Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Genetica medica, immunologia, reattività, allergia



Istruzioni. Indica una risposta corretta:

02.01. La causa più comune di una mutazione genetica:

A) un fattore infettivo;

B) radiazione;

B) fattore neuropsichico;

D) fumare;

D) alcolismo;

02.02. Le divisioni sono:

A) perdita dell'intero cromosoma;

B) il movimento di un cromosoma in un'altra coppia;

B) perdita di parte del cromosoma;

D) la connessione delle spalle del cromosoma;

D) un cromosoma aggiuntivo. .

02.03. Quando si classificano le malattie ereditarie, non viene utilizzato:

A) periodi di sviluppo fetale; B) sindromico;

B) tipo di eredità;

D) morfologia dei cromosomi;

D) fattore di predisposizione.

02.04, Malattie ereditarie più comuni:

A) cromosomico;

B) con un tipo dominante di eredità; -

B) malattie con predisposizione ereditaria;

D) con un tipo indefinito di eredità;

D) con un tipo recessivo di eredità.

02.05. Il gruppo di malattie cromosomiche non si applica:

A) Malattia verso il basso;

B) sindrome di Alport;

B) sindrome di Shereshevsky-Turner;

D) sindrome di Patau; -

D) Sindrome di Edwards.

02.06. La sindrome da grido di gatto è caratterizzata da:

A) soppressione della spalla della 5a coppia di cromosomi;

B) traslocazione del 21o cromosoma;

B) il cromosoma a forma di anello della 18a coppia;

D) l'assenza del cromosoma X;

D) cromosoma X extra.

02.07- Vitamina B6 - asma bronchiale dipendente da disturbi metabolici:

A) tirosina;

B) fenilalanina;

B) triptofano;

D) metionina;

D) glicina.

02.08. Utilizzando il test di abbattimento, diagnosticano:

A) fenilchetonuria;

B) istidinemia;

B) omocistinuria;

G) glicogenosi

D) Sindrome di Ehlers-Danlos.

02.09. I disturbi ereditari del metabolismo della bilirubina non si applicano:

A) malattia di Krngler-Nayyar;

B) la malattia di Gilbert;

B) malattia di Rother;

D) ittero gravidanza;

D) ittero con una carenza di alfa 1-antitripsina.

02.10. Il pericolo del matrimonio tra parenti è:

A) infertilità;

B) il verificarsi di una mutazione;

B) la maggiore probabilità di incontrare due geni recessivi; D) la formazione di embriopatia infettiva;

D) la nascita di un bambino prematuro.

02.11. La determinazione del sesso affidabile con la forma virile della sindrome adrenogenitale è possibile mediante:

A) palpazione dei testicoli;

B) determinazione del 17-idrossicorticosteroide;

B) determinazione della cromatina sessuale;

D) determinazione del cariotipo;

D) esame istologico delle gonadi.

02.12. Il gene dominante del padre è localizzato sul cromosoma X. Può ammalarsi:

A) un ragazzo;

B) una ragazza;

B) tutti i bambini saranno sani;

D) sia i ragazzi che le ragazze possono ammalarsi;

D) entrambi i ragazzi di gemelli identici.

02.13. Per l'ipotiroidismo non è caratteristico:

A) macroglossia;

B) ittero prolungato;

C) una tendenza all'ipotermia;

D) chiusura prematura della fontanella;

D) costipazione.

02.14. Quando la fenilchetonuria domina:

A) danno intestinale e malnutrizione crescente;

B) depressione dell'ematopoiesi;

B) sintomi neurologici;

D) eczema e albinismo;

D) nefropatia.

02.15. Per la sindrome di Shereshevsky-Turner non è caratteristica:

A) cariotipo maschile secondo l'analisi della cromatina;

B) amenorrea;

B) alta crescita;

D) malformazioni del sistema cardiovascolare; D) piega pterigoidea del collo.

