Патологическая анатомия / Педиатрия / Патологическая физиология / Оториноларингология / Организация системы здравоохранения / Онкология / Неврология и нейрохирургия / Наследственные, генные болезни / Кожные и венерические болезни / История медицины / Инфекционные заболевания / Иммунология и аллергология / Гематология / Валеология / Интенсивная терапия, анестезиология и реанимация, первая помощь / Гигиена и санэпидконтроль / Кардиология / Ветеринария / Вирусология / Внутренние болезни / Акушерство и гинекология Parassitologia medica / Anatomia patologica / Pediatria / Fisiologia patologica / Otorinolaringoiatria / Organizzazione di un sistema sanitario / Oncologia / Neurologia e neurochirurgia / Malattie ereditarie, genetiche / Malattie della pelle e della trasmissione sessuale / Storia medica / Malattie infettive / Immunologia e allergologia / Ematologia / Valeologia / Terapia intensiva, anestesiologia e terapia intensiva, pronto soccorso / Igiene e controllo sanitario ed epidemiologico / Cardiologia / Medicina veterinaria / Virologia / Medicina interna / Ostetricia e ginecologia
principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Malattie del sistema urinario



Istruzioni. Indica una risposta corretta:

08.01. L'attività dei tubuli renali è direttamente influenzata dall'ormone;

A) aldosterone;

B) tiroxina; -

B) insulina;

G) gonadotropina;

D) androgeni.

08.02. Lo stato acido-base è mantenuto da:

A) l'allocazione delle valenze acide e il ritardo delle valenze alcaline da parte dei tubuli;

B) la produzione di ammoniaca da parte dei tubuli;

B) l'assegnazione delle valute acide da parte dei tubuli;

D) tutto quanto sopra;

D) sistemi di buffer di sangue.

08.03. La selettività della proteinuria è determinata per valutare la co. in piedi:

1 A) anelli di Henle;

B) l'epitelio dei tubuli distali;

C) membrane glomerulari;

D) tutto quanto sopra;

D) l'epitelio del tubulo prossimale.

08.04. La funzione di concentrazione dei reni non è caratterizzata da:

A) Test di Zimnitsky;

B) proteine ​​e frazioni proteiche;

B) la densità relativa dell'urina;

D) osmolarità dell'urina;

D) elettroliti nel sangue.

08.05. La capacità di filtrazione dei reni non caratterizza:

A) clearance della creatinina endogena;

B) creatinina nel sangue;

B) livello di urea nel sangue;

D) osmolarità dell'urina;

D) selettività della proteinuria.

08.06. In un bambino con ematuria, per confermare la diagnosi di nefrite ereditaria, è importante identificare la presenza di tutti i sintomi nei parenti, tranne:

A) perdita dell'udito;

B) ematuria;

B) patologia della visione;

D) displasia dell'anca;

D) lo sviluppo della CIN in tenera età.

08.07. La corrente torpida è caratteristica per:

A) una forma nefrosica di glomerulonefrite;

B) pielonefrite;

B) nefrite lupica;

D) giada ereditaria;

D) cistite.

08.08. Un aumento della pressione arteriosa nelle prime fasi è caratteristico di: -

A) giada ereditaria;

B) glomerulonefrite;

B) pielonefrite;

D) nefropatia diemetabolica;

D) tubulopatia.

08.09. La presenza di piccole anomalie (displastiche. Segni) non è tipica per

A) giada ereditaria;

B) tubulopatia;

B) glomerulonefrite;

D) nefropatia dismetabolica;

D) malattia cistica.

08.10. Si raccomanda di raccogliere l'urina per la semina con il metodo di:

A) una puntura della vescica;

B) dal flusso centrale in piatti sterili;

B) durante il cateterismo della vescica;

D) dall'analisi delle urine secondo Nechiporenko;

D) dall'urina quotidiana.

08.11. La predominanza dei neutrofili nei sedimenti urinari è più caratteristica per:

A) pielonefrite;

B) nefrite tubulointerstiziale;

B) glomerulonefrite;

D) giada ereditaria;

D) amiloidosi.

