principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Ho grosse difficoltà con il concetto di responsabilità. Sono stato picchiato e ho sperimentato tutti i tipi di difficoltà. Penso di non essere sempre la colpa.


Che ne dici?
Dalla tua domanda deriva che ti consideri colpevole. Ti dici: “Non ho fatto niente di male; perché allora mi è successo? " Molto spesso le persone confondono colpa e responsabilità. La tua responsabilità per quello che ti è successo sta nella capacità di affermare che la tua vita non è stata facile e, soprattutto, nel capire che tutto ciò che accade ti dà costantemente l'opportunità di crescere e migliorare. Se continui a credere che la vita non sia giusta per te, che tutto sia avvenuto per colpa tua e che non dovrebbe mai accadere, allora ti impantanerai più profondamente nel tuo problema.
Al momento non stai cancellando il posto per il nuovo; e questo può essere raggiunto solo attraverso l'accettazione. Accettando gli eventi mentre si verificano e ponendosi la domanda: ". Come posso usare la mia esperienza per auto-miglioramento e per trasformarmi in una persona più degna?", Inizierai il cammino della felicità.
Questa è precisamente la tua responsabilità. La responsabilità è: “Bene, bene, cosa segue? Rimarrà tutto uguale? Mi sto lamentando del destino? Sto diventando un despota verso me stesso? ” (Non dimenticare che una delle leggi spirituali è che diventiamo ciò che consideriamo noi stessi.) Oppure: “Uso la mia esperienza per sviluppare la simpatia e la comprensione della sofferenza di quelle persone che mi hanno sottoposto a questa privazione e questa violenza? Uso ciò che ho sperimentato per aprire il mio cuore o per chiuderlo più stretto? " Non devi assolutamente incolpare ciò che ti è successo. Ma hai la colpa delle tue reazioni a questi eventi. La tua vita futura dipende dalle scelte che fai ora. Puoi scegliere la tua vita infernale o il tuo paradiso!
<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Ho grosse difficoltà con il concetto di responsabilità. Sono stato picchiato e ho sperimentato tutti i tipi di difficoltà. Penso di non essere sempre la colpa.

  1. Vorrei sapere cosa posso imparare da mia madre. Mi fa provare emozioni - nel senso che mi contraddice sempre. È negativamente incline e dice sempre che non sarò in grado di raggiungere il successo negli affari che ho iniziato.
    A giudicare dalla tua domanda, vedo che dai la colpa a tua madre per le tue emozioni. Sottolineo ancora una volta che una persona non può essere ritenuta responsabile delle emozioni di nessuno. Solo tu sei responsabile delle tue emozioni, cioè della tua reazione alle parole o alle azioni di tua madre. Potresti non essere d'accordo con quello che ti dice, ma è importante che pensi che si stia comportando come lei
  2. Cosa posso fare con me stesso in modo che in primo piano io abbia un marito, non dei figli?
    Ora li amo così tanto che prima di pensare a mio marito, penso a loro. Richiedi l'impossibile da te stesso. Dentro di te c'è un conflitto tra il ruolo del coniuge e il ruolo della madre. Forse hai perso di vista il fatto che sei principalmente una donna? Per quanto riguarda il tuo rapporto con il coniuge, sono disturbati dal fatto che hai sempre dei figli in primo piano e non lui. Tra sentimenti per i bambini e sentimenti per suo marito non dovrebbero
  3. Mi sembra che mio marito mi condanni ogni volta che si tratta della mia partecipazione a una conferenza al Centro Ascolta il tuo corpo.
    Accanto a lui, mi sento come se non fossi in grado di ragionare sensatamente. Mi chiama spesso ingenuo. Cosa faccio Il tuo coniuge esprime solo ciò che pensi di te stesso in profondità. Hai mai pensato di non essere abbastanza giudizioso? Non pensi che l'ingenuità sia una manifestazione della debolezza di un personaggio? A volte ti incolpi per essere troppo ingenuo
  4. Voglio davvero mantenere la mia attuale famiglia, ma improvvisamente mi sono reso conto che mio marito decide sempre tutto per me e per i bambini.
    Ha sempre ragione in tutto e soffro costantemente per il fatto che non riesco a raggiungere l'autoaffermazione. Quale tratto di personalità non accetto? Se il coniuge decide sempre tutto per te e non tiene conto della tua opinione, ciò significa che non vuoi venire a patti con il tuo principio femminile. La stessa cosa succede con il coniuge. Se è convinto che sua moglie debba essere guidata, allora questo indica che
  5. È difficile per me accettare l'idea che scegliamo i nostri genitori. Ho letto di questo nel tuo primo libro e devo ammetterti che ancora non riesco a capirlo. Sono una bambina adottiva e voglio sempre vedere la mia vera madre. Perché ho scelto una madre che ha deciso di lasciarmi?
