principale
Informazioni sul progetto
Notizie di medicina
Agli autori
Libri su licenza di medicina
<< Avanti Successivo >>

Mio marito ha paura di restare senza soldi. E questo nonostante il fatto che io e lui abbiamo un lavoro fisso. Cosa fare e cosa dire?


Hai provato a parlargli solo di cosa lo infastidisce? Gli hai chiesto se aveva qualche domanda al riguardo, ci ha pensato? Suo padre aveva paura di perdere soldi? Se è così, che cosa ha provato tuo marito, da bambino, quando hai visto questa paura di tuo padre? Ha condannato il padre? Quando condanniamo i nostri genitori, alla fine diventiamo gli stessi di loro.
Sarebbe bello parlare a tuo marito, ma non cercare di persuaderlo o leggere la sua notazione. Ascoltalo, fagli altre domande e cerca di prenderlo per quello che è. In questo modo, lo aiuterai a capire il problema e capire l'infondatezza delle sue paure.
Ciò è dovuto alla sua immaginazione selvaggia. Si sente infelice, e se continua a nutrire la sua paura, poi gradualmente tutta la sua vita sarà in preda a questa malattia.

Chiedigli come si sente con questo costante sentimento di paura. Si rende conto di quanto sia serio? Forse non lo sospetta nemmeno. Dì che ci sono molti buoni libri su questo argomento; Puoi anche consigliargli di ascoltare il corso appropriato delle lezioni o, se non gli dispiace, di sottoporsi a un corso di psicoterapia per imparare come superare la paura.
Ricorda, se qualcuno sperimenta una paura simile, significa che in fondo è ancora un bambino. Forse da bambino, tuo marito ha provato una forte paura, impressa nella sua memoria per tutta la vita. Quindi questo sentimento per lui era così doloroso che non lo lasciava ancora.
<< Avanti Successivo >>
= Vai al contenuto del tutorial =

Mio marito ha paura di restare senza soldi. E questo nonostante il fatto che io e lui abbiamo un lavoro fisso. Cosa fare e cosa dire?