08.12. L'attività del processo infiammatorio non riflette:

A) frazioni proteiche;

B) seromucoid;

B) proteina C-reattiva;

D) elettroliti nel sangue;

E) fibrinogeno nel sangue;

08.13. L'iperlipidemia è più caratteristica di:

A) forma nefrosica della glomerulonefrite;

B) forma ematurica della glomerulonefrite;

B) pielonefrite;

D) nefrite tubulointerstiziale;

D) tubulopatia.

08.14. La fibrinogenemia grave si osserva con:

A) forma nefrosica della glomerulonefrite;

B) cistite;

B) giada ereditaria;

D) nefropatia dismetabolica;

D) pielonefrite.

08.15. L'escrezione di ossalati, urati nelle urine è di solito determinata:

A) nelle urine quotidiane;

B) nella porzione mattutina;

B) nelle urine di tre ore;

D) in tutto quanto sopra;

D) dal flusso medio.

08.16. Un aumento dell'acido urico nel sangue può indicare:

A) alterato metabolismo del calcio;

B) alterato metabolismo dell'acido ossalico;

B) dermatite atonica;

D) alterato metabolismo delle purine;

E) alterato metabolismo della cistina.

08.17. L'iperuricemia nell'infanzia può essere osservata con:

A) assunzione di citostatici;

B) prendere una serie di diuretici tiazidici;

B) gotta;

D) tutto quanto sopra;

D) assunzione di sulfamidici.

08.18. Un significativo aumento delle IgG ematiche si osserva con:

A) pielonefrite;

B) lupus eritematoso sistemico;

B) cistite;

D) forma nefrosica della glomerulonefrite;

E) nefrite tubulointerstiziale.

08,19. La quantità consentita di urina residua nella vescica in un bambino di 10 anni è:

A) 20-30 ml;

B) 100 ml;

B) 80 ml;

G) 120 ml;

D) 40-60 ml.

08.20. Con la cistografia, vengono specificati tutti i dati elencati,

ad eccezione di:

A) la presenza di reflusso;

B) lo stato dell'uretra;

B) lo stato funzionale dei reni;

D) la quantità di urina residua;

D) lo stato del detrusore.

08.21. Le indicazioni per l'urografia endovenosa sono tutte le precedenti, ad eccezione di:

A) dolore addominale di eziologia sconosciuta;

B) leucocituria persistente;

B) trauma addominale con ritenzione urinaria;

D) un periodo acuto di glomerulonefrite;

D) improvvisamente ematuria.

08.22. La nefroscintigrafia dinamica rivela:

A) funzione renale separata;

B) la funzione dei glomeruli;

B) separatamente la velocità di filtrazione glomerulare di ciascun rene;

D) tutto quanto sopra;

D) topografia e dimensione dei reni.

08.23. La variante morfologica più grave della glomerulonefrite è:

A) cambiamenti glomerulari minimi;

B) glomerulonefrite focale segmentale;

B) glomerulonefrite extracapillare con mezzelune;

D) glomerulonefrite proliferativa extracapillare;

D) tutto quanto sopra.

08.24. Con improvvisi studi di macroematuria

si consiglia di iniziare con:

A) esame ecografico del sistema urinario;

B) esame dei radionuclidi dei reni;

B) cistografia;

D) angiografia;

D) tomografia computerizzata.

08.25. Una controindicazione a una biopsia renale non è:

A) un singolo rene;

B) malattia renale policistica;

B) tubercolosi renale;

D) glomerulonefrite resistente agli ormoni;

D) glomerulonefrite acuta post-streptococcica.

08.26. La glomerulonefrite è una malattia di:

A) immunocomplesso;

B) non immune;

B) infiammatorio microbico;

D) infettivo;

D) virale.

08,27. La principale sindrome clinica della glomerulonefrite non è:

A) edematoso;

B) ipertensione;

B) urinaria;

D) addominale;

D) oliguria.