    Imparare ad amare nonostante sia stato abbandonato. Dato che raccogliamo sempre ciò che seminiamo, un bambino abbandonato è di solito un'anima che in qualche modo ha abbandonato suo figlio nella sua vita precedente. Apparentemente, questo è il tuo caso. Perdonando tua madre biologica che ti ha lasciato, ti perdoni automaticamente. Per fare questo, hai bisogno di un cuore aperto, molto
  6. Ho un marito molto prepotente. Sa sempre tutto ed è sempre giusto in tutto. Consiglia come comunicare con una persona simile.
    Per prima cosa, tuo marito vuole chattare? Quando parli con lui, è davvero un dialogo, o forse il tuo monologo, che pronunci allo scopo di cambiare o incolpare tuo marito? Se siete coniugi, ciò non significa che dovreste avere automaticamente il desiderio reciproco di parlare della stessa cosa allo stesso tempo. Molto spesso, uno dei coniugi vuole parlare e l'altro -
  7. Quando esco da solo o con la mia ragazza, mio ​​marito mi condanna sempre o mi fa il broncio. A volte esco a fare una passeggiata, a volte no. In un modo o nell'altro, mi sento fuori posto. Se esco a fare una passeggiata, mi sento in colpa. Se non esco a fare una passeggiata, mi sento infelice. So che cedo alla colpa, ma non posso fare a meno di me stesso. Come dovrei essere?
    È chiaro che tuo marito esprime solo apertamente ciò che sta già accadendo in te. Fa parte di te, il che dice che una buona moglie non dovrebbe uscire senza il coniuge. Tuttavia, c'è un'altra parte di te che a volte vuole uscire con qualcun altro. Apparentemente, la prima parte è più forte e più spesso vince. Contatta queste due parti in te e chiedi loro di accettare e
  8. Ho avuto un amante per un breve periodo e mi sento in colpa per non aver rinnovato il rapporto con sua moglie. Mi sento in colpa per tutto ciò che è stato distrutto. Come posso liberarmi da questa colpa?
    La relazione tra il tuo ex amante e sua moglie non ti riguarda in alcun modo. Ciò che accade tra loro non ha nulla a che fare con te. Ma, in base alla tua scala di valori, ti dici che non è bene avere una relazione con un uomo sposato. Devi scegliere una delle due cose: o assicurati che ciò non accada di nuovo, perché ti senti in colpa, o cambia il tuo
  9. Mia moglie va a lavorare. Non le è mai piaciuto svolgere le faccende domestiche, lo so e l'ho sempre saputo. Vado anche a lavorare. Da quando ci siamo sposati, mantenere l'ordine in casa ricade costantemente su di me. Comincia a disturbarmi. Entriamo entrambi al lavoro e come posso spiegarle che per il mantenimento della pulizia in casa ha la stessa responsabilità di me?
    Hai preso un chiaro impegno prima di decidere di vivere insieme? Forse ti sei impegnato a fare le faccende domestiche dicendole, ad esempio: “Nessun problema. Lo farò? E ora sei responsabile delle conseguenze della tua decisione. Tuttavia, se al momento è diventato troppo difficile per te, devi parlarne con il tuo coniuge. Chiedile
  10. Di recente sono stato derubato e non capisco come questo possa venire da me, dato che non ho mai rubato nulla a nessuno. In attesa di una tua spiegazione.
    Sei sicuro di non aver mai preso niente da nessuno? Guarda cosa ti disturba di più di questa vernice. Spesso mi dicono: "Ciò che mi preoccupa di più è che hanno invaso la mia vita personale, che qualcun altro stava scavando nelle mie cose". Se questo è il tuo caso, sei sicuro di non aver mai scavato nella vita personale di qualcuno o di non volerlo fare? O che non hanno mai rubato
  11. Mio marito era un frullato e l'ho lasciato. Ma perché i rubacuori sono ancora così attratti da me?
    Per capire, devi prima capire cosa ti infastidisce nel comportamento dei frullati. Se sei costantemente attratto da questi uomini e anche loro sono attratti da te, allora questo significa che hai un qualche tipo di tratto nel loro personaggio. Quello che non ti piace dei frullati riflette quel lato del tuo personaggio che non vuoi notare. Cosa significa per te la parola "frullato"? Questo è un uomo che seduce
  12. Come faccio a sapere se il mio amico mi ama davvero, sinceramente, o ha solo un desiderio sessuale per me?
    Non dubiti invano. La metà del tuo "io", ovviamente, crede che tutti gli uomini cerchino principalmente rapporti sessuali, e finché lo pensi, una situazione simile si ripeterà, anche se cambi amico. Hai paura al pensiero di essere posseduto fisicamente e questo, ovviamente, indica che qualcosa non va in te. Più ci pensi
  13. A causa dell'amore infruttuoso, ho sviluppato una malattia psicosomatica, cioè l'incontinenza urinaria. Come capisco la mia responsabilità per questo e come sbarazzarmi di questa malattia?