  1. Mi convinco di non lasciare mio marito solo perché è perso senza di me. Non è stupido da parte mia?
    Tuo marito potrebbe sparire senza di te, e tu stesso hai pensato al fatto che non sarebbe stato facile per te senza di lui? Apparentemente, è molto dipendente da te. È possibile che entrambi siano interdipendenti. Posso presumere che ti piaccia interpretare il ruolo di una madre nella tua relazione con lui. Quando sei pienamente consapevole della tua stessa dipendenza, siediti e parla tranquillamente con lui. Pianifica questa conversazione per
  2. Il pensiero che incontrerò sicuramente un uomo che è psicologicamente simile alla mia ex moglie non mi lascia. È così?
    Il pensiero che incontrerò sicuramente un uomo che è psicologicamente simile alla mia ex moglie non mi lascia. È così? Hai detto a te stesso che una volta hai incontrato un uomo che sembrava il tuo ex-coniuge. Mio marito era un alcolizzato. Quindi ero destinato ad incontrare di nuovo un alcolizzato? Siamo attratti da persone con la stessa psicologia, se c'è il desiderio di completare ciò che non lo è
  3. Quando dico apertamente a mio marito come mi relaziono ad alcune delle sue azioni, lui mi ascolta, e poi replica con calma che nessuno ha il diritto di interferire nella sua vita personale, che è quello che è e non può cambiare.
    Crede che non dovrei prendere tutto così vicino al mio cuore e che dovrei prendermi cura del mio stesso benessere. Come dovrei essere in questa situazione? Tuo marito, naturalmente, ha ragione su una cosa: questa è la sua vita personale e non è obbligato a riferire a nessuno tranne a se stesso. D'altra parte, non posso essere d'accordo con la sua affermazione che non può cambiare. Ogni persona può cambiare per il meglio se
  4. Mi piacerebbe sapere cosa posso imparare da mia madre. Mi fa provare emozioni - nel senso che mi contraddice sempre. Lei è negativamente disposta e dice sempre che non riuscirò ad avviare un'impresa.
    A giudicare dalla tua domanda, vedo che incolpi tua madre per le tue emozioni. Ancora una volta sottolineo che una persona non può essere ritenuta responsabile per le emozioni di nessuno. Solo tu sei responsabile delle tue emozioni, cioè della tua reazione alle parole o alle azioni di tua madre. Potresti non essere d'accordo con quello che ti dice, ma è importante che tu ti senta comportarsi come lei
  5. Dici che se una persona non vuole essere aiutata, allora non dovresti costringerlo. E cosa dici di Gesù, che ha sollevato Lazzaro e restituito la vista ai ciechi?
    Gesù era il miglior insegnante che l'umanità conoscesse in termini di responsabilità, amore, ecc. Scuoteva sempre chi chiedeva il suo aiuto. Anche quando guariva le persone, aggiungeva sempre: "Lascia che ciò che credi ti capiti", il che significa che colui che ha chiesto il suo aiuto è stato guarito a seconda di ciò in cui credeva. Gesù era solo un mediatore che aiutava
  6. Attualmente, ho un amico con cui ci incontriamo da un anno ormai e sono pronto a impegnarmi a mantenere relazioni a lungo termine con lui. Ma lui dice che non è pronto, che ha paura di prendere un impegno.
    Tu dici che raccogliamo ciò che seminiamo. Perché succede a me, perché sono il tipo di donna che si impegna facilmente? Inoltre, questa non è la prima volta per me. Ed è stato difficile per le altre persone impegnarsi con me. Devi porsi la seguente domanda: cosa mi motiva così tanto a voler prendere un impegno? Forse tu questo
  7. Cosa dovrei fare quando voglio parlare con mio marito, e con lui con me - no?
    Ho l'impressione che sto parlando a un muro. Per questo motivo, mi astengo spesso dal parlargli. Quando una persona diventa completamente autonoma, questo indica la sua paura di perdere l'autocontrollo. Negli uomini, di regola, è una paura mostrare la loro sensibilità e vulnerabilità. Esternamente, guardano con calma, frenano le loro emozioni, desiderando così di dare l'impressione di una persona
  8. Quando io, la madre della famiglia, permetto ai bambini di assumersi la responsabilità, ho la sensazione di essere una madre indifferente a cui non importa niente dei suoi figli. Temo che anche loro mi giudicheranno quando cresceranno. Qual è la ragione di questa paura?
    Prima di tutto, chiedi ai tuoi figli di darti la loro definizione di indifferenza. Ecco la mia definizione: una persona indifferente è una persona a cui non importa nulla, che non sente nulla e non viene toccato dagli altri. Ti consideri davvero una madre indifferente? Lo credi davvero? Per insegnare ai tuoi figli ad assumersi la responsabilità - questo è il miglior regalo che puoi dare loro.
  9. A proposito di preservare la salute degli occhi e ciò che lo ferisce
    Colui che si preoccupa di mantenere la salute dei suoi occhi, deve proteggerlo dalla polvere, dal fumo e dal soffio d'aria, che è andato oltre i limiti della moderazione nel senso di calore e freddo, [da proteggere] da forte, freddo e simile ai venti. Non dovresti guardare lo stesso argomento per molto tempo senza voltarti. Il pianto lungo è un buon detergente per [occhi]. deve essere
  10. Cosa fare con le persone che non vogliono aiutare se stesse, ma preferiscono sgridare gli altri per le loro difficoltà e malattie? Cosa succede se iniziano a arrabbiarsi quando ricevono consigli e raccomandazioni?
