principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Nel tuo primo libro, consigli: prima di lasciare il coniuge, una donna dovrebbe assicurarsi di non avere davvero nulla a che fare con lui e che altrimenti non può evitare di ripetere la situazione precedente.


Ti piacerebbe dire in questo che se il mio rapporto con il mio coniuge è pieno di emozioni e se reagisco bruscamente a tutto, ma dovrei imparare a provare queste emozioni in modo diverso e non ho il diritto di lasciarlo?
Nel mio libro scrivo che se lasci tuo marito per il motivo per cui non sei in grado di accettare alcun tratto del suo personaggio, in futuro incontrerai sicuramente un'altra persona con lo stesso tratto - che si tratti del tuo nuovo coniuge, capo, figlio , collega di lavoro o qualcun altro. Viviamo in questo mondo per imparare ad accettare tutti gli aspetti della nostra essenza.
Noti nello sposo alcuni tratti propri che ti infastidiscono e sono la causa delle tue esperienze. In questo caso, la soluzione ideale sarebbe quella di imparare a conoscere te stesso attraverso il tuo coniuge, piuttosto che biasimarlo per aver causato così tanta sofferenza. In questo caso, non dovresti né controllarti, sopprimere le tue emozioni o lasciarle.

Tuttavia, se ritieni di non essere ancora pronto per un lavoro così interno, ma intendi porre fine alla tua relazione, concediti il ​​diritto di posticipare la decisione per qualche tempo.
Se, tuttavia, decidi di lasciare il tuo coniuge, allora è meglio farlo magnificamente e con calma, rendendosi conto che il motivo della tua decisione non è in lui, ma in te. Se reagisci in modo troppo doloroso al comportamento del tuo coniuge, hai tutto il diritto di lasciarlo.
Se segui il mio consiglio, sarà molto più facile per te sopportare il divorzio.
D'altra parte, non dimenticare che in futuro incontrerai sicuramente persone con quei tratti caratteriali del tuo attuale coniuge che sono inaccettabili per te. A quel punto, potresti aver imparato a rispondere adeguatamente a loro.
Devi capire la cosa principale: non hai il diritto di incolpare il tuo coniuge e devi capire che la tua decisione di divorziare è dovuta alla tua riluttanza a vedere in esso un riflesso di alcuni dei tuoi tratti.
<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Nel tuo primo libro, consigli: prima di lasciare il coniuge, una donna dovrebbe assicurarsi di non avere davvero nulla a che fare con lui e che altrimenti non può evitare di ripetere la situazione precedente.