    Inizia concordando che questa malattia fisica viene inviata per aiutarti a capire che la tua reazione all'amore infruttuoso non ti fa bene. Una persona responsabile è una persona che ammette e riconosce che il suo problema fisico è causato dal suo modo di essere, da ciò che sta vivendo internamente. L'incontinenza è solitamente causata dalla perdita di controllo sul fisico ed emotivo.
  14. Come posso comportarmi con una persona che cerca di minare la mia fiducia in me stesso e di farmi sentire in colpa per le decisioni per le quali è difficile assumersi la responsabilità?
    Le conseguenze delle sue decisioni gli sembrano pesanti, e vorrebbe biasimarmi per loro, così come per tutto ciò che li segue e lo preoccupa. Esempio: un divorzio iniziato da lui. Dalla tua domanda, concludo che questo signore ha deciso il divorzio, ma poi è stato difficile per lui venire a patti con la sua decisione. È difficile per lui affrontare
  15. Sono una donna non sposata e vivo da sola. I miei genitori anziani spesso si ammalano. Mia madre mi chiama egoista quando mi rifiuto di venire da lei non appena ha bisogno di aiuto. Sono responsabile per i miei genitori? Devo sempre aiutarli?
    Il tuo cuore conosce la risposta a questa domanda, ma la tua mente la contesta. Nessun bambino è responsabile della felicità o del benessere dei propri genitori. Tuttavia, una certa parte di te crede di essere responsabile per loro, ed è del tutto possibile che tu stesso ti consideri egoista. Sei indubbiamente influenzato dai tuoi genitori, che credono che una brava figlia riconoscente debba,
  16. Quando io, la madre della famiglia, permetto ai bambini di assumersi la responsabilità, ho la sensazione di essere una madre indifferente a cui non frega niente dei suoi figli. Temo che mi giudicheranno anche da grandi. Qual è la ragione di questa paura?
    Prima di tutto, chiedi ai tuoi figli di darti la loro definizione di indifferenza. Ecco la mia definizione: una persona indifferente è una persona a cui non importa nulla, che non sente nulla e che non viene toccato dagli altri. Ti consideri davvero una madre indifferente? Lo credi davvero? Insegnare ai tuoi figli ad assumersi la responsabilità è il miglior regalo che puoi fare loro.
  17. Mi sembra che non molte coppie riescano a mantenere il vero amore dopo diversi anni di vita coniugale.
    Perché è così difficile mantenere le normali relazioni intime per lungo tempo? La cosa principale che impedisce il vero amore è il dominio della mente sull'uomo. La ragione è la nostra capacità di accumulare conoscenza. Fin da piccoli, dalla nostra esperienza, impariamo ad amare l'amore del proprietario, sperando di ottenere qualcosa in cambio. Noi stessi abbiamo provato questo sentimento e l'abbiamo visto nella relazione dei genitori
  18. Mito numero 4. Non ho tempo di muovermi, e in generale ho recentemente partorito
    Indipendentemente dal tuo stato sociale, preparati mentalmente: per perdere peso, dovrai costringerti ad esercitare. Li descriverò più dettagliatamente nei seguenti capitoli. Qui ho appena notato che per i principianti basta provare a spostarsi di più. Prevedo: ci saranno persone che affermano che ciò è impossibile. Ho anche partorito non molto tempo fa. Ho trascorso la mia gravidanza in maniera quasi costante
  19. Come madre, mi sento responsabile di nutrire bene i bambini, perché credo che siano ancora troppo piccoli per prendersi cura della propria salute. Ho tre figli dai quattro ai nove anni. Non pensi che questa responsabilità ricada su di me?
    Non sei direttamente responsabile per la salute dei tuoi figli. Come madre, devi essere responsabile delle conseguenze del parto dei bambini, vale a dire monitorare i loro bisogni materiali, aiutarli ad apprendere, trasferire loro le loro conoscenze, dare loro amore e tutto ciò nella misura in cui puoi fare. D'altra parte, non puoi sapere in anticipo quali saranno i risultati. Puoi cucinare di più
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com