08.28. Una forma mista di glomerulonefrite si sviluppa spesso:

A) nel 1 ° anno di vita;

B) da 1 anno a 2 anni;

B) da 3 a 5 anni;

D) dopo 8-10 anni.

D) a qualsiasi età.

08,29. La forma nefrosica della glomerulonefrite si sviluppa spesso all'età di:

A) fino a 1 anno;

B) da 1 anno a 7 anni;

B) alla pubertà;

D) a qualsiasi età;

D) 11-12 anni.

08.30. La sindrome nefrosica è caratterizzata da:

A) proteinuria significativa, ipoalbuminemia;

B) ipolipemizzante;

B) ipertensione;

D) ipofibrinogenemia;

D) ematuria.

08.31. Per iniziare la glomerulonefrite è più caratteristica:

A) reazione di temperatura;

B) sindrome addominale;

B) oliguria;

D) fenomeni catarrali;

D) disuria.

08,32. L'indicatore di attività per la forma ematurica della glomerulonefrite non è:

A) ematuria;

B) ipertensione;

B) oliguria;

D) alterazioni cardiache;

D) ipercoagulazione.

08,33. Gli indicatori di laboratorio di attività nella forma ematurica della glomerulonefrite sono:

A) ESR accelerato;

B) iperfibrinogenemia;

B) macroematuria;

D) tutto quanto sopra;

E) microproteinuria.

08,34. Per una forma mista di glomerulonefrite è più caratteristica:

A) ematuria con proteinuria;

B) proteinuria isolata;

B) leucocituria batterica;

D) ematuria di lunga durata;

D) leucocituria, batteriuria.

08.35. Per una forma mista di glomerulonefrite è caratteristica:

A) ipertensione;

B) ematuria;

B) proteinuria;

D) tutto quanto sopra;

D) ematuria, proteinuria, leucocituria batterica.

08,36. I principali sintomi della forma nefrosica della glomerulonefrite comprendono tutti i seguenti, ad eccezione di:

A) sindrome edematosa;

B) sindrome addominale;

B) proteinuria superiore a 3 g / l;

D) oliguria;

E) iperlipidemia.

08.37. Un indicatore di attività nella forma nefrosica della glomerulonefrite non è:

A) sindrome edematosa;

B) oliguria;

B) grave proteinuria;

D) anemia;

D) disproteinemia.

08,38. La leucocituria batterica all'inizio della malattia può verificarsi con la forma di glomerulonefrite:

A) ematurico;

B) misto;

B) nefrosico;

D) tutte le forme;

D) con minime variazioni morfologiche.

08,39. Un aumento dell'attività degli enzimi nelle urine è caratteristico di:

A) glomerulonefrite;

B) cistite cronica;

B) cistite acuta;

D) uretrite;

E) disfunzione della vescica neurogena.

01.40. L'ipergammaglobulinemia è caratteristica di:

A) forma nefrosica della glomerulonefrite;

B) nefrite lupica;

B) glomeruloephritis di una forma mista;

D) giada acuta;

D) nefrite tubulointerstiziale.

08.41. La verità sulla forma nefrosica della glomerulonefrite non è indicata:

A) ipoalbuminemia.

B) disproteinemia;

B) iperlipidemia;

D) riduzione dell'onda T sull'ECG;

D) proteinuria.

08,42.
L'attività della forma mista di glomerulonefrite non è indicata:

A) proteinuria;

B) ematuria;

B) ipercoagulazione;

D) anemia;

D) aumento della pressione sanguigna.

08.43. Una complicazione della glomerulonefrite acuta non è:

A) insufficienza renale;

B) encefalopatia ipertensiva;

B) complicanze trombotiche;

D) perdita dell'udito;

D) insufficienza circolatoria.

08.44. Delle complicanze della forma ematurica della glomerulonefrite

più comunemente osservato:

A) encefalopatia ipertensiva;

B) edema polmonare;

B) sanguinamento;

D) insufficienza cardiaca;

D) crisi addominale.

08.45. L'encefalopatia ipertensiva è caratterizzata da:

A) insufficienza cardiaca;

B) disturbo del ritmo cardiaco;

B) crampi, perdita di coscienza;

D) respiro corto, respiro sibilante nei polmoni;

D) anasarca.