02.16. Per la sindrome adrenogenitale nei ragazzi nel 1 ° anno di vita è caratterizzato da:

A) ritardo della crescita;

B) ritardata ossificazione (ritardo dell'età ossea dietro il passaporto);

B) ingrandimento del pene;

D) difetti nello sviluppo mentale;

D) corioretinite.

02.17. Per la forma virile della sindrome adrenogenitale nelle ragazze non è tipica:

A) allargamento del clitoride e delle labbra;

B) l'età ossea è davanti al passaporto;

B) nelle urine, aumenta il contenuto di 17-chetosteroidi;

D) epatosplenomegalia;

E) ipertricosi.

02.18. Per la faccomatosi non è caratteristica:

A) danno al sistema nervoso;

B) neurofibromatosi;

B) malformazioni del sistema scheletrico;

D) macchie dell'età sulla pelle;

D) stato di immunodeficienza.

02.19. Gli anticorpi includono:

A) proteine ​​della fase acuta;

B) glicosaminoglicani;

B) immunoglobulina A;

D) proteina C-reattiva;

D) nel sistema del complemento.

02.20. Le cellule del sistema immunitario non includono:

A) linfociti T;

B) linfociti B;

B) plasmacellule;

D) globuli rossi;

D) cellule dendritiche.

02-21. Le cellule del plasma che sintetizzano direttamente gli anticorpi sono formate da:

A) linfociti B;

B) neutrofili;

B) basofili;

D) macrofagi;

D) Linfociti T.



02.22. Le cellule fagocitiche includono:

A) monociti;

B) linfociti T;

B) mastociti;

D) plasmociti;

D) assassini normali.

02,23. Per le malattie atoniche, un aumento del livello di immunoglobuline:

A) A;

B) G;

B) M;

D) E;

D) segreteria JgA.

02.24. Gli indicatori dell'immunità umorale includono:

A) livelli di immunoglobuline A, M, G, E;

B) parametri della fagocitosi;

B) una reazione di trasformazione dell'esplosione dei leucociti;

D) la reazione della formazione di rosette;

D) il numero di normali celle del knler (DM 16).

02,25. Gli indicatori dell'immunità cellulare includono:

A) livello sierico di gamma globuline;

B) il livello di immunoglobuline A, M, O;

B) la reazione della trasformazione esplosiva dei leucociti;

D) produzione di interferone;

D) il numero di linfociti b.

02,26. Le immunoglobuline di classe A producono principalmente tessuto linfoide delle mucose:

A) appendice;

B) bronchi;

B) anello faringeo Pirogov;

D) l'intestino tenue;

D) il sistema genito-urinario.

02.27. La risposta umorale primaria è principalmente accompagnata dalla produzione di immunoglobuline di classe;

A) G;

B) M;

B) A;

D) E;

D) segreteria A.

02,28. La funzione delle celle di supporto di tipo 2 (TB 2) è costituita da:

A) nell'attivazione dell'immunità cellulare;

B) rafforzare principalmente i prodotti Jg M e JgG;

B) rafforzare prevalentemente i prodotti Jg E e JgA;

D) l'organizzazione del processo infiammatorio.

02,29. Le informazioni sull'antigene vengono trasmesse ai linfociti attraverso i recettori:

A) piastrine;

B) macrofagi;

B) plasmacellule;

D) basofili;

E) globuli rossi.

02.30. Il deficit di immunità cellulare è caratterizzato da:

A) frequenti infezioni virali;

B) malattie fungine;

B) frequenti infezioni batteriche;

D) malattie prognosticamente sfavorevoli; E) mancanza di risposta alla vaccinazione BCG.



02.31.
La carenza dell'immunità umorale è spesso caratterizzata da:

A) malattie fungine;

B) malattie frequenti di eziologia microbica;

B) frequenti malattie virali;

D) una reazione negativa di trasformazione dell'esplosione;

D) una diminuzione del livello dei soppressori T.

02.32. Alla prima somministrazione dell'antigene, iniziano a essere prodotti anticorpi:

A) dopo 49-96 ore;

B) dopo 2 giorni;

B) per 5-7 giorni;

D) dopo 14 giorni;

D) dopo 24 ore,

02.33. I fattori di protezione non specifici non includono:

A) fagocitosi;

B) lisozima;

B) interferone;

D) linfociti;

D) complemento.



