivestono le ghiandole sono visibili anche sulla superficie della mucosa (metaplasia ghiandolare).

Metaplasia mucosa (intestinale). La metaplasia ghiandolare particolarmente evidente nel tratto urinario è descritta come metaplasia mucosa, che si trova più spesso nella vescica. In questa condizione, le ghiandole sono rivestite con epitelio, che ricorda l'epitelio del colon (cellule caliciformi, meno comunemente cellule di Paneth).

Metaplasia a cellule squamose. Il tratto urinario può rispondere a danni cronici e infiammazioni sviluppando metaplasia squamosa, soprattutto se il danno è dovuto alla presenza di calcoli. La metaplasia squamosa nel tratto urinario, principalmente associata a infezione, è molto più comune di quanto si pensasse in precedenza. Si trova in circa il 50% delle donne adulte e nel 10% degli uomini.

Metaplasia nefrogenica. Più spesso si trovano nella vescica, meno comunemente nell'uretra e nell'uretere. Molte piccole strutture tubolari rivestite di cellule simili al nefrotelio, i nidi si trovano nel loro piatto della mucosa e formano noduli esofitici papillari. Questi cambiamenti si trovano più spesso nell'area del triangolo della vescica. L'istogenesi della metaplasia nefrogenica non è chiara. Studi ultrastrutturali confermano la natura epiteliale delle cellule che rivestono i tubuli. La metaplasia nefrogenica è spesso associata a cistite cronica.

<< Precedente Successivo >>
= Salta al contenuto del libro di testo =

Cambiamenti proliferativi e metaplastici benigni nella vescica.

  1. OPERAZIONI DI TRASFERIMENTO URINARIO NEL BLADDER SENZA UTILIZZARE E USARE UN BLADDER DEL BLADDER
    Il reimpianto dell'uretere nella vescica è necessario nei casi di patologia congenita, in caso di danno all'uretere durante l'intervento chirurgico, durante l'irradiazione. Se c'è un'ostruzione completa dell'uretere, ricorrere all'applicazione della nefrostomia della puntura percutanea e la chirurgia plastica chirurgica deve essere posticipata fino al raggiungimento delle condizioni ottimali per l'operazione. Con ogni ora di completa ostruzione del rene
  2. Tumori alla vescica
    I tumori della vescica sono divisi in benigni e maligni, epiteliali e mesenchimali. Tumori epiteliali della vescica. I tumori epiteliali della vescica sono più comuni, divisi in benigni (papillomi di transizione) e maligni (tumore di transizione). I tumori epiteliali rappresentano oltre il 98% di tutti i tumori della vescica, la stragrande maggioranza
  3. VESCICA
    La vescica (vesica urmaria) è un organo vuoto spaiato in cui si accumula l'urina (250-500 ml); situato nella parte inferiore del bacino. La sua forma e dimensione dipendono dal grado di riempimento delle urine. Nella vescica si distinguono l'apice, il corpo, il fondo, il collo. La parte superiore anteriore della vescica, diretta verso la parete addominale anteriore, è chiamata punta della vescica. Transizione dalla cima a una più ampia
  4. Vescica urinaria
    La vescica nei neonati ha una forma allungata e si trova leggermente più in alto rispetto agli adulti. La sua capacità è di circa 50 ml. Normalmente, una piccola quantità di urina è contenuta nella vescica. Nei primi giorni dopo la nascita, l'urina è incolore o leggermente giallastra, la sua reazione è acida; in futuro, il colore delle urine diventa più scuro. Vescica sferica eccessivamente grande, spesso con muscolo ipertrofico
  5. Cateterismo vescicale
    1. Quali sono le indicazioni per il cateterismo uretrale? Un cateterismo singolo o ripetuto è spesso prescritto per eliminare l'ostruzione dell'uretra o per ottenere l'urina direttamente dalla vescica a fini diagnostici quando non è possibile la cistocentesi. Altre indicazioni includono: somministrazione di un mezzo di contrasto in una radiografia
  6. Malattia della vescica
    Ragionamento generale Nella vescica a volte si verificano anche malattie della natura - con e senza materia, tumori e blocchi, che includono la pietra. Ci sono [malattie] legate alla dimensione, nel senso di diminuire o aumentare, ci sono anche malattie della situazione - sporgenza o spostamento, e malattie dal collasso di un singolo, crepe, apertura, lacrime o ulcere. Con la vescica
  7. Lesione alla vescica
    Le lesioni alla vescica sono aperte e chiuse e in base alla localizzazione sono suddivise in intra ed extraperitoneali. Le rotture intraperitoneali si verificano più spesso con trauma diretto e vescica traboccante. Sintomi con una rottura intraperitoneale - disuria, ematuria, minzione in piccole porzioni, poiché la maggior parte dell'urina entra attraverso lo spazio nella cavità addominale, causando la clinica
  8. Malattia della vescica
    Le malattie della vescica, in particolare l'infiammazione (cistite), rappresentano un problema urologico significativo. Queste malattie non sono praticamente fatali, ma causano una riduzione a lungo termine della disabilità. La cistite è più comune nelle donne in età riproduttiva, nonché negli anziani di entrambi i sessi. I tumori della vescica sono un'importante causa di morbilità e mortalità.
  9. Iperestesia (irritazione) della vescica
    Cause Ipersensibilità e irritabilità dei muscoli della vescica causate da cambiamenti infiammatori nell'uretra, nella vescica, nell'utero, nella vagina, in particolare a causa di cistite e uretrite, cause psicogene e psico-vegetative, disturbi ormonali a basso contenuto di estrogeni, specialmente in menopausa. Sintomi Minzione dolorosa frequente,
  10. SPASMA DEL BLADDER
    Uno spasmo vescicale è la cessazione della normale minzione dovuta alla contrazione riflessa dello sfintere della vescica. Lo spasmo può verificarsi con urolitiasi, con infiammazione della mucosa della vescica. Sintomi: la minzione si interrompe completamente o l'urina viene separata in piccole porzioni, mentre la vescica è piena e notevolmente ingrandita, il comportamento di un gatto
  11. Lesione alla vescica
    Quadro clinico La lesione alla vescica può essere aperta e chiusa. L'ematuria (terminale o totale) è il segno più frequente e precoce della rottura extraperitoneale e intraperitoneale della vescica. Oltre all'ematuria, si nota dolore nell'addome inferiore, minzione compromessa (frequenti impulsi sterili o rilascio di una piccola quantità di urina con sangue o sangue puro), segni di perdita di urina
  12. Puntura della vescica
    Indicazione: ritenzione urinaria acuta quando è impossibile rimuovere fisiologicamente l'urina (Fig. 32). Algoritmo di azione Preparare un ago lungo, drenaggio (paziente in posizione supina). Palpare il polo superiore della vescica (è anche possibile percussioni - un suono sordo). Fig. 32. Schema di puntura sovrapubica della vescica Determinare il sito di puntura: 2 cm sopra il pube. Mark posto
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com