principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Credo che dare alla luce bambini sia una grande responsabilità. Può anche essere definito un contratto a vita. Quando penso di poterli ferire, mi sento male. Cosa devo fare per pensare diversamente?


Cambia le tue convinzioni. In primo luogo, quando decidi di avere un bambino, non dovresti pensare di essere responsabile della sua felicità. La tua prima motivazione dovrebbe essere il desiderio di consentire all'anima di ritornare per essere incarnata. È un dono di sé. Quindi, per continuare la tua crescita, devi imparare ad amare quest'anima che ti ha scelto. Avere un figlio è un impegno volontario. Pertanto, è necessario essere pronti a impegnarsi a assumersi la responsabilità legale fino all'età di diciotto anni.
Ciò significa che ti impegni a sostenerlo nei suoi bisogni materiali e a non abbandonare tutti i suoi capricci.
A livello dell'essere, non puoi impegnarti a soddisfare tutti i suoi bisogni. Se vuoi mantenere buoni rapporti con lui e che lui mantiene buoni rapporti con te, allora dovresti fare l'esatto contrario di ciò in cui credi. Dovresti dirgli, il prima possibile, che non puoi essere felice o infelice al suo posto.
<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Credo che dare alla luce bambini sia una grande responsabilità. Può anche essere definito un contratto a vita. Quando penso di poterli ferire, mi sento male. Cosa devo fare per pensare diversamente?

  1. Come madre, mi sento responsabile di nutrire bene i bambini, perché credo che siano ancora troppo piccoli per prendersi cura della propria salute. Ho tre figli dai quattro ai nove anni. Non pensi che questa responsabilità ricada su di me?
    Non sei direttamente responsabile per la salute dei tuoi figli. Come madre, dovresti essere responsabile delle conseguenze del parto dei bambini - vale a dire monitorare i loro bisogni materiali, aiutarli ad apprendere, trasferire loro le loro conoscenze, dare loro amore e tutto ciò nella misura in cui puoi fare. D'altra parte, non puoi sapere in anticipo quali saranno i risultati. Puoi cucinare di più
  2. Mio marito e mio figlio si svegliano duramente al mattino. Devo svegliarli più volte. Finisce per urlarli fuori dal letto in modo che mio marito non sia in ritardo al lavoro e suo figlio vada a scuola. Cosa devo fare per non sentirmi responsabile del loro ritardo?
    In primo luogo, questa non è una tua responsabilità, e in secondo luogo, devi assegnare loro questa responsabilità, dicendo loro che d'ora in poi saranno responsabili delle conseguenze della loro scelta. Al momento, hanno fatto la scelta di mandare le mattine e tu hai deciso di essere responsabile delle conseguenze della loro scelta, temendo cosa potrebbe accadere loro. Quando devono rispondere per le conseguenze della loro scelta,
  3. Prima hai detto che puoi allattare anche quando hai completamente smesso di allattare. Come si fa
    Anche se hai smesso di allattare alcuni mesi fa, probabilmente sarai in grado di spremere una goccia di liquido dal petto. Il sistema del latte non si è completamente arrestato. La ripresa dell'allattamento dopo l'interruzione dell'allattamento si chiama rilassamento. Le donne che non hanno mai partorito hanno allattato i bambini adottati, e questo si chiama indotto o indotto
  4. Vorrei sapere cosa posso imparare da mia madre. Mi fa provare emozioni - nel senso che mi contraddice sempre. È negativamente incline e dice sempre che non sarò in grado di raggiungere il successo negli affari che ho iniziato.
    A giudicare dalla tua domanda, vedo che dai la colpa a tua madre per le tue emozioni. Sottolineo ancora una volta che una persona non può essere ritenuta responsabile delle emozioni di nessuno. Solo tu sei responsabile delle tue emozioni, cioè della tua reazione alle parole o alle azioni di tua madre. Potresti non essere d'accordo con quello che ti dice, ma è importante che pensi che si stia comportando come lei
  5. Quando io, la madre della famiglia, permetto ai bambini di assumersi la responsabilità, ho la sensazione di essere una madre indifferente a cui non frega niente dei suoi figli. Temo che mi giudicheranno anche da grandi. Qual è la ragione di questa paura?