02.34. Fattori di protezione specifici includono:

A) sistema del complemento;

B) prostaglandine;

B) anticorpi;

D) proteina C-reattiva;

D) fattore di necrosi tumorale,

02.35. Gli stati di immunodeficienza includono:

A) sindrome di Alport;

B) Sindrome di Louis-Bar (atassia-telangiectasia);

B) sindrome di Marfan;

D) sindrome di Toni-Debre-Fanconi; D) Sindrome di Ehlers-Danlos,

02,36. L'immunodeficienza secondaria è spesso osservata.

quando;

A) pielonefrite;

B) sindrome nefrosica;

B) reumatismi;

D) giada acuta;

D) emovasculite.





02,37. Su infezione intrauterina nei neonati di 5 giorni indica:

A) il numero di leucocitosi 15000 x 109 / l;

B) un aumento di Ig M;

B) il numero di linfociti è del 50%;

G) una diminuzione di Ig G;

D) il numero di neutrofili è 7000 x 109 / L.

02,38. Gli anticorpi non si formano nella struttura:

A) immunoglobulina A;

B) immunoglobulina E;

B) aptoglobina;

D) immunoglobulina M;

D) immunoglobulina G.

02,39. Nella reazione adattativa del corpo in larga misura coinvolti:

A) il sistema nervoso autonomo;

B) la ghiandola pituitaria;

B) gonadi;

D) le ghiandole surrenali;

E) ghiandola tiroidea.

02.40. La corteccia surrenale non secerne:

A) noradrenalina;

B) idrocortisone;

B) androgeni;

D) aldosterone;

D) cortisone.

02,41. Il seguente sintomo non corrisponde a una reazione infiammatoria generalizzata:

A) un aumento della creatinina;

B) test di paracoagulazione negativi;

B) iperbilirubinemia;

D) trombocitopenia;

E) iperglicemia.

02.42. Per la prima fase dell'infiammazione non è caratteristico:

A) gonfiore, gonfiore del tessuto;

B) alterazione;

B) fibrosi, sclerosi, apoptosi;

D) diapesi;

D) distrofia cellulare acuta.

02.43. Nello sviluppo dell'infiammazione, meno importante è:

A) istamina;

B) eparina;

B) serotonina;

D) prostaglandine;

E) renina.



02,44. Il vero meccanismo di reazione allergica non include:

A) un aumento del contenuto di complessi immunitari circolanti nel sangue;

B) aumento della produzione di immunoglobuline E;

B) sensibilizzazione dei linfociti;

D) aumento del rilascio di istamina senza la partecipazione di anticorpi;

D) effetto killer.

02.45. Una reazione pseudo-allergica si realizza a causa dei fattori elencati, tranne uno:

A) anticorpi atonici;

B) sostanza P;

B) anafilatossine C5a, C3a;

D) droghe;

D) fattori fisici.

02.46. Per la diagnosi di una reazione allergica di 1o tipo, gli indicatori più importanti sono:

A) eosinofilia del sangue;

B) un livello aumentato di complessi immunitari circolanti;

B) una maggiore quantità di istamina nelle urine;

D) un alto livello di immunoglobuline E nel siero del sangue; D) un alto livello di soppressori a T.

02,47. Per una reazione pseudo-allergica, gli indicatori più caratteristici sono:

A) alti livelli di Ig E;

B) eosinofilia locale;

B) un test cutaneo positivo con l'antigene "colpevole";

D) una dipendenza direttamente proporzionale della reazione dalla quantità di sostanza introdotta nel corpo;

D) potenziamento della reazione a contatto ripetuto con l'antigene

02,48. Il principale fattore che predispone allo sviluppo di allergie alimentari è:

A) un livello ridotto di S Ig A;

B) una malattia del tratto gastrointestinale;

B) alimentazione artificiale;

D) malattie atoniche in madre e padre

02,49. La forma clinica più comune di allergia alimentare nei bambini piccoli è:

A) dermatite atopica;

B) sindrome ostruttiva bronchiale;

B) sindrome nefrosica;

G) sindrome gastrointestinale;

D) orticaria ed edema di Quincke.

