principale
A proposito del progetto
Notizie mediche
Per gli autori
Libri con licenza di medicina
<< Precedente Successivo >>

Distrofia muscolare



Blocco fisico
La distrofia è una violazione della nutrizione dell'organo o dell'intera regione anatomica e di eventuali cambiamenti ad essa associati. La distrofia porta spesso ad atrofia (una significativa riduzione di volume e peso) o ipertrofia (un significativo aumento di volume).
Blocco emotivo
Con questa malattia, una persona perde il controllo sui suoi muscoli. A livello metafisico, ciò significa che una persona è paralizzata dal suo passato. Ha raggiunto il limite delle sue capacità ed è semplicemente incapace di agire. Una persona del genere ha spesso un desiderio inconscio di autodistruzione, fa un sacrificio per attirare l'attenzione su di sé. Tuttavia, cerca di controllare e nascondere questo aspetto della sua personalità. Si sminuisce facilmente, non si valuta. Non ama se stesso e raramente pensa bene a se stesso, quindi è incline a credere che la sua felicità dipenda dagli altri.

Blocco mentale
Se soffri di distrofia, il tuo corpo ti manda un messaggio importante e urgente: devi imparare ad amare te stesso e non aspettare che gli altri ti amino. Fino ad oggi, credevi che malattie e problemi fossero il modo più sicuro e unico per attirare l'attenzione e l'amore delle altre persone. Ma ora devi liberarti di questo pensiero. Sei pronto a diventare completamente dipendente dalle altre persone e dal sistema solo per attirare più attenzione? Farai molto più saggio se imparerai a valorizzare le tue abilità e ad ottenere che gli altri le apprezzino. Vedi anche l'articolo MUSCOLI (PROBLEMI).
Blocco spirituale e conclusione
Come per ABSSCESS (vedi pagina 27).