08,46. La restrizione salina è indicata per tutte le condizioni tranne:

A) oligoanuria;

B) ipertensione arteriosa;

B) sindrome edematosa;

D) microproteinuria;

D) glomerulonefrite acuta.

08,47. Una dieta di scarico è indicata per:

A) manifestazioni acute di glomerulonefrite;

B) il cedimento dell'attività del processo;

B) remissione della glomerulonefrite;

D) uno qualsiasi dei periodi elencati di glomerulonefrite;

D) sindrome urinaria minima.

08,48. Terapia antibatterica per un paziente con glomerulonefrite

volume non assegnato:

A) nella glomerulonefrite post-streptococcica;

B) sullo sfondo della terapia con glucocorticoidi;

B) con terapia immunosoppressiva;

D) con un corso intermittente di supporto del prednisone;

D) in presenza di focolai cronici di infezione.

08,49. La terapia antibatterica per la glomerulonefrite non include:

A) macrolidi;

B) penicillina;

B) preparati di nitrofurano;

G) gentamicina;

D) cefalosporine.

08.50. Kapoten si riferisce a:

A) farmaci antiipertensivi miotropici;

B) B-bloccanti;

B) bloccanti gangliari;

D) inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina;

D) a-bloccanti.

08,51. Riduce la pressione sanguigna modificando il bilancio idrico-elettrolitico:

A) ipotiazide;

B) dibazolo;

B) nitroprussiato di sodio;

D) reserpina;

D) bloccanti gangliari.

08,52. Un inibitore della sintesi dell'angiotensina-11 è:

A) propranololo;

B) apressina;

B) dibazolo;

D) enalapril;

D) verapamil.

08,53. Non ha effetto antistaminico:

A) prednisone;

B) tavegy;

B) methandrostenolone;

D) stugeron;

D) ketotifene.

08,54. L'indicazione per la nomina di glucocorticoidi è:

A) una forma nefrosica di glomerulonefrite;

B) una forma ematurica di glomerulonefrite;

B) nefrite tubulointerstiziale;

D) nefropatia dismetabolica;

D) tubulopatia.

08.55. Ai farmaci glucocorticoidi non si applica:

A) methandrostenolone;

B) idrocortisone;

B) betametasone;

D) triamcinolone;

D) desametasone.

08,56. glucocorticoidi:

A) aumentare la glicemia;

B) aumentare il numero di linfociti nel sangue;

B) aumentare la sintesi proteica;

D) sono immunostimolanti;

D) aumentare il numero di eosinofili nel sangue.

08,57. Quando si prescrivono antibiotici, si tiene conto di:

A) pH delle urine;

B) lo stato funzionale dei reni;

B) nefrotossicità;

D) tutto quanto sopra;

D) la natura della microflora delle urine.

08,58. Nell'insufficienza renale, è controindicato:

A) claritromicina;

B) lasix;

B) oxacillina;

G) gentamicina;

E) "penicilline protette".

08,59. Gli anticoagulanti indiretti includono:

A) eparina;

B) fenilina;

B) dipiridamolo;

D) trental;

D) tiklid.

08,60. Gli anticoagulanti non sono indicati per:

A) glomerulonefrite acuta;

B) insufficienza renale acuta;

B) emorragico che acquisti;

D) malattia di Verlhof;

D) ipercoagulazione.

08,61. La proprietà disaggregata non possiede:

A) aminofillina;

B) trental;

B) carillon;

D) mesatone;

D) tiklid. 08,62. Dai diuretici per ottenere un effetto rapido, si consiglia di utilizzare:

A) Veroshpiron;

B) veroshpiron in combinazione con ipotiazide;

B) lasix;

D) uregite;

D) triampur.

08,63. Sintomo non caratteristico dell'iperkaliemia:

A) sordità dei suoni del cuore;

B) bradicardia;

B) parestesia;

D) tachicardia;

D) una variazione dell'onda T sull'ECG.