02.50. Le allergie alimentari più comuni:

A) mirtilli;

B) fragole;

B) ribes;

D) uva spina;

D) mora.

02,51. Le verdure più comunemente causano allergie alimentari:

A) zucchine;

B) cetrioli;

B) cavolfiore;

D) carote;

D) pomodori.

02.52. Frutti che causano più comunemente allergie alimentari:

A) mele verdi;

B) pere verdi;

B) prugne secche;

D) pesche;

D) arance.

02,53. Raramente provoca allergie alimentari:

A) grano saraceno;

B) riso;

B) farina d'avena;

D) semola;

D) soia.

02,54. Le basi nel trattamento delle allergie alimentari possono essere considerate:

A) aminofillina;

B) nalkrom;

B) stugeron;

D) soprastina;

D) Tavegil.

02.55. Si raccomanda l'introduzione di alimenti complementari a un bambino con allergia alimentare all'età di:

A) 10 mesi;

B) 6 mesi;

B) 2 mesi;

D) 4 mesi.

2.56. L'effetto più lungo e più stabile del trattamento delle allergie alimentari si ottiene dall'uso di:

A) farmaci stabilizzanti della membrana;

B) dieta di eliminazione;

B) iposensibilizzazione specifica;

D) enterosorbenti;

D) antistaminici 2 generazioni.

02.57. È consigliabile l'alimentazione artificiale di un bambino del primo anno di vita con una grave forma di dermatite atopica

A) miscele adattate a base di latte di vacca;

B) miscele di soia;

C) miscele a base di proteine ​​del siero di latte parzialmente idrolizzate;

D) miscele di latte fermentato;

D) miscele altamente idrolizzate.

02,58. Per la diagnosi di allergie alimentari, il metodo M - e più informativo:

A) determinazione del livello di anticorpi specifici in Jg E; B) test cutanei con un sospetto allergene;

B) valutazioni del diario alimentare;

D) valutazione dei risultati del test provocatorio; D) reazioni di trasformazione di scoppio.

02,59. La conseguenza delle allergie alimentari non è una malattia:

A) dermatite seborroica; B) orticaria;

B) dermatite atopica; D) edema di Quincke;

D) rinite.

<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Genetica medica, immunologia, reattività, allergia