  1. Voglio davvero mantenere la mia attuale famiglia, ma improvvisamente mi sono reso conto che mio marito decide sempre tutto per me e per i bambini.
    Ha sempre ragione in tutto e soffro costantemente per il fatto che non riesco a raggiungere l'autoaffermazione. Quale tratto di personalità non accetto? Se il coniuge decide sempre tutto per te e non tiene conto della tua opinione, ciò significa che non vuoi venire a patti con il tuo principio femminile. La stessa cosa succede con il coniuge. Se è convinto che sua moglie debba essere guidata, allora questo indica che
  2. È difficile per me accettare l'idea che scegliamo i nostri genitori. Ho letto di questo nel tuo primo libro e devo ammetterti che ancora non riesco a capirlo. Sono una bambina adottiva e voglio sempre vedere la mia vera madre. Perché ho scelto una madre che ha deciso di lasciarmi?
    Imparare ad amare nonostante sia stato abbandonato. Dato che raccogliamo sempre ciò che seminiamo, un bambino abbandonato è di solito un'anima che in qualche modo ha abbandonato suo figlio nella sua vita precedente. Apparentemente, questo è il tuo caso. Perdonando tua madre biologica che ti ha lasciato, ti perdoni automaticamente. Per fare questo, hai bisogno di un cuore aperto, molto
  3. Credo che dare alla luce bambini sia una grande responsabilità. Può anche essere definito un contratto a vita. Quando penso di poterli ferire, mi sento male. Cosa devo fare per pensare diversamente?
    Cambia le tue convinzioni. In primo luogo, quando decidi di avere un bambino, non dovresti pensare di essere responsabile della sua felicità. La tua prima motivazione dovrebbe essere il desiderio di consentire all'anima di ritornare per essere incarnata. È un dono di sé. Quindi, per continuare la tua crescita, devi imparare ad amare quest'anima che ti ha scelto. Avere un bambino è
  4. Ho avuto un amante per un breve periodo e mi sento in colpa per non aver rinnovato il rapporto con sua moglie. Mi sento in colpa per tutto ciò che è stato distrutto. Come posso liberarmi da questa colpa?
    La relazione tra il tuo ex amante e sua moglie non ti riguarda in alcun modo. Ciò che accade tra loro non ha nulla a che fare con te. Ma, in base alla tua scala di valori, ti dici che non è bene avere una relazione con un uomo sposato. Devi scegliere una delle due cose: o assicurati che ciò non accada di nuovo, perché ti senti in colpa, o cambia il tuo
  5. Come chiarire al coniuge che sto soffocando dai suoi sentimenti possessivi nei miei confronti? Come fare questo senza ferire il suo orgoglio?
    La prima cosa che attira l'attenzione nella tua domanda: vuoi che il coniuge capisca qualcosa. Senza dubbio, hai una falsa idea che "capire è amare". Credi che se riesci a fargli sapere attentamente che stai soffocando, ti amerà di più. Ti sbagli di grosso. E poco qui dipende dalle tattiche che scegli. Non devi
  6. Non appena voglio parlare con il mio coniuge, inizia a urlare. Cosa faccio
    Ho paura di sbagliarmi e non so come iniziare una conversazione in modo che sin dall'inizio non abbia una svolta spiacevole. Se qualcuno è costantemente in allerta, questo è un segno sicuro che sente di essere accusato di qualcosa. Controlla se non speri in fondo che sarai in grado di far capire a tuo marito qualcosa per dimostrare a lui che hai ragione. Per quale scopo stai parlando con lui? forse
  7. Di recente sono stato derubato e non capisco come questo possa venire da me, dato che non ho mai rubato nulla a nessuno. In attesa di una tua spiegazione.
    Sei sicuro di non aver mai preso niente da nessuno? Guarda cosa ti disturba di più di questa vernice. Spesso mi dicono: "Ciò che mi preoccupa di più è che hanno invaso la mia vita personale, che qualcun altro stava scavando nelle mie cose". Se questo è il tuo caso, sei sicuro di non aver mai scavato nella vita personale di qualcuno o di non volerlo fare? O che non hanno mai rubato
  8. Quando esco da solo o con la mia ragazza, mio ​​marito mi condanna sempre o mi fa il broncio. A volte esco a fare una passeggiata, a volte no. In un modo o nell'altro, mi sento fuori posto. Se esco a fare una passeggiata, mi sento in colpa. Se non esco a fare una passeggiata, mi sento infelice. So che cedo alla colpa, ma non posso fare a meno di me stesso. Come devo essere
    È chiaro che tuo marito esprime solo apertamente ciò che sta già accadendo in te. Fa parte di te, il che dice che una buona moglie non dovrebbe uscire senza il coniuge. Tuttavia, c'è un'altra parte di te che a volte vuole uscire con qualcun altro. Apparentemente, la prima parte è più forte e più spesso vince. Contatta queste due parti in te e chiedi loro di accettare e
  9. Al momento, ho un amico con cui frequentiamo da un anno e sono pronto a impegnarmi a mantenere relazioni con lui a lungo termine. Ma dice che non è pronto, che ha paura di impegnarsi.
    Dici che raccogliamo ciò che seminiamo. Perché mi sta succedendo questo, perché sono il tipo di donna che si impegna facilmente? Inoltre, questa non è la prima volta che mi succede. Ed è stato difficile per altre persone impegnarsi con me. Devi farti la seguente domanda: cosa mi fa desiderare così tanto di impegnarmi? Forse sei questo
  10. Devo confessare al mio coniuge, con il quale vivo da ventiquattro anni, che non lo amo più, ma lo tratto come un fratello?
    Penso che anche lui indovina. Non è meglio per me lasciarlo in modo che ognuno di noi possa migliorare indipendentemente? Non ti sbagli nel pensare che tuo marito sia consapevole di ciò che ti sta accadendo, anche se potrebbe non esserne pienamente consapevole. Vedo che la tua relazione soffre in larga misura della tua incapacità di comunicare. Mi sembra addirittura che dovresti condividere il prima possibile
  11. Come si dovrebbe comportarsi con una persona malata che usa la sua malattia per evocare l'amore di sé? Mi sento impotente perché voglio aiutare quest'uomo, ma non crede in niente.
    La risposta precedente si estende a questa domanda. Perché una persona sente spesso il bisogno di aiutare gli altri senza pensare che ciò possa danneggiare un altro? Una persona che decide di aiutare qualcuno senza pensare a ciò che può fare è solo pensare a se stesso. Ha bisogno del risultato positivo di qualcuno per sentire il suo valore. Quindi lui
  12. Mi sento spesso in colpa per essere così felice con il mio coniuge, mentre i miei genitori non sono mai stati felici insieme.
    Mi sento in dovere di aiutare mia madre, dandole consigli utili e prestandole attenzione. Perché non posso essere felice senza sentirmi in colpa? Quello che stai vivendo è molto comune. Molti bambini si sentono in colpa per aver superato i genitori in alcune zone. Quando i genitori sono infelici, capita spesso che si aggrappino ai loro figli. È possibile che
  13. Che cos'è un grilletto o come fa il ventilatore a sapere che è ora di iniziare un respiro?
    La parola trigger si traduce come trigger, trigger, trigger relay, trigger. Per un ventilatore, questo è un circuito di innesco che include un respiro. Attualmente, è possibile utilizzare vari parametri per consentire l'ispirazione: 1. Tempo. 2. La pressione. 3. Il flusso. 4. Volume. 5. Un impulso elettrico che passa attraverso il nervo frenico. 6. Segnale dal trasduttore di pressione intraesofageo. 7.
  14. Come posso assicurarmi di non sentirmi in colpa perché a volte lascio il coniuge da solo con i miei figli e vado da un amico, al negozio o semplicemente cammino, respiro aria fresca e penso a me stesso?
    Sentirsi in colpa è il principale ostacolo all'evoluzione dell'uomo. Dal momento che deriva dalle nostre credenze, cioè a livello mentale, l'unico modo per evitare la colpa è cambiare le nostre credenze. Puoi leggere le credenze nel libro, ma prima di tutto devi assicurarti internamente: sei davvero responsabile? Solo un danno intenzionale a qualcuno può servire
  15. Prima hai detto che puoi allattare anche quando hai completamente smesso di allattare. Come si fa
    Anche se hai smesso di allattare alcuni mesi fa, probabilmente sarai in grado di spremere una goccia di liquido dal petto. Il sistema del latte non si è completamente arrestato. La ripresa dell'allattamento dopo l'interruzione dell'allattamento si chiama rilassamento. Le donne che non hanno mai partorito hanno allattato i bambini adottati, e questo si chiama indotto o indotto
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com