08,64. Un ragazzo di 6 anni, che oggi ha gonfiore delle palpebre, parte inferiore delle gambe, urina un po ', è consigliabile prescrivere una dieta:

A) tabella dell'ipocloruro;

B) frutta e zucchero;

B) una tavola vegetariana;

D) un tavolo senza sale, carne;

E) una tabella di restrizione proteica.

08,65. La nefrite tubulointerstiziale (TIN) è:

A) infiammazione batterica;

B) infiammazione batterica;

B) un processo autoimmune;

D) tutto quanto sopra;

D) contagioso.

08,66. Le ragioni per lo sviluppo della nefrite tubulointerstiziale possono essere fattori:

A) congenito;

B) ereditario;

B) acquisito;

D) tutto quanto sopra;

D) inquinanti ambientali.

08,67. TIN può svilupparsi a seguito di:

A) disturbi metabolici;

B) infezione virale;

B) infezione micotica;

D) tutto quanto sopra;

D) violazione dell'emodinamica e dell'urodinamica.

08,68. Quando si prescrive il clorobupsh, è necessario uno studio di un esame del sangue generale:

A) una volta ogni 20 giorni;

B) una volta ogni 7-10 giorni;

B) ogni giorno;

D) 1 volta in 3 giorni;

D) 1 volta al mese.

08,69. Il farmaco ha un effetto anabolico:

A) orotato di potassio;

B) leukeran;

B) cloruro di ammonio;

D) brufen;

D) prednisone.

08,70. L'osteoporosi si verifica più spesso con la nomina di:

A) triamsinolone;

B) trental;

B) macrolidi;

D) lasix;

D) Veroshpiron.

08,71. Per diagnosticare la nefrite tubulointerstiziale, è necessario studiare tutto quanto sopra, tranne:

A) metabolismo delle purine;

B) funzione renale tubulare;

B) morfologia del tessuto renale;

D) un esame del sangue clinico;

D) fermentazione.

08,72. Il trattamento per la nefrite tubulointerstiziale comprende:

A) terapia dietetica;

B) correzione dei disturbi metabolici;

B) la nomina di antiossidanti;

D) tutto quanto sopra;

D) la nomina di farmaci che migliorano l'emodinamica renale.

08,73. Gli stabilizzatori di membrana includono tutti i suddetti farmaci, ad eccezione di:

A) prednisone;

B) xidiphone;

B) tocoferolo;

G) azatioprina;

D) Evion.

08,74. Lo sviluppo della nefropatia non è tipico per:

A) lupus eritematoso sistemico;

B) sindrome di Wegener;

B) poliarterite nodosa;

D) obesità;

D) malformazioni del sistema urinario.

08,75. La nefropatia da lupus sospetta non è consentita:

A) polmonite;

B) sindrome della pelle;

B) poliserosite;

D) nefrite ad avanzamento rapido;

D) leucopenia.

08,76. È meno probabile che si verifichino danni ai reni con:

A) sclerodermia;

B) lupus eritematoso sistemico;

B) vasculite emorragica;

D) poliarterite nodulare;

D) amiloidosi.

08,77. La leucopenia si osserva con:

A) poliarterite nodosa;

B) giada ereditaria;

B) nefrite lupica;

D) nefropatia dismetabolica;

D) glomerulonefrite.

08,78. L'amiloidosi si sviluppa spesso con:

A) artrite reumatoide;

B) glomerulonefrite;

B) nefrite tubulointerstiziale;

D) pielonefrite;

D) tubulopatie.

08,79. La diagnosi di lupus eritematoso sistemico è confermata da:

A) cellule LE;

B) eritema periorbitale;

B) disfagia;

D) eritema periorbitale + disfagia;

D) leucopenia.

08,80. Il bambino ha 8 mesi di vomito, una temperatura di 39 * C. Irrequieto, spesso urina. Tracce di proteine ​​nelle urine, eritrociti - 20 nel campo visivo, globuli bianchi fino a 80 nel campo visivo. La tua diagnosi:

A) sindrome nefritica;

B) nefrite acuta;

B) pielonefrite;

D) cistite cronica;

D) cistite acuta.