  1. IMMUNOLOGIA MEDICA
    Argomento: Immunologia come scienza sui metodi e meccanismi di protezione contro le sostanze geneticamente estranee al fine di mantenere l'omeostasi del corpo.L'emergere e la formazione dell'immunologia come scienza, le fasi della formazione dell'immunologia. Il ruolo di scienziati nazionali e stranieri nello sviluppo dell'immunologia, premi Nobel nel campo dell'immunologia. Le direzioni principali dell'immunologia moderna: cellulare, molecolare,
  2. PROBLEMI DI GENETICA MEDICA
    Fino a poco tempo fa, i problemi etici e legali e, in misura minore, sociale erano sorti nella genetica medica principalmente in relazione alla consulenza medica e genetica e allo screening dei neonati per alcune malattie metaboliche ereditarie. Hanno interessato una parte relativamente piccola della società nei paesi principalmente sviluppati, in cui la consulenza genetica medica è diventata parte integrante
  3. Ugolnikova E.G. (Ed.). Raccolta di compiti sulla genetica medica, 2011
    La raccolta di compiti sulla genetica medica Compilato da varie fonti letterarie dall'insegnante di genetica medica presso l'Engels Medical College Ugolnikova E. G. Contenuti: Nota esplicativa Le principali leggi dell'eredità Eredità e patologia. Malattie geniche. Eredità e patologia. Metodi di studio dell'eredità umana. Genetica medica
  4. Riepilogo. Problemi di genetica medica. Consulenza genetica, 2011
    Genetica medica, suo sviluppo. Problemi tesoro. genetica, principi etici, screening genetico, diagnostica prenatale, obiettivi, obiettivi e metodi di MHC, fasi
  5. PIANO TEMATICO DELLA DISCIPLINA "GENETICA MEDICA"
    SEZIONE 1. STORIA DELLO SVILUPPO, RISULTATI DI BASE E PROBLEMI DELLA GENETICA MODERNA Lo studente deve avere un'idea: - sullo sviluppo storico della scienza; - sul contributo degli scienziati nazionali allo sviluppo della genetica medica; Lo studente dovrebbe conoscere: - i principali risultati raggiunti nel campo dell'ingegneria genetica, della biotecnologia, della clonazione. Content Genetics - un campo della biologia che studia
  6. IMMUNOLOGIA MEDICA
    MEDICAL
  7. Soggetto e metodi di antropogenetica e genetica medica
    La formazione, l'evoluzione e la formazione della specie Homo sapiens ha avuto luogo, come tutti gli abitanti del nostro pianeta, sotto l'influenza dei soliti fattori di microevoluzione, con la partecipazione principale della selezione naturale che agisce sul materiale evolutivo elementare - le mutazioni e le loro combinazioni. L'eredità umana è soggetta alle stesse leggi biologiche dell'eredità di tutti gli esseri viventi. in
  8. La storia dello sviluppo della genetica come scienza fondamentale. Metodi di ricerca per la genetica umana
    La storia dello sviluppo della genetica come scienza fondamentale. Metodi di ricerca genetica
  9. La storia dello sviluppo della genetica come scienza fondamentale. Metodi di ricerca per la genetica umana
    Metodo genealogico Obiettivi: studiare il metodo di analisi genealogica; formare competenze di applicazione pratica del metodo di razza per l'esame dei bambini con problemi di udito, linguaggio e intelligenza; Compiti 1. Proband: una donna in buona salute. Anche sua sorella è sana e due fratelli sono daltonici. Mamma e papà sono in salute. Le quattro sorelle della madre di probando sono in salute, i loro mariti sono in salute. oh
  10. Lezioni frontali di immunologia

    . Conferenza sull'immunologia, 2011
    Immunoprofilassi e immunoterapia. Immunità e immunopatologia. Metodi di ricerca del sistema immunitario. Metodi di immunocorrezione. Ontogenesi del sistema immunitario Periodi critici nello sviluppo del sistema immunitario Immunopatologia di tipo 2. I meccanismi della citolisi. Anemia emolitica immunitaria. Malattie causate da complessi immunitari (reazioni immunopatologiche di tipo 3). caratteristica
  11. Adelman D. Immunology, 1993
    Introduzione all'immunologia. Idee di base sulle reazioni allergiche di tipo immediato. Allergeni presenti nell'aria e fattori ambientali avversi. Il trattamento delle malattie allergiche. Malattie allergiche del naso e dell'orecchio. Malattie agli occhi Asma bronchiale. Malattie polmonari Malattie allergiche della pelle Edema di orticaria e Quincke. Reazioni anafilattiche Allergia al veleno
  12. Reattività corporea
    La definizione di "reattività del corpo". Dal corso della biologia è noto che tutti gli oggetti viventi hanno la capacità di cambiare il loro stato o attività, cioè rispondere alle influenze ambientali. Questa proprietà si chiama irritabilità. Il famoso fisiopatologo N.N. La sirotinina, affrontando il problema della reattività del corpo per più di 3 anni, ha scritto: “Sotto la reattività del corpo di solito
  13. Tipi di reattività
    La reattività di specie è la caratteristica di reattività di una determinata specie di animali, in altre parole, le caratteristiche di specie della risposta a influenze esterne, che dipendono principalmente dalle caratteristiche anatomiche e fisiologiche ereditarie di tutti i rappresentanti di questa specie. Esempi di reattività delle specie includono il comportamento animale stagionale (letargo, migrazioni di uccelli, migrazione di pesci e
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com