    Quando questo tipo di persona appare nel nostro ambiente, ciò significa che noi stessi dobbiamo imparare a non interferire nei nostri affari e ad accettare queste persone così come sono, riconoscendo il loro diritto ad essere ciò che vogliono essere. Hanno il diritto di scegliere il proprio percorso. Capisco che non è facile guardare una persona scegliere un percorso pieno di difficoltà e sofferenze. Spesso è semplicemente impossibile da capire
  11. Non capisco la tua teoria. Tu dici di raccogliere ciò che seminano.
    Perché mia moglie non mi ascolta quasi mai, anche se la ascolto sempre quando parla dei suoi affari o dei suoi problemi? Ascolti davvero ciò che sta dicendo la tua consorte, o forse stai ascoltando la tua voce interiore mentre sta parlando? Non la critichi a te stesso in quei momenti, mentre parla con te? Pensi alla tua risposta mentre lei parla?
  12. Come puoi sostenere che tutto ciò che ci succede è causato da una causa interna? Mi fermai a un semaforo rosso e in quel momento un'altra macchina mi colpì da dietro. Come posso essere la causa di questo?
    Al momento, a causa della nostra grande incoscienza, è molto difficile conoscere con precisione la causa interna di ogni incidente (o effetto) nel nostro mondo esterno. Prendi l'esempio del tuo incidente. Anche se la tua consapevolezza non è sufficiente per ricordare cosa hai pensato al momento dell'incidente, o per capire la causa dell'incidente. Ti suggerisco di iniziare la tua indagine, a partire da
  13. Penso che avere figli sia una grande responsabilità. Può anche essere chiamato un contratto a vita. Quando penso di poterli causare sofferenza, mi sento male. Cosa devo fare per pensare in modo diverso?
    Cambia le tue convinzioni. Primo, quando prendi una decisione per avere un figlio, non dovresti pensare di essere responsabile della sua felicità. La tua prima motivazione dovrebbe essere quella di dare alla tua anima la possibilità di tornare per incarnarsi. È un dono di sé. Quindi, per continuare la crescita, devi imparare ad amare quest'anima che ti ha scelto. Avere un bambino è
  14. Come spiegare alla persona che prima avevi bisogno, che ora puoi fare a meno di lui, ma in modo che non si senta rifiutato?
    Per prima cosa, devi verificare se questa persona si sente davvero respinta, o che hai paura che si senta rifiutato. Questa paura del rifiuto può effettivamente esistere solo nella tua immaginazione. Digli solo che lo ringrazi per tutto l'aiuto che ti ha dato, ma che ora ti senti saldamente in piedi
  15. Mi offendo a mio marito per il fatto che spesso mi critica e mi disprezza.
    Mi umilia e mi chiedo perché vivo ancora con lui. Mi rassicuro che cambierà un giorno e alla fine mi accetterà per quello che sono. Continui a vivere con tuo marito perché hai creato per te un certo ideale di relazioni intime e vivi in ​​attesa del giorno in cui arriverà. Tu non vivi nel presente. Non sto dicendo che dovresti rinunciare alla speranza, solo consigliarti
  16. Cosa fare se pensi di avere un problema con l'uso di droghe
    In primo luogo, impara a riconoscere le droghe e i sintomi del loro uso. In secondo luogo, fidati del tuo intuito. Se ritieni che un subordinato stia sperimentando droghe, questo potrebbe essere vero. Controlla se ci sono droghe nei suoi effetti personali (il più delle volte, i militari conservano sostanze stupefacenti nelle dispense delle famiglie, in "diplomatici" personali, borse, valigie,
  17. Per un breve periodo ho avuto un amante, e mi sento in colpa per non aver rinnovato il suo rapporto coniugale con sua moglie. Mi sento in colpa per tutto ciò che è stato distrutto. Come faccio a liberarmi di questa colpa?
    La relazione tra il tuo ex amante e sua moglie non ti riguarda in alcun modo. Quello che succede tra loro non ha niente a che fare con te. Ma, contando sulla tua scala di valori, ti dici che non è bello avere una relazione con un uomo sposato. Devi scegliere una delle due cose: o per assicurarti che ciò non accada di nuovo, perché ti senti in colpa, o per cambiare la tua
  18. Mio marito mi incolpa di aver vissuto in passato.
    E penso di rivelare me stesso, la mia autocoscienza. Lui stesso non mostra mai ciò che è nella sua anima. Quando mi rimprovera, soffro di emozioni, ma non posso spiegare cosa mi sta succedendo. Sono giunto alla conclusione che è meglio non aprirsi a lui. Questo significa che ho poco rispetto per me stesso o meno fiducia in se stessi? Il tuo coniuge mescola ovviamente due concetti: basarsi sull'esperienza passata e
  19. Su cosa dovrebbe fare colui che ha vomitato
    La persona che ha vomitato, dopo aver vomitato, si lava la bocca e il viso con l'aceto, diluito con acqua, per liberarsi dalla pesantezza che spesso appare nella testa. Devi bere un po 'di mastice con succo di mela, ma evita di mangiare e bere acqua. È necessario riposare e lubrificare il luogo dove convergono le false costole che coprono l'addome, andare al bagno, lavare rapidamente ed uscire. Se necessario, devi mangiare
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2016
info@medicine-guidebook.com