08,81. Per la diagnosi delle infezioni del tratto urinario, meno importante è:

A) analisi delle urine;

B) analisi delle urine per batteriuria;

B) analisi delle urine;

D) determinazione dell'urea nel sangue;

D) campione di urina a due bicchieri.

08,82. Per la cistite, un sintomo non è caratteristico:

A) dolore nella regione lombare;

B) pollakiuria;

B) disuria;

D) dolore al seno;

E) dolore durante la minzione.

08,83. Con la pielonefrite, la funzione di solito non è disturbata:

A) glomerulo;

B) il nefrone tubolare;

B) il nefrone prossimale;

D) anelli di Henle;

D) il nefrone distale.

08,84. Tra i fattori che determinano lo sviluppo della pielonefrite cronica, il ruolo principale è svolto da:

A) predisposizione genetica;

B) violazione dell'urodinamica;

B) la virulenza del microbo;

D) processo immunocomplesso;

D) disturbi metabolici.



<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Malattie del sistema urinario

  1. Malattie del sistema urinario
    Giada (nefrite) - una malattia caratterizzata da infiammazione dei reni (spesso su base immunitaria) con conseguente compromissione della loro funzione. Tutte le parti del nefrone, del tessuto interstiziale del rene, dei vasi sanguigni e delle terminazioni nervose possono essere coinvolte nel processo infiammatorio. La glomerulonefrite e la nefrite interstiziale si distinguono in base al grado di danno alle strutture principali dei reni. La più grande lesione di giada
  2. Malattie infettive e infiammatorie del sistema urinario
    Il gruppo di malattie infettive e infiammatorie del sistema urinario è il più frequente e studiato tra le nefropatie che si verificano nei neonati e nei bambini piccoli. La percentuale di malattie infettive e infiammatorie del sistema urinario rappresenta la maggior parte delle forme nosologiche di nefropatia durante l'infanzia. Difficoltà nel determinare la localizzazione del processo patologico, specialmente nei neonati
  3. Infezione micotica del tratto urinario
    EPIDEMIOLOGIA L'infezione micotica è un problema urgente della neonatologia negli ultimi anni. Attualmente, si nota un aumento dell'incidenza della patologia candidale del sistema urinario. ETIOLOGIA E PATOGENESI Il primo contatto con i funghi può verificarsi ancora nell'utero, quando si passa attraverso il canale del parto, quando si allatta un neonato, ecc. Per la patologia da candida, una presenza non è sufficiente
  4. MALATTIE DEL SISTEMA URINARIO
    MALATTIE URINARIE
  5. Malattie renali e del sistema urinario
    Malattie renali e urinarie
  6. SISTEMA URINARIO E MALATTIE URINARIE
    Quando passa attraverso i reni, le sostanze nocive vengono filtrate dal sangue. Circa un terzo della gittata cardiaca totale passa attraverso l'uno o l'altro rene prima che raggiunga i tessuti del corpo, mentre il sangue è ad alta pressione quando attraversa un accumulo di piccoli vasi renali noti come glomeruli. Это давление заставляет поток жидкости и некоторые маленькие
  7. БОЛЕЗНИ ПОЧЕК И МОЧЕВЫХ ПУТЕЙ
    БОЛЕЗНИ ПОЧЕК И МОЧЕВЫХ
  8. Malattie del sistema nervoso. Malattie accompagnate da un aumento della pressione intracranica. Malattia cerebrovascolare Infarto cerebrale. Emorragia intracranica spontanea. Lesioni infettive del sistema nervoso centrale. Morbo di Alzheimer. Sclerosi multipla