    Prima di tutto, chiedi ai tuoi figli di darti la loro definizione di indifferenza. Ecco la mia definizione: una persona indifferente è una persona a cui non importa nulla, che non sente nulla e che non viene toccato dagli altri. Ti consideri davvero una madre indifferente? Lo credi davvero? Insegnare ai tuoi figli ad assumersi la responsabilità è il miglior regalo che puoi fare loro.
  6. Mia madre mi ha detto che l'infiammazione dei capezzoli si verifica sempre e che devi solo tollerarla.
    Come molte altre donne, tua madre ha sofferto invano. L'infiammazione dei capezzoli può e deve essere prevenuta. Nella maggior parte dei casi, sono un segno di attaccamento improprio al petto. Il bambino succhia solo il capezzolo, causando attrito e danni, invece di succhiare il seno in un'azione ondulata che non può danneggiare il capezzolo. Circa il 90% dei problemi è causato da errori
  7. È difficile per me accettare l'idea che scegliamo i nostri genitori. Ho letto di questo nel tuo primo libro e devo ammetterti che ancora non riesco a capirlo. Sono una bambina adottiva e voglio sempre vedere la mia vera madre. Perché ho scelto una madre che ha deciso di lasciarmi?
    Imparare ad amare nonostante sia stato abbandonato. Dato che raccogliamo sempre ciò che seminiamo, un bambino abbandonato è di solito un'anima che in qualche modo ha abbandonato suo figlio nella sua vita precedente. Apparentemente, questo è il tuo caso. Perdonando tua madre biologica che ti ha lasciato, ti perdoni automaticamente. Per fare questo, hai bisogno di un cuore aperto, molto
  8. Sono una persona responsabile e credo che sulle mie spalle sia un onere troppo pesante. Cosa fare per non sentirsi in colpa quando non riesco a far fronte a tutte le attività?
    L'onere che senti è una conseguenza del fatto che hai preso troppi impegni? Ti sei impegnato con te stesso o con un'altra persona? Forse ti senti responsabile della felicità degli altri? Se quest'ultima ipotesi è molto probabilmente, in questo libro troverai una vera definizione di responsabilità. Se hai preso troppo
  9. Al lavoro, ho un grosso onere di responsabilità. Dirigo il dipartimento, che impiega 30 dipendenti. E compiti specifici sono impostati per me. Devo monitorare costantemente l'attuazione di questi compiti. Come posso essere responsabile di un tale numero di dipendenti senza provare stress e non considerarlo un onere gravoso?
    Innanzitutto, devi verificare se hai un chiaro impegno con il tuo capo. Hai preso un chiaro impegno a completare una o più attività in una data specifica? Questi compiti sono realistici? E se non adempirai ai compiti previsti per te, quali saranno le conseguenze? Sei pronto ad assumerti la responsabilità per loro? Avere un chiaro dall'inizio
  10. Come chiarire al coniuge che sto soffocando dai suoi sentimenti possessivi nei miei confronti? Come fare questo senza ferire il suo orgoglio?
    La prima cosa che attira l'attenzione nella tua domanda: vuoi che il coniuge capisca qualcosa. Senza dubbio, hai una falsa idea che "capire è amare". Credi che se riesci a fargli sapere attentamente che stai soffocando, ti amerà di più. Ti sbagli di grosso. E poco qui dipende dalle tattiche che scegli. Non devi
  11. Non capisco la tua teoria. Dici che raccogli ciò che semini.
    Perché mia moglie non mi ascolta quasi mai, anche se la ascolto sempre quando parla dei suoi affari o problemi? Stai davvero ascoltando quello che dice il tuo coniuge, o forse stai ascoltando la tua voce interiore mentre parla? Non la critichi interiormente in quei momenti in cui ti sta parlando? Stai meditando la tua risposta mentre parla?
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com