<< Precedente Successivo >>
= Passa al contenuto del libro di testo =

Distrofia muscolare

  1. Distrofia muscolare
    Queste distrofie sono un gruppo diversificato di malattie ereditarie che sono clinicamente caratterizzate da grave debolezza muscolare e deplezione e si sviluppano durante l'infanzia. Distrofia muscolare legata all'X. Le due forme più comuni di distrofia muscolare si basano su aberrazioni associate al cromosoma X (vedi capitolo 8): distrofia muscolare di Duchenne (GBA Duchenne) e distrofia muscolare di Becker
  2. DISSTROFIA MUSCOLARE IN PROGRESSO
    Questo gruppo di malattie ereditarie del sistema nervoso o neuromuscolare è caratterizzato da un graduale aumento della debolezza muscolare e dell'atrofia. La malattia è descritta in tutti i paesi del mondo, si verifica tra la popolazione con una frequenza di 1: 25000, nel 35-40% dei casi è di natura familiare. Varie forme di distrofia muscolare progressiva possono essere ereditate in modo autosomico dominante, autenticamente recessivo,
  3. Distrofia muscolare progressiva
    Per spiegare le cause della miodistrofia, sono state proposte diverse ipotesi (neurogeniche, vascolari, di membrana) che esaminano i meccanismi della distrofia muscolare progressiva dal punto di vista di un difetto primario, geneticamente determinato. Distrofia muscolare progressiva di Duchenne. La malattia fu descritta da Duchenne nel 1853. La frequenza di 3,3 per 100.000 abitanti, 14 per 100.000
  4. DISTROFIA MUSCOLARE E ALTRE MIOPATIE CRONICHE
    J. R. Mendell, R. K. Griggs (JR Mendell, R. C. Criggs) La maggior parte delle miopatie (vedi tab. 354-2). tra cui ereditario, infiammatorio, endocrino, metabolico e tossico, può manifestarsi con debolezza muscolare cronica. I principi della diagnosi differenziale di queste malattie sono riassunti in Ch. 354. Miopatie ereditarie Distrofie muscolari Il termine "muscoloso"
  5. Distrofia muscolare Forme cliniche, patogenesi, principi di terapia
    La distrofia muscolare è in realtà chiamata un gruppo di malattie ereditarie caratterizzate da atrofia simmetrica progressiva dei muscoli scheletrici, procedendo senza dolore e perdita di sensibilità agli arti. Paradossalmente, i muscoli interessati possono aumentare di dimensioni a causa della crescita del tessuto connettivo e dei depositi di grasso, creando una falsa impressione di muscoli forti. Non esiste ancora
  6. Distrofia muscolare progressiva
    Questo gruppo di malattie è caratterizzato da debolezza muscolare progressiva, atrofia muscolare, disturbi motori e presenta una condizione ereditaria. Le miopatie sono malattie neuromuscolari caratterizzate dal progressivo sviluppo di un processo distrofico primario o atrofico secondario (denervazione) nel muscolo scheletrico, accompagnato da debolezza muscolare e
  7. Miopatie (distrofie muscolari progressive primarie)
    Le miopatie sono un gruppo di malattie ereditarie manifestate da debolezza muscolare e atrofia muscolare. Le miopatie progressive sono chiamate miodistrofie. Istologicamente, con miopatia, vengono rilevati una diminuzione del numero di fibre muscolari e un cambiamento nelle dimensioni di quelle rimanenti. La patogenesi della maggior parte delle miopatie è stata poco studiata. Vengono proposte diverse ipotesi: membrana, vascolare, neurogena. Secondo loro geneticamente
  8. Distrofie muscolari primarie (miopatie)
    Da un punto di vista genetico, la miopatia è un gruppo eterogeneo di malattie. Le miopatie sono osservate con un tipo di ereditarietà autosomica dominante, con autosomica recessiva e legata al sesso. Forma pseudo-ipertrofica di Duchenne. Questa è la forma più comune di miopatia legata al sesso. I ragazzi sono malati La malattia inizia nei primi cinque anni di vita di un bambino. Clinicamente manifestato dall'atrofia muscolare
  9. Distrofie muscolari primarie (miopatie)
    Le miopatie sono osservate con un tipo di ereditarietà autosomica dominante, con autosomica recessiva e legata al sesso. Forma pseudo-ipertrofica di Duchenne. I ragazzi sono malati nei primi cinque anni di vita. Clinicamente manifestato dall'atrofia dei muscoli della cintura pelvica e della gamba prossimale. Gli pseudoipertrofi compaiono in anticipo, specialmente i polpacci e meno spesso i muscoli deltoidi, le atrofie muscolari terminali, le retrazioni dei tendini,
  10. DISTROFIA MYOCARDIAL
    - malattia miocardica non infiammatoria, che si basa su un disturbo metabolico nel muscolo cardiaco. Classificazione clinica 1. Anemica. 2. Endocrino e dismetabolico (tireotossicosi, mixedema, acromegalia, sindrome di Itsenko-Cushing, obesità, diabete mellito, feocromocitoma). 3. Tossico (fosforo, fosgene, cloroformio, monossido di carbonio). 4. Alcolico. 5. Quando
  11. Distrofie parenchimali
    Con le distrofie parenchimali si verificano disturbi metabolici delle cellule altamente funzionali degli organi parenchimali del cuore, dei reni e del fegato. • Lo sviluppo delle distrofie parenchimali si basa su fermentopatie acquisite o ereditarie. • Un grande gruppo di malattie da accumulo o thesaurismosis è associato a fermentopatie ereditarie. 1. Parenchimale
  12. Distrofie parenchimali
    La distrofia è un processo patologico, che si basa su una violazione del metabolismo dei tessuti (cellule), che porta a cambiamenti strutturali nelle cellule, negli organi e nei tessuti. La distrofia è un tipo di danno (alterazione). Nella classificazione delle distrofie prendere in considerazione: 1) la predominanza dei cambiamenti morfologici negli elementi specializzati del parenchima o nello stroma e nei vasi sanguigni (parenchimale,
  13. DISTROFIA MYOCARDIAL
    Nel 1936, Georgy Fedorovich Lang ha suggerito che insieme alle lesioni ischemiche e infiammatorie del muscolo cardiaco, ci sono malattie metaboliche. Propose di chiamarli distrofia del miocardio. La moderna definizione di distrofia miocardica è quasi completamente coerente con Langovsky. Il termine distrofia miocardica è inteso come una malattia non coronarogenica e non infiammatoria
Portale medico "MedguideBook" © 2014-2019
info@medicine-guidebook.com