    1. I primi cambiamenti nei neuroni durante l'arresto del flusso sanguigno 1. citolisi 4. microvacuolizzazione 2. tigrolisi 5. rughe dei neuroni 3. ipercromatosi 2. Le cause più comuni di infarto cerebrale 1. aterosclerosi stenotica 2. tromboembolia 3. vera policitemia 4. trombosi 5. embolia grasso con una frattura delle ossa tubulari 3. L'edema cerebrale di tipo citotossico si verifica a 1.
  9. БОЛЕЗНИ СЕРДЕЧНО-СОСУДИСТОЙ СИСТЕМЫ, ИММУННОЙ СИСТЕМЫ И СИСТЕМЫ КРОВИ
    Заболевания сердечно-сосудистой системы не так часто встречаются у кошек, однако симптомы их следует знать и при малейшей необходимости обращаться к ветврачу. Наиболее подвержены болезням сердца кошки сиамской, абиссинской, персидской и бирманской пород. Самцы болеют чаще, чем
  10. БОЛЕЗНИ МОЧЕВЫВОДЯЩЕЙ СИСТЕМЫ. БОЛЕЗНИ МУЖСКОЙ ПОЛОВОЙ СИСТЕМЫ
    БОЛЕЗНИ МОЧЕВЫВОДЯЩЕЙ СИСТЕМЫ. БОЛЕЗНИ МУЖСКОЙ ПОЛОВОЙ
  11. ОПЕРАЦИЯ ПЕРЕСАДКИ МОЧЕТОЧНИКА В МОЧЕВОЙ ПУЗЫРЬ БЕЗ ИСПОЛЬЗОВАНИЯ И С ИСПОЛЬЗОВАНИЕМ ЛОСКУТА МОЧЕВОГО ПУЗЫРЯ
    Реимплантация мочеточника в мочевой пузырь необходима в случаях врожденной патологии, при повреждении мочеточника во время хирургической операции, при облучении. Если имеется полная обструкция мочеточника, то следует прибегнуть к наложению чрескожной пункционной нефростомы, а хирургическую пластику отложить до достижения оптимальных условий для операции. С каждым часом полной обструкции почка
  12. БОЛЕЗНИ ОРГАНОВ ПИЩЕВАРИТЕЛЬНОЙ СИСТЕМЫ. БОЛЕЗНИ ЖЕЛУДКА
    Болезни органов пищеварительной системы в структуре заболеваемости и смертности стоят на 3-м месте после заболеваний органов сердечно-сосудистой системы и опухолей. В отечественной литературе классификация этих болезней построена соответственно классическим представлениям о разделении пищеварительной системы на передний, задний и средний отделы. Передний отдел пищеварительной системы включает
  13. Болезни почек и мочевыводящей системы. Болезни предстательной железы
    1. Микроскопическая характеристика острого пиелонефрита 1. отек интерстиция 2. лейкоцитарная инфильтрация 3. лимфоцитарная инфильтрация 4. атрофия канальцев 5. некроз эпителия лоханки и канальцев 2. Острый постстрептококковый гломерулонефрит сопровождается 1. удвоением ГБМ 2. формированием полулуний 3. развитием гиперклеточности клубочков 3. Хронический гломерулонефрит при постстрептококковом
  14. Другие болезни мочевыделительной системы
    Код протокола: 11-121а Профиль: педиатрический Этап: стационар Цель этапа: уменьшение частоты эпизодов непроизвольного мочеиспускания, устранение болезненности во время мочеиспускания, нормализация анализов мочи, нормализация мочеиспускания, урежение частоты непроизвольного мочеиспускания. Длительность лечения (дней): 11 Код МКБ: N39 Другие болезни мочевыделительной системы. N39.3
  15. Malattie del fegato e del sistema biliare. Epatite. Cirrosi epatica. Cancro al fegato Malattia di calcoli biliari.
    1. Una donna di 40 anni si lamenta di debolezza, ittero. Una storia di 2 mesi. prima della malattia - trasfusione di sangue. Un esame ha rivelato un aumento del fegato, un aumento del livello delle transaminasi epatiche. Conclusione 1. Steatosi epatica 3. Ittero ostruttivo 2. Malattia di Botkin 4. Epatite virale acuta 2. L'epatite virale C è caratterizzata da 1. alta frequenza di cronicità 2. trasmissione parenterale